Eugenie e Jack sposi a Windsor il 12 ottobre

Eugenie e Jack si sposano. Cinque mesi dopo il royal wedding più social del globo – non lo dico io eh, lo dicono le “impression” – la secondogenita del principe Andrea e di Sarah Ferguson andrà all’altare con il fidanzato storico Jack Brooksbank. Anche l’altare è storico perché si tratta di quello della St. George Chapel, la chiesa del castello di Windsor che, fra l’altro, è la dimora spirituale del più prestigioso ordine cavalleresco del mondo, l’ordine della Giarrettiera.

Ma non è alla Giarrettiera (persa proprio lì a Windsor da una dama della corte di Edoardo III il quale salvò l’onore della signora raccogliendo l’imbarazzante accessorio e pronunciando una frase che è diventata un motto “honni soit qui mal y pense”) che penseranno tutti gli spettatori di questo royal wedding. Purtroppo per Eugenie, per Jack (e anche per il di lei babbo duca di York, piuttosto amareggiato a causa del trattamento non propriamente regale riservato alla sua rampolla la quale nasce comunque HRH e principessa) tutti avranno in mente solo chi, di recente, ha percorso quella stessa navata così suggestiva e carica di memorie dinastiche fra cui le tombe di Edoardo VII, Giorgio V e Giorgio VI con relative consorti.

Eugenie e Jack non hanno fatto, secondo me, la scelta migliore del mondo decidendo di sposarsi a Windsor pochi mesi dopo Harry e Meghan, ma ormai direi che è tardi per cambiare idea e comunque ormai da diverse settimane la coppia si sta inventando l’impossibile per attirare l’attenzione su un wedding che sarà royal ma non proprio in pompa magna e sul quale già sono piovute le solite polemiche sui costi, sulla sicurezza, sul chi paga, etc. etc. Si perché Eugenie, per quanto impegnata in diversi fronti sociali e umanitari (in campo medico, in particolare, poiché da ragazzina ha avuto un grave problema di salute) non ha alcun incarico ufficiale all’interno della Royal Family. Cioè spieghiamo meglio, qualunque iniziativa essa prenda o qualunque causa essa decida di sostenere lo fa a nome suo non per conto di Sua Maestà. Lei e la sorella, sempre con grande ambagia del di loro padre duca di York, sono fuori dal prestigioso giro dei “royal duties”. Pare per “intercessione” del principe di Gallese che vuole ridurre al minimo sindacale la “royal family” in attività e quindi con relativa lista civile. Dunque, secondo molti royal watchers, le nozze della principessa – ottava nella linea di successione – che non è un personaggio pubblico e non ha il seguito mediatico di William, Harry e rispettive consorti, porterà poco all’immagine della Corona e nulla in termini di ricaduta economica.

Eugenie e Jack, le royal commemorative potteries

Ad ogni modo pur sempre di una principessa si tratta così la Royal Collection non ha perso l’occasione di mettere in vendita alcune commemorative che, purtroppo, come al solito costano una fucilata a cui va aggiunta la botta considerevole delle spese di spedizione extra Uk. Ma a parte questo gli oggetti in ceramica sono deliziosi e … aehm, detto così en passant, il Natale non è lontano e vi ricordo che il mio compleanno cade in febbraio.

—> https://www.royalcollectionshop.co.uk/gifts/royal-celebrations/eugenie-and-jack.html

Eugenie e Jack sposi a Windsor

Adesso però veniamo alle cose serie: la regina ci sarà, come al solito, perché non ha mai mancato le nozze di uno dei suoi nipoti e questa volta speriamo che tutti abbiano ben chiaro il motivo dello scranno vuoto davanti a lei. Camilla ha fatto sapere di avere un impegno pregresso che “scusate me ne ero dimenticate”. Dell’impegno forse si era dimenticata, ma non del fatto che il duca di York non è mai stato tenero con lei quando era solo la donna segreta del principe di Galles. Potrebbe non essere presente al matrimonio il nonno paterno della sposa che, dicono fonti non ufficiali, deciderà la mattina stessa, ma è anche comprensibile avendo il duca di Edimburgo oltre 97 anni.

Le altre presenze – ed eventuali defezioni – le scopriremo vivendo perché al momento non è stata diffusa alcuna lista degli ospiti con una sola eccezione: la sposa ci ha tenuto a invitare il medico e lo staff che l’ha operata molti anni fa per una grave forma di scoliosi. Dal luglio scorso invece sappiamo che ovviamente la sorella maggiore Beatrice, a cui Eugenie è legatissima, sarà la sua dama d’onore; nel corteo anche George e Charlotte, ormai espertissimi in materia di accompagnamento di spose varie, Savannah e Isla Phillips figlie del cugino della sposa Peter, Mia Tindall figlia di Zara, Maud Windsor la nipotina del principe Michael di York, Louis de Givenchy il cui padre, executive di JP Morgan è amico dello sposo, e Theodora Rose Williams, figlia di Robbie che pare sia molto legato alla coppia. A sovrintendere tutto questo gruppo di bambini Lady Louise Windsor e il Visconte Severn, figli del principe Edward e quindi cugini della sposa.

Segreto assoluto sull’abito, non si conosce il nome della o dello stilista che disegnerà il vestito di Eugenie, ma sia lei che la sorella hanno fatto in passato scelte abbastanza insolite quindi tutte le ipotesi sono consentite. Sul diadema io personalmente propendo per quello già utilizzato dalla madre Sarah che è un gioiello nuovo, acquistato per lei dalla regina e dal principe Filippo, quindi, in teoria, sua proprietà personale. Certo resta la possibilità che Elisabetta II presti alla nipote una delle numerose tiare dello scrigno reale facendoci una sorpresa come già avvenuto il 19 maggio scorso.

E’ dei giorni scorsi la notizia che il cantante italiano Andrea Bocelli si esibirà durante la cerimonia accompagnato dalla Royal Philarmonic Orchestra (che gode del patronaggio del duca di York) mentre la torta nuziale opera della cake designer Sophie Cabot sarà una “chocolate and red velvet” decorata nei colori dell’autunno con foglie di edera. Per una strana coincidenza non amo né la red velvet (una torta rossa?!?!?!?), né Bocelli che non considero un cantante lirico ma una persona con una bella voce e un bravo manager.

Tanto per girare il coltello nella piaga ricordo, a chi ama il belcanto, che alle nozze di Carlo e Diana c’era la sublime Dame Kiri Te Kanawa…

https://www.youtube.com/watch?v=-IGmOXv69mE

Dopo le nozze gli sposi faranno un breve giro in carrozza (una di quelle dei Royal Mews che se non siete mai stati andati a vedere fateci un salto perché sono un luogo straordinariamente interessante) lungo le vie della cittadina, esattamente come, fa notare il press release della Royal Househol, già fatto a suo tempo dal conte e dalla contessa di Wessex.

Come in tutti i royal wedding che si rispettino però ci saranno anche un po’ di divise anche se lo sposo può vantare un solo militare in famiglia, cioè il bisnonno Sir Jack Coke ufficiale delle Scots Guards. Ad ogni modo le State Trumpeters della banda della Household Cavalry eseguiranno una fanfara scritta per l’occasione; la Nijmegen Company dei Grenadier Guards, di cui il duca di York è il colonnello in capo, faranno ala agli sposi lungo la scalinata St George’s Chapel, infine le cornamuse dei 2° Battaglione del Royal Regiment of Scotland eseguiranno arie scozzesi dalla Garter Tower all’uscita degli sposi.

Dopo la passeggiata in landau Eugenie e Jack torneranno al castello di Windsor dove si svolgerà il wedding breakfast offerto dalla regina.

Eugenie e Jack, come, dove e quando in tv

Infine la tormentata e tormentosa questione della diretta tv che tante notti insonni ha causato sia al babbo della sposa, offeso per lo sgarbo all’amata secondogenita, sia ai royal wedding addicted. Dunque, incassato il no della BBC, che non ha ritenuto il wedding di Eugenie e Jack abbastanza royal per una copertura totale, è arrivata ITV a salvare la situazione e a calmare l’ira funesta del duca di York. Dall’Italia però non sarà possibile accedere allo streaming ma state tranquilli Real Time annuncia una diretta che se sarà come quella per Harry&Meghan ci vorrà la Citrosodina per digerirla.

Se volete fare a meno di Real Time o se non siete provvisti di un buon antiacido potete semplicemente connettervi con la pagina Facebook e il canale You Tube della Royal Family che trasmetteranno lo streaming della cerimonia nuziale di Eugenie e Jack.

qui —> https://www.youtube.com/user/TheRoyalChannel

e qui —> https://www.youtube.com/user/TheRoyalChannel

E anche questa volta grazie ai potenti mezzi forniti dai social e alla fibra (che pare sia giunta anche qua) mi troverete in diretta a commentare dal mio profilo personale Facebook e dal profilo @altezzarealeblog su Instagram.

 

 

Al castello di Windsor e al suo ruolo nella vita della royal family ho dedicato un itinerario del mio libro “Sulle tracce di Lady Diana – 15 itinerari a Londra e dintorni nei luoghi della principessa di Galles” disponibile su Amazon sia in versione ebook che nel tradizionale cartaceo.

Qui invece trovate la nuova edizione (sia cartacea che in formato ebook) del mio libro “Le regine e le principesse più malvagie della storia”.

Condividi su:Share on Facebook195Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

39 Commenti

  1. Luka ha detto:

    E pensare che Andrew era considerato il figlio preferito delle regina, il figlio del ritrovato “amore” con Filippo, il figlio combattente nelle Falkland , colui che ha ereditato il sangue caldo dei genitori…..e poi cosa è successo? La sola interferenza di Carlo non può bastare, in fondo le due yorkine non hanno mai dato pensieri o grattacapi alla reale nonna…mah….

    Comunque copertura mediateca o meno come dice @Marina è pur sempre un Royal wedding e come tale può scatenare chiacchiere, commenti e scambio di opinioni: se non è ancora nota la lista degli invitati magari qualche sorpresa potrebbe esserci.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      Credo che la vicenda Sarah Ferguson sia stata sufficiente … cioè non è che abbia fatto peggio di Diana, però lei era simpatica alla regina quindi si sarà sentita tradita. Poi credo che Andrea si sia messo di traverso al fratello nella vicenda Camilla e quindi Carlo gliela sta facendo pagare, mettici anche che le due ragazze non sono particolarmente di “immagine” quindi ecco qua.

      • milady ha detto:

        far peggio di Diana era davvero difficile. Almeno dal punto di vista della regina.

        • Giulietta Dei Montefeltro ha detto:

          linea Spencer molto alta. lignaggio antichissimo ( derivazione perfino dalla Gens Gaia ), gli Windsor che di buchi araldici ne hanno,trassero beneficio soprattutto dal fatto che la madre di Lady Di, Lady Frances Roche, viene dai De La Roche, cugini dei Lusignano, quindi dei Plantageneti

          ed è l’anello che legainfine gli Windsor- Saxe Coburg Gotha a Riccardo Cuor di Leone Plantageneto ( la statua equestre davanti a Westminster )

          prima non l’ avevano, era un anello mancante per via del fatto che Riccardo III non era legato ad Edoardo, antenato di Elisabetta

          Lady Di, tramite sua madre Frances, e tramite il padre ( ripeto: Casa Spencer, dalle finanze un po’ in crisi ma di origine molto alta, celto- romano- costantiniana, Gens Valeria e Gaia ), ha ‘messo a posto’ le dispute araldiche dinastiche fornendo il giusto DNA con William

          quindi Diana era molto di più che un matrimonio di copertura… era un vero e proprio passpartout storico.

          https://www.telegraph.co.uk/science/2016/03/15/richard-iii-dna-shows-british-royal-family-may-not-have-royal-bl/

          • Giulietta Dei Montefeltro ha detto:

            p.s: mia madre dice sempre: ‘ Harry è uguale a suo zio, il conte Spencer’

            e io le dico sempre ‘ E’ uguale a Riccardo Cuor di Leone, vorrai dire’

            in effetti, la Linea Spencer- Roche questo porta..

          • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

            questo commento è un insiene di nozioni raffazzonate che mi fanno sorridere… la citazione della Gens Gaia mi fa pensare all’aggancio che manca a Calogero Sedara…
            gli Spencer erano onesti e molto ricchi allevatori di pecore, che iniziano la scalata durante il regno di Enrico VIII.

  2. imperatorebarbara@gmail.com ha detto:

    Buon giorno Marina, mi incuriosisce la scelta della chiesa dove saranno celebrate le nozze. Come dice Lei, effettivamente i due sposi ci fanno un poco la figura dei “copioni” di Harry e Meghan scegliendo la stessa St George Chapel all’interno del Castello di Windsor. Se consideriamo la non inclusione nelle “Royal Duties” delle principesse di York e il fatto che tutte le loro iniziative devono essere svolte in forma privata, non sarebbe stata una scelta migliore la chiesa nel villaggio di Sandringham? Mi pare che Sandringham sia una delle poche residenze private delle regina, quindi perché non lì? Troppo “commoner”, forse? Oppure quale altra scelta sarebbe stata più adatta secondo Lei?

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      anche a me la scelta di Windsor pare poco opportuna, ma evidentemente la regina non l’ha voluta deludere. la chiesa di Sandrigham – St. Mary Magdalene – che ho visitato nell’agosto scorso è davvero minuscola quindi poco adatta per un matrimonio. Sandringham è una tenuta non un villaggio e non ha altre chiese di pertinenza.

  3. laura ha detto:

    Se non erro le nozze di Eugenia era state annunciate prima di quelle di Harry e magari anche la chiesa era stata scelta in quella occasione. Visto che poi la giovane ha dovuto cedere la precedenza al più famoso cugino, la regina avrà pensato che non sarebbe stato giusto togliere pure Windsor. In fin dei conti le numerosi nipoti della regina Vittoria si sono sposate in gran numero proprio a Windsor e quindi Eugenia avrà voluto seguire la tradizione. Come scriveva Marina magari Eugenia avrebbe potuto scegliere la cattedrale di York e forse non avendoci pensato in tempo, adesso si starà mangiando le mani.

  4. Dinora ha detto:

    Far ricadere sulle figlie gli errori dei genitori non mi sembra molto carino. Specialmente il giorno del matrimonio, il giorno più importante della propria vita.
    Anche Andrea non è stato “uno stinco di santo” e la sua avversione verso Camilla deve celare qualcosa di più grave fra i due fratelli, della semplice “relazione extraconiugale del Principe Carlo”.
    La duchessa di Cornovaglia non ci sta facendo una granché di figura a ricordarsi … ops mi sono dimenticata,ho un altro impegno, non ci potrò essere!!!
    Peccato per la sposa, che è pur sempre HRH come ha sottolineato Marina, e per il futuro consorte a non avere il risalto dovuto per il suo matrimonio.
    Credo che la scelta di Windsor li stia penalizzando solo per il precedente matrimonio che si è svolto mesi fa,ma a me sembra giusto che una principessa reale abbia il diritto di avere una cerimonia adatta al suo rango.
    Chissà come sarà stata digerita la posizione che giustamente dovrà avere la mamma della sposa!!
    Ma l’impassibilità britannica fa scuola.
    É il giorno della Principessa Eugenia e quindi tanta felicità agli sposi.
    In attesa di vedere, abito, tiara, bouquet …. ovviamente!!!

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      pare che anche le ragazze York siano in rotta con Camilla e che evitino ostentatamente di farle la courtsy dovuta.
      invece io sono con Camilla, perché andare con un rospo sullo stomaco? meglio così invece di un sorriso stirato.

      • sabrina ha detto:

        Ma la courtsy le è dovuta in quanto moglie del principe ereditario e solo quando è presente vero? Loro sono altezze reali per nascita e lei è una commoner.
        Avete notato che negli ultimi giorni arrivano un sacco di notizie negative su Camilla? Lei ha cagionato la prima separazione di William e Kate, lei starebbe tentando di farli separare anche ora, lei non va al matrimonio di Eugenia … cosa sta succedendo ?

    • Barbara ha detto:

      Bella l’idea della Cattedrale di York!!! Peccato che sia molto lontana da Londra…Questa è sicuramente la ragione per la quale non è stata considerata…

  5. cristina palliola ha detto:

    Per queste nozze sembra si sia aperto il vaso di Pandora. Le TV che declinano perchè l’evento non è così importante, Camilla che …ops, sorry, il 12 ottobre…il 12 ottobre ……..ho qualcosa da fare ma non ricordo cosa, Il duca di Edimburgo, nonno della sposa, che fa sapere che parteciperà solo se non avrà la luna di traverso…ma che sta succedendo? Gli sposi , o sotto sotto il padre della sposa, che, per non essere da meno, fanno sapere che avranno più paggetti e damigelle di quelli del cugino Harry, fresco sposo di maggio, che il tour, in carrozza, dopo le nozze, sarà lo stesso….insomma tutto come nelle migliori famiglie dove invidie, rancori, malumori vengono fuori proprio nei momenti che dovrebbero essere quelli che legano di più. Ed Elisabetta? come al solito resta zitta e vedremo , a questo punto se ci sarà o darà forfet come al battesimo di Louis. Così si sarà risolto il problema della obbligatoria vicinanza a Sarah. No non voglio neanche ipotizzare una cosa del genere. Elisabetta non solo è abituata a situazioni scabrose, ma è troppo REGINA per perdersi dietro a piccolezze. Quella di Camilla invece non mi pare una piccolezza. La duchessa è stata offesa ed ingiuriata dal cognato , è stata accusata di essere una figura negativa per la monarchia e fa bene a non dover tirar fuori un sorriso di circostanza. Sorriso che invece mi sembra molto spontaneo , naturale e perfettamente ricambiato quando è con Kate……@Sabrina…ci faccia sapere perchè si disse che fu Camilla a far separare William e Kate un po’ di anni fa…io è la prima volta che leggo questa notizia. Sono rimasta indietro ?

    • sabrina ha detto:

      Ho letto questa notizia su vari siti online ed addirittura in un caso ho letto che anche adesso sarebbero in crisi sempre per l’interferenza di Camilla che continua a ritenere Kate troppo umile per essere un membro della famiglia reale.Pare che le indiscrezioni arrivino da un’amica (chissà i nemici) di Camilla che dice che lei è così che ritiene che tutti coloro che non sono intimi della corte dalla nascita non possono fare parte della famiglia reale ….
      Forse è solo una trovata giornalistica e proprio per questo volevo avere altre conferme…
      Riguardo a Filippo credo che abbia dei problemi di salute ( i normali acciacchi dei 97 anni) e che in caso di tempo inclemente giustamente potrebbe evitare di passare ore in una cappella fredda e umida e magari raggiungere gli sposi per un brindisi o addirittura che gli sposi vadano da lui dopo la festa. Non credo che sia uno sgarbo alla nipote come non lo è stato la mancata presenza al battesimo di Louis anche se sarà dispiaciuto a tutti …anche a noi

  6. anna ha detto:

    domanda… ma HRH Eugenia di York perde il titolo di altezza reale sposando un commoner?

  7. cristina palliola ha detto:

    Grazie @Sabrina, ma anch’io temo sia una trovata giornalistica,perchè sappiamo tutti che le liti familiari tirano molto ,…molto più di quando le persone vanno d’amore e d’accordo…che noiose! vuoi mettere un bel brivido di imminente separazione. E la figura di Camilla per come è stata presentata nel passato, può tornare molto utile a certe testate giornalisiche on line o in cartaceo. Concordo anche sulla stanchezza e qualche problema di salute del quasi centenario Duca….no, non ci sono sgarbi e non ci sono liti, almeno recenti, mentre è più probabile che per certi rospi del passato non bastino canarini bollenti o overdosi di idraulico liquido…del resto non si può pretendere che anche a 100 anni si debba fare appello alla diplomazia…ma quando arriva l’età della verità? per me che sono ancora abbastanza lontana, è già arrivata….lo stesso ragionamento fatto per il duca è valido per the Queen

  8. annarita ha detto:

    Ho visto in tv il matrimonio, bello l’abito,Eugenia si è voluta distinguere dalle spose reali non indossando il velo e usando una tiara( meravigliosa) con smeraldi. Molto innamorati gli sposi ed anche emozionati. Camilla, si dice che si volesse vendicare su Andrea non partecipando alle nozze, ha sbagliato ad essere assente, non so quanto questo fatto le gioverà sulla simpatia della popolazione. Una cerimona sobria ed elegante.

  9. Maria Teresa ha detto:

    Buongiorno a tutti, e complimenti per questo interessantissimo blog.
    Io nutro una simpatia particolare per Camilla, che ritengo donna saggia ed accorta, quindi non penso proprio che abbia qualche interesse a rovinare i rapporti tra William e Kate, per quale motivo, poi? Quale vantaggio gliene verrebbe? Nessuno, se non di attirarsi la poco gradevole nomina di rovina famiglie.
    Io penso piuttosto che la notizia sia stata messa in giro ad arte da qualcuno dei suoi nemici che non le perdona ancora oggi di avere preso il posto di Lady Diana al fianco di Carlo e che quindi cerca di screditarla in tutti i modi.
    Quanto al fatto che non ha presenziato al matrimonio, ha fatto solo che bene, altrochè: all’epoca della separazione di Carlo da Diana, Sarah Ferguson, che si professava amica di Diana, aveva espresso su Camilla dei giudizi molto poco lusinghieri, e lo stesso principe Andrea non è mai stato molto tenero con lei, quindi a che scopo onorare con la sua presenza un matrimonio di cui le importa meno di niente?
    Anche Carlo ha ridotto al minimo la partecipazione, pare che non sia andato nemmeno al rinfresco subito dopo il matrimonio, essendo in partenza per la Scozia per raggiungere Camilla, e, aggiungo io, per passare il meno tempo possibile con Sarah Ferguson.
    Andrea è suo fratello e lo deve sopportare per forza, per quanto vadano molto poco d’accordo, ma la ex cognata può tranquillamente ignorarla e lo ha fatto.
    Bravi tutti e 2, Carlo e Camilla, si sono fatti rispettare.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      Cara Maria Teresa,
      grazie per il commento e benvenuta fra noi. Sottoscrivo quello che ha detto, lo sottoscrivo parola per parola. Vista la situazione io avrei fatto esattamente la stessa cosa… e ricordo che anche le due ragazze con Camilla sono poco tenere e disponibili. Quindi se non ci siamo simpatici perché ci dobbiamo frequentare?

      • Maria Teresa ha detto:

        Grazie a lei, Marina, per i suoi commenti sempre precisi ed equilibrati.
        Nel mio post precedente ho dimenticato di dire 2 parole sull’esibizione di Andrea Bocelli, che stimo moltissimo come persona coraggiosa e generosa, ma che, come cantante, ha lasciato molto a desiderare.
        Il Panis angelicus è stato eseguito come peggio non si potrebbe: voce troppo stentorea, respiri dove non dovevano esserci, glissati su scale discendenti, insomma, un disastro.
        Il brano in questione deve essere eseguito con voce delicata, è un testo sacro, inno di lode dell’anima al suo creatore, non è un’opera di Verdi o di Wagner.
        Inoltre, avendo a disposizione il coro della cappella, che ha cantato stupendamente altri bellissimi brani, poteva benissimo adottare la versione per solo e coro, molto più bella e di effetto.
        Che dire, pazienza, un’occasione perduta.

        • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

          Ieri purtroppo ho visto il matrimonio in condizioni di fortuna, praticamente seduta sui gradini di una palazzina Rai con la gente che passava e mi guardava un po’ stranita. Ho sentito solo l’Ave Maria che non mi è parso male e a me lui non piace come cantante, lo trovo sopravvalutato e non lirico. La RFO e il coro invece da brivido, potevano bastare solo loro.

      • Simone ha detto:

        Camilla si è guadagnata strameritatamente la fama di rovina famiglie da almeno 30 anni.
        Nessuno ha sentito la sua mancanza anzi l’evento ci ha guadagnato in grazia ed eleganza.

        • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

          Suo parere personalissimo che non condivido. Fra l’altro anche Diana ha notoriamente rovinato almeno un paio di famiglie…

        • Maria Teresa ha detto:

          Per rovinare una famiglia bisogna che la famiglia da rovinare ci sia, e quella formata da Carlo e Diana non era per niente una famiglia ma un patto dinastico per garantire alla casata un erede al trono.
          E’ noto a tutti da tempo che Carlo fu costretto da suo padre a sposare una giovane illibata con 4 quarti di nobiltà, che prima di sposarsi si sono incontrati 12 volte in tutto, che Diana aveva tanta cultura quanto un bambino delle elementari, espulsa perfino da un costosissimo collegio svizzero per scarso rendimento, che con Carlo non aveva in comune nè interessi nè passioni, niente di niente.
          Carlo, che non incarnava per niente il principe bello, giovane ed aitante della favola della bella addormentata nel bosco, ma che aveva, ed ha, una qualità unica al mondo: erede del trono di Inghilterra, che avrebbe un giorno reso Diana regina.
          Quando io guardo le fotografie di Carlo con Camilla mi commuovo sempre: è evidente a tutti l’affetto che li lega, la serenità che provano stando insieme, sempre sorridenti e con sguardi complici.
          La loro si che è una vera famiglia, e così sarebbe stata fin dall’inizio, se non di fosse intromesso il duca di Edimburgo con i suoi veti arroganti.

          • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

            Quello che dice è giusto ma se posso spezzare una lancia a favore del duca di Edimburgo, ecco non constrinse ma di sicuro la famiglia fece pressioni per un matrimonio, perché lei sembrava quella giusta, perché si stava spargendo la voce che lei era la prescelta, perché Carlo era oltre i trenta e non ancora sposato. Purtroppo l’unica persona che lo avrebbe potuto aiutare e consigliare e forse si sarebbe messo fra Carlo e Filippo era morta da un anno e mezzo…
            ps comunque all’inizio fu Camilla a non volere Carlo, infatti rispose di no a una proposta e quando lui partì in missione lei sposò Andrew Parker Bowles.

            • Simone ha detto:

              E la famiglia Parker-Bowles?
              Neppure loro erano una famiglia? E Diana lo sapeva che non stava formando una famiglia quando si e’ sposata?o è stata ingannata?
              La prego mi illumini.

              • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

                Senta, poi sinceramente chiudiamo la discussione perché il suo tono mi piace poco, come non mi piace che lei stia usando mail diverse per i commenti,
                non lo dico io, lo dicono gli storici e i biografi della stessa Diana (ha letto Lady Diana Chronicles di Tina Brown?), lo dice Diana nelle mille interviste e nelle mille confessioni (registrate dal suo personal coach e successivamente vendute perché era anche una che si è circondata di gente pronta a rivendere qualsiasi cosa) si era incaponita per motivi vari nella sua decisione di sposare il principe di Galles. era una specie di rivincita nei confronti della sua famiglia che la considerava poco. era la piccola di casa poco amata e non desiderata (aspettavano un maschio che doveva essere l’erede) che sposando il principe di Galles si riscattava.
                si era innamorata dell’idea di sposare un principe sperando che fosse azzurro e invece era una persona che con lei aveva poco, anzi nulla in comune.
                si è ingannata da sola. non aveva idea di quello che stava facendo, non aveva nessuna voglia di fare la principessa con onori e oneri.
                e anche lei ha rovinato delle famiglie, almeno un paio di famiglie, intrattanendo focose relazioni con uomini sposati.
                E se la vogliamo dire tutta Andrew Parker-Bowles era notoriamente un marito molto infedele, il matrimonio lo ha rovinato più lui di lei.
                Detto cioò buonanotte anche in considerazione del fatto che questo post nulla ha a che vedere con Diana.
                Ci sono siti e blog nei quali potrà trovare enorme soddisfazione e comprensione. Qui no.

            • Barbara ha detto:

              Buona sera Marina. Perché Camilla rifiutò la proposta del Principe Carlo? È un controsenso: lo rifiuta come marito per poi ritrovarsene amante fra mille difficoltà attirando il disprezzo generale? È assurdo. Deve esserci stato un motivo specifico, immagino.

              • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

                Molto semplicemente perché era una ragazza con la testa sulle spalle e sapeva che entrare nella Royal Family non è uno scherzo. Ci vuole una tempra notevole e bisogna accettare di perdere quasi del tutto la propria vita privata per diventare dei personaggi pubblici sempre guardati, sempre giudicati. Camilla non aveva intenzione di finire in una gabbia dorata e Carlo ci rimase molto, molto male. Un deciso no, per gli stessi motivi, venne qualche anno dopo dalla nipote di Mountbatten, Amanda Knatchbull che il nonno considerava la sposa perfetta per il principe. Dopo l’attentato Carlo fece una proposta che venne cortesemente rifiutata.
                Qualche decennio prima il nonno di Carlo allora duca di York fu rifiutato due volte dalla giovane Lady Elizabeth Bowes Lyon che lo accettò finalmente alla terza proposta, ma ci volle un annetto.

    • milady ha detto:

      assolutamente d’accordo!

  10. lucia papaleo ha detto:

    Con il matrimonio di Eugenie c’è stata la rivalsa delle yorkine, sempre criticate per le mise sfoggiate. Ieri promosse a pieni voti.

  11. cristina palliola ha detto:

    Molto bello il matrimonio di ieri e diciamo che Eugenia ci ha lasciato letteralmente senza fiato per le sorprese che ci ha riservato. Eravamo tutti convinti di vedere sulla sua testa lo stesso diadema che era su quella di sua madre il giorno del suo matrimonio con Andrea. Invece chissà che fine ha fatto quel bel pezzo e chissà se mai lo rivedremo, ma quello che la nonna le ha prestato lo supera di gran lunga! un diadema di Boucheron del 1919 decò purissimo, come quello sfoggiato da Meghan per il matrimonio di maggio. Smeraldi da sballo e proveniente dall’eredità che la Queen Mum ebbe da Margaret Grenville e andato ad Elisabetta , alla sua morte nel 2002 e mai usato. Intonato agli occhi verdi di Eugenia che su quel diadema ha intonato i colori della cerimonia, Come da qualche tempo ho capito e sostengo, in queste occasioni chi comanda tutto è il diadema che si indosserà il giorno delle nozze. Abito che ricordava molto quello che la regina Vittoria aveva per le sue nozze con il principe Alberto con generose ma non audaci scollature avanti e dietro.e senza velo. Questa decisione di Eugenia era anche dovuto al fatto che con molta delicatezza, ma anche con molto coraggio ha mostrato la sua cicatrice sulla schiena dovuta all’intervento subito da piccola per correggere la scoliosi . Presente tra gli invitati il suo ortopedico e l’associazione che lei ovviamente presiede. Sposi innamoratissimi ed emozionatissimi: lui che mette gli occhiali per vederla meglio alla sua entrata in chiesa e poi li toglie quando l’ha vicina…insomma tutto molto bello e coinvolgente e sparite d’un solo colpo tutte le polemiche dei giorni precedenti, dove tutto è molto soft, anche i malumori familiari vengono gestiti con intelligenza e diplomazia senza crearne di ulteriori
    Però una domanda mi sorge spontanea: ma cosa altro ci sarà nelle casseforti di Elisabetta che non abbiamo mai visto? non so cosa darei per andarvi a rovistare!

  12. Mau ha detto:

    Buongiorno a tutti. Nonostante un infarto lunedì eccomi qui. Stoico a commentare, Sarah fu presente al matrimonio di Harry, alla morte di Diana le 2 non si parlavano più. Per delle verruche sulle scarpe raccontato da Sara. I ragazzi erano giovani quando morì la madre. Carlo fu un padre attento molto amato dai figli. Non credo gli facesse frequentare una ex zia, se fosse stata una poco carina. Camilla credo sia la donna giusta al posto giusto

  13. Maria2 ha detto:

    Marina se non le è di troppo disturbo ci faccia vedere la nonna dello sposo l’ho sentita nominare alla fine della cerimonia dai giornalisti che speravano di rivederla inquadrata e mi ha incuriosito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi