Gli sposi di San Valentino 35 anni dopo fra luci e ombre

Sposi-San-Valentino

Gli sposi di San Valentino, ovvero Henri e Maria Teresa del Lussemburgo, festeggiano i 35 anni di un matrimonio inizialmente molto romantico che resiste ancora oggi nonostante le difficoltà e qualche crisi più o meno nota. 

Il 14 febbraio 1981, il 26enne erede al trono del Lussemburgo Henri sposava la 25enne fidanzata cubana Maria Teresa Mestre, conosciuta all’Università di Ginevra, dove entrambi studiavano Scienze Politiche. Un matrimonio storico e non solo perché celebrato nel giorno di San Valentino: Maria Teresa era la prima plebea a entrare nella Famiglia Granducale e la prima latinoamericana a sposare un erede al trono europeo. Nove mesi dopo le nozze, nasceva l’erede dell’erede, Guillaume, e poi, in successione, Felix e Louis. Nel frattempo, Maria Teresa, arrivata nel Granducato con tante idee e molta energia, lavorava alla creazione della Fondazione, che portava il suo nome e quello del marito e che, ancora oggi, realizza progetti di lotta alla povertà e di solidarietà con i più deboli. Neanche 30enne, con tre bambini, gli impegni di rappresentanza e una Fondazione da gestire, questa era Maria Teresa nei suoi primi anni a Lussemburgo. Poi qualcosa si dev’essere spezzato. Le leggende che girano vogliono che sia stata la prima delle principesse fermate in un aeroporto per un tentativo di fuga, in un’imprecisata data tra la nascita di Louis (1986) e quella di Alexandra (1991): i servizi di sicurezza le spiegarono che lei poteva andarsene quando voleva, ma i bambini no.


Nel 1992, è nato Sebastien, l’ultimo figlio, che ha completato l’immagine pubblica di famiglia solida, bella e unita. Ma l’immagine e la realtà devono essere cose distinte, se il gesto più famoso e clamoroso di Maria Teresa è stato una chiacchierata off records con alcuni giornalisti, nel 2002, in cui ha accusato la suocera di renderle la vita impossibile e di diffondere voci di infedeltà di Henri. Perché mettere in piazza difficoltà e malumori familiari? Non si è mai capito, ma Maria Teresa dev’essersi a lungo pentita, se ancora oggi cerca di ridimensionare il clamore di quelle dichiarazioni.
Quella conferenza stampa non è stato l’unico errore della coppia. Salito al trono nel 2000, il Granduca Henri ha suscitato l’indignazione dei lussemburghesi quando, alla morte della madre, nel 2005, ha cercato di vendere i suoi gioielli, per ripartire meglio l’eredità tra i fratelli. Pochi anni dopo, per convinzioni religiose personali, e su influenza della moglie, si è rifiutato di firmare la legge che introduceva l’eutanasia nel Paese, causando la riduzione dei poteri di firma del Capo dello Stato. E’ stato invece molto apprezzato il loro comportamento quando Tessy Albert, la fidanzata del terzogenito Louis, è rimasta incinta, nel 2005. In un comunicato, hanno spiegato che il 19enne principe si sarebbe assunto la responsabilità della paternità e che di matrimonio si sarebbe parlato in futuro, qualora i sentimenti della coppia lo avessero permesso (il matrimonio è arrivato pochi mesi dopo la nascita del figlio, Gabriel).

Sposi-San-Valentino3
Riassumere 35 anni di vita in comune, con 5 figli, 3 dei quali sposati (l’erede al trono Guillaume con l’aristocratica belga Stephanie de Lannoy, il secondogenito Felix con la milionaria tedesca Claire Lademacher), con gli alti e bassi di qualunque unione, è piuttosto difficile. Ma si può dire che Henri e Maria Teresa rimangono una delle coppie più affascinanti dell’aristocrazia europea. Sono prigionieri di un’immagine romantica, manco fossero figurine di Peynet, ma, a leggere i forum e gli articoli più smaliziati, il loro matrimonio è molto più interessante, con scontri causati dalle loro forti personalità, con porte sbattute, periodi di gelo e appassionate riconciliazioni. Nei forum del web, i lussemburghesi raccontano delle libertà che Henri si concede e delle scenate di Maria Teresa, che si consola con alcol e cibo; i giornali meno legati al potere e alla Chiesa rivelano quella volta in cui il divorzio fu fermato solo dalle lacrime di Alexandra, del carattere autoritario di Maria Teresa, che rende difficile la convivenza, dell’imperturbabilità di Henri, che lascia sfogare la moglie e fa comunque la sua vita. Negli atti pubblici, i gesti di lui, più di quelli di lei, raccontano lo stato del loro matrimonio.

Gli sposi di San Valentino, alti e bassi

Un post apparso tempo fa su royaldish racconta la loro unione con più realismo, tralasciando il miele che in genere li accompagna. “Qualunque cosa sia successa nel periodo della conferenza stampa con i giornalisti, nel 2002, ha cambiato Maria Teresa. In quel periodo ha annullato diversi viaggi ufficiali con Henri all’ultimo minuto. Guardate le sue foto a Wimbledon o al 50° Giubileo della Regina Elisabetta e non la vedrete al meglio. Dicono avesse crisi di nervi. Poco dopo, ha trasformato il suo aspetto, anche con un’evidente operazione al seno e chirurgie plastiche. Ha iniziato a indossare vestiti tagliati male e unghie finte (vedi il matrimonio di Felipe e Letizia). Sembrava davvero in crisi. Forse per i presunti affair di Henri? Nell’intervista per i 25 anni dalle nozze, disse che il matrimonio era ‘un viaggio interessante’, un tono molto diverso da quello delle prime interviste. Adesso mi sembra apatica anche verso il suo ruolo di Granduchessa: accompagna o meno Henri quando vuole. Per esempio, è stata alle Olimpiadi di Londra un paio di giorni, poi è scomparsa, mentre la famiglia è rimasta. Per me è strano. Dov’è andata? C’è chi dice che abbia un appartamento a Parigi, se è vero non abbiamo immagini. E Henri sembra vivere la sua vita, con o senza di lei”. E’ un po’ quello che sta succedendo in questi ultimi mesi, in cui i Granduchi hanno condiviso solo tre atti ufficiali e i loro gesti pubblici sono stati piuttosto distanti.
Dopo tanti anni di matrimonio, tutte le coppie raggiungono un modus vivendi, probabilmente anche Henri e Maria Teresa hanno raggiunto il loro, lontano dall’immagine edulcorata venduta dalla Corte, condizionato dalla loro posizione sociale e dalle loro convinzioni religiose e, probabilmente, molto più vicino a quello di tante coppie borghesi che non si muovono più nella stessa direzione e però hanno interessi, figli e, perché no?, un lontano affetto in comune. La realtà è sempre meno rosa di quanto vorrebbero gli uffici stampa delle Case Reali, ma è quasi sempre più appassionante e interessante.

Un documentario sugli sposi di San Valentino

Per celebrare i 35 anni di matrimonio dei Granduchi, la tv lussemburghese RTL manderà in onda il 14 febbraio 2016, alle ore 18.15, il documentario KINNEKSKANNER – Ee Joer am Liewe vun der groussherzoglecher Famill (Un anno nella vita della Famiglia Granducale); il programma sarà visibile in streaming anche sul web, su rtl.lu, senza restrizioni geografiche. Lo cura Deborah Ceccacci, un cognome italiano e da 5 anni giornalista a RTL. Dato il suo italiano perfetto, abbiamo fatto una chiacchierata su skype, per conoscere il dietro le quinte del documentario.

Come è nata l’idea del documentario e come l’ha accolta la Cour?

L’idea è nata dopo aver intervistato Guillaume e Stephanie, tante persone mi chiedevano com’erano realmente, che impressione mi avevano fatto. Anche qui in Lussemburgo non conosciamo bene la nostra Famiglia Granducale, così ho pensato a questo progetto, per raccontare come vivono e come sono. Quando ho presentato l’idea alla Casa Granducale, l’hanno apprezzata subito, credo che avessero anche loro il desiderio di dimostrare com’è davvero la famiglia.

Avete avuto dei vincoli o divieti sulle cose che potevate fare in quest’anno trascorso con la Famiglia?

In realtà no, hanno accettato tutte le idee che io ho presentato e la mia idea principale era raccontare il dietro le quinte, cosa succede oltre gli atti ufficiali, che sono quelli in cui siamo abituati a vederli. Mi hanno permesso di effettuare riprese durante le vacanze a Cabasson e nei loro momenti privati, non ci sono stati no.

Come si ottiene la spontaneità davanti alle telecamere?

Questo è stato il passaggio più difficile, ovviamente c’è voluto del tempo, per loro e per noi, dato che non ci conoscevamo. Per loro è stato difficile abituarsi a noi, ma credo che a un certo punto abbiano iniziato a considerarci come parte della loro vita quotidiana e quasi non ci facevano caso. Mi sono accorta di questo quando, durante una conversazione, la Granduchessa ha chiamato il marito con il soprannome che usa in privato, poussinet (pulcino in italiano).

Che idea avevi della Famiglia Granducale prima e che idea ti sei fatta dopo il documentario?

Per me, come per la maggior parte dei lussemburghesi, erano un mistero, non avevo idee precise. Avendo passato un anno con loro, penso siano una bella famiglia, che ha davvero voglia di essere conosciuta, penso ci abbiano preso gusto! Sono stati molto disponibili e gentili con noi.

Dei Granduchi si legge spesso che, al di là dell’immagine di coppia molto unita, in realtà abbiano un matrimonio piuttosto movimentato, con molto temperamento, che impressione hai avuto?

Mi sono sembrati una coppia molto unita e felice, ogni volta che eravamo con loro erano molto affettuosi, complici; la Granduchessa ci ha detto di essere innamoratissima del marito, come se fosse il primo giorno che lo ha conosciuto. Non ho affatto avuto l’impressione di un matrimonio difficile.

E cosa puoi dire di Guillaume e Stephanie, leggo spesso lamentele perché si vedono poco a Lussemburgo

Sì, è vero, li abbiamo visti molto poco. Loro tendono a proteggersi, a stabilire il limite tra pubblico e privato. Stephanie ha avuto difficoltà di adattamento, ha dovuto imparare la lingua, accettare il passaggio da cittadina privata a personaggio pubblico e non è stato facile. Ma adesso si è assestata e inizia a uscire di più, anche da sola. Pochi giorni fa è stata nominata presidente del MUDAM, il Museo d’Arte Moderna, è un passo avanti per la sua agenda personale.

Nei trailers si vede il Granduca Henri dirigere un’orchestra. Come è successo?

Questa è una grande esclusiva che abbiamo e te la racconto in anteprima: l’anno scorso, il Granduca ha compiuto 60 anni e la Granduchessa gli ha regalato la possibilità di dirigere un’orchestra, che è sempre stato uno dei suoi sogni di bambino.

Ma che bel regalo! Maria Teresa sembra molto attenta ai dettagli!

Assolutamente sì, è una donna molto attenta!

Un aneddoto divertente, qualcosa che ti abbia colpito durante quest’anno trascorso con la Famiglia?

Noi lussemburghesi parliamo molte lingue, francese, tedesco e lussemburghese… Ma non contemporaneamente! Invece la Famiglia Granducale le parla tutte e riesce lo stesso a interagire! E’ successo a Cabasson, in Francia, dove passano le vacanze estive: Felix e Claire parlano in inglese, Tessy e i suoi bambini in lussemburghese, Henri e Maria Teresa in francese e parlano e comunicano tra di loro in tutte queste lingue, senza preoccuparsi di chi sta parlando in quale lingua. E’ stato divertente assistervi.

Laura Cardia

Grazie ancora una volta a Laura Cardia che ci ha regalato questo interessante excursus nelle vicende lussemburghesi e per chi volesse saperne di più ecco gli altri post sulla famiglia granducale.

Matrimoni e diademi

La granduchessa Charlotte eroina di guerra

Le nozze dell’erede al trono/1

Le nozze dell’erede al trono/2

Le nozze del principe Felix

Le ultimissime foto del granduca Henri e della moglie in occasione del 35 anniversario di matrimonio, le nozze di rubino, e prima che me lo chiediate si, in Lussemburgo l’uso di photosphop è consentito dalla legge.

Sposi-San-Valentino-8

Sposi-San-Valentino-7

copyright foto: Getty, PPE, sito della famiglia granducale

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

72 Commenti

  1. elettra/cristina palliola ha detto:

    Questa coppia sembra proprio confermare che l’amore non è bello se non è litigarello. Post delizioso @Marina e@Laura Cardia!
    Insomma una coppia come molte, dove, ci sono piccoli dispetti, ripicche, qualche broncio, qualche urlo e qualche porta sbattuta. Mi ricordo gli anni della famosa intervista, in cui M.Teresa cominciò a ingrassare in modo vistoso, e aveva lo sguardo spento…si parlava di depressione, di cattivissimo rapporto con la suocera, di incomprensioni, di infedeltà . Anche in questo caso, molto si deve essere ricordata la povera Diana che per tutte le volte che è stata nominata, chissà quanto si è rigirata nella tomba! Si devono essere presi gli opportuni provvedimenti, non so in quale forma…la suocera, che sinceramente non mi sembrava tanto pessima,( ma non si può mai dire) stavolta ci ha pensato il buon Dio…… per tutto il resto, non so. Da quello che @Laura Cardia scrive, sembra che si siano trovate delle soluzioni e , in questo caso, non ci sono esempi da seguire, ma ogni coppia deve trovare la sua strada, il suo modus vivendi. L’importante è saper trasformare di giorno in giorno il rapporto e non farsi divorare dalla noia e dall’abitudine che è sempre in agguato; sembra che i Granduchi ci siano riusciti. Insomma non sembrano una coppia stanca e se infedeltà – reciproche molto ben protette – ci sono, evidentemente sono terapeutiche o forse sono solo minacce di corna, senza conseguenze e senza obbligatorietà…In questo blog, scrivono e commentano molti giovani, che forse e non sempre, hanno vissuto solo qualche convivenza, ma vi assicuro che molti anni di matrimonio, sono proprio così e questo significa che il rapporto è ancora vivo e che c’è ancora molto interesse tra i due

  2. laura ha detto:

    Ho trovato questo articolo del 2002 che raccolta la conferenza stampa
    Se non ho mal compreso Maria Teresa pochi giorni prima della festa nazionale avrebbe convocato 15 giornalisti dicendo che il giorno dopo avrebbe fatto una dichiarazione importante ma che loro dovevano tenere il segreto (sulla conferenza del giorno dopo o su quello che avrebbe detto ? piuttosto strano questo comportamento.) Poi avrebbe parlato piangendo per una ora e mezza e dicendo della suocera etc. etc.
    Il granduca era presente all’inizio della conferenza e si è poi allontanato. Ma se Herny sapeva di questa conferenza stampa e vedeva che la moglie era evidentemente sotto stress in preda ad una crisi di nervi come mai non ha cercato di impedirle di fare queste dichiarazioni tanto gravi verso la propria madre ? Insomma se le cose sono andate così mi pare che la grande gaffe è stata di entrambi !
    Oltretutto la granduchessa madre era all’epoca ammalata di cancro e infatti è morta qualche anno dopo, insomma da parte di figlio e nuora mi pare che c’è stato un comportamento vergognoso.

    http://archives.lesoir.be/tempete-au-palais-grand-ducal-luxembourg-depuis-plusieu_t-20020622-Z0M00R.html

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      interessante, specie il passaggio in cui dicono che il granduca ha avuto rapporti freddi con i genitori e che la madre non lo stimava molto… forse alla luce di questo la tentata vendita all’asta dei gioielli non appare un fatto tanto strano

      • Laura C ha detto:

        Non ho mai saputo se credere a questi passaggi dell’articolo di Le Soir (il più completo che si trova su Internet e su cui si basa anche un analogo articolo del Corriere), soprattutto per come poi Maria Teresa ha tentato di smentirli. In realtà è tutta la storia della conf stampa, come molte altre cose, che è piuttosto misteriosa e poco chiara. Non sono neanche sicura della presenza di Henri, che i media lussemburghesi non citavano e che non ha alcun senso: questo arriva, dice che sostiene la moglie e quello che dirà e poi se ne va… ha un senso?! A volte credo che i tradimenti di Henri fossero cosa risaputa nel Granducato e che Maria Teresa abbia sempre, in qualche modo, ricattato il marito, con minaccia di scenate e scandalo, e penso che questa conferenza stampa sia stata una sorta di prezzo che lui ha dovuto pagare per tenerla buona, dato che le voci di una sua relazione con Lydie Polfer, il ministro degli esteri adesso sindaco di Lux, erano ‘tracimate’ anche sulla stampa tedesca. In un forum ispanico c’era una tipa, vari anni fa, prima ancora che io lo scoprissi, che aveva stretti rapporti con il Lussemburgo e che sosteneva che Maria Teresa era una donna rancorosa e vendicativa, che avrebbe fatto qualunque cosa per mantenere la sua posizione sociale (vista la conf stampa non so se darle torto). Secondo me molto del suo protagonismo è una sorta di patto: tu fai la star e ti credi la più bella del reame e io mi faccio i cavoli miei e mi lasci in pace (e farsi i cavoli suoi non deve per forza implicare tradimenti, da quello che loro stessi raccontano, hanno interessi e passioni diverse, per cui può essere anche seguire i propri interessi in santa pace). E’ il modus vivendi di cui parlavo, l’equilibrio raggiunto dietro la facciata, la pace dopo un amore che dev’essere stato molto intenso, visto che lui non ha mollato fino a quando non gli hanno dato il permesso di sposarla, e che poi, si suppone, non è cresciuto nella stessa direzione

  3. michele ha detto:

    Grazie per questa interessante intervista e documentario molto carino:) Mi hanno sempre dato l’idea di una famiglia molto unita tenuta saldamente da maria teresa!! Buon anniversario granduchi!!

  4. Ale ha detto:

    molto molto interessante! per niente banale, sono sempre curioso dei dietro le quinte. brava @laura cardia! 😀
    si sa già in che lingua sarà il documentario? se è comprensibile magari lo guardo. quelli britannici di questo tipo mi sono piaciuti un sacco.
    sulla spiaggia di cabosson ci sono andato un paio di volte in gommone quando ero bambino (noi andiamo molto vicino al mare), è un luogo meraviglioso. la villa è subito sopra la spiaggia che se non sbaglio pur essendo pubblica si può raggiungere solo via mare. una delle due volte sulla spiaggia c’erano anche gli abitanti della villa, che da un paio d’anni ho scoperto essere dei granduchi, chi lo sa probabilmente erano loro o qualcuno della famiglia. non lo saprò mai perché io all’epoca pensavo solo a giocare e i miei non riconoscono di sicuro i sovrani del Lussemburgo, sappiamo solo che erano della villa perché all’ora di pranzo un domestico li ha chiamati a tavola.

    • Laura C ha detto:

      In lussemburghese, Ale, anche nei trailers parlano lussemburghese. Ci fossero almeno i sottotitoli in francese, per capire il senso, però no, una sfortuna! 😀

  5. Maria Paola ha detto:

    complimenti a Laura Cardia e a Marina, articolo molto interessante! La conversazione su skype con la giornalista che ha curato il documentario dimostra secondo me che a volte i pettegolezzi superano molto la realtà (se fossero vere tutte le voci malevole sul loro matrimonio, non credo che la Granduchessa chiamerebbe ancora suo marito “pulcino”).
    Poi, nonostante l’evidente intervento di photoshop, le 2 foto per i loro 35 anni mi piacciono moltissimo, lei in ogni caso appare molto dimagrita. Mi piace soprattutto la foto in bianco e nero. Henri secondo me è sempre stato un uomo bello e intrigante ed è rimasto tale 🙂

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      non credo sia dimagrita, penso sia photoshop

    • Laura C ha detto:

      Le foto sono posate, Maria Paola. 🙂 Negli ultimi mesi, da settembre, i Granduchi hanno condiviso 3 atti soltanto, in due di questi non ci sono foto in cui li si veda insieme, solo all’arrivo e all’uscita e nel terzo atto ci sono video in cui si rivolgono la parola solo in presenza delle telecamere. Sono entrambi molto attenti all’immagine, ma, come dicevo tempo fa a Elettra, bisogna guardare il linguaggio corporale di Henri, più sincero di quello della moglie; è da marzo-aprile 2015 che il Granduca non si fila la moglie, ci sono atti ufficiali della scorsa primavera in cui lui era molto affettuoso, rideva alle sue battute, la cercava con lo sguardo, la toccava quando le parlava, ecc Dal ritorno alle vacanze qualcosa è cambiato, hanno rivoluzionato la struttura della Cour, facendo fuori il Maresciallo e il Capo della Comunicazione, hanno annunciato che lei non avrebbe accompagnato più lui nei viaggi all’estero in aereo perché ha paura di volare (a 59 anni…) e hanno iniziato ad avere atti sempre separati, insieme solo 3 da settembre a gennaio. Qualcosa sta succedendo, secondo me 😉

  6. Marilena Lelli ha detto:

    35 anni di matrimonio…tanti quanti i miei. Dovevo sposarmi lo stesso giorno ma fui costretta a rinviare per gravi famigliari.Ricordo le foto sui giornali di allora degli sposi di San Valentino : erano davvero una bella coppia.Credo che, proprio vedendo il loro matrimonio, sia nata in me (allora laureanda in storia ) la passione per le famiglie reali.
    Ora mi sembrano una coppia di mezza età …serena e ben assortita. In 35 anni si cambia, si cresce insieme e, lo dico per esperienza personale , si impara a tollerare i difetti dell’altro. Per me è stato così e penso lo sia stato anche per gli sposi di San Valentino.
    Grazie a Marina e a Laura per questo interessante post.

  7. elettra/cristina palliola ha detto:

    Sì, insomma questo dietro le quinte, non fa che confermare che questi Granduchi sono una coppia normale …chiaramente se per normalità, si intendono le discussioni e le amarezze e anche la poca stima che ci possano essere tra genitori e figli, molto più diffusa di quello che si crede, le stilettate e le gelosie reciproche tra suocera e nuora che molto possono nuocere al matrimonio. Sinceramente a me Josephine-Charlotte non sembrava tanto pessima , sia come madre che come suocera, ma si sa che le apparenze ingannano e se una giovane donna si espone tanto con la stampa, ,con dichiarazioni all’acido, e il marito la lascia fare, evidentemente qualcosa di vero ci deve essere stato…non so, @Laura se il comportamento di Henry e MT, è stato vergognoso, un rapporto, specialmente quello tra madre e figlio si costruisce in una vita e non è che perchè uno è malato, in fin di vita o morto, diventa improvvisamente santo; le responsabilità che ha avuto, restano e si sa che i figli sono giudici implacabili che raramente conoscono il perdono………sarebbe interessante sapere oggi, lei, M.Teresa, che razza di suocera , è…in genere si tende a replicare, il modello avuto, però devo dire che tutto sommato, con tutte le sue teatralità, con tutto il suo narcisismo, con tutte le sue fisime,mi sembra ancora il personaggio più interessante di tutta la famiglia granducale, quella che coagula la famiglia. Famiglia, quella costruita insieme a Henry, anche questa molto normale, come tante famiglie che vediamo anche intorno a noi. …e con 5 figli, c’è di che scegliere!…chi ha o ha avuto problemi comportamentali, chi diventa padre a 19 anni, chi non ha voglia di studiare, chi è introverso, forse schiacciato da tanta madre…insomma molto di quello che si vede in giro
    Ma al contrario di quello che di solito succede, cioè che la normalità porta ineluttabilmente anche alla banalità, questi granduchi, non sembrano affatto banali, anzi sembrano quasi trasgressivi, almeno per il loro status sociale…confesso che hanno stimolato la mia curiosità e sarà interessante scoprire questa voglia di eclissarsi di Henry, e questi misteriosi viaggi /fughe di MT

  8. luka ha detto:

    Crisi, liti, fughe e tradimenti ma alla fine dopo trentacinque anni sono ancora insieme a salvaguardare, spero, il ruolo che il destino e la fortuna gli ha assegnato!
    Come dettto in altre discussioni principesse e principi hanno dei doveri, non sono solo gioielli e lustrini ma anche responsabilità e amore per il proprio paese (non come la confusa Charlene).

    Come dice @elettra forse i cinque hanno risentito della situazione ed ognuno sta reagendo a suo modo: la giovane Alessandra sembra ancora incastrata tra le sottane della mamma….ci vorrebbe un Henry del Galles per “accenderla” un poco! 😉

    • tody ha detto:

      Ho l’impressione che Henry abbia una vasta scelta e non è un bacchettone come nelle famiglie belghe lussemburghesi (con le dovute eccezzioni).

    • michele ha detto:

      Non male come coppia

    • elettra/cristina palliola ha detto:

      @Luka ….anch’ io credo che il nostro focoso principe rosso saprebbe accendere la dolce e timida Alexandra, ma c’è un ma…Alexandra è cattolica e Harry dovrebbe rinunciare ad essere il numero 5, nella lista degli aventi diritto al trono, come è stato per il prozio Michele di Kent che ha sposato una cattolica. Fino a che ci sarà questa regola, Harry, non si può permettere di farlo, essendo l’unico fratello di William!
      Vedo e prevedo un lungo zitellaggio per la graziosa principessa lussemburghese! poi magari è lei che non si dà da fare, perchè ha paura del cambiamento, perchè vicino a mammà si sente protetta, perchè, perchè, perchè….va a sapere! oltre alle due yorkette, che sono cugine di primo grado di Harry,Teodora di Grecia e nipotine newyorkesi, Alexandra è quella che in questo momento è la più affidabile, come futura moglie

      • Dora ha detto:

        @elettra
        no, la legge di successione è stata cambiata. adesso escono dalla linea solo se si convertono al cattolicesimo.
        mi pare che micheal sia stato reintergrato e con lui i figli dei gloucester sposati con cattolici quindi
        SI PUO’ FARE!!! XD
        https://www.youtube.com/watch?v=EdyhDywdqb4

        • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

          i figli dei Gloucester sono sposati con protestanti, i figli dei Kent semmai. ad ogni modo io ancora non ho chiaro che casino hanno fatto https://en.wikipedia.org/wiki/Succession_to_the_British_throne

          • michele ha detto:

            Quindi ad oggi un principe inglese puo’ sposare una cattolica senza problemi? O lei deve covertirsi? Cmq alexandra da l’idea di essere una ragazza molto per bene ,un po’ sulle sue per niente modaiola ,una ragazza che potrebbe far davvero bene ad harry!!

          • laura ha detto:

            Dal 2015 è stato tolto il divieto alle nozze con i cattolici e infatti quelli che erano stati esclusi per questo motivo sono stati reinseriti nell’ordine di successione : George Windsor Earl of St.Andrew e il principe Michele di Kent. Restano invece esclusi i cattolici come Nicholas Windsor uno dei figli del duca di Kent.
            Insomma fanciulle : non ci sono limiti confessionali a chi vuole dare la caccia a Harry !

  9. tody ha detto:

    Non si può pensare di sposare un principe, appartenente ad una classe sociale superiore e pensare di essere trattati da pari, è puro delirio. Queste monarchie ormai non fanno più la storia ma sono solo decoro, sono degli alto borghesi coronati, per il lussemburgo vale la stessa regola che per Svezia, Spagna. Si può dire la stessa cosa dell’Inghilterra, è noto che il principe Filippo è stato un tombeur des femmes finchè ha potuto, così come il marito della regina di danimarca. L’unica coppia vera è quella olandese l’eccezione che conferma la regola. Diceva l’avvocato agnelli che certi sentimenti sono solo per la working class, per le classi sociali superiori dove tutto si mescola con l’interesse personale i contorni si fanno sbiaditi la falsità legge.

    • Pellegrina ha detto:

      Anche i norvegesi, forse?
      E pure Carlo e Camilla, direi.
      L’infedeltà coniugale sistematica non ha nulla a che vedere con lo strato sociale. Se mai la disponibilità economica rende più facile la logistica e più complesso, ma non impossibile, la sincerità (vedi appunto Carlo e Camilla).

  10. elettra/cristina palliola ha detto:

    Scrivo qui per non finire fuori dallo schermo, @Marina e @Dora. In attesa di chiarimenti su una possibile unione tra Alexandra e Harry, parliamo un po’ di questa principessa
    Insomma Alexandra è graziosa, ha tutte le carte in regola, sembra anche di mite carattere, non capisco perchè sia del tutto ignorata. Diciamo pure che tra quelle nominate prima, è la più papabile.Se devo essere sincera, oltre a essere timida mi sembra anche infelice o triste, e , infatti, credo che sia più lei a evitare la vita mondana che poi è quella che mette in luce e farebbe ricordare che al mondo, che lassù, nel piccolo e ricco Lux, , c’è anche lei! Non dico mondanità di quelle esagerate per una di sangue blu, da attrice o cover girl, ma una così, un po’ soft, una scuola, una associazione, una gara sportiva, distribuzione di pacchi dono negli asili, a Natale. PERSINO una sfilata di moda! Credo che la ragazza, come unica femmina sia davvero soffocata da MT, che vuole il controllo su tutto e non perdere la sua, di visibilità! Invece dove la porta mammà? In Vaticano, alle riunioni con l’Opus Dei…ma la vuole suora?….o pensa che ancora oggi, i matrimoni principeschi si possano combinare a tavolino?

  11. Laura C ha detto:

    Alexandra non mi ha mai dato l’idea di essere triste e spenta. Anzi, la vedo sempre sorridente e gentile, al matrimonio di Guillaume era damigella d’onore, era piuttosto in carne in quel periodo, vestita male, ma sempre sorridente, divertita, si scambiava spesso battute con l’altra damigella e, nonostante le avesse vestite il loro nemico, erano molto carine. Alla festa per le nozze d’argento dei genitori e alle olimpiadi di Londra non mollava mai il padre (e te credo per i 25 anni Henri era davvero fascinosissimo, anch’io non l’avrei mollato un secondo un padre così!) e in varie foto la si vede abbracciata a lui (c’è una sequenza, a Londra, dove lei e Guillaume devono farsi qualche battuta scherzosa e poi lei cerca rifugio nelle braccia del padre, facendo la faccia da bambina, mentre Guillaume e Henri ridono). E’ evidentemente molto più legata al padre che alla madre, come penso sia naturale, essendo l’unica figlia con 4 fratelli e arrivata dopo 3. A Lussemburgo ha vari atti da sola ed è sempre molto carina, disinvolta, gentile, per niente intimidita. Ha avuto un’educazione cattolica (ma questo non vuol dire essere bigotti e tristi, anch’io l’ho ricevuta e ho idee che creerebbero qualche problema alla Chiesa), non dev’essere stata molto brillante a scuola, come tutti i fratelli (l’hanno spedita in un’oscura università cattolica della provincia americana), ha una madre dall’ego piuttosto sviluppato e questo spiega anche la predilezione per il padre, oltre al fatto di essere l’unica figlia; veste piuttosto male, come tutte le principesse del Benelux, a volte sembra che non guardi né l’armadio, né lo specchio né il suo corpo, la salva il viso, davvero grazioso. Per me è anche la principessa più bella della sua generazione (è l’unica bella dei figli dei Granduchi) e meriterebbe maggiore attenzione dalla stampa, ma da noi non si esce da Windsor-Grimaldi con rare eccezioni per la Spagna, il resto è “ma qui non li conosciamo” (e continuiamo a non volerli conoscere, nonostante le cose divertenti che succedono anche in Scandinavia o nel Benelux).
    A Londra, probabilmente, hanno bisogno di un principe che si innamori di una cattolica per risolvere questa discriminazione e ho sempre pensato che la soluzione potrebbe essere all’olandese: la sposa mantiene la propria religione e i figli vengono educati in quella anglicana, sarebbe una soluzione ‘laica’, rispettosa delle convinzioni personali degli sposi e adeguata al XXI secolo. Harry e Alexandra sarebbe divertente, anche solo per vedere Henri entrare a Westminster al braccio dell’unica figlia che porterà all’altare (MT ne porta 4, ma il livello sociale di un eventuale matrimonio a Londra sarebbe imbattibile) e vedere la faccia di Maria Teresa (ci fosse stata pure Lady D sarebbe stato un epico duello tra le due a chi rubava di più le telecamere). Ma in realtà non mi immagino Alexandra a Londra con Harry, me la immagino più facilmente con qualche principe/milionario tedesco o di area Benelux, per una vita più discreta e indipendente, però sarebbe divertente se succedesse.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      Bella disamina, non l’avevo mai guardata sotto questo punto di vista, e concordo però che potrebbe dare di più sotto molti punti di vista. Alle volte pare non abbia ne’ consapevolezza di se’ ne’ chi la consiglia… Spesso con le madri non è facile, con una come MT anche peggio visto che lei secondo me predilige i maschi (come Mary di Danimarca e non dite che non è vero, e evidentissimo). Ricordo le nozze del fratello e davvero era vestita da uno che evidentemente la odiava e aveva anche l’ascella pezzata che, voglio dire, basta mettere l’apposito adesivo che vendono in tutti i supermercati. Non so ma in generale i Lux mi hanno sempre lasciata perplessa, tutti sorridenti,lucidi, ben pettinati, devoti cattolici, sposati comme il faut (almeno tre dei cinque fratelli) ma un sottofondo latente di ipocrisia.
      Il top credo lo raggiunse PdV nei primi anni ’80 quando Jean il gemello di Margaretha si sposò con la prima moglie una ‘plebea’ francese ma uscita magna com laude dall’Ena la super scuola della politica e della diplomazia francese. Bene l’ineffabile rivista pubblicò ampio servizio sulle nozze in bianco e in chiesa ma la figlia primogenita della coppia che aveva già qualche mese non venne mai citata. Comparve solo al battesimo del fratellino minore qualche tempo dopo.

    • michele ha detto:

      Grazie @laura per il bel quadro su alexandra!! Sono convinto anche io che dovrebbe essere più messa in risalto dalla stampa! È molto carina e puo’ avere del potenziale da sfruttare !!

    • tody ha detto:

      Queste disquisizioni sulla bellezza mi sembrano esagerate il matrimonio con harry non si farà mai semplicemente perchè può avere di meglio e lei è abbastanza ricca da scegliere ch gli pare.

  12. Laura C ha detto:

    C’è un adorabile proverbio spagnolo, Marina, che dice dime de que presumes y te diré de que careces (Dimmi di cosa ti vanti e ti dirò cosa ti manca). I Lussemburgo mi fanno sempre pensare a questo: MT e Henri come fidanzatini di Peynet, le foto familiari in cui sono unitissimi, felicissimi, sorridentissimi, gli atti pubblici in cui il più infelice ha un sorriso a 45 denti… quando tutto è perfetto e viene ostentato, c’è per forza qualcosa che non va! 😀 Sono una delle famiglie che mi attraggono di più, data la mia passione per le telenovelas (nate a Cuba, tra l’altro, per cui Maria Teresa le ha nel sangue! 🙂 ), ma sono d’accordo con te sul fatto che danno l’impressione di essere una delle più ipocrite, per il perbenismo cattolico. Ed è un’ipocrisia che viene facilmente smascherata. Su FB e nei forum, sotto le foto ufficiali per questi 35 anni, davvero ridicole, visto lo stato del matrimonio, ci sono le prese in giro dei lussemburghesi, tipo “ah ma sono ancora una coppia?”, “ah facciamo gli auguri?”, “ma lei festeggia a Parigi?”. Come ho letto su cotilleando, finisce per essere più onesto il comportamento di Juan Carlos e Sofia, che appaiono insieme solo agli eventi istituzionali, fanno le proprie vite e tutti ormai sanno.
    Volevo dire una cosa a Elettra, che trova Maria Teresa il personaggio più interessante della famiglia. Per me non lo è per niente, è la classica attention whore, moglie di un sovrano che crede di essere lei la star: lei e Lady D sono state le prime, poi sono arrivate Mary e Maxima. Per me il personaggio più interessante della famiglia è Henri, alto, algido, imperturbabile, impeccabile, nasconde tutto un mondo e dev’esserci per forza qualcosa che lo accende; per l’utente (maschio) di un forum che frequentavo e che aveva la mia stessa impressione, erano gli affari torbidi del Granducato, era l’epoca dello scandalo dello spionaggio e ci divertivamo a fare ricerche, perché avevamo scoperto il lato debole del Granduca; io sono una ragazza e mi diverto a pensare più a cose sentimentali, non necessariamente storie di corna, ma cose legate alla sfera emotiva. Trovo che i misteri di Henri siano più affascinanti delle piazzate di Maria Teresa.

    • elettra/cristina palliola ha detto:

      Può darsi @Laura C, che come dici tu, sia più intrigante scoprire Henry, che lavora sott’acqua, che capire MT che è chiara come il sole e non si risparmia le sceneggiate. Del resto anche nella coppia Carlo-Diana alla fine, abbiamo scoperto che era lui, il più interessante
      Per quanto riguarda la visibilità tutte, nessuna esclusa, le principesse e regine borghesi si sentono molto più fighe (si può dire?) e “sovrane” dei mariti…quella che è stata più in ombra, forse è stata Sonia, ma anche perchè è stata la prima e ha tirato il collo per 10 anni e quando è arrivata, non ha mai avuto nessuna ad oscurarla, visto che , per sua fortuna, non ha dovuto sopportare alcuna suocera. Per quanto riguarda Alexandra, la marcheremo stretta, per il futuro, però non è detto che siccome si mostra sorridente e complice con il padre, sia poi, così felice…io un velo di disagio glielo vedo e anche il fatto che ingrassa e dimagrisce, mi sembra un urlo, in cerca di aiuto…tra l’altro anche il fratello più piccolo è molto ingrassato, nelle ultime foto. Va bene , la tendenza costituzionale che viene da MT, ma quando i cambiamenti sono repentini, gatta ci cova, seppure concordo con @Marina che MT, preferisce i maschi. Anche mia suocera era così e fino a quando ha insegnato faceva delle ingiustizie plateali, tra alunni e alunne, e le ha fatte anche con i miei figli, gli unici due nipoti che ha avuto e a me faceva una rabbia da non credere, tanto che al suo funerale, mi è dispiaciuto che non potesse vedere che mia figlia c’era, e mio figlio, dato che era all’estero, molto lontano, e non avrebbe potuto tornare, era assente..bon , piccolo OT!

      • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

        arghhhh non mi dire così, io ho patito alle medie a spesso anche al liceo le prof. che adoravano i maschi e alle femmine facevano prendere un colpo (tipo una di lettere che adorava il tipo che stava di banco dietro a me e era pessimo nei compiti in classe di letteratura ma prendeva sempre voti più alti dei miei, anche se nel complesso il giudizio dei miei temi era positivo, dei suoi no). ma allora non me le sognavo, esistevano davvero… che rabbia. atteggiamenti di questo tipo e anche le simpatie smaccate e non controllate – oltre in alcuni casi la incapacità a relazionarsi con gli alunni – mi hanno fatta decidere a non insegnare. è umano avere preferenze ma diamine se sei adulta/o ti devi controllare.

  13. Lavinia ha detto:

    Grazie @Marina e @Laura C interessantissimo post, conoscevo questa coppia e come si erano sposati ma non tutti questi dettagli! Miavevano sempre dato l’impressione di essere affiatati e invece… Evidentemente in Lussemburgo, come anche altrove, puntano molto sull’apparenza. Alla luce di ciò inizio a pensare anch’io che siano un po’ ipocriti… Le ultime foto li ritraggono come l’emblema della felicità e dell’amore coniugale!
    Adesso mi hanno proprio incuriosito, voglio documentarmi!

    Per quanto riguarda la coppia Harry-Alexandra io sono un po’ perplessa… Alexandra é carina ma mi sembra sempre un po’ slavata, forse, come dite voi, bisogna solo trovare il modo di valorizzarla.

    Davvero Mary ha una predilezione per i figli maschi?? Io non lo avevo mai notato…

    • Laura C ha detto:

      Io neanche. Maria Teresa ha predilezione per chiunque abbia sotto le mani quando c’è una telecamera accesa, per mostrare quanto è affettuosa e amorosa 😀 Bacia e abbraccia tutti i suoi figli, magari avrà una predilezione per Guillaume, per essere il primo e per di più maschio. Però, onestamente, io non ho mai notato predilezione per nessuno dei suoi figli; ho letto che è gelosa di Alexandra, per essere giovane e bella e perché le può togliere protagonismo, ma in pubblico sono sempre molto carine, in pubblico MT è adorabile con tutti

    • Laura C ha detto:

      Solo per aggiungere che secondo me Henri e Maria Teresa continuano a essere affiatati. Juan Carlos e Sofia si detestano proprio, dicono che il re non può neanche vedere la moglie, perché non la sopporta, ed è complicato farli apparire insieme in atti pubblici (che sono ormai pochissimi).
      Henri e Maria Teresa devono aver raggiunto uno statu quo, non la pace dei sensi, ma una sorta di accordo; magari per qualche tempo ci hanno anche provato, hanno pure lottato come matrimonio (più lei di lui di sicuro), ma per me hanno ormai rinunciato, mantenendo la stima, gli interessi dinastici e gli obiettivi comuni, lui le dà la soddisfazione di fare la star e vendere la famiglia felice, lei gli dà la sicurezza di non avere più rotture di scatole del necessario e l’immagine di una famiglia solida, che garantisce continuità; magari qualche volta ricordano i vecchi tempi e l’amore che è stato. Negli amori di lunga durata può succedere di non essere cresciuti nella stessa direzione e non finire per questo a odiarsi.

  14. nicole ha detto:

    A me nessuno dei due è mai stato simpatico. Frequento il Lussemburgo potrei dire da sempre , diciamo 50 anni?,
    MT comunque ha trovato un ambiente a lei sfavorevole fin dall’inizio .Ducuamo che vox populi non la faceva particolarmente interessata a letture , cultura ecc… Ne particolarmente acuta! diciamo una splendida ragazza, di ricca famiglia ..carattere muy latino per algida suocera .. La quale figlia e nipote di re, sorella di due re, ecc , coltissima e amante di musica, pittura,botanica.. forse non immensamente felice come donna, insomma non era tenera nei commenti , anche se non ha mai convocato conferenze stampa, erano noti i suoi pensieri .
    Comunque Si son sposati innamorati , nulla di combinato..
    Sul matrimonio dei suoceri , invece, non sarei così sicura.
    Spiace comunque vedere come si sia ridotta fisicamente , non son sicuro le gravidanze che le hanno fatto aumentare il giro vita. Comunque è quasi ridicola a volte fra certi abiti e corona grande come catino … Come dice Armani ” i cretini non sono mai eleganti “

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      concordo certe volte è ridicola, al matrimonio di Victoria di Svezia per esempio si è messa il suo diadema più grosso e imponente, faceva proprio ridere e non era questione di giro vita, ma di proporzioni.

    • Laura C ha detto:

      Che interessante, Nicole, che frequenti il Lussemburgo da così tanto tempo! Avrai idee precise sulla famiglia granducale, allora!
      Cretina Maria Teresa non sembra, dato che ha voluto e si è creata una fondazione benefica e segue un sacco di progetti; però sì sembra abbastanza str, come la famosa conferenza stampa ha provato; a me basterebbe solo quello per diffidare di lei a vita e mi chiedo sempre dove fossero gli uomini, Jean e Henri, nello scontro tra Josephine Charlotte e Maria Teresa: possibile che entrambi hanno sempre e solo cercato di farsi i fatti propri e non essere coinvolti?! Sinceramente non riesco a capire come facciano ad adorare MT nei forum e in certa stampa: davvero basta che abbracci un nipotino in pubblico o faccia due moine a un bimbo sconosciuto che le dà dei fiori per dire che è tanto calda e tanto latina?! Non basterebbe pensare che è tanto teatrale? Sarà che preferisco la riservatezza, ma tendo a non confondere calore e platealità.
      Sui gioielli, ho letto che una volta, durante la visita ufficiale in Svezia (sempre lì!), è arrivata con tiara & C, poi ha visto che non le aveva nessuno e se l’è tolta in fretta e furia, facendo notare ancora di più la gaffe. Credo che la sua passione per i gioielli nasca dal suo complesso di inferiorità nei confronti di JC, che, a quanto pare, glieli negava anche. Niente, io continuo a chiedermi dove siano gli uomini davanti a questi disastri.
      Per curiosità personale, dato che ho già detto che è uno dei principi che mi piacciono e mi incuriosiscono di più, e approfittando del fatto che frequenti il Paese e avrai più idee sull’argomento. perché non ti è simpatico Henri? 🙂
      PS Per forma mentis, quando qualcosa mi interessa cerco di più i pareri negativi che positivi, non so perché! 😀

      • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

        l’episodio svedese me lo ricordo bene con le foto dell’arrivo e della ritratto ufficiale tutti in posa… chissà dove lo avrà messo il diadema.
        quando agli screzi suocera-nuora e a dove erano gli uomini/mariti… be’ ti posso dire che nella famiglia acquisita – cioè quella di mio marito – ho assistito a una guerra epica fra mia suocera e mia cognata e il marito, cioè mio cognato (fratello di mio marito) era in una posizione talmente difficile che alle volte ha preferito defilarsi invece di prendere posizione. sono vicende complesse, complicate, difficilissime. e i maschi si defilano quasi sempre. come dice una scrittrice che conosco “gli uomini sono come gli opossum, quando vedono la mala parata si fingono morti… “.

        • Laura C ha detto:

          vigliacchi! 😀
          chissà se sono stati questi scontri nuora-suocera a creare i primi problemi matrimoniali a Henri e Maria Teresa, magari lui ha cercato fuori la serenità che non trovava più in casa. Non sarebbe la prima volta che un matrimonio esce male da questo tipo di difficoltà. Avevo letto che i problemi riguardavano soprattutto l’educazione di Guillaume, troppo lassista secondo JC (sono d’accordo, il ragazzo non ha stile neanche quando saluta, per quanto si sbraccia e deve far vedere che è felice), però sembra che anche Henri non volesse per i figli l’educazione rigida che ha voluto lui, che, a suo dire, gli ha impedito per molto tempo di esprimere emozioni. Molti misteri e cose non dette, che sarebbero rimaste in casa, se MT non avesse convocato i giornalisti. JC è stata una signora a non risponderle mai, ha mostrato tutta la distanza che le separava in termini di stile, educazione e consapevolezza della posizione sociale.

  15. laura ha detto:

    Intanto complimenti a Laura C (mia quasi omonima) per il bel post… avevo dimenticato di scriverlo nel mio commento di qualche giorno fa. Nonostante i contrasti e le insofferenza tra JC e MT trovo inammissibile che il granduca in carica all’epoca cioè H non abbia fatto nulla per evitare la epica figuraccia. In tante famiglie ci possono essere contrasti ma è inammissibile che nel caso di personaggio con ruolo pubblico una banale lite di famiglia venga strombazzata attraverso la stampa come ha fatto MT che pare abbia preso a modello la famosa intervista televisiva di Diana e infatti allora così scrissero alcuni giornali (la granduchessa si atteggia a Lady D). Anche se MT non è certo una sciocca ed è perfettamente in grado di reggere le sue attività e la sua fondazione tanti, altri atteggiamenti dimostrano una mancanza fondamentale di cultura e proprietà che troppo è facile attribuire alla origine diciamo così “plebea” e che non sono certamente giustificabili da questa origine. Ci sono moltissimi casi di consorti di origini borghesi che hanno tenuto attraverso i decenni un comportamento di altissimo livello come Sonia di Norvegia e molte altre. Metterei nell’elenco anche Daniel di Svezia che pur trovandosi in una posizione non facilissima (unico consorte di sesso maschile in questa nuova generazione) non ha mai fatto un passo falso. Ricordo bene alle nozze il discorso di Daniel e del padre di Daniel molto belli e molto profondi e nettamente più interessanti di quello del padre della sposa, il re.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      non ero una estimatrice di Daniel anzi mi sembrava abbastanza insignificante ma devo dire che il giorno delle nozze sia lui che la sua famiglia mi sono piaciuti moltissimo, il padre ha fatto un discorso stupendo e mi sono sembrate veramente ottime persone. dopo l’impressione si è confermata. mai un passo in più, mai una parola. né lui né la famiglia.

      • Antonella Carini ha detto:

        Anche io ammiro molto Daniel e la sua famiglia! Sembrano così serenamente semplici e dignitosi e penso che la gioia di Victoria e la spontaneitá di Estelle si avvertono ogni volta che il web me li mostra. Fra poco nascerà ( nasceranno?) … Non vedo l’ora!

    • Laura C ha detto:

      Ma infatti neanch’io attribuirei i comportamenti poco consoni di MT alla sua origine plebea, non fosse altro che Lady D era aristocratica e non è stata all’altezza del suo ruolo né quando si è separata né dopo il divorzio; Camilla, che è plebea, non ha mai detto una parola, nonostante tutto quello che hanno detto di lei (per dire 🙂 ).
      Anch’io non capisco il ruolo di Henri in tutto questo casino. O è un debole tendente all’idiozia o gliene aveva fatte talmente tante a MT che la conferenza stampa in cui si è sfogata è stato il modo per ripagarla (tipo divorzio e ti pianto un casino che Lady D è stata niente al confronto e tutti sapranno dov’è il Lussemburgo oppure mi fai dire che siamo tanto felici e mammà tua mi rema contro). Non so, ci sono comportamenti di MT che io mi spiego solo così, come accordi di coppia per evitare casini maggiori.
      PS Anch’io amo Daniel, il migliore dei principi consorti, lo amo da quando ha detto: “Ho sufficiente autostima per camminare un passo dietro mia moglie senza per questo sentirmi sminuito”. Ha dimostrato che è vero! 🙂

      • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

        be’ Camilla non è proprio del tutto una plebea, sua madre veniva da una famiglia aristocratica, era l’Onorevole Rosalind Cubitt figlia del terzo barone Ashcombe, ok non proprio una famiglia ducale ma neanche gli ultimi arrivati e comunque Pari d’Inghilterra, mentre il padre faceva parte della gentry.

        • Ale ha detto:

          Già Camilla ha sempre fatto parte del giro giusto. Lo dimostrano il suo stile e i suoi gusti, cani e cavalli. E non va dimenticato che ha anche dei gioielli di famiglia abbastanza importanti. Insomma non è certo la figlia di qualche londinese arricchito 😉

      • laura ha detto:

        Questa frase di Daniel non la sapevo, davvero una bella persona. Ricordo tutta l’ironia qualche anno fa sul fatto che Daniel fosse il personal trainer di Victoria come se avere svolto questa professione avrebbe dovuto gettare discredito sui Bernadotte. Daniel, che aveva seri problemi di salute, è riuscito a superare tutto grazie al padre e anzi si è dedicato allo sport avviando con un socio una catena di palestre. Non vedo cosa vi sia di vergognoso nel fatto che il giovane si sia creato un suo spazio professionale prima di diventare il consorte di Victoria.
        A volte mi capita di leggere critiche feroci anche su componenti diciamo secondari delle famiglie reali che avviano delle attività professionali. MI ricordo certe frecciate sul conto del Visconte Linley e di altri. Questa gente non riceve un appannaggio pubblico e perché mai nn dovrebbe avere un lavoro ?

  16. elettra/cristina palliola ha detto:

    Speriamo che venga tenuto in rete per qualche giorno
    http://www.rtl.lu/lifestyle/people/762738.html

    • Ale ha detto:

      Grazie per il link 😉
      Visto! Molto interessante, bello vedere i palazzi e la villa di cabasson. Mi è piaciuto anche se a parte i pochi pezzi in francese non ho praticamente capito una parola. È stata la mia prima volta col lussemburghese… Per me incompatibile 🙂

      • Laura C ha detto:

        dai, un po’ il tedesco e un po’ il francese, una mano la possono dare! 😀 scherzo, anch’io ho capito pochissimo, solo mi sono resa conto quante parole di tedesco ho dimenticato…
        Sabato questo in arrivo, Place Royale, il programma della RTL belga trasmetterà il documentario, spero con i sottotitoli in francese; non so se si potrà vedere su internet o se ci sarà la discriminazione geografica… ci proverò, almeno per vedere se avrà i sottotitoli! 😉

  17. nicole ha detto:

    Se si parla di Sonia di Norvegia o Daniel .. .. Tanto di cappello! Padre di Daniel mi colpì moltissimo , proprio delle belle persone.
    A dirla tutta , per rispondere a Laura, il gossip granducale non mi ha mai preso per nulla, proprio perché mi stanno antipatici : lui il classico belloccio insipido , almeno per me . I rapporti madre -figlio pare non fossero idilliaci e JC i commenti li faceva anche sul figlio.
    Credo sia molto difficile bloccare una con un carattere come MT , se in preda a crisi isteriche convoca una conferenza stampa .Quando parlo di carattere .. Latino intendo non calore o smancerie , ma proprio di “cuando se despierta el indio” , modo di dire sudamericano , forse ora non politically correct, ma in casa viene usato veramente senza malizia alcuna., modo di dire che pare molto indicativo di comportamento in certe situazioni . Comunque il granduca in carica è incredibile che non sia riuscito a bloccare , non come suocero , ma come granduca.A meno che.. Non abbia proprio voluto .. Si sarà detto ma alla fine che faccia che non se ne può più. Anche perché abituato a moglie molto ma molto differente in tutto , indipendentemente da come potessero essere loro rapporti.
    A proposito di fondazioni.. Non so se avete letto di quella truffa internazionale di 3O milioni di euro , fatta da solito monsignore italiano ( il tutto denunciato da suora di Bolzano che ha rifiutato di firmare certi documenti) e nel coinvolgimento di Stephanie , ovvio presa di mezzo per estorcere denaro al suo giro di conoscenze, mica che ha fatto qualcosa .. Chissà chi glielo ha presentato il monsignore che faceva feste in Vaticano per gente di alto rango…E MT che sempre si è mescolata con Opus Dei , cardinali , ecc..
    Stephanie si sarà messa sulla scia ! Non son cose comunque simpatiche , diciamolo, m non sanno farsi consigliare ? non prendono informazioni? I denari avrebbero dovuto servire X scuole in paesi disastrati … Ora un pool di persone molto competenti non riesce a seguirne le tracce . Una parte ovviamente sono ai Caraibi.

    • Laura C ha detto:

      Non ho seguito la cosa più di tanto, perché l’unico elemento della famiglia che mi interessa è Henri e gli eredi li trovo piuttosto scipiti (Guillaume, avendo lo stesso stile di comportamento della madre non lo reggo proprio), da quanto ho capito Stephanie lavorava per il fondo che raccoglieva finanziamenti, non credo fosse a conoscenza personalmente della truffa. C’è un articolo su luxarazzi sull’argomento, ma non ho approfondito.
      Non apprezzo particolarmente i rapporti strettissimi con le parti più becere e più conservatrici della Chiesa da parte della Granduchessa, ma anche questo, per conto mio, la definisce.
      C’è una novità che ho appena letto, che parla del terremoto in corso nella Cour. A settembre si era dimessa la responsabile delle Comunicazioni, pare per diverbi con Maria Teresa (i maliziosi dicono per colpa del Granduca), oggi, senza ulteriori spiegazioni, sono state annunciate le dimissioni di chi le è succeduto, di nuovo una donna. Solo 5 mesi di incarico. In 5 mesi hanno fatto fuori il Maresciallo della Cour e 2 Capi Comunicazione, una cameriera a servizio al Castello di Berg, licenziata, ha annunciato un libro malevolo sulla Granduchessa, che difficilmente uscirà, ma fa già capire, la Granduchessa non volerà più all’estero con il marito e i Granduchi continuano a non avere atti in comune. Ditemi che il Granducato annoia! 🙂

      • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

        ah be’ si direi che hai proprio ragione, non ci si annoia nel Granducato…

      • nicole ha detto:

        Anni fa MT si mise in testa di dar consigli ai parlamentari , guardate non ricordo bene , venne fuori un temporale che non vi dico . Non ricordo bene i termini della faccenda! Comunque fra conferenza stampa e questa faccenda di intromissione nella politica .. Due autogol fenomenali. Anche i più riservato iniziarono a esprimere opinioni ( dopo aver taciuto sempre, anche con me) molto molto irritati. E i pareri su di lei non erano proprio tali da poter essere riferiti qui.

        • Laura C ha detto:

          Ho letto che quando Henri è diventato Granduca, lei volle a tutti i costi accompagnarlo all’apertura dell’anno parlamentare, cosa che non si era mai vista prima, lo fece e fu molto criticata. Ma sarebbe stato da criticare Henri, che non le poneva un freno, penso io. Recentemente ho letto su N&R un’utente che dice di essere moglie di un alto funzionario in pensione, secondo la quale Henri è molto apprezzato negli ambiti del sistema-Stato, mentre lei non la può vedere nessuno per i tentativi di invadere campi non suoi. Come si fa ad apprezzare uno che non la frena, allora? Non so se sia ancora così, o, visto lo stato del matrimonio (e i due clamorosi errori sui gioielli di Josephine Charlotte e sull’eutanasia), si sia data una calmata o gliel’abbia data il marito, ma ho letto che anche i rapporti con Juncker non erano felici, sempre per il modo di agire di lei, mentre erano ottimi con Henri. E’ un matrimonio molto incomprensibile per me, e non perché il cuore conosce ragioni che la ragione non conosce.

  18. luka ha detto:

    @Laura C
    Forse gli “interessi” del granducato non fanno sempre onore al suo popolo e ai suoi rappresentanti e probabilmente anche al granduca fa comodo una moglie come MT: meglio parlare – e far parlare – di corna che di economia!
    Se non ricordo male il fratello di Henri, Jean, anni fa fu coinvolto in uno scandalo finanziario….

    A proposito di paesi economicamente sensibili: Hans Adam II del Liechtenstein non sembra godere di ottima salute, ieri ha festeggiato settantuno ma ha i lineamenti trasformati!

    https://2.bp.blogspot.com/-aAx7cf59ihQ/VsH2StNPq3I/AAAAAAAAD0c/rBz65rSvaSM/s1600/Fuerst-Hans-Adam_7943.jpg

    • Laura C ha detto:

      Jean è coinvolto in uno scandalo di terrorismo! negli anni 80 è stato visto vicino a una zona in cui è scoppiata una bomba, poco prima dello scoppio (pare che anche il Lux sia stato terreno di scontro durante la Guerra Fredda); lui e suo fratello Guillaume hanno dovuto testimoniare in tribunale, poi di tutta la vicenda non si è saputo più niente. Anche Henri si è trovato coinvolto in uno scandalo, di spionaggio, pare che venisse spiato da terzi mai identificati, ma legati ai servizi di sicurezza lussemburghesi e, accortosene, pare abbia chiesto aiuto ai servizi segreti inglesi, passando così per spia pure lui perché aveva svelato i suoi dubbi agli inglesi (la parte degli inglesi è confusa e non si sa se è vera); pare che abbiano fatto una bonifica al Castello di Berg e abbiano scoperto varie cimici. E’ lo scandalo che è costato le dimissioni di Jean Claude Juncker, che evidentemente aveva perso il controllo dei servizi segreti del Granducato (o era lui che spiava il Granduca? Mah, un altro mistero!), e, giustamente, siccome da Primo Ministro non sapeva cosa facevano le spie del suo Paese, l’hanno premiato mettendolo alla Presidenza della Commissione Europea… 🙁 Il Lussemburgo è un Paese con molti misteri e poco trasparente, non solo con il fisco delle multinazionali; essere un paradiso fiscale non dev’essere così semplice, con tutti gli interessi che ruotano intorno

  19. Ody ha detto:

    Grazie per questo post. Era tanto tempo che avevo delle curiosità su questa che ritengo una coppia male assortita.
    Però lei mi fa tenerezza: capisco dai commenti che probabilmente non ispira, conoscendola, questo tipo di sentimento. Ma a me sembra una normale donna che invecchiando ingrassa, irrimediabilmente, e vede il marito invece invecchiare “cristallizzandosi”, rimanendo più o meno uguale a se stesso….be’, capisco che se ci sono problemi tutto questo non aiuti a risolverli.

    • Laura C ha detto:

      Anche questa cosa, di lei che invecchia male e lui che rimane magro e algido dev’essere pesantuccia. Non solo da parte di lei verso lui, ma anche, immagino, da parte di lui verso di lei… un punto di vista interessante e molto delicato

      • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

        paradossalmente lei non invecchia male, è solo ingrassata. ha un viso apparentemente – anche senza photoshop – molto fresco (vantaggio di chi ha qualche chilo in più, viso radioso, pelle splendida) quindi se riuscisse a perdere qualche chilo e non si avvolgesse nel taffetà secondo me non sarebbe male, certo accanto a lui è una tappa e questo risalta parecchio vista l’altezza e la magrezza del marito.

  20. laura ha detto:

    A proposito della principessa Alessandra , ho letto su wiki che fino al 2011 era esclusa dalla linea di successione. La riforma del 2011 ha introdotto la uguale primogenitura mettendo il Lussemburgo sulla stessa linea di tutte le altre monarchie tranne la Spagna, ma non capisco perché prima Alessandra fosse del tutto esclusa e non semplicemente dietro i suoi fratelli. Forse l’articolo su wiki non è corretto o presenta la situazioni in modo non chiaro.

    • Laura C ha detto:

      Se hanno scritto così, hanno scritto male. Nel Lussemburgo le donne ereditano il trono, hanno avuto ben due Granduchesse e la seconda, la Granduchessa Charlotte, è stata il sovrano più carismatico che abbia avuto il Paese nei suoi 150 anni di storia.
      Prima della riforma di Henri, in Lussemburgo esisteva, come in Spagna e a Monaco, la prevalenza dell’uomo sulla donna, per cui Alexandra era quinta nell’ordine di successione, dietro al fratello Sebastien, più piccolo di lei. Con la riforma conta l’ordine di nascita, a prescindere dal genere, per cui Alexandra è tornata al suo quarto posto; è una legge retroattiva, come quella che ha tolto il trono a Carl Philip, che aveva già i suoi diritti acquisiti, per cui non la vedo molto corretta, anche se capisco l’intento modernizzatore di Henri e capisco che Sebastien per aspirare al trono doveva fare una strage di fratelli maggiori, ma la retroattività delle leggi non mi piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi