Il diadema art déco di Meghan, uno splendente mistero reale

Il diadema art déco che la duchessa di Sussex ha portato nel giorno delle sue nozze è bellissimo.  Lo posso dire con cognizione di causa perché l’ho visto dal vivo lo scorso 4 gennaio a Windsor. Ci sono andata (quasi) apposta ma ne valeva assolutamente la pena. Raccontarlo è difficile perché dovremmo parlare di splendore, di luce riflessa, di semplicità nelle linee e pietre enormi assemblate con gusto sicuro. Ancora una volta applausi a scena aperta a quella grande appassionata e collezionista che è stata la Queen Mary a cui l’attuale sovrana deve la maggior parte del proprio splendido scrigno.

Il diadema indossato da Meghan eredità della Queen Mary

Il 19 maggio 2018 Meghan ha indossato un abito molto semplice e perfetto. M. Hubert de Givenchy lo avrebbe potuto disegnare per la sua musa Audrey Hepburn e se per caso è riuscito a sapere che la sua maison stava per vestire una sposa reale è sicuramente morto felice. La splendida e purissima linearità del vestito è stata messa in risalto da un velo impalpabile (lungo quasi cinque metri e largo tre) i cui bordi sono delicatamente ornati coi fiori simbolici dei cinquantatré paesi del Commonwealth (un piccolo omaggio al suo sposo, i cui i royal duties sono centrati proprio in questa direzione) con in più il papavero della California e il calicanto che cresce nel giardino di Kensington Palace.
Un abito così sobrio aveva bisogno di un diadema di grande impatto e quello che ha ornato la fronte di Meghan oltre a essere bellissimo ha attirato l’attenzione di tutti perché si trattava di un gioiello praticamente sconosciuto.

diadema di Meghan, dettaglio

Il diadema di Meghan

Dalla cassaforte della regina infatti è uscito un diadema di cui si era perso il ricordo: la “Queen Mary’s County Of Lincoln Diamond Tiara”, realizzata nel 1932 in puro stile art déco per la consorte di Giorgio V. L’elegante fascia di brillanti deve il suo nome all’elemento centrale, una spilla che Mary di Teck aveva ricevuto nel 1893 dalla contea di Lincoln  come dono di nozze. Molti anni dopo la sovrana, proprietaria di una sterminata collezione di pietre preziose e mai sazia di nuovi ornamenti, decide di utilizzare proprio la bellissima spilla (costituita da dieci diamanti a formare una margherita) come punto focale di un nuovo diadema; il risultato è un bandeau flessibile in platino suddiviso in undici sezioni traforate, con ovali intrecciati in cui sono incastonati diamanti di varie dimensioni; sui entrambi i lati   sette grossi solitari disegnano delle margherite che riprendono il motivo della spilla.

diadema di Meghan, dettaglio
La regina Mary indossa il suo diadema art déco solo in alcune occasioni “informali” ed esiste una sola foto in cui indossa questo gioiello che alla morte, nel 1953, lascia alla nipote Elisabetta II la quale però non lo userà mai.
Il diadema si intona perfettamente all’abito (come la Halo di Kate era perfettamente abbinata al suo prezioso vestito di pizzo) e questo fa capire come non sia stata una scelta arbitraria o una decisione inappellabile della regina, ma piuttosto un prestito concordato con la futura sposa.  L’insieme abito-velo-diadema non solo dà a Meghan un’aria molto romantica, ma la fa assomigliare a una dama medievale. Con il suo elegante vestito dalla gonna leggermente svasata e lo scollo minimo che le lascia appena scoperti gli omeri, la neo duchessa di Sussex avanza leggera ed eterea nella sontuosità tardo gotica della magnifica St. George’s Chapel.

diadema di Meghan a confronto con quello della duchessa di Kent

Il diadema del mistero

Ma siamo proprio sicuri che la Queen Mary è stata l’unica prima di Meghan a indossare lo splendio diadema art déco? Forse no e questo intrigante dubbio nasce grazie a due appassionati di gioielli reali, Alessandro Sala e Michele Tartarini che ne hanno parlato nel loro profilo Instagram @dnaroyals

Casualmente qualche giorno fa sul web ci siamo imbattuti in una foto dei Duchi di Kent all’Empire Ball del 1935. L’occhio è subito caduto su un particolare dell’immagine, rendendola intrigante e generando, con una reazione a catena, consulti tra esperti\e e appassionanti ricerche per provare quella che potrebbe essere un’interessante scoperta. Guardate attentamente il diadema indossato per questo evento dalla Principessa Marina. Secondo voi la tiara è la stessa usata dalla Duchessa di Sussex per il suo matrimonio? Questo è il grande interrogativo. In occasione del royal wedding della scorsa primavera, la Royal Collection Trust (ente che si occupa delle collezioni reali inglesi) ha rilasciato una sintetica descrizione del gioiello utilizzato da Meghan. Il comunicato genera tuttavia una serie di riflessioni. Se nella foto la Principessa Marina indossasse effettivamente questa tiara, si tratterebbe quindi di un prestito della suocera. Inoltre sappiamo che fin dalla morte della nonna questo pezzo è stato nelle mani della Regina Elisabetta II, che tuttavia non l’ha mai indossato pubblicamente, facendone dimenticare l’esistenza ai più.

il duca e la duchessa di Kent

Un fatto singolare è che tale gioiello non compaia nel libro “The Queen’s Diamonds”, pubblicazione curata dalla Royal Collection Trust e commissionata dalla sovrana nel 2012 per commemorare il suo giubileo di diamante. Tale volume, una vera e propria bibbia per gli amanti del settore, descrive accuratamente i principali pezzi dello scrigno di Elisabetta composti dalle pietre che, come diceva Marilyn Monroe, sono i migliori amici delle donne. Questa assenza è davvero rumorosa. Come si spiega? Perché la Regina non l’ha mai indossato? La conclusione interessante è che a quanto pare il testo del 2012 è incompleto, quindi è molto probabile che le casseforti reali siano pronte a stupirci con altre sorprese. Per quanto riguarda il diadema indossato nella foto dalla Duchessa di Kent, una pagina su internet, specializzata in gioielli reali, sostiene sia un regalo di nozze del Duca alla moglie e che tale gioiello non sia più stato visto in pubblico dal 1940, andando probabilmente venduto o smontato in seguito. Non sappiamo se sia effettivamente così, purtroppo non siamo riusciti ad individuare delle immagini accurate che tolgano ogni dubbio. La somiglianza con la tiara portata da Meghan è però impressionante. Il mistero rimane…

Alessandro Sala
Michele Tartarini

https://www.instagram.com/p/BuKDzp2FlIi/

 

 

Il post sul royal wedding —> http://bit.ly/2IwlljE

Il post sulle ipotesi dei diademi per il royal wedding —> http://bit.ly/2ptXCo4

I diamanti della regina —> qui  http://bit.ly/2zsLlEk   e anche qui qui http://bit.ly/2lNwspT

L’abito di Meghan e il diadema, insieme all’uniforme del duca di Sussex, sarà in mostra a Edimburgo dal 14 giugno al 6 ottobre 2019

—> https://www.rct.uk/collection/themes/exhibitions/a-royal-wedding-the-duke-and-duchess-of-sussex/palace-of-holyroodhouse

Copyright foto: Royal Collection Trust, Getty Images

7 Commenti

  1. cristina palliola ha detto:

    Premetto che vado pazza per i gioielli decò e quindi questo post mi ha davvero esaltato e ringrazio sia Marina che lo ha pensato che i due amici Alessandro Sala e Michele Tartarini che lo hanno scritto, regalandoci quelle belle foto di tanti anni fa con la regina Mary e con Marina di Kent
    Mentre non esistono dubbi sull’ identità di quello portato dalla regina Mary e quello imprestato a Meghan per le nozze , anche io nutro molti dubbi che sia lo stesso indossato dalla duchessa di Kent. Mary lo aveva arricchito con una piccola cresta di diamanti che lo innalzavano nella parte centrale, ma è chiaramente lui, lo stesso di Meghan. Se devo dire il vero lo preferisco in questa ultima fattura, così snellito : più classico nel suo genere, con linee più pulite e dove la bella spilla centrale risalta meglio.
    Guardato e riguardato anche ingrandendo l’immagine, non mi sembra lo stesso di Marina. Nelle foto non mi pare di vedere la parte a losanga della spilla originaria. Anche quello portato da Marina molto probabilmente nasce da una spilla e, secondo me, è coevo a all’altro, ma mi sembra che il disegno centrale si rifaccia più ad un ottagono allungato e che la parte centrale sia chiaramente staccabile da tutto il resto, per lo spazio che intercorre tra il modulo ottagonale e tutto il contorno. Inoltre c’è uno spazio bilaterale nella fila dei diamanti in alto in corrispondenza del centrale, come se mancasse un diamante, nella rifinitura superiore
    Però, però però…potrebbe esser stato ancora rimaneggiato e sappiamo bene come Mary sia stata abile nel fare sempre scelte di fatture diverse…Non mi sento neppure tanto sicura di poter affermare: non è lo stesso. In attesa che qualcuno trovi foto più esplicite che ci risolvano il rebus, godiamoci questo magnifico diadema che proprio non capisco perchè Elisabetta non abbia mai usato o dato in uso a nessuna, in tutti questi anni

  2. luka ha detto:

    Quanti misteri dietro a questo bellissimo diadema che probabilmente non avranno risposte certe e ufficiali , però potremmo provare a darne alcune:

    se partiamo dal presupposto che nella borsa di una donna puoi trovarci qualsiasi cosa forse la regina Elisabetta lo teneva nella borsetta per essere utilizzato in situazioni di emergenza!

    se la pensiamo come dei figli premurosi è la solita storia degli anziani che nascondono gli oggetti e poi se ne dimenticano, col panico poi che in giro per casa ci sta anche la badante!

    se la pensiamo come “alcuni giornalisti o opinionisti esperti di Royal” la regina Elisabetta con acuta preveggenza lo avrebbe riservato esclusivamente per la nuora o nipote che “avrebbe moralmente eletto sua erede”!

    Qualunque sia la provenienza e l’ingiustificato inutilizzo il diadema indossato da Marina di Kent del 1935, fresca sposa, sembra proprio il diadema in questione.

    Inoltre credo che la spiegazione fornita dal sito specializzato di gioielli reali sul diadema come dono di nozze di Marina poi smontato e venduto sia la tipica e scontata risposta di chi non ha altre risposte.

  3. Sabina ha detto:

    Fantastico post che infittisce il mistero! Avevo visto la foto su @dnaroyals ma onestamente non avevo fatto caso al diadema. Grazie Marina!

  4. Laura 2 ha detto:

    Ciao Marina, ti leggo da un po’ ed oggi volevo lasciarti il mio primo commento.
    Articolo davvero dettagliato, interessante , bellissimo, esaustivo, proprio come gli altri post.
    Davvero un blog piacevole.
    Complimentissimi.
    Ti lascio anche Un augurio per la festa delle Donne.

    Laura

    • laura ha detto:

      Un momento io non ho scritto questo commento dal momento che seguo questo blog da un bel po’ di anni. Marina magari la mia omonima potrebbe avere una sigla che la differenzia da me ? giusto per evitare confusione, grazie

  5. Dinora ha detto:

    Un’abbagliante mistero, miei carissimi appassionati di gioielli, come me del resto!!
    Carissima Marina, attendevo un tuo articolo su questa meravigliosa tiara o diadema che dir si voglia.
    Quando vidi l’allora ancora signorina Meghan in auto con la madre mentre raggiungevano il castello di Windsor, notai, celato dal velo, un diadema decisamente bellissimo e che “emanava” una luce incredibile nonostante ancora nascosto.
    Quando, giungendo all’altare il Principe le alzò il velo devo dire che rimasi letteralmente a bocca aperta nel vedere tale meraviglia!!
    A parte che ho un debole per i gioielli del periodo Decó, quel diadema mi ha conquistata.
    Adattissimo, come hai scritto, al suo abito (splendido) al suo velo etereo, un’insieme di grande eleganza raffinata. Complimenti alla Duchessa per aver scelto quella tiara e di averla fatta riemerge dall’oblio in cui era sta posta. Che peccato, una meraviglia così!!
    Credo che tutti noi appassionati di gioielli dobbiamo ringraziare la regina Mary per la sua grande passione e per aver riempito i forzieri con tali meraviglie. Peccato che le signore della famiglia reale non possano attingere a questi forzieri!!
    Ho guardato l’ingrandimeto delle foto della Duchessa di Kent ma è praticamente impossibile capire con esattezza se sia lo stesso gioiello. Se si guarda il diadema per la prima volta viene l’idea che possa essere lo stesso confrontando anche la parte centrale dei due gioielli ma impossibile capire se siano uguali. Da noi in Romagna c’è un detto “ …sembrano talmente uguali che se non sono fratelli possono essere cugini..”
    Chissà se il Duca si sia ispirato al diadema della mitica Queen Mary per fare uno stupendo regalo alla moglie?
    Comunque sia,in due matrimonio sono riapparsi al pubblico due diademi meravigliosi che si erano addormentati nelle loro custodie e che due giovin signore li hanno riportato alla luce!!!
    Ora sognamo ancora di più e vorremmo, credo tutti, fare un giretto nei forzieri di Sua Maestà.
    Spero che nel futuro molto gioielli riappaiano dal loro oblio e che siano indossati, per la gioia di tutti! Compreso i gioielli!!!
    Secondo voi questa meraviglia sarà il diadema di “ordinanza” di Meghan?
    Speriamo di sì così lo rivedremo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi