Amedeo di Savoia intervistato da Corriere.it

amedeo_savoia_aosta

Questa non ve la dovete proprio perdere. Su Extra per voi il Corriere.it ha pubblicato una lunghissima intervista ad Amedeo di Savoia. Il principe chiacchiera a ruota libera con la giornalista Candida Morvillo e come sempre vengono fuori aneddoti interessanti e divertenti di una vita ad alto tasso di sangue blu. E mi raccomando, arrivate fino in fondo per scoprire qual è il suo sogno. Un sogno che piace moltissimo anche a me.

http://www.corriere.it/extra-per-voi/2016/09/10/ho-16-tatuaggi-11-nipoti-ho-fatto-giro-mondo-se-fossi-stato-re-non-mi-sarei-divertito-tanto-f2ddb16c-7789-11e6-a5b1-4fe0f4da1c53.shtml

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

24 Commenti

  1. Ale ha detto:

    ogni tanto qualcosa si muove anche sui giornali! 😀 e il corriere come dire rimane pur sempre il corriere …
    @marina grazie della segnalazione, me l’ero persa 😉

  2. Laurette ha detto:

    L’ho letta poco fa…e poi perdendomi in una serie di ricerche incrociate su google poiché l’intervista sopracitata mi ha dato un sacco di spunti da approfondire…sono approdata su questo bellissimo blog! Intervista ricca ma leggera, una chiacchierata riportata con toni sereni anche su temi scomodi come la figlia che ha avuto fuori dal matrimonio o il rapporto con il cugino Vittorio Emanuele IV.

    Mi ha sempre incuriosito il primo matrimonio di Amedeo di Savoia con Claudia D’Orleans, nelle foto dell’epoca lui, giovanissimo, sembrava quasi sperduto e poco nel ruolo, lei invece appariva innamoratissima.

  3. nicole ha detto:

    Leggo sempre con interesse quell che scrive Ale su Savoia , ma non solo lui, ma su di loro , i due svizzeri, preferisco non intervenire . Solo su Umberto ho sempre riconosciuto è scritto di sua correttezza. Gli altri .. Lasciamo perdere. Qui esce un uomo conscio e orgoglioso della storia della sua famiglia, persona equilibrata, intelligente che ha fatto di necessità virtù. Con interessi vari .. la botanica è un mio grande amore, quindi non posso che apprezzare ! Le balene poi .. Son andata molti anni fa alle Azzorre per whale watching dopo aver letto per anni su di loro .. Avere interessi comuni aiuta a renderlo simpatico .
    Solo una cosa mi lascia perplessa, ma non di lui , in genere: hanno perso il trono in tanti , li nomina .. Tutto questo loro rincorrere visibilità, avere illusione di fare ancora la storia . A me paiono patetici . Diciamo che Amedeo , anche perché non glielo hanno concesso , alla fine ne esce meglio così , con i suoi pregi umani , anche con i suoi desideri frustrati , ma diciamo che non mi dispiace . Educazione severa lui , in tempi bui .. Guerra , essere ostaggi .. Lascia il segni indelebili.

  4. michele ha detto:

    bella chicca!! grazie @marina!! intervista molto interessante che riprende molte informazioni già lette sul libro “cifra reale ” , ho avuto il piacere di leggere quest’estate e mi è talmente piaciuto che è stato un dispiacere arrivare alla fine =)

  5. paolo ha detto:

    ….al solito, pecioni “Lei ha tre figli, avuti dalla sua prima moglie, Carla d’Orléans”….

  6. elettra/cristina palliola ha detto:

    Per chi come molti di noi hanno letto il libro cifra Reale, scritto a due mani, con Danila Satta, l’intervista non dice molto di più, però fa piacere vedere che comunque qualcosa si muove che una testata come il Corriere della Sera, si occupi anche di queste cose che fino a qualche tempo sembravano abilmete evitate. Anche il Duca si è fatto più presente in questi tempi e ultimamente proprio poco tempo fa, i occasione del terremoto di Amatrice. E’ un bene avere più visibilità e avere la possibilità di farsi conoscere anche dalle nuove generazioni, che a volte ignorano persino che in Italia c’è stata una monarchia.
    I temi scottanti restano sempre gli stessi, mi pare. Appurato che il futuro della dinastia( che in eventuale ritorno della monarchia può accedere al trono),è nelle mani del Duca e dei suoi discendenti, restano sul tappeto altri due grossi nodi da sciogliere: i gioielli della Corona conservati nella Banca d’Italia e , a mio modesto avviso, il ritorno delle salme dei defunti re e delle loro consorti al Pantheon. Di questo ultimo argomento nell’intervista non se ne è parlato, ma è pure una cosa che andrebbe affrontata

  7. Caterina ha detto:

    Buongiorno. Proprio un bell’inizio di giornata, bella questa intervista, a tratti leggera a tratti seria. Devo dire che la sig. Morvillo mi piace. il Duca è pur sempre il Duca, è un po’ il discorso di Ale per “il Corriere della Sera”, una garanzia. Mi piace questo modo di raccontarsi saltellando tra ricordi passati e cose attuali dal tatuaggio fiocco di neve ( lo volevo fare pure io, insieme ad un giglio fiorentino), all’impegno con Greenpeace, al modo di preparare i propri figli ad essere pronti a tutto, al rigore, ed a ricordarsi sempre chi sono, ed anche al fatto che sono dei Savoia, e non hanno bisogno di rendersi necessariamente “simpatici” a tutti, sono i pretendenti al trono d’Italia se ci fosse, e come tali comportarsi, è un po’ come dire non ci sono solo gli onori ma ci sono soprattutto gli Oneri, mi piace persino il ricostruirsi nel rapporto con la piccola Ginevra, la vera forza non è solo quella nel non cadere ma soprattutto è quella nel cadere e sapersi rialzare. Grande esempio. Grazie Marina, come sempre questo adorabile salotto da sempre spunti, per incuriosirsi e documentars :0)

  8. Marinella ha detto:

    Bella intervista, molto divertente e sincera. Ancora una volta si conferma per l’uomo che è con una classe e uno stile di altri tempi, avercene di uomini come Lui…!

  9. maria paola ha detto:

    interessante questa intervista, tra l’altro è vero che Amedeo assomiglia all’ultimo zar Nicola II (di cui ovviamente è parente), non ci avevo mai fatto caso. Amedeo è famoso a Firenze per essere un tipo eccentrico e simpatico. Io lo preferirei di gran lunga come re a Vittorio E. sedicente IV (un personaggio inquietante, non posso dimenticare che ha ucciso un ragazzo e poi se ne è anche vantato in carcere).

    • milady ha detto:

      per non parlare del figlio Emanuele filiberto, sposato a un’attricetta, che dopo vari tentativi di “carriera” nello spettacolo, da Sanremo a Ballando con le stelle per finire con un’imitazione en travesti di Dalida, ora fa il ristoratore ambulante in California, mentre la soubrettina consorte sfoggia il titolo dubbio e carnevalesco di Principessa di Venezia

  10. luka ha detto:

    Dobbiamo ricordarci che fra 14 giorni e’ il compleanno del principe Amedeo, non e’ da tutti mettete in bella mostra il proprio passaporto!

    Quel “se fossi stato re non avrei fatto quello che invece ho potuto fare” dimostra la consapevolezza del ruolo rivestito nella società e nella storia: o sono un Re o non lo sono, sempre e comunque con la consapevolezza da dove veniamo e cosa rappresentiamo.

  11. laura ha detto:

    Interessante intervista : la conclusione con lui che si imbarca per contrastare la caccia alle balene mi ha fatto pensare al film Uomini contro donne …
    Però non mi piace affatto l’idea che ha sui gioielli della corona in deposito presso la Banca d’Italia : dividerli e darne una parte alla Croce Rossa ?
    Penso che @Alex sia inorridito !

  12. ziowalter1973 ha detto:

    Intervista molto interessante e piacevole. Leggendo qualcosa in più su Amedeo Savoia Aosta (mi pare su wikipedia) ho trovato che è il numero 44 nella linea di successione al trono spagnolo. Sono quiindi andato a cercare linee di successione spagnole ma ho trovato solo gli aventi diritto fino all’ ultimo figlio dell’ infanta Cristina. Avete una linea di successione al trono spagnolo che vi avanza?? 😀 Facendo un parallelo con quella inglese molto più conosciuta gli eredi inglesi arrivano fino al numero 100 circa e dopo si passa ai sovrani norvegesi e discendenti. Uno “straniero” (si lo so che discende da Amedeo I re di spagna) “pretendente” al trono spagnolo e in numero realtivamente basso mi ha incuriosito ma non ho trovato una linea di successione completa.

  13. Luisa ha detto:

    Il referendum monarchia-repubblica viene dall’intervistato collocato nel 1948,mentre si era svolto due anni prima.

  14. Luisa ha detto:

    Infatti non è responsabilità di Amedeo, che ha ripetutamente sottolineato la coincidenza con il 70° anniversario, ma poca cura da parte del giornale.

  15. Chloe ha detto:

    Nuova intervista ad Amedeo di Savoia, questa volta di italo Cucci, apparsa sulla testata “Il Giorno – La Nazione – Il Resto del Carlino” dello scorso 7 gennaio.
    Qui il link al contenuto dell’intervista:

    http://www.crocerealedisavoia.org/intervista-a-s-a-r-il-principe-amedeo-di-savoia-del-7-gennaio-2018/

    http://www.crocerealedisavoia.org/wp-content/uploads/2018/01/articolo1.jpg
    http://www.crocerealedisavoia.org/wp-content/uploads/2018/01/articolo2.jpg

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      grazie l’avevo vista e ho pensato di nuovo una volta “e noi ancora non ci siamo riusciti”, niente Ale devi andare e piantonare il cancello della sua villa.

  16. tody ha detto:

    Pare che il Duca D’aosta abbia vinto in Corte d’appello a Firenze la battaglia sull’uso del nome con i cugini di ginevra che vedeva coinvolto lui e suo figlio e probabile che ci sarà un ricorso in Cassazione degli stessi la sentenza secondo quanto ripota l’Annuari della nobiltà italiana è del 8 gennaio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi