Margrethe ed Henrik, nozze d’oro in Danimarca

Margrethe_ed_Henrik_3

Il 10 giugno Margrethe ed Henrik di Danimarca festeggiano 50 anni di matrimonio. La coppia sembra vivere ancora in una certa armonia anche se il principe passa lunghi mesi in viaggio o nelle suo castello a Caix. Il conte Henri Laborde de Montpezat è nato in Indocina ma viene dal sud est della Francia e nonostante sia stato naturalizzato danese e abbia cambiato nome, ha conservato le sue radici nella terra d’origine della famiglia.

Meg2

Henri incontra la principessa ereditaria di Danimarca nel 1965 a Londra durante una cena in casa di amici comuni.  Il giovane e brillante funzionario dell’ambasciata sapeva che alla serata avrebbe partecipato una non meglio identificata “altezza reale” e stava per darsi malato per timore di dover conversare tutto il tempo con una persona anziana e noiosa. I due, invece, simpatizzano immediatamente, Margrethe è una ragazza spigliata, vivace, intelligente. Si rivedono a un matrimonio e poco dopo iniziano a frequentarsi come una coppia qualunque, approfittando del fatto che a Londra la principessa vive in un tranquillo semi anonimato. La futura regina, che sta frequentando i corsi della London School of Economics, ci mette poco a innamorarsi perdutamente di questo francese poliglotta, colto, raffinato e anche molto, molto bello.

Meg
Il 5 ottobre 1966 re Federico IX chiede al Consiglio di Stato il consenso al fidanzamento della figlia e le nozze dell’erede al trono sono annunciate per il 10 maggio dell’anno successivo. Il matrimonio della futura regina viene celebrato con grande fasto alla presenza di molti ospiti reali venuti da tutta Europa, ma con un’assente di rilievo, la sorella minore della sposa, consorte del re di Grecia che il Governo danese non ritiene opportuno avere sul suolo nazionale.

Margrethe_ed_Henrik_2

Margrethe ed Henrik, sposi a Copenhagen

Moderna e disinvolta, oltreché molto alta, Margrethe sceglie di indossare un abito di seta dalla linea ad A rigoroso e lineare creato dal couturier Jørgen Bender, uno dei favorito della madre Ingrid e molti dei dettagli ricordano la nonna inglese di cui la sposa porta il nome, Margaret di Connaught. La principessa, una delle nipoti della regina Vittoria, sposa il futuro re di Svezia ma muore a soli 38 anni e la figlia Ingrid eredita molti oggetti che porta in Danimarca ed entrano nell’uso delle spose reali. Margrethe, la sorella Anne Marie prima di lei e poi Benedickte, le nipoti e la nuora Mary, porteranno il prezioso velo in pizzo della principessa inglese, ma la futura regina ha qualcosa in più: il pannello anteriore del suo abito è coperto da un delicato merletto di Honiton anch’esso proveniente dal corredo di Margaret. Il pizzo viene messo in risalto da una grande spilla a forma di margherita che era stata regalata a Ingrid dal padre Gustavo Adolfo e in questa occasione passa alla futura regina.*

Un vestito del genere con tanti tocchi personali e così carico di ricordi poteva risultare insolito se non addirittura pesante invece Margrethe è davvero bella con questa tunica geometrica ma così singolarmente romantica, molto in linea con lo stile dell’epoca ma in fondo senza tempo.
Infine come ulteriore omaggio alla nonna inglese la principessa ereditaria ha posato fra i capelli il bellissimo diadema di Cartier offerto a Margareth di Connaugh come dono di nozze dal khedivè d’Egitto, la famosa “khedivè tiara”.

Margrethe_ed_Henrik_6

Meno di cinque anni dopo, alla morte dell’amatissimo re Federico IX, Margrethe, già madre di due bambini, sale al trono. Henri/Henrik e la moglie regina hanno molti interessi intellettuali in comune (insieme hanno tradotto in danese le opere di Simone de Beauvoir), ma all’inizio degli anni ’80 del Novecento la coppia entra in crisi e per un lungo periodo la sovrana e il marito vivono in due ali separate dell’immenso palazzo di Amalienborg, poi tutto rientra nei ranghi, e si mormora grazie anche alle doti di fine diplomatica della reale suocera, la regina madre Ingrid.
Il principe consorte, che si mormora ha avuto qualche liaison, non è particolarmente amato dai danesi i quali gli rimproverano l’ostentata grandeur, le spese sovente esagerate, le divise da operetta, l’accento francese, le partite di caccia troppo sanguinose e le battute salaci sui sudditi della moglie.
Henrik dal canto suo non ha mai nascosto la propria frustrazione per il ruolo di secondo piano e l’amarezza per la sostanziale non accettazione da parte dei danesi e ne ha anche parlato, con molta franchezza, nel libro di memorie “Destin oblige” spiegando che essere un principe consorte esige una «sensibilità da sismografo sotto a una pelle da rinoceronte».

Margrethe_ed_Henrik_7

Per festeggiare le nozze d’oro la regina Margrethe ed Henrik, insieme ai due figli, alle nuore e agli otto nipoti, hanno inaugurato questa scultura nei giardini del castello di Fredenborg; ecco la foto diffusa per l’occasione dalla casa reale.

* La spilla a forma di Margherita che spesso la regina indossa viene erroneamente indicata su vari siti e blog come regalo di nozze di Ingrid alla figlia; nella realtà la stessa sovrana racconta in un documentario dedicato ai gioielli danesi che la spilla è stata solo un prestito per il giorno del matrimonio ma che la madre gliel’ha regalata quando ha compiuto 80 anni.  Grazie a Laura Maniscalco per aver ricordato questa intervista

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

39 Commenti

  1. elettra/cristina palliola ha detto:

    Eh sì! Le spose sia fresche che datate o datatissime, a noi ci piacciono proprio tanto! E a me , non so perchè ma le spose danesi della generazione precedente, piacciono in modo particolare. Forse perchè tutte e tre le sorelle danesi sono state figlie amatissime di una coppia unitissima e cresciute con molta disinvoltura , senza mai dimenticare la loro origine regale. Forse perchè, beate loro, in un ambiente dove i matrimoni d’amore erano una rarità, sono riuscite a sposarsi con il loro vero “principe azzurro”, anzi, addirittura la più piccola e giovane ha trovato un re bell’e pronto…insomma io mi ricordo di averli vissuti come tre favole questi tre matrimoni, con ricchi servizi fotografici sulle riviste di allora.
    Bellissimo e per me, ancora attualissimo il vestito di Margrethe. Anche una ragazza di oggi che non si fa influenzare da mode stravaganti che vogliono le spose come starlet, potrebbe scopiazzare il vestito della allora principessa ereditaria. Bellissimi e delicati gli omaggi tributati alla nonna svedese morta tanto giovane: tiara ,spilla, pizzo! insomma era lì anche lei.
    Chi mancava invece, come è stato detto, era la sorella , la giovane regina di Grecia, Annamaria.In quel momento la Grecia era sotto il sanguinoso regime “dei colonnelli” e in Danimarca, il re Costantino, suo marito era considerato connivente per averlo in qualche modo assecondato. Era stato dichiarato “Indesiderabile” e così parenti strettissimi , i reali di Grecia rimasero a casa. Solo l’ anno seguente, quando erano già in esilio a Roma furono invitati prima al matrimonio della principessa Benedikte e poi, la sola Annamaria fu la madrina di battesimo del primogenito della coppia, oggi l’erede al trono Fredrick.
    Una coppia bellissima, lo si vede anche dalle foto, sicuramente piena di interessi tra arte, musica, storia Lei con la passione dell’archeologia del teatro e delle scenografie, del disegno e lui le barche i viaggi e, non ultima anche la produzione di vini francesi , forse il suo hobby più impegnativo ma anche, molto remunerativo. Una coppia che, almeno a quanto si dice ha sempre seguito i figli con bonaria tolleranza, quando sono diventati più grandi e hanno combinato le loro regolari marachelle, come da manuale
    Oggi nessuno dei due ha più lo smalto dei primi anni di matrimonio; qualche distrazione di lui, troppo pressato da un ruolo, per il quale in fondo non è poi così tagliato e che forse gli ha anche causato delle frustrazioni che lo hanno fatto talmente ingrassare che quasi quasi non assomiglia neppure al bel ragazzo ambizioso che è uscito, 50 anni fa, dalla chiesa luterana al fianco di una principessa ereditaria. Lei ha problemi con la schiena , si appoggia, quando può, ad un bastone o due, a seconda della giornata, è diventata un po’ sorda, tanto da portare due apparecchi acustici, che a volte le regalano un’aria imbambolata, per lo sforzo che fa a cercare di non perdere il discorso Si è…diciamolo pure…… un po’ incartapecorita e non ha mai cambiato pettinatura, che, se da giovane la rendeva veramente affascinante, oggi, all’età che ha, la invecchia alquanto. Penso che il loro sia stato un matrimonio sicuramente indovinato, ma anche con insofferenze e litigi veri e propri, come per la maggior parte delle unioni, tanto da fare in modo che per continuare ad amarsi si prendono delle pause che li portano lontani a vivere ognuno con le passioni che l’altro non condivide
    Festeggeranno in famiglia….ma la loro famiglia sappiamo benissimo che si allarga anche ai parenti svedesi ai quali sono molto affezionati…i norvegesi pure…i greci, neanche a dubitarne e così il ramo tedesco di Benetikte, che seppure ha perso il marito da poco non rinuncerà ad essere vicina alla sorella…possibile che Margrethe rinunci a tutto questo e si circondi solo di figli e nipoti?

    • luka ha detto:

      http://newsroyauxnorvegiens.centerblog.net/m/voir-photo?u=http://newsroyauxnorvegiens.n.e.pic.centerblog.net/o/100_ans_finlande_01_06_2017_40.jpg

      In effetti Margrethe sembra avere seri problemi di schiena o comunque ossei che non le permettono di stare troppo tempo in piedi, anche ad Helsinki non ha potuto fare a meno di una poltrona.
      … Oppure più semplicemente di callosità, anche i royal sono umani!!!! 🙂

    • Pellegrina ha detto:

      Ci sarebbe da augurarglielo che possa essere un bell’anniversario con il marito al fianco, se il marito è sincero e la situazione non è umiliante. In genere in queste semiseparazioni c’è sempre uno che fa i propri comodi e l’altro che porta pazienza (o amore…) per due e anche per quattro, non è molto simpatico e neppure equilibrato. Ricordo che addirittura lui se ne era andato a Venezia il giorno del compleanno di lei poco tempo fa, insomma, non proprio elegante come decisione.
      A quanto pare nemmeno i molti interessi comuni garantiscono sempre un’unione sul lungo periodo, nemmeno se si viene da una coppia felice e unita come i genitori di lei. E sì che questi due ne avrebbero di cose da dirsi e lei è davvero una persona intelligente colta istruita e interessante. Il vestito da sposa che lì per lì mi era parso un po’ squallidino non lo è affatto, tutto sommato, segue la linea nordica moderna dell’epoca e il pizzo è straordinario. Mi piace poco quel velo messo a scodella, quello sì. Lei ha un sorriso talmente giovane e raggiante. La scultura mah, la trovo decisamente bruttina, almeno nella foto. La villa invece sembra splendida! Peccato che la foto sia quasi amatoriale, luce sbagliata, ombre sui visi, decisamente non celebrativa!

  2. elettra/cristina palliola ha detto:

    Osservo solo ora, dopo 50 anni che margherite anche nel bouquet. Come sono affezionate le Margherite di tutte le nazionalità al loro fiore e alle perle che in latino sono margarita, ae1 mi ricorda la nostra regina Margherita che di perle e margherite non ne aveva mai abbastanza!

  3. annarita ha detto:

    Era una coppia bellissima, ma lui oggi è veramente irriconoscibile. Qualche settimana fa era accanto a me ad un concerto e, ve lo posso assicurare, non aveva più niente del bell’uomo che era stato.

  4. EmanuelaCarolina ha detto:

    Buonasera a tutte/i! Letto con interesse! Splendido veramente il vestito di Margareth! Eh si lui è ingrassato, lei con caparbia tiene le redini, anche se, ho visto foto da giovane, bellissima donna, anche ora che fa tenerezza! I miei più fervidi AUGURONISSIMIIIIIIIIIIIIIIIIIII a questa coppia regale e reale, per i loro 50 anni di matrimonio!

  5. luka ha detto:

    http://img.photobucket.com/albums/v704/gotha/c6c5e8a9-1.jpg?t=1164270240

    Margrethe ed Henrik con la comune passione (o vizio, dipende dai punti di vista): probabilmente che continua per entrambi.

    Credo che la scelta di festeggiare in famiglia sia dovuta proprio a questa “lontananza” tra i coniugi, sarebbe stato un poco patetico una celebrazione stile 80anni dei cugini norvegiesi.
    Se vogliamo essere un poco cattivelli possiamo vederla come un primeggiare della regina: sono l’unica a dover essere festeggiata ai miei compleanni, ai miei anniversari di regno e non al “nostro” anniversario di nozze!

    • Pellegrina ha detto:

      C’è una foto bellissima ma recente in cui lei è seduta sopra un tavolo antico con una sigaretta in mano vestita con uno dei suoi abiti teatrali e lui in piedi che la guarda. Purtroppo non riesco a trovarla da nessuna parte!
      E si’ che io sono da sempre una convinta non fumatrice, ma il loro modo di giocare è molto elegante e divertente devo dire.

  6. laura ha detto:

    La regina Margrethe è la mia royals preferita e quindi attenzione a parlarne male e dire che è invecchiata male 🙂 E’ vero però che dovrebbe cambiare pettinatura. La sposa di allora era davvero meravigliosa e secondo me i vestiti da sposa degli Anni Sessanta erano nettamente più eleganti e signorili di quelli attuali che spesso sono piuttosto ripetitivi.
    Devo precisare che la spilla a margherita che spicca sull’abito di Margrethe era solo un prestito da parte della madre. La stessa regina racconta nel documentario de konelinge juveler che la madre Ingrid ha sempre tenuto per se’ la spilla come caro ricordo della madre e che decide di regalarla alla figlia regina in occasione dei suoi 80 anni : invece i ricevere un regalo decide di dare lei la famosa spilla alla figlia.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      grazie per la precisazione sulla spilla ho corretto e ricordato il documentario. concordo su abito, peccato che il pannello sia stato tolto e quando l’ hanno esposto era una tunica anche troppo semplice 🙁

  7. Michele ha detto:

    Bellissimo post!! Io adoro lei particolarmente !! Da quando andai nel 2001 con i miei per la prima volta in Danimarca rimasi affascinato tanto che tredicenne mi comprai una cartolina dove c’era raffiguarata lei con la sua famiglia ! Purtroppo quella cartolina non so più dove sia 🙁 cmq Tantissimi auguri a questa coppia che trovo nonostante tutto molto affiatata!! Di loro mi piace molto anche il rapporto che hanno con i figli trovo siano stati e siano presenti e effettuosi nei loro confronti ! Tornando a quel 10 giugno del 1967 lei era veramente bellissima ,a mio avviso una delle spose reali più belle di quel decennio!!! Il vestito ancora oggi lo trovo attualissimo e senza tempo come dici tu @marina!! Molto bella è la tradizione della tiara khedive per tutte le spose di famiglia!! Speriamo che venga mantenuta anche delle piccoline di casa in futuro!! Se non erro la prossima che al momento che potrebbe utilizzarla dovrebbe essere Theodora di Grecia (sempre se sei sposi mai) e approposito dei Greci dimenticavo la loro assenza a queste nozze !! Dev essere stata una cosa molto triste per le due sorelle e per i genitori !

  8. Ale ha detto:

    Post come sempre molto interessante! Complimenti Marina 😉
    Margrethe è una sovrana che stimo molto, ha un senso del dovere e della regalità simile a quello di Elisabetta, sovrana che tra l’altro ha detto esserle di esempio. Ammiro molto che nonostante gli acciacchi dell’età continui a svolgere al meglio i suoi doveri.
    Il principe henrik invece non mi fa impazzire, posso capire la sua passione per la grandeur, preticamente un fattore genetico per i francesi, ma trovo che non sempre abbia avuto quel senso del dovere che gli sarebbe richiesto. Per esempio ho trovata non molto azzeccata la scelta di andarsene in pensione per questioni di salute quando però poi lo vediamo girare mezzo mondo. Non sapevo fosse nato in Indocina e questo spiega la sua sfrenata passione per l’arte orientale che ahimè non riesco molto ad apprezzare. A Torino abbiamo il Museo di Arte Orientale, uno dei più ricchi d’Italia, nato dalle collezioni sabaude … magari lo apprezzerebbe 🙂

  9. laura ha detto:

    Anche a me il principe non sta affatto simpatico nonostante io sia una grande fan della famiglia danese. C’è poi un abisso tra lui e la moglie che nonostante i grossi problemi di salute compie giornalmente il suo dovere e lui che invece pianta tutto per andarsene a spasso. Tutto questo perché non è stato nominato re. Insomma Herny , l’uomo che voleva essere re , si è andato ad aggiungere agli altri due royals che trovo assolutamente antipatici : Ernst di Hannover e il Conte di Parigi che ha avuto la faccia tosta di divorziare dalla prima moglie adducendo una scusa del tutto risibile e che per giunta è stato poi perdono accontentato dalla Sacra Rota. Mi scuso per questi fuori argomento e questo sfogo ma trovo questi tre signori davvero detestabili.

  10. laura ha detto:

    perdono= persino

  11. nicole ha detto:

    Erano bellissimi ! Che coppia ! Molto raffinato l’abito . Invecchiati male entrambi , diciamolo .. lui in particolare. Mi sembra idea peregrina , assurda questo voler essere re . Diciamo non un vero professionista come Filippo , che chissà … pure lui se ci avrà pensato , ma avrà stretto i denti e tirato dritto . Battute salaci sui sudditi della moglie? Trasecolo .. per fortuna veniva dalla diplomazia! Ma vogliamo mettere in altro confronto ? Il marito di Beatrice , che è riuscito a farsi rispettare e considerare dagli olandesi .. e le cose non erano idilliache all’inizio . Henri forse nel quotidiano sarà anche simpatico, ma discretamente inadeguato da moltissimo tempo. La regina indubbiamente professionale , sempre. Se solo andasse dal dentista !! Orribili quei denti da fumatrice , non li sopporto … e non le mancano i mezzi .

  12. mau ha detto:

    Buongiorno a tutti/e,
    la Regina Maggie e suo marito, sono ora 2 bei signori anziani, invecchiati maluccio, lei era uno splendore di ragazza, l’abito era incantevole, dalla linea moderna. Mi chiedo se nella scelta di un abito da sposa reale vi sia, la ricerca all’immortalità stilistica della favola, Diana ad esempio non vi riuscì, il suo abito ora appare obsoleto e meringoso.

  13. Luthien ha detto:

    Che bella sposa era l regina Margarethe!! L’abito le donava davvero molto e meravigliosa la spilla!
    Sono d’accordo Con @ Pellegrina: l’unica cosa che non mi convince è il velo.
    @ Mau, secondo me gli abiti da sposa più riusciti , per un esponente reale o meno sono quelli che riescono ad esprimere, meglio la personalità di chi lo indosserà, scegliendo a adattando le linee e le forme del momento, senza farsene travolgere.
    L’abito della regina è indubbiamente anni ’60, ma anche senza tempo; semplice, e prezioso, con un tocco di originalità: la spilla.
    Chi lo indossava manifestava il legame con la sua famiglia, il suo nome, il suo ruolo, ma anche l’estrema disinvoltura , lo slancio verso il futuro, la disinvoltura.
    Luthen

  14. Luthien ha detto:

    Scusate, ho postato il commento senza rileggerlo:
    Ho scritto due volte disinvoltura e dovevo completarlo.
    L’abito di Diana è anni ottanta e manifesta quale fosse l’idea di principessa di Diana ( sembra che abbia collaborato nella stesura dei bozzetti), all’epoca del suo matrimonio. Con tutte quelle gale, il pizzo, lo strascico, gli ornamenti era esagerato ed anche infantile. Forse come era Diana?
    insomma un abito eccessivo per una fiaba( falsa).
    Luthien,

    • maria paola ha detto:

      @Luthien, l’abito da sposa di Lady Diana richiamava molto la moda del 600 e così ben strutturato era anche in piena sintonia anni 80, certo in sintonia anche con il suo sogno romantico, povera ragazza

  15. Michele ha detto:

    Un piccolo omaggio dal profilo Fb della casa reale !:)https://www.facebook.com/detdanskekongehus/videos/496536187351634/

  16. maria paola ha detto:

    non molti anni fa Henrik, che è sempre stato un po’ sopra le righe, dichiarò alla stampa che “qualche notte la passiamo ancora insieme”, una battuta sorniona e simpatica 🙂

  17. Dinora ha detto:

    Buon anniversario e tanti auguri ad entrambi!!
    Lei è una delle regine che mi piace moltissimo. Con tutto il rispetto per “the Queen ” naturalmente!
    Lei è sempre ligia al suo dovere in qualsiasi momento della sua vita anche in quando il suo amato consorte ha deciso di fare le bizze.
    Hanno avuto la fortuna di essersi sposati per amore, visto i tempi, ed essere una bella coppia innamorata.
    Se ti sposi “Sua Altezza Reale la Principessa Ereditaria di Danimarca” o qualsiasi a altra Principessa ereditaria sai che il tuo compito a vita sarà quello di stare un passo indietro a lei perché diverrà Regina e sai anche che i figli non potranno avere il tuo cognome.
    So che per un uomo a volte è difficile essere dietro ad una donna ma è in questo caso il loro destino consapevole.
    Lo è stato anche per Filippo di Edimburgo e anche lui di scappatelle non si ne è fatte sfuggire.
    Il solo principe consorte che invece si è adeguato con disinvoltura a ciò è il marito di Victoria di Svezia, forse aiutato principalmente anche dal grande amore che li lega e che di vede trasparire in ogni occasione pubblica.
    A me Margrethe piace moltissimo per la sua affabilità spontanea, simpatica e per l’affetto che ha verso le nuore. La ricordo sinceramente emozionata sul balcone del palazzo reale quando il principe Frederick e Mary novelli sposi, si presentarono al popolo danese.
    Mi fece ridere in una intervista in cui le chiesero del perché sulla scelta dei suoi abiti da sera abbastanza particolari e lei rispose ….. non c’è cosa più bella che essere Regina e potersi permettere di indossare abiti teatrali, che io adoro,senza che nessuno ti possa dire nulla!!”

  18. laura ha detto:

    Herrik colpisce ancora : ha dichiarato che non vuole essere sepolto con la regina nella duomo di Roskilde perché non è stato nominato re consorte. Se non si trattasse di morte sembrerebbe una barzelletta : insomma questo signore che sapeva benissimo alle nozze che non sarebbe stato chiamato re non fa altro che lamentarsi da anni e creare problemi imbarazzanti con le sue dichiarazioni. Devo dire però che avendo visitato il duomo di Roskilde che conserva le tombe di quasi tutti i re le regine di Danimarca a partire proprio da Margrethe I sono rimasta sconcertata dall’orrendo sepolcro che verrà realizzato per accogliere l’attuale regina e consorte (almeno così erano le intenzioni). Innanzitutto trovo davvero incomprensibile perché questa tomba debba essere realizzata in mezzo all’unica cappella medievale della chiesa rimasta intatta. I Glucksburg da Cristiano IX a Cristiano X sono in una cappella all’ingresso del duomo che non ha più spazio mentre le tombe di Federico IX e Ingrid si trovano in una cappella moderna all’esterno della chiesa, un vero e proprio recinto, indicati da una semplice lapide con una ancora. Il recinto ha molto spazio libero. Invece il sepolcro previsto per Margrethe è un orrendo sarcofago di cristallo trasparente tenuto in alto da tre elefanti che verrà collocato in mezzo alla cappella medievale che dicevo prima. Che Henrik si sia ribellato all’idea di rovinare il vecchio duomo medievale ?

    http://www.bbc.com/news/world-europe-40818499

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      a parte rari casi i danesi non hanno mai brillanto per eccelso buongusto. comunque su Henrik stendo il solito pietoso parquet di teck

    • laura ha detto:

      Questo è l’orrendo sarcofago di cristallo che mi chiedo se derivi dalla favola di Biancaneve o da cosa. In realtà dovrebbe rimanere vuoto e mostrare solo le sagome mentre la coppia sarebbe sepolta sotto il pavimento della cappella. Io trovo questa scelta davvero inspiegabile e non vedo perché non si potevo usare il recinto di Federico IX che è davvero bello e semplice e ha tantissimo spazio libero. E’ possibile che Margrethe ci tiene a stare dentro il duomo dove tutti i re (con un paio di eccezioni ) sono sepolti a partire da Margrethe I che è al centro dell’abside in un bellissimo sarcofago quattrocentesco. Ma auguro solo che questa decisione del marito le faccia cambiare idea e non realizzino davvero questo orrendo monumento. Per altro invece Norgard è una ottimo artista e io ho ammirato davvero la splendida serie degli arazzi nella sala di Cristianborg con la storia della Danimarca : sono davvero dei capolavori

      http://trondni.blogspot.it/2010/02/queen-margrethes-sarcophagus-shown-off.html

  19. paolo ha detto:

    Henrik ha colpito di nuovo a distanza di due giorni.
    In una intervista ha accusato sua moglie la Regina Margrethe di considerlarlo uno stupido, di mancanza di rispetto, di essere felice che lei sia regina, di amarla, ma che se Lei vuole che lui sia sepolto insieme a Lei deve elevarlo a Re-Consorte.
    Non credo sia l’età, credo sia una acredine, una rivalsa cresciuta negli anni e che forse non essendo più nel “girone principale” non riesce a contenere. Ma trovo sia ingrato e ingiusto, incapace di cogliere l’insofferenza dei danesi cresciuta negli anni e che oggi appare pesantemente evidente.
    Sta arrecando molti danni alla sua già fragile immagine ma temo anche all’istituzione cosi popolare in Danimarca.
    Povera Margrethe, credo proprio non se lo meriti.

  20. mau ha detto:

    Tomba orribile, molto in stile Margareth!!!!
    Ambiziosetto ancora il buon Henrik, da nobile in cerca di carriera a marito di… regina regnante di Danimarca. ottimo percorso direi.
    Da un certo punto di vista condivido il suo disappunto, se la moglie del re diventa regina, nel 2017 il marito della regina dovrebbe diventare re consorte.
    PS secondo voi Camilla che titolo avrà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi