I 150 anni degli Hohenzollern di Romania

150-Hohenzollern-Romania

I 150 anni degli Hohenzollern di Romania

Il 10 maggio 1866 il principe Karl di Hohenzollern – Sigmaringen prestava giuramento come re di Romania assumendo il nome di Carol I. Questa dinastia tedesca trapiantata nei Balcani è rimasta sul trono, pur con alterne vicende, fino al 1947 e ha dato alla nazione quattro sovrani e un paio di regine molto significative.  Nella foto sono Carol I e la moglie Maria di Wied, famosa poetessa e scrittrice, nota con lo pseudonimo di Carmen Sylva; la coppia non ha figli e quindi adotta il nipote di lui, Ferdinando che sposa la bellissima Maria di Edimburgo, figlia di Alfredo e nipote della regina Vittoria. Il loro primogenito è un altro Carol un uomo difficile e dalla personalità contorta il quale prima abdica ai suoi diritti dinastici per sposare la donna che ama, lasciando il trono al figlio Michele – Mihai (avuto dallo sfortunato e brevissimo matrimonio con Elena di Grecia) per poi tornare sui propri passi. Carol II viene estromesso definitivamente nel 1940 dal dittatore Antonescu e infine nelo 1947 i sovietici costringono Mihai ad abdicare.

Nel giugno del 1948 Mihai sposa Anna di Borbone – Parma (che aveva incontrato al matrimonio della principessa Elisabetta con Filippo di Grecia) dalla quale ha cinque figlie; l’ex sovrano vive quasi tutta la sua vita in esilio in Svizzera lavorando come pilota di linee commerciali ed esperto di aviazione civile.  Mihai torna per la prima volta in Romania nel dicembre del 1990, cioè un anno dopo la rivoluzione del 1989, ma il governo, temendo che la presenza dell’ex sovrano possa essere utilizzata per chiedere una restaurazione della monarchia, decide di espellerlo. Nel 1992 il presidente Iliescu permette all’ex re di tornare per la Pasqua, ma il successo della visita e la folla festante che lo accoglie ovunque convince il governo che è meglio allontanarlo ancora una volta. Passando altri cinque anni e finalmente il presidente Emil Costantinescu ridà a Mihai la cittadinanza romena e gli permette di vivere in Romania nel palazzo Elisabetta che gli viene messo a disposizione come ex capo dello Stato. Da allora l’ex sovrano ha svolto per diversi anni un ruolo quasi ufficiale specie nel settore della diplomazia, ad esempio nel 1997 ha fatto il giro dei paesi europei per sostenere l’ingresso della Romania nell’unione europea. L’ex sovrano è piuttosto popolare in Romania e nel 2011, in occasione del 90mo compleanno, Mihai è stato invitato a pronunciare un discorso davanti al parlamento, ma negli ultimi anni la sua salute è peggiorata e nel marzo del 2016 ha comunicato il suo ritiro dalla vita pubblica.

L’erede di Mihai è la figlia primogenita – che oggi usa il titolo di “custode della Corona” – sposata con Radu Duda creato dal suocero principe Radu di Hohenzollern-Sigmaringer; la coppia non ha figli e attualmente (archiviata la controversa vicenda del nipote Nicolas) la questione della successione degli Hohenzollern di Romania è aperta.

Le news sulla famiglia reale romena le trovate qua http://www.romaniaregala.ro/

La famiglia reale romena ha festeggiato i 150 anni della dinastia con alcune manifestazioni ufficiali a Bucarest e Pelesh. Ecco le immagini

150-1

 

150-2

150-3

150-4

150-5

150-6

150-7

150-8

 

150-9

Piccola divagazione genealogica

La coppia formata da Mihai di Romania e da Anna di Borbone Parma è uno degli ultimi esempi pefetti di parentele allargate ed estese ovunque in Europa.

Anna è la figlia di René di Borbone-Parma (uno dei numerosi fratelli dell’imperatrice Zita) e attraverso la nonna Maria Antonia di Braganza i suoi legami si estendono ai Wittelsbach, agli Asburgo, alla famiglia reale del Belgio e a quella del Lussemburgo. La madre di Anna è la principessa Margaretha di Danimarca figlia a sua volta del principe Waldemar (ultimogenito di Cristiano IX e fratello della regina d’Inghilterra, della zarina di Russia e del re di Grecia) il quale ama riamato per tutta la vita il nipote Giorgio ma è sposato con Marie d’Orléans.

Mihai dal canto suo è figlio di Elena di Grecia, sorella di Giorgio II e Paolo I e di Irene duchessa di Aosta; questo fa si che l’ex re sia cugino di primo grado della regina di Spagna, di Costantino di Grecia e del duca d’Aosta. Dal ramo paterno l’ex sovrano discende oltre che dagli Hohenzollern – Sigmaringen anche dalla regina Vittoria attraverso la nonna Maria (ma anche grazie alla nonna materna Sofia di Prussia anch’essa nipote di Vittoria) la quale gli ha infuso nelle vene una buona dose di sangue Romanov proveniente dalla madre la granduchessa Maria figlia dello zar Alessandro II.

 

 

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

45 Commenti

  1. EmanuelaCarolina ha detto:

    E’ la prima volta che rispondo per prima! Grazie Marina di questo articolo! alcune cose sull’ex Re Michele di Romania le sapevo, perche’ alla sottoscritta piace leggere, a seconda del periodo, altre non le sapevo e cosi’ mi acculturo un po’! Pero’ che bella confusione di titoli e di parentele, che ginepraio! qualche volta provo io con le mie parentele ed anche in questo caso e’ 1 ginepraio! spero che trovino tra altri nipoti l’erede di Michele! Au revoir!

  2. Marco ha detto:

    Che triste il sito della famiglia reale rumena!

  3. elettra/cristina palliola ha detto:

    …e a noi, quanto ci piace addentrarci in questi gineprai, perderci, ricostruire e confrontare le parentele…allora è cognato di questo e zio di quello, ma è anche nipote di quest’altro!In realtà queste famiglie detronizzate sono forse le più intrecciate tra loro e anche con le famiglie ancora sul trono. Peccato che , almeno per il momento, questa dinastia sembra destinata a un lento, inesorabile e triste declino, ma come si dice? mai dire mai…

    • luka ha detto:

      In effetti questa ricorrenza ha un alone di tristezza, dove il puzzle della famiglia reale e’ mancante di pezzi o per l’età e la malatta o per epurazioni varie!

      Oramai Margherita, oltre al marito Radu, si accompagna alternativamente alle sorelle Maria o Elena: alla morte di re Michele una scelta verra fatta!

      Molte monarchie europee sono legate a questa famiglia, compresa quella slava con Mignon e quella albanese col principe Guigliemo di Wied ( principe di Albania per sei mesi nel 1918) nipote della regina Elisabetta.
      In Anna di Parma scorre sangue sabaudo ( da re Vittorio Emanuele I) mentre sua cognata e’ Maria Pia di Savoia.

  4. ziowalter1973 ha detto:

    Urge l’ abolizione universale della legge salica!! E aggiungerei pure l’ abolizione dei matrimoni tra case reali. Per quanto mi riguarda meglio una regina piuttosto che un principe tedesco o di altro stato. Nel caso della Romania alla fine è solo un titolo ma da quel che ho capito Re Michele si è fatto un nome a livello internazionale mentre le figlie fanno altro e potrebbero continuare a farlo anche senza titolo reale.
    Se poi decidessero di far estinguere la dinastia il titolo potrebbe tornare alla casata principale. Almeno io la penso così.

  5. Michele ha detto:

    Ogni volta grazie a questo blog scopro sempre cose nuove da aggiungere alle mie conoscenze!!=) non conoscevo bene le origini hohenzollern !! comunque quello che ho letto sul suo conto il Re Michele trovo sia una persona molto distinta e molto competente,ed avrebbe potuto adempiere al suo ruolo al meglio !!!!anche l’unione con anna di borbone parma trovo sia stata ben riuscita e di grande amore !!! Quella che preferisco è pero sicuramente la Regina Maria ,donna bellissima(forse tra le più belle) che ha dato molto alla Romania!! ho avuto modo di parlarne con un amico di famiglia che ha la moglie di li ed ancora oggi sono molto grati a lei!!!
    In quanto a parentele di un certo livello direi che non mancano!! mezza europa!!!! adoro quando ci sono tutti sto rigiri=)

  6. Ale ha detto:

    anniversario molto importante, soprattutto per la romania. la casa reale è sempre stata simbolo di indipendenza e libertà. alle elezioni presidenziali del 2014 mi sembra di ricordare che entrambi i candidati avessero promesso verso la fine del loro mandato un referendum sulla forma istituzionale. chi lo sa se manterranno la promessa? ma forse la domanda centrale ora è che fine farà la casa reale dopo la dipartita di re michele?? la posizione di margherita può essere contestata dai cugini tedeschi. si accorderanno o si scontreranno? magari margherita potrebbe formalmente adottare un nipote o il figlio del cugino tedesco, staremo a vedere che succede. potrebbero far rientrare in gioco anche nicola. ora la situazione sembra un po’ incerta e confusa. è sicuro che michele I ha designato la figlia come erede, ma dopo di lei???

    https://it.wikipedia.org/wiki/Linea_di_successione_al_trono_di_Romania

    • Michele ha detto:

      In effetti e’ morto contorta la situazione e il dopo Michele Sara’ Ancora peggio!! Non sapevo del fatto Che Margareta potrebbe essere contestata! Nonostante Michele l abbia designata come sua sucessore puo essere contestata?? Cmq nel dopo Margareta oltre a far rientrare in gioco Nicola potrebbero considerare il figlio maschio della terzogenita di Michele Irina Che porta il none del nonno!!!

  7. laura ha detto:

    Ecco un resoconto dettagliato dei festeggiamenti per i 150 anni.
    Devo dire che le 5 figlie di re Michele non sembrano brillare per beltà come le 5 figlie dei Baviera che abbiamo visto nell’altro post (nonostante le gengive)

    http://royalmusingsblogspotcom.blogspot.it/2016/05/celebrating-150-years-of-romanian-crown.html

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      grazie, è un comunicato stampa che è arrivato anche a me, ma non sono riuscita a far altro che inserire le foto… oggi è stata dura, ma siamo a casa 🙂

      • laura ha detto:

        Oppsss! non mi ero accorta delle foto. Però davvero bruttine alcune delle figlie di Michele. Spero che le cose si siano sistemate con tuo padre

    • Rossella ha detto:

      Margareta, che in genere sceglie outfit migliori di questo, e Maria si salvano un po’. Ma le altre sono inguardabili, consorti compresi.
      Comunque festa di una tristezza incredibile, si vogliono evocare malamente i fasti di altre monarchie.

  8. luka ha detto:

    @Laura
    Per pura curiosità le cinque sorelle bavaresi e le cinque sorelle rumene sono discendenti delle famose sorelle Braganza figlie di re Michele I, praticamente coloro che hanno reso cugini la maggior parte dei royal cattolici europei del secolo scorso!

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      credo che sia giunto il momento di parlare delle sorelle Braganza… e di tutti gli intrecci attuali 😀 😀

    • laura ha detto:

      Mamma mia @Luka so davvero poco delle sorelle Braganza a parte Maria Jose nonna della regina di maggio. Qui ci vuole un articolato albero genealogico e poi bisogna capire come dallo stesso re Michele di Portogallo sono potute venire fuori delle bellezze come le bavaresi (nonostante le gengive) e delle signore …. un po’ meno belle come alcune delle sorelle rumene.

  9. EmanuelaCarolina ha detto:

    Buon pomeriggio! si sono curiosa di leggere delle sorelle Braganza, ma fai pure con calma Marina! e ti chiedo: tuo papa’ come sta? au revoir!

  10. laura ha detto:

    Davvero interessante leggere questa ricostruzione della monarchia rumena e del suo ruolo oggi : discorso di Margareta a Londra :

    http://royalmusingsblogspotcom.blogspot.it/2016/07/the-crown-and-modern-romania-speech-of.html

  11. alia ha detto:

    E’ morta Anna di Borbone-Parma, Regina Anna di Romania, moglie di Re Michele.
    RIP

  12. Ale ha detto:

    l’altro giorno si parlava del treno reale italiano … in romania da qualche anno c’è nuovamente il treno reale nonostante siano una repubblica
    http://www.romaniaregala.ro/jurnal/trenul-regal-de-1-decembrie-sinaia-busteni-predeal-brasov-codlea-fagaras-avrig-sibiu/
    sembra un vero e proprio bagno di folla per la famiglia reale nelle varie stazioni, tra gli ospiti c’erano anche Simeone di bulgaria e consorte e lorenz del belgio, arciduca Astria-este.

  13. luka ha detto:

    Lorenz d’asburgo era presente al recente funerale della regina Anna in rappresentanza dei belgi.

  14. luka ha detto:

    @laura
    In effetti tra Margareta di Romania e Simeone di Bulgaria gli antenati comuni sono solo i coniugi Ferdinando di Sassonia Coburgo e Antonia di Kohary, che in effetti lo sono anche di Lorenz d’Asburgo….non so cosa c’entra, pero la “casualità” ci sta… 🙂

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      LOrenz d’Asburgo fa parte del Consiglio privato una sorta di organo di reggenza della famiglia reale rumena

    • laura ha detto:

      Veramente riguardano le loro genealogie continuo a non vedere nessun collegamento. L’antenato portoghese di Lorenz non ha a che vedere con i Sassonia-Kohary e Margareta discende da Alfred figlio della regina Vittoria quindi è del lato principe Alberto non Kohary.
      Magari si tratta di un rapporto di amicizia che non ha nulla a che vedere con la genealogia.
      Sto leggendo adesso Queen Victoria’s cousins di Cristina Croft e ci sono ampie porzioni dedicate ai figli di Ferdinando di Sassonia-Coburgo Kohary che aggiunse il nome della moglie ereditiera di immense fortune in Slovakia. Non solo Clementina sposò Augusto ma anche Vittoria, sorella di Augusto, sposò il duca di Nemour fratello di Clementina : insomma un bell’intreccio tra le due famiglie : non pareva vero agli Orleans di avere trovato altri cattolici oltre i soliti Asburgo, Borbone o Braganza e per giunta dei cattolici danarosi !

      • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

        sono legati attraverso i Borbone Parma, la nonna di lui Zita era la sorella del padre della regina Anna, René di Borbone Parma e come dicevo in un altro commento Lorenz fa parte del Consiglio privato.

        • luka ha detto:

          La bisnonna di Lorenz era Maria Giuseppina di Sassonia (moglie sfortunata dell’arciduca Otto) a sua volta figlia di Maria Anna di Braganza figlia della regina Maria II e di Ferdinando Sassonia Kohary, fratello di Augusto e Vittoria quindi figli della Maria Antonia di Kohary.

          Antonia, l’altra figlia della regina Maria II e di Ferdinando di Sassonia Kohary ha sposato Leopoldo Hohenzollern Sigmaringern diventando così i genitori di re Ferdinando I e gli antenati di Margareta.

  15. Ale ha detto:

    Sono di corsissima.
    Da quello che ho letto Simeone II è stato invitato per ricordare il viaggio sul treno reale rumeno dei genitori Boris III di Bulgaria e Giovanna di Savoia nel 1934 quando su invito del re visitarono la Romania

  16. laura ha detto:

    Suppongo sempre nell’ambito di queste celebrazioni per la prima volta dal 1947 il ricevimento per il corpo diplomatico accreditato a Bucarest si è svolto al palazzo reale con Margeret come padrona di casa.
    Insomma tra treno reale, palazzo reale e ricevimenti vari io mi chiedo cosa manca alla proclamazione di una monarchia in Romania 🙂

    http://royalmusingsblogspotcom.blogspot.it/2016/12/royal-diplomatic-reception-returns-to.html

  17. Ale ha detto:

    @laura è un po’ che me lo chiedo anch’io. ci sono molti fattori che negli ultimi anni stanno dando maggiore influenza e visibilità alla famiglia reale rumena.
    anche se da un punto di vista legale la legge salica è stata abolita solo dallo statuto emesso da michele I e che lui stesso aveva chiesto che il parlamento approvasse in caso di restaurazione della monarchia, al momento mi sembra che le autorità repubblicane considerino margherita come l’erede di suo padre (anche se in contrasto con la costituzione del 1923). inoltre a luglio avevo letto che il governo sta supportando in parlamento un’iniziativa di legge per riconoscere all’interno dello stato repubblicano la casa reale e il ruolo che attualmente svolge. questa legge, pare molto voluta da margherita, oltre a concedere una lista civile riconoscerebbe anche lo statuto di michele I e quindi la successione femminile.
    a questo c’è da aggiungere che sempre a luglio il parlamento ha approvato la legge che ripristina nello stemma dello stato la corona reale di romania
    https://en.wikipedia.org/wiki/Coat_of_arms_of_Romania#/media/File:Coat_of_arms_of_Romania.svg
    nella campagna elettorale del 2014 entrambi candidati alla presidenza si erano detti favorevoli a un referendum istituzionale nel breve periodo, e subito dopo l’elezione l’attuale presidente si era recato a incontrare margherita.
    la principessa nel 2015 è stata anche eletta presidente della croce rossa rumena. se aggiungiamo che hanno riottenuto le proprietà confiscate, ricevono gli ambasciatori accreditati (quest’anno pure nel vecchio palazzo reale), viaggiano col treno reale degli anni ’30 sempre accolti dalle autorità e da centinaia di persone, rappresentano all’estero la romania e non so cos’altro. c’è veramente da chiedersi cosa manca per fare di margherita una vera regina.
    la linea di successione per quanto un po’ confusa c’è, dopo margherita ci sono le sorelle due delle quali hanno delle figlie
    https://en.wikipedia.org/wiki/Line_of_succession_to_the_former_Romanian_throne
    sinceramente credo che al momento margherita e con lei casa reale stia accumulando influenza e visibilità. le cose forse si muoveranno davvero quando verrà a mancare re michele (spero di non tirargliela) al momento molto malato. da quel momento secondo me cercheranno davvero di riavere il trono.

  18. laura ha detto:

    A me pare che nonostante il treno reale, le residenze reali etc etc , se la principessa Margherita ha qualcosa sullo stomaco non se lo tiene. Ecco una sua dichiarazione relativa ad discusso un decreto salva-corrotti emesso dal governo rumeno recentemente.

    http://royalmusingsblogspotcom.blogspot.it/2017/02/a-statement-from-crown-princess.html

    A quanto pare da giorni si susseguono in Romania proteste di piazza contro questo decreto che è stato molto criticato anche dalla comunità internazionale, dalla Unione Europea e dagli Usa (e davvero non so con quale faccia di bronzo…)

    https://www.theguardian.com/world/2017/feb/03/romanian-pm-refuses-to-withdraw-corruption-pardon-despite-protests

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi