Ciao 2018 sei stato un anno davvero molto interessante

Ciao 2018 sei stato un anno davvero molto interessante

Nel 2018 ho aperto alcune delle porte e chiuse altre. Ho incontrato diverse persone straordinarie che mi sono rimaste nel cuore e altre pessime, ma questo fa parte della vita e basta evitare di cadere nelle loro trappole.

Il mio 2018 alla scoperta della regina

Ho visitato alcune città di cui mi sono innamorata: Padova che già conoscevo ma ho amato ancora di più, Treviso, Cremona e Viareggio.

Il 19 maggio ho avuto un po’ paura mentre entravo negli studi di Sky tg24 ma è stata un’esperienza fantastica.

In diretta su Sky le nozze di Harry e Meghan

Nel corso dell’anno ho salutato due persone molto care a cui penso spesso per motivi molto diversi. Ad agosto ho accompagnato mio nipote al suo primo giorno di scuola e poi siamo andati insieme a visitare insieme a vedere il campo della battaglia di Jena.

La battagia di Jena

Ho sorriso a mio marito che è la persona più importante della mia vita e se non ci fosse lui non sarei quella che sono ora e nessuno avrebbe guidato dall’altro lato per andare ad esplorare il Norfolk.

Park House la casa dove è nata Lady DianaPark House la casa dove è nata Lady Diana

St. Mary Magdalene a SandringhamSt. Mary Magdalene, la chiesa di Sandringham

Ho accarezzato i miei gatti (anche la Nana che però preferisce di no e mi ringhia ma io la amo ugualmente). Ho organizzato pochissime cene fra amici ma sono state tutte bellissime e ci siamo divertiti parecchio. Ho aiutato i miei amici gatti e la mia carissima Céline.

Ho preso l’aereo per tornare dalla Germania e poi l’ho ripreso per andare a Londra. Ho visto la casa della regina a Sandringham e poco lontano la casa dove è nata Lady Diana, le War Rooms di Churchill, la cupola di St.Paul di notte e gli smeraldi della regina Vittoria a Kensington Palace. E sappiate che uno dei primi obiettivi del 2019 è andare a vedere la coronet di zaffiri della regina Vittoria che da marzo sarà esposta al Victoria&Albert Museum.

Un tè con la regina ad Ascoli Piceno

Ho messo a punto le mie lezioni/conferenza e le ho portate in giro per l’Italia (i dettagli in questo post). Ho presentato il mio libro dedicato alla Londra di Lady Diana, ma ho anche raccontato anche tutti i segreti dell’Afternoon Tea in occasione di due eventi promossi dal Fai-Fondo Ambiente Italiano.

Un tè con la regina per il Fai di Ancona

Ho collezionato altre bellissime royal commemorative potteries e ho rieditato il libro “Un tè con la Regina” che trovate in offerta su ebay —> a questo link 

Ho continuato, anche nel 2018, a non avere un piano editoriale e infatti nel blog posto senza una vera programmazione nonostante tutti i guru dicano che no, non va proprio bene. Ho incrementato la presenza su Instagram soprattutto con le stories ( mi trovate come @altezzarealeblog).

Ho ammirato la St. George Chapel del castello di Windsor, che è di una bellezza senza pari, e nel quire ho calpestato la tomba di Enrico VIII guardando gli stendardi, gli elmi e gli scudi dei cavalieri della Giarrettiera.

La St. George Chapel

Ho pianto per l’emozione mentre guardavo le foche libere e stese al sole a Blakeney nel Norfolk nella riserva del National Trust.

Le foche del Norfolk

Ho partecipato per la prima volta a un blogging camp (quello organizzato a Camaiore dalla vulcanica Silvia Ceriegi) e sono tornata a casa piena di entusiasmo.

Ho iniziato a scrivere un altro libro e volevo completare il manoscritto in questi ultimi giorni del 2018; ci siamo quasi, ma ancora non vi posso dire nulla però sono sicura che vi piacerà.

Nel 2019 AltezzaReale.com compie dieci anni e io adesso ho la certezza di avere fatto la scelta giusta.

Vi aspetto qui anche nell’anno che sta per arrivare e vi ringrazio tutti di cuore per essere stati con me in questi dieci anni. Un abbraccio immenso anche ai lettori che sono diventati cari amici e collaboratori di queste pagine: Francesca Panseri aka Francy, Alessandro Sala aka Ale, Michele TartariniAlessandro Calabresi aka Alex e Nicoletta Mercati.

Foto @unamarmellatadifoto

Un immenso grazie anche a Michela Gaimarri e Claudia Ballarini, Cristina Papini e Verdiana aka Verdy75, Stefania Pignatelli Gladstone, Chiara Simonini (con Fabio e Marik, la crew di Enjoy Coffee and More) e alla mia carissima Silvia Ceriegi.

Copyrigh foto @Marina Minelli. Foto della St. George Chapel @royalcollection.

 

Condividi su:Share on Facebook132Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

10 Commenti

  1. Floriana ha detto:

    Tanti cari auguri per questo nuovo anno appena iniziato. Con l’augurio che sia ancora più ricco di soddisfazioni ed emozioni!!
    Grazie infinite Marina perché questi articoli,la pagina Facebook e il libro su Lady Diana sono stati il mio sostegno in questo 2018 per nulla facile.
    Spero di poter leggere infiniti post e presto anche il nuovo libro!
    Buon 2019

  2. annarita ha detto:

    Buon anno a te, cara Marina, a tuo marito e a tutti gli amici di Altezza Reale. Che il 2019 vi porti tutto ciò che desiderate.

  3. cristina palliola ha detto:

    un post che rivela tutta l’emozione che hai provato nelle varie tappe che hai vissuto sia per quello che poi è diventato patrimonio del blog, sia quelle che sono parte della tua vita privata. Resto in attesa di un qualche cosa che sottolinei il compleanno, importantissimo, del blog e di poter leggere il libro che stai scrivendo Un augurio di cuore a tutti i lettori del blog e alla nostra amministratrice. Per tutti emozioni sempre più numerose e soddisfazioni in ogni campo e anche se in questo contesto c’entra poco, a tutti buona vita e tanta salute, che non guastano mai!

  4. Luka ha detto:

    Ogni anno nuovo si porta dietro qualcosa di positivo e qualcosa di negativo dell’anno appena concluso: l’importante è cercare di “rendere positivo” anche ciò che è negativo. Nel bagagliaio di esperienze di ciascuno tutto serve per affrontare in meglio, o possibilmente in meglio, il domani.

    Dieci anni di AR sono sufficienti per poter definire un’esperienza o negativa o positiva, sopratutto perché negli anni il blog è maturato, , è cresciuto ed è entrato nella vita di molti di noi, almeno è quello che io credo e provo.
    Questo per dire grazie a @Marina, grazie al suo lavoro e alla sua pazienza di sopportare noi esigenti lettori. 🙂

    Non ho mai nascosto la mia poca simpatia per i Royal UK , pero’ appoggio nel definire il 2018 come l’anno del Royal wedding dei Sussex ma per il 2019 non attenderò con trepidazione la nascita del piccolo – o piccola o piccoli o piccole (oramai i tabloid hanno raccontato tutto e il contrario di tutto) – Sussex !

  5. Maria Teresa ha detto:

    Auguri, Marina, a te, a tuo marito, ai gatti ed al resto della tua famiglia, così come anche agli amici lettori che seguono questo tuo interessantissimo e documentatissimo blog.
    Mi permetto di fare una sommessa richiesta, visto che siamo in tanti a seguirti: perchè non ti appoggi ad un’agenzia di viaggi ed organizzi un bel viaggio alla scoperta dei luoghi di cui spesso parli?
    Io per esempio non sono mai stata in Inghilterra, e mi piacerebbe tanto visitare qualcosa di storico, ma mio marito è disabile e non potrebbe accompagnarmi, quindi da sola dove vado?
    Partirei invece volentieri con un gruppettino di persone unite dagli stessi miei interessi, e sono convinta che, con la tua supervisione, verrebbe fuori proprio un bel viaggio, qualunque sia la meta.
    Grazie in ogni modo per gli spunti sempre originali che ci dai, e buon 2019!

  6. Chloe ha detto:

    Ciao 2018, sei stato un anno davvero molto interessante!
    …è vero @Marina, ogni anno, quando si conclude, ci porta a fare delle riflessioni sul periodo che è trascorso e su ciò che vorremmo e vorremmo fare con l’anno nuovo. Io, tra gli altri, ho esaudito un mio desiderio, che era visitare Vienna, ed è stata per me una settimana di intense emozioni. E poi ho concluso l’anno parlando di Monarchie, di The Queen, di Savoia e di Borromeo … a tavola durante il Cenone di Capodanno 😀 quindi per me anche il 2019 sarà così! 😉

    Buon anno @Marina, che tu possa realizzare quegli obiettivi, personali e professionali, che hai e avrai in mente, mettendoci sempre la tua grande passione. Sono felice per i magnifici luoghi che hai avuto il privilegio di visitare tu e che poi hai raccontato/racconterai a noi. E buon anno a tutti i lettori del nostro blog, che tra poco compirà 10 anni, e che ci troverà sempre qua, a leggere, a conoscere, a condividere.

    Claudia

  7. Ale ha detto:

    grazie @Marina per questo post davvero emozionante!!! Il 2018 è stato intenso (per i traguardi raggiunti e per le persone che non ci sono più), speriamo che il 2019 sia un anno da ricordare ma solo per aspetti positivi. sono tanti anni che seguo il blog, attivamente dal 2011 ma se non ricordo male l’ho scoperto negli ultimi giorni del 2010. 10 anni per un blog sono tanti, un gran bel successo di cui puoi andare fiera. ancora una volta grazie per aver deciso un giorno di creare questo salotto virtuale, dove sono nate amicizie, si sono sviluppate conoscenze e scoperte nozioni che non fanno che aumentare la nostra passione per i royals. grazie poi per avermi ospitato tante volte coi miei post sabaudi e speriamo di riuscire a portare presto in porto il prossimo.
    goditi il bellissimo viaggio che stai facendo, il modo migliore per iniziare il 2019 😉
    BUON ANNO a tutti!!!

  8. Luka ha detto:

    https://www.altezzareale.com/2016/08/08/tutti-gli-articoli/news/akihito-abdica-imperatore-addio/

    Dimenticavo che il 2019 sarà un anno imperiale, dopo una lunga e complessa riforma costituzionale Akihito e Michiko potranno ritirarsi a vita privata lasciano spazio ai nuovi imperatori Naruhito e Masako.
    Come già accennato tale riforma non ha in se l’abrogazione della legge salica, ma speriamo in una evoluzione anche se forse il Giappone, e i giapponesi, non sono ancora pronti.

    Proprio in questi giorni ho scoperto che nel paese del sol levante è vigente la pena di morte e negli ultimi anni applicata in diverse occasioni anche se alcune parti della società simile si stanno ponendo il dubbio sulla sua utilità e sopratutto sulla applicazione: il condannato a morte per impiccagione viene informato dell’esecuzione pochi giorni prima mentre i familiari solo qualche giorno dopo!
    È una cosa mostruosa e pur essendo consapevole che il ruolo dell’imperatore è formale e non politico mi auguro che Naruhito possa sensibilizzare almeno una discussione costruttiva della questione.

  9. brugnoni.luciano@libero.it ha detto:

    Cliccando sul simbolo di Instagram dà messaggio di pagina Non trovata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi