Quale sarà il diadema nuziale di Meghan per le sue nozze con il principe Harry?

Quale sarà il diadema nuziale di Meghan per le sue nozze con il principe Harry?

Il diadema nuziale di Meghan è, insieme all’abito da sposa, uno dei grandi segreti del prossimo royal wedding. L’americana Meghan preferirà fare (letteralmente) di testa sua o cederà all’uso della royal family (anche quella allargata)? E, nel caso, la futura duchessa reale porterà un diadema nuovo oppure la regina aprirà i suoi forzieri per prestare alla sposa del nipote un pezzo storico proveniente dalla sua collezione.  Il mistero su questo piccolo ma affascinante dettaglio del matrimonio reale sarà svelato fra meno di due mesi quando la bella fidanzata del principe Harry salirà la scalinata della Saint George Chapel al castello di Windsor, però mai come in questo caso il dubbio esiste. Per scoprire la scelta di Meghan dovremo aspettare il 19 maggio ma in attesa possiamo dare un’occhiata alla cassaforte della regina e fare delle ipotesi.


Sette anni fa Catherine ha scelto la piccola, semplice ed elegante Halo Tiara di Cartier (regalo del duca di York, non ancora Giorgio VI, alla moglie solo poche settimane prima dell’abdicazione e dell’inattesa ascesa al trono) poi, nei mesi ssuccessivi al matrimonio, il gioiello è stato il pezzo forte della mostra annuale a Buckingham Palace quindi è partito alla volta di una grande mostra storica della maison Cartier svoltasi in varie città (io l’ho vista a Parigi nel gennaio del 2014) quindi la duchessa di Cambridge per i suoi impegni ufficiali ha usato altri diademi della collezione reale. Ecco appunto, a proposito di royal duties, Meghan, ampiamente e abbondantemente gettata nella mischia, è assai probabile che una volta sposata sia reclutata anche per le cene di Stato e i vari eventi formali organizzati nel corso dell’anno ai quali le signore della Firm presenziano in grande spolvero ovvero abito da sera e diadema. Un’usanza démodée? Si e no.
Al di là del valore intrinseco e decisamente incalcolabile, i gioielli in generale e i diamanti in particolare, simboleggiano il prestigio della nazione attraverso lo splendore dei suoi sovrani, sono ornamento, ma anche asserzione di un’autorità che, a partire dalla regina Vittoria, non è solo puro e semplice esercizio di potere, soprattutto sacro dovere.
Quindi Meghan, come in passato Sarah duchessa di York e Sophie contessa di Wessex dovrà poter contare avere una tiara sua, magari non sua personale ma almeno concessa in uso esclusivo e in genere si tratta proprio del diadema nuziale.

Un primo punto di partenza potrebbe essere l’esclusione della Halo che pur essendo ancora nella completa disponibilità della regina – come riferisce Hurgh Roberts nel suo decisivo ed esaustivo libro “The Queen’s Diamonds” uscito nel 2012 per la grande mostra del Giubileo di Diamante – è oggi troppo collegata all’immagine della duchessa di Cambridge.
Kate ha usato qualche volta anche un altro diadema molto bello, la “Papyrus” chiamata anche la “Lotus Flowers Tiara” che è appartenuta regina madre Elisabetta.


La “Papyrus” era in origine un collier che il duca di York acquista da Garrard per offrirlo alla fidanzata ma poco tempo dopo viene smontato per creare un diadema formato da cinque fiori di loto tempestati di diamanti, uniti fra loro volute e sormontati da archi di diamanti rotondi, mentre alla sommità di ciascun arco c’è un diamante tranne quello principale decorato da una grossa perla tonda.
Secondo lo studioso Geoffrey C. Munn la duchessa di York avrebbe avuto questo diadema dalla suocera la regina Mary; in ogni caso la giovane Elizabeth, fino al momento dell’ascesa, al trono indosserà spesso la “Papyrus” leggera, elegante e perfetta per le acconciature in voga in quegli anni. Una volta diventata regina la futura Queen Mum preferirà gioielli più imponenti quindi negli anni ’50 la tiara passa in uso alla principessa Margaret che probabilmente la riceve come dono per il suo matrimonio nel 1960. La sorella della regina porta molto spesso il diadema che presta alla nuora Serena Stanhope per le nozze con lord Linley.


Il seguito è un mistero, la “Papyrus” non fa parte della grande vendita organizzata dagli eredi della principessa Margaret e nel libro “The Queen’s Diamonds” non ce n’è traccia, però nel dicembre del 2013 riappare fra i capelli della duchessa di Cambridge e Saint James si affretta a precisare che si tratta di un “prestito della regina alla moglie del nipote”. Non si sa quando sia tornata nella cassaforte della regina però quasi certamente non è in uso esclusivo di Kate dunque potrebbe essere indossata da Meghan.
Nel libro sui diamanti reali c’è un vago accenno anche ad un altro gioiello appartenuto dalla principessa Margaret e proveniente dalla bisnonna la duchessa di Teck e cioè un diadema (utilizzabile anche come collier) composto da una serie di cerchi sovrapposti che nel 2012 era ancora nelle mani di lord Linley ora conte di Snowdon. Potrebbe nel frattempo essere stato riacquistato dalla regina come nel caso della “Papyrus” visto che lady Linley (ora contessa di Snowdon) non l’ha mai indossato? Certo che si.

Un altro bellissimo diadema storico è quello che Maria Adelaide di Teck, madre della regina Mary, riceve da una delle figlie di Giorgio III morta senza discendenti: si tratta di una composta da tre rose di diamanti intervallate da 21 mezzelune con una base formata da una doppia fila di brillanti. Il gioiello viene ereditato da Adolphus di Teck ma finisce nelle mani della regina Mary e da lei alla nipote Elisabetta. “The Queen’s Diamonds” che questo diadema, oggi privo della doppia base di brillanti, è stato prestato alla duchessa di Cornovaglia la quale però non lo ha mai usato in occasioni pubbliche.

Nella collezione reale ci sono anche due “fringe”, ovvero diademi cosiddetti “a frangia” molto in voga nell’Ottocento e presenti in diverse versioni e stili in tutte le corti europee che hanno spesso la particolarità di essere trasformabili in collier (la regina veramente è proprietaria anche di un collier “fringe” che non può diventare diadema e della sontuosa “fringe”/kokoshnik della bisnonna Alexandra) e uno di loro è stato uno splendido diadema nuziale.
Elisabetta II possiede la “fringe” della regina Adelaide, montata da Rundell, Bridge & Co. nel 1831 usando alcuni diamanti appartenuti di Giorgio III ed ereditata dalla regina Vittoria alla morte dello zio William IV. Questo diadema è formato da 131 punte, fra grandi e piccole, composte da oltre 1400 diamanti di varia misura. La regina Vittoria la indossa aperta come un’aureola nel famoso ritratto di Winterhalter e la regina Mary la sceglie per il suo primo ritratto ufficiale dopo l’ascesa al trono ma non la ama molto perché il diadema è irregolare e asimmetrico quindi nel 1919 se ne fa fare un’altra simile. La “fringe” più antica finisce con l’essere prestata alla moglie di Giorgio VI che la indossa di tanto in tanto e poi la lascia in eredità alla figlia Elisabetta II.


La seconda “fringe”, creata da Wolffs & Co. per Garrard & Co., è formata da 48 punte di composte da diamanti taglio brillante e taglio a rosa, intercalate da 47 punte più piccole formate da diamanti montati a losanga. È il diadema nuziale che portano sia Elisabetta nel 1947 che la figlia Anna nel 1973, ma la regina Mary lo lascia alla nuora, la Queen Mum, dalla quale l’attuale sovrana lo eredita nel 2002.

Sempre per la serie gioielli dal grande valore storico e familiare impossibile non citare la celebre “Strathmore tiara” dono del conte e della contessa di Strathmore alla figlia Elizabeth per le sue nozze con il duca di York. Si tratta di un gioiello ottocentesco ma perfetto per la moda degli anni ’20 che predilige i bandeau portati bassi sulla fronte. Il diadema, formato da tre grandi rose a cinque petali intervallate da rami e foglie, appartiene alla collezione della regina Elisabetta ma non è stato mai più visto. Leggerissimo, semplice e molto elegante potrebbe essere il diadema nuziale di una sposa primaverile che ama molto i fiori.

Nelle cassaforti di Buckingham Palace c’è ovviamente anche la “Lover’s Knot Tiara” resa famosa da Diana che, pur non amandola per il suo peso, l’ha utilizzata spesso negli anni in cui è stata la moglie del principe di Galles. Il diadema, sempre secondo quanto riferito da Roberts nel suo “The Queen’s Diamonds”, appartiene alla regina quindi, contrariamente ciò che era stato scritto in passato, la regina non ne aveva ceduto la proprietà alla nuora ma potrebbe prestarlo alla futura moglie del nipote.

La regina possiede anche molti altri gioielli che per la loro versatilità potrebbero essere facilmente adattati ad un’acconciatura da sposa e in particolare penso ai due collier regalo dei sovrani dell’Arabia Saudita, a un grande collier de chien della regina Mary, il “Love Trophy Collier” creato da Garrard nel 1901 e formato da una serie di panoplie intervallate da foglie di alloro, nastri e fiocchi e ai due “Chain link bracelets”, sempre opera di Garrard ma perfetto esempio dello stile modernista degli anni ’30.

Il collier di re Faisal dell’Arabia Saudita

Infine, visto che la regina Mary amava moltissimo montare e rimontare gioielli antichi molto probabilmente in giro ci sono ancora pietre non utilizzare che potrebbero diventare un gioiello nuovo come nel caso del diadema nuziale della contessa di Wessex.

Proprio mentre stavo completando questo post mi hanno segnalato che serissimi quotidiani hanno ripreso – leggi tradotto pari pari – una notizia uscita in questi giorni su alcuni tabloid inglesi secondo i quali Meghan porterà la Spencer Tiara ovvero il diadema nuziale di Diana proprietà dello zio Charles Spencer. Secondo quanto riportato dalla stampa sarebbe lo stesso principe Harry a desiderare per la sua sposa il diadema nuziale della madre e i nonni materni gli avrebbero accordato il permesso di poterlo usare. Certo tutto può essere ma così al volo vi lascio con un paio di osservazioni: i nonni materni di Harry sono il defunto settimo conte, morto quando il principe aveva meno di otto anni, e Frances Roche che essendo da anni divorziata dal conte Spencer, con il quale aveva pessimo rappporti, non credo si possa essere sbilanciata a promettere l’uso di gioielli di cui non era proprietaria e neanche usufruttuaria. Diana aveva ottenuto dal padre lord Spencer l’usufrutto del diadema ma, poco dopo il divorzio, il fratello gliel’aveva chiesta indietro e lei ci era rimasta molto male. Infine perché mai voler legare con questo gioiello la sua bella e giovane moglie al ricordo di un matrimonio tanto infelice e sfortunato?

Copyright foto: Getty Images, vintage post card collezione privata.

NB – questo post è il frutto del mio lavoro di ricerca su libri e fonti on line ed è anche il risultato del confronto costante e continuo con un gruppo di amici: Alessandro Sala, Francesca Panseri, Michele Tartarini, Cristina Palliola e Alessandro Calabresi. Chi volesse linkare questo post può farlo senza problemi mentre è assolutamente vietato copiare il testo.

Se volete scoprire tutti i segreti del castello di Windsor dove si svolgerà il royal wedding ma anche gli itinerari segreti della Royal London su Amazon trovate il mio nuovo libro “Sulle tracce di Lady Diana – 15 itinerari a Londra e dintorni nei luoghi della principessa di Galles”.

 

Condividi su:Share on Facebook137Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

21 Commenti

  1. cristina palliola ha detto:

    Se fosse carta stampata, sarebbe ancora calda di stampa, ma io vado pazza per questo mixage matrimoni e gioielli! Inoltre una forma influenzale che mi ha tolto la voce e non mi permette di uscire mi ha messo nella condizione di poter subito commentare
    Come al solito bellissimo post @Marina che raccoglie un po’ di tutto: Storia ricchezza, sfarzo e romanticismo.
    Io mi sono fatte un po’ di idee su questo matrimonio che , secondo me, sarà sorprendente per molti aspetti e non credo che in nessun modo sarà una replica di quello di William.Però certe regole si dovranno per forza, rispettare
    Quindi, il diadema. Non quello portato da Kate per le sue nozze. Le due spose non devono in nessun modo rivaleggiare…meglio su di lei, no, meglio sull’altra…niente di tutto questo. Si deve necessariamente passare ad altro
    Io devo dire che per mia inclinazione, mi piacciono molto i floreali, quando devono trattenere il velo do una sposa. Quindi lo Srathmore, per me sarebbe perfetto, ma ho fatto lo stesso ragionamento per le nozze di William e Kate e non sono stata accontentata
    Escludo, nonostante i rumors delle ultime ore, anche la Spencer…perchè mai andare a prestito, in casa altrui, quando c’è tanta scelta nella propria?!
    Una mooolto papabile potrebbe essere la Papyrus, che non è tra le mie preferite, ma ha pure un suo stile, ma anche il collier di re Faisal , trasformato in diadema, sarebbe molto carino, sulla testa di una sposa. Niente Fringe e niente “Nodi d’amore”, perchè a Kate non è stato concesso niente di tanto importante e storico e quindi, tanto meno a Meghan che nella gerarchia viene sicuramente dopo
    Ultima soluzione: andare a rimestare tra l’eredità di Diana, oramai sicuramente divisa tra i due fratelli e un qualcosa di suo, riadattato alla bisogna, potrebbe essere una soluzione. Calcolando che a William andrà gran parte del patrimonio personale – e storico- di Elisabetta ( e poi di Carlo) perchè sarà principe di Galles e poi re, credo che buona parte dei lasciti di Diana siano di Harry…certo la curiosità è tanta e la voglia di dare una risposta a tutte le domande pure, ma pazientemente, dovremo aspettare fino al 19 maggio

  2. annarita ha detto:

    Molto interessante la storia dei vari diademi, si vedrà che cosa Megan indosserà il 19 maggio. Non credo che porterà il diadema nuziale di Diana.

  3. laura ha detto:

    Interessante Marina , non ricordo il collier de chain di Garrand che citi si potrebbe aggiungere una foto ? Per quanto riportano sull’uso della diadema Spencer non so che dire, ma se non ricordo male anche la madre di Diana è morta e quindi questi nonni materni sono tutti e due nell’aldilà da un bel po’ di tempo. Penso che forse i giornalisti si volevano riferire allo zio attuale proprietario.

  4. mau ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    io spero nella Spencer tiara, comunque penso, sarà una sposa molto bella. Ti chiedo scusa se mi permetto, ma è morta anche la madre di Diana, Frances, nel 2004.
    Piccolo aneddoto su Frances, nacque il giorno in cui morì Giorgio V e morì nell’anniversario della nascita dello stesso Re.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      si si lo so, ma Frances di sicuro non aveva alcuna voce in capitolo sulla Spencer e su eventuali promesse di concessione/prestto per questo mi pare improbabile quello che è stato scritto.

  5. Luka ha detto:

    Oltre a condividere tutte le considerazioni circa la possibile scelta di un diadema discreto e l’esclusione della Spencer tiara mi auguro che Meghan nel limite del possibile non si trascini in UK il peggio che gli Stati Uniti (e Hollywood) possono offrire, quali pacchianata’ o ospiti che ostentano ricchezza senza alcuna classe.
    Certo che avere migliaia di ospiti che provengono da diversi paesi e con diversissime storie e ambienti sociali maniere un profilo basso o sobrio sarà quasi impossibile: dove inizia la realtà e finisce lo spettacolo??

  6. Roberta ha detto:

    Interessante articolo, non riesco ad immaginare quale tiara indosserà Meghan, spero non la Spencer Tiara, perchè fare pubblicità gratuita a una famiglia che si è comportata in maniera sleale prima con Diana e poi il giorno del funerale con la famiglia reale….non mi stupirei che sia stato lo stesso conte Spencer a mettere in giro questa voce.

  7. sabrina-anna ha detto:

    La Strathmore Tiara è bellissima ma la trovo più adatta a Kate oppure ad Eugenia. Secondo me anche la tiara sarà “nuova” come l’anello di fidanzamento… Elisabetta l’ha accolta in famiglia ma, mi pare di aver letto che nell’annuncio ufficiale non si è sprecata in aggettivi prima del suo nome mentre aveva definito Kate “amatissima” e quindi ritengo che concederà ad Harry di creare una nuova tiara oppure lei non userà la tiara dal momento che pare assai anticonformista …
    ho letto che sarà accompagnata all’altare dalla madre….
    Si capisce che non sono particolarmente sedotta da questa nuova sposa reale?
    Non mi piace e non mi emoziona né lei né loro insieme. Lei mi sembra molto “determinata” e spero che non sia una spina nel fianco per Kate e che renda felice Harry ma non scommetterei sulla durata di questo matrimonio
    Mi auguro che il futuro mi smentisca ma credo che Edoardo VIII dall’aldilà stia mandando fulmini e saette e per una volta saranno d’accordo con lui le regine Elisabetta e Mary.
    A questo punto credo che potremo aspettarci anche un’abdicazione tanto la regina ha derogato dalla tradizione …

  8. Dinora ha detto:

    É sempre bello leggere le storie e le descrizioni delle meravigliose tiare della famiglia reale inglese, anzi solo di proprietà di The Queen!! Molto parca nel prestare le “gioie reali” alle nuore e nipoti acquisite. A parte la dotazione privata di Camilla derivata dal lascito della Regina Madre a Carlo, gli altri diademi sono spesso dormienti nei forzieri reali come pure i diversi gioielli. A parte le tre tiare menzionate da Marina che sono in uso alla Duchessa di Cambridge, qualche collier per le occasioni ufficiali, i suoi gioielli Elisabetta se li tiene ben stretti. Anche i cosiddetti minori!! Ma i gioielli che si vedono spesso indossati da Diana anche dopo il divorzio che fine hanno fatto? Li vedremo indossati da Megan? Io spero di si.
    Il diadema delle nozze per me sarà un mistero fino al giorno fatidico,come è giusto. Non di mentichiamo che lei è un’attrice quindi esperta nel porgersi al pubblico e alla stampa (a parte la linguaccia!!!) e questo la sta già aiutando come l’anticongormismo di Harry e sicuramente il suo amore. La trovo una bella coppia e non fuori dagli schemi ma più con una loro personalità disinvolta. A parte il cappello orrendo che ha indossato durante la riunione di famiglia natalizia, ha giustamente un suo look personale e che, speriamo continui, continui a seguire. Kate è sempre stata elegante ma negli ultimi tempi ha avuto scivoloni di stili non male!! Un po’ di “svecchiamento “ non sarebbe male.

  9. Alessandro (Aigrette) ha detto:

    Lo aspettavamo da tempo ed eccolo, Grazie Marina e grazie anche a tutti i tuoi amici/collaboratori.
    Questo, secondo me, sarà l’articolo più cliccato dei prossimi mesi 😉

    Mi permetto di fare alcune considerazioni personali, visto che in Gran Bretagna non è uso scambiarsi le tiare cosi come succede in Olanda o in Lussemburgo, io accantonerei l’uso della la “Papyrus” così come la “Lover’s Knot Tiara” che sono state già prestata a Kate.
    L’uso esclusivo di alcune tiare identifica la famiglia inglese vedi le tiare matrimoniali di Sarah e Sophie, come giustamente fai notare nel post.
    Ora, le due tiare proveniente da Maria Adelaide di Teck, madre della regina Mary, mi piacciono entrambe, ma uno pare già assegnata a Camilla (quella con le mezzelune) l’altra forse ancora nelle mani del conte di Snowdon (cerchi sovrapposti).

    Resta la Strathmore!

    Ma, tre “ma”!

    1) Si potrebbe ipotizzare qualcosa con pietre colorate (turchesi della Regina Madre, il badeau russo o qualcosa in smeraldi dell’eredità Greville) ma l’idea non mi piace molto, per una sposa preferisco diamanti semplici.
    2) Qualcosa di nuovo o rimontato con vecchi pezzi.
    3) L’infinita passione della Regina Maria, accumulatrice compulsiva di gioielli. Ci dovrebbero essere ancora nelle camere blindate reali un piccolo diadema a losanghe e anche un altro in Filigrana o chissà cos’altro.

    Per ora sogniamo e aspettiamo 🙂

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      infatti mai come stavolta tutto è possibile anche che lei decida di andare controcorrente e di non indossare una tiara il che ci farebbe restare tutti molto, molto male. 😉

  10. Dinora ha detto:

    Cara Marina, che bello essere qui a continuare a pensare a quale diadema indosserà Megan. Dubito che non indossará un diadema, fin’ora si è sempre attenuta alle tradizioni della sua nuova e futura famiglia. Molto probabilmente potrebbe essere stato fatto un nuovo diadema per lei, adatto alla sua personalità, con le “diverse pietre sparse “ nei forzieri reali ladciate in giro dalla regina Mary e farci una sorpresa. Una visione surreale, vari personaggi che stanno cercando negli angoli nascosti dei forzieri scatole o scatoline in cui stanno dormendo da tempo tante belle pietre che hanno voglia di ritornare a brillare alla luce su una nuovo diadema per il una sposa d’oltreoceano!!!!!

  11. Dinora ha detto:

    Era…. lasciate . Io sto lottando con questa scrittura…

  12. Caterina ha detto:

    Buongiorno a Tutti. Come al solito, Marina ci delizi con questi post. Mi unisco al coro dei no per la Tiara Spencer, che io adoro, troppo Spencer. Mi piace tantissimo la Strathmore tiara, molto bella e romantica con le sue rose, pure di buon auspicio visto la bella storia d’amore della regina Madre. Ma secondo me troppo legata affettivamente alla Regina Elisabetta essendo un dono dei Nonni Materni a sua Madre. Anche io penso che per questa futura Principessa che viene da oltreoceano, con un passato che un tempo non le avrebbe mai consentito di imparentarsi con un Principe Inglese senza penalizzazioni vedi Edoardo e la Simpson, avrà un diadema nuovo magari disegnato come l’anello del resto dal suo futuro sposo, e magari con delle pietre appartenute a Lady D. Ma queste sono solo supposizioni di certo c’è solo che questo Matrimonio si farà e noi saremo tutti qui a commentare!

  13. Alessandro (Aigrette) ha detto:

    Allora, dicevamo della quasi certa esclusione della tiara Halo di Cartier che ha indossato Kate per il suo matrimonio e infatti….

    https://nga.gov.au/cartier/

    dal 30 marzo al 22 luglio è alla National Gallery di Canberra in Australia per la mostra di Cartier.

    Elisabetta ha concesso alla mostra anche una delle sue innumerevoli spille, quella con il favoloso diamante rosa Williamson da 23 carati che ha indossato per il matrimonio di Carlo e Diana nel 1981, ma anche di Edward e Sophie nel 1999.
    Ora, magari in seconda battuta, potremmo anche pensare a quale spilla indosserà EII per il matrominio di Harry tenendo presente che:
    – per Carlo e Camilla, nel 2005, ha indossato la spilla di acacia dell’Australia,
    – per William e Kate , nel 2011, ha inossato la spilla a nodo del vero amore (ma l’ha indossata anche per il matrimonio della sorella Margaret nel 1960).

  14. elena ha detto:

    Ma che bello questo discutere su quale tiara per Megan…..
    Se a noi luccicano gli occhi solo al pensiero di tutti quei diamanti…ci pensate che effetto hanno fatto a lei,quando se li è trovati davanti?
    Megan mi sembra una sana ragazza americana……con molto senso pratico,non meno della nostra cara Grace….molto innamorata di Harry ,sicuramente felice e consapevole del ruolo che avrà sposando un principe….
    Di sicuro penserà che una tiara vale l’altra…..dopotutto i diamanti non sono i migliori amici di una ragazza?

  15. maria ha detto:

    La Spencer tiara, indossata da Lady Diana per il suo matrimonio, non credo possa essere indossata dalla fidanzata di Harry. Inoltre la stessa Lady Diana, fu costretta a restituire il diadema, in quanto gioiello della famiglia Spencer. Lo stesso Charles Spencer chiese il diadema alla sorella Diana, per farlo indossare alla fidanzata nel giorno del loro matrimonio. Da quel momento Lady Diana non indosserà più la The Spencer Tiara.

  16. Pellegrina ha detto:

    Un gioiello dovrebbe esaltare la personalità e la fisicità di chi lo indossa, soprattutto quando la persona è al centro della cerimonia. La tiara smortina di Kate era azzeccatissima in questo senso, come il vestito insipido del resto. Stavolta, ammettendo che i papabili siano davvero questi, la collana a cerchi si adatterebbe molto bene al viso particolare di lei. I love knots data la massa di capelli neri potrebbero reggere bene. Mentre la Strathmore e la Spencer la trasformerebbero in una donzella vittoriana troppo inglese, il che soffocherebbe la vera personalità e il vero fascino di un fisico decisamente più esotico anziché valorizzarli al giusto. Su questo punto Harry ha fatto la scelta del vero intenditore di donne, anche se personalmente trovo che qualche chilo in più non le starebbe male: sembra perfino più magra e esile della Middleton anche se il viso più scolpito lo fa risaltare di meno. Molto dipenderà dall’acconciatura, sempre che non ci metta mano l’apocalisse Kelly.
    Lei sembra più abbagliata che affascinata; lui è innamoratissimo e emozionatissimo, come raramente se ne vedono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi