Vittoria e Cristiano, i patriarchi d’Europa

1894, Coburg, Germany --- Queen Victoria with her children and grandchildren. Kaiser Wilhelm II is pictured at left in the front row. --- Image by © Bettmann/CORBIS

I patriarchi dell’Europa reale sono indiscutibilmente loro: la regina Vittoria e Cristiano IX Danimarca. I due sovrani, convinti del potere della famiglia, hanno distribuito figli e nipoti su quasi tutti i troni europei e all’interno delle case reali più importanti e prestigiose. La loro discendenza, vasta, articolata e sparsa lungo tutto il continente, ancora oggi numerosa, è un intrico di nomi e parentele e Laura Maniscalco, archeologa appasionata di royals e in particolare della famiglia reale danese ci ha regalato un lungo articolo. Il suo lavoro è talmente bello e interessante che abbiamo deciso di postarlo per intero in forma di .pdf che potrete scaricare e stampare o anche leggere direttamente sia su pc che su ipad o iphone. Grazie Laura per la passione e per questi doni preziosissimi.

La regina Vittoria del Regno Unito e il re Cristiano IX di Danimarca sono a ben ragione considerati nell’ambito delle famiglie reali come i patriarchi d’Europa. I loro figli e i loro nipoti nel giro di un paio di generazioni occuparono, come regnanti o come consorti, la maggior parte dei troni di Europa. Questo exploit avvenne sia, in parte, per una serie di circostanze fortuite che grazie ad un semplice fattore numerico: Vittoria ebbe nove figli e Cristiano sei, tutti raggiusero l’età adulta, cosa questa per nulla scontata in quell’epoca, e tutti si sposarono, quasi sempre con prole, a volte anche numerosa.

I patriarchi d’Europa

Per dei rampolli di stirpe reale non era concepibile un matrimonio, accuratamente progettato dalle rispettive famiglie, se non nell’ambito di altre famiglie sovrane e le possibilità non mancavano. Il grande vivaio dove pescare partiti adeguati era nella maggior parte dei casi la Germania. La regione comprendeva, infatti, un bel numero di famiglie sovrane che andavano dalle monarchie come la Prussia ai granducati come il Baden, per arrivare alle famiglie “medializzate” rimaste cioè senza territorio mantenendo però un rango pari a quello delle famiglie sovrane.

 

scarica il seguito in formato .pdf cliccando qui –>  I patriarchi d’Europa

I patriarchi d’Europa avevano in comune anche un pittore, Laurits Tuxen che ha dipinto, fra l’altro, due riunioni familiari. In questi post Laura Maniscalco ci racconta la storia di questi dipinti.

QUI i reali danesi –> http://bit.ly/2fwqszJ

e QUI il giubileo della regina Vittoria –> http://bit.ly/2y8J4Nh

 

Il dipinto inglese fa parte della Royal Collection  https://www.royalcollection.org.uk/collection/400500/the-family-of-queen-victoria-in-1887

 

 

Condividi su:Share on Facebook80Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

13 Commenti

  1. Luka ha detto:

    @Laura e @Marina, wow, non ho parole per la gioia di questo post…. ho scaricato il pdf, intanto ho dato una rapidissima lettura superficiale che dovrò poi approfondire con calma.

    Un’altra questione lega questi due nonni d’Europa – discendenti entrambi gli re Giorgio II – ovvero essere saliti al trono per strani giochi del destino e comunque non nati per essere sovrani.

  2. Grazie per il bellissimo articolo che ho scaricato e letto tutto d’un fiato. Buon lavoro

  3. Ale ha detto:

    davvero interessante, grazie @laura e @marina! letto tutto di un fiato! questa ragnatela di parentele e amicizie che si sviluppa nell’europa di fine ‘800 è davvero affascinate. leggere i resoconti dei viaggi annuali che portavano i vari royals in giro per le varie capitali del continente è davvero una scoperta di fatti che generalmente vengono ignorati dai libri di storia. pensando a casa nostra quasi nessuno racconta delle crociere che regolarmente svolgeva Edoardo VII nel mediterraneo e che ogni volta si trasformavano in incontri e soggiorni ospite di Vittorio Emanuele III, che regolarmente ospitava anche il duca di Connaught spesso a Roma, e così via. la regina vittoria poi cercò anche di inserire nelle sue parentele l’italia, potenza appena nata, arrivando quasi a centrare le nozze tra la nipote Maud (poi regina di Norvegia) e vittorio emanule III, all’epoca ancora erede al trono, saltate poi per un cavillo religioso.

    • Luka ha detto:

      Eh si, i Savoia sono esclusi da queste discendenza ad eccezione di Amedeo d’Aosta e di Mafalda in quanto nuora di Margareth di Prussia : quindi tra i nipoti di Cristiano o Vittoria abbiamo anche i regnanti dell’Assia Kassel.

      Con questa generazione di cuginanza sarebbe stato facile creare una base per un’Europa unita e pacifica, invece la Storia ha raggiunto l’apice con la prima Guerra Mondiale , quando nulla poteva piu’ essere come prima: come dice @Laura non solo cugini, ma anche fratelli e sorelle , madri e figli su fronti opposti.

      • Ale ha detto:

        esatto grazie a Irene di Grecia, madre di Amedeo, i figli di Aimone (Umberto e Amedeo) che rappresentano il futuro e la perpetuazione della casata discendo sia dalla regina Vittoria che da Cristiano IX, oltre che da un’infinità di royal del passato che fa si che possano avere un legame di parentela con tutte le case reali d’europa praticamente

        • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

          un sangue greco e danese rinforzato dalla mamma dei bambini, la principessa Olga di Grecia figlia di Michele a sua volta figlio di Cristoforo, ultimogenito di re Giorgio I nato Willelm di Danimarca ultimo figlio di Cristiano IX.

          • Ale ha detto:

            Esatto mi ero dimenticato di sottolineare questo ulteriore apporto di sangue greco danese 😀 per la serie quanto ci piacciono le genealogie 😀

  4. laura ha detto:

    Grazie a Marina che ospita i miei scritti in questo meraviglioso blog. Questa volta ero stata incaricata di svolgere diciamo un tema e la cosa non era semplicissima. Come tutti noi lettori sappiamo bene, l’argomento è enorme, non potevo seguire le vicende di tutti e non volevo dare eccessivo rilievo ad un personaggio rispetto all’altro. Così ho pensato di andare per temi : come avvenivano le scelte matrimoniali, quali erano i requisiti, come erano i loro incontri, in che lingua si parlava durante gli incontri, per finire con l’impatto che su loro ha avuto la prima guerra mondiale. Un personaggio davvero interessante e poco analizzato è Costantino di Grecia una persona dotata di non trascurabili capacità che non ha potuto esprimere al meglio certamente non per colpa sua. Ovviamente gli argomenti potevano essere tanti altri ma ad un certo punto si deve chiudere un testo !

  5. cristina palliola ha detto:

    Per noi malati di genealogie , questo è il post essenziale. Quante volte davanti a una foto ci consultiamo a volte anche per giorni per ricostruire le parentele, ascendenti e discendenti…grazie davvero a Marina e a Laura con la quale condivido l’amore per la famiglia reale danese e suoi annessi più recenti. Metterò il PDF su pennetta e poi cartaceo, per poterlo consultare a mio piacimento, perchè, checchè se ne dica la carta è ancora la mia preferita.
    Nonostante gli sforzi di questi due sovrani, che anche tra loro si erano imparentati con Alessandra di Danimarca e per matrimonio principessa del Galles e poi regina, e sua sorella Thyra, l’Europa ancora non ha una coscienza unitaria e nel XX secolo si sono avute ben due guerre….chissà il povero Cristiano e la povera Vittoria quante volte si saranno rigirati nella tomba

  6. annarita ha detto:

    @Laura e Marina bellissimo il post sui regnanti e principi europei, siete uniche; ci fate passare dei bellissimi momenti leggendo i vostri scritti. Grazie di nuovo.

  7. sabrina-anna ha detto:

    Bellissimo Post
    Inserisco qui questo commento in quanto rappresentano tutti i reali d’Europa
    Non ho trovato sul blog e nemmeno su facebook la notizia della nascita della terza figlia di Madeline di Svezia la principessa Adrienne
    I reali svedesi sono a quota 7 nipoti chissà che non diventeranno loro i prossimi nonni d’Europa?
    Grazie Marina e grazie Laura questo post si presta all’ approfondimenti di tante figure per primi Vittoria principessa della Corona di Prussia ed il di lei figlio che tanti scompiglio ha creato ma anche altri nipoti ..

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      Come dicevo in altri commenti le news ormai le inserisco solo nella pagina Facebook perché è più veloce e immediato e mi sta dando una mano Francy-Francesca Panseri. Chi non ha un account Facebook può comunque leggere tutto perché è una pagina aperta. La notizia della nascita dovrebbe averla inserita Francy.

  8. sabrina-anna ha detto:

    Inoltre a volte anche i consorti reali sono discendenti di uno di loro o magari di tutti e 2 come Filippo di Edimburgo)Sofia di Grecia e Annamaria di Danimarca ( anche se non più regnante)
    Colgo l’occasione per esprimere la mai soddisfazione per le condizioni di salute del Principe Filippo.
    Quella coppia è inossidabile Lei 92 anni tra 20 giorni lui 97 a giugno sono fantastici
    ho letto che da quando lui si è ritirato dalla vita pubblica non vive più a Palazzo è vero?
    Sentiranno entrambi la solitudine….ma non vedo perché non potrebbe vivere ancora insieme alla regina c’è abbastanza spazio per gli appartamenti privati e per la rappresentanza direi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi