Bilanci di fine anno e propositi per un 2016 molto, ma molto royal

Bilanci di fine anno e propositi per un 2016 molto, ma molto royal

Charlotte-novembre2

Da una settimana giro intorno a questo post di fine anno e per trovare ispirazione leggo qua e là i consuntivi entusiasti e scoppiettanti delle blogger più note e amate della rete. Il risultato è che la mia depressione latente è salita, di pari passo con una certa ansia da prestazione.

Propositi per un 2016

Si perché il 2015, dopo un 2014 che tutto sommato a ripensarci non era andato poi così male, è stato veramente un disastro su quasi tutti i fronti. Tranne un paio. Prima di tutto ho la fortuna immensa di avere accanto una persona meravigliosa, molto paziente, molto buona e soprattutto dotata di una carattere meraviglioso e portata a guardare sempre il lato positivo dell’esistenza. Dunque partendo da questa grande “botta di chiulo” della mia vita voglio tirare un po’ le somme dell’anno che sta per chiudersi e dirvi già da ora che il 2016 sarà sicuramente migliore, deve esserlo per forza e farò in modo che lo sia. Anche perché festeggeremo dieci anni di matrimonio (hurrà).

Queen-Duke

Lui quasi 95 aiuta lei quasi 90 a scendere le scale. Di sicuro la loro unione non è stata perfetta ma il mutuo sostegno non è mai venuto meno.

Il secondo aspetto positivo riguarda proprio voi che state leggendo questo post; il blog nato ormai sette anni fa ha portato nella mia vita moltissime persone straordinarie. Amiche e amici lontani purtroppo con i quali c’è ogni giorno un intenso traffico di messaggi, mail, commenti sul blog, scambio di idee, etc… Persone che mi pensano quando vanno in vacanza, mi mandano cartoline di auguri, mi scrivono messaggi affettuosi, fanno il possibile per venire a salutarmi quando capito dalle loro parti, mi ringraziano perché offro uno spazio nel quale condividere una passione. Persone che nei momenti duri non mi hanno fatto mancare l’appoggio e le parole affettuose e se ho bisogno di un consiglio sono sempre pronte all’ascolto. Persone che sono state motivo di scoperte e fonte di ispirazione,  e ovviamente Alice che nel post sul giveaway di Natale ha scritto cose bellissime e mi sono anche commossa. Persone che ormai sono amici virtuali e non e che spesso e volentieri ci offrono il loro contributo di conoscenza come Alex, Ale, Elettra/Cristina, Nicoletta, Nicole, Laura M., Chloe, Francy, Laura C., Maria Paola e molti altri.

Ottawa

salute squinzie…

Bene, dopo questo fiume di melassa torniamo alla realtà: il 2015 è stato l’anno della non uscita del libro sui castelli – di cui avete comunque avuto un assaggio qui – con beghe redazionali ed editoriali a non finire, scambio di mail furibonde, incomprensioni, silenzi assordanti e scuse campate per aria sui motivi per cui certi impegni sono stati disattesi. Adesso la questione sembra essere arrivata a un punto di svolta, sto rileggendo tutto per l’ennesima volta e, poiché si tratta di un agile tomo da due milioni e mezzo di battute, potete facilmente immaginare come ho passato i ritagli delle feste. Uscirà in primavera? Forse. Di sicuro dovessi incrociare sulla mia strada un castello potrei dargli fuoco.

letizia-CHerrera2

Gli outfit gonna-camicetta della regina di Spagna sono diventate la sua cifra stilistica, come le spille della regina Elisabetta. Qui i sovrani in visita con il presidente Mattarella.

Il 2015 è stato anche l’anno in cui la salute di mio zio (fratello di mia madre) da precaria ma stabile, è diventata parecchio instabile. Lui ha solo me (e mio fratello che però, come sapete, vive all’estero) e secondo voi potevo abbandonare al suo destino un anziano, invalido, di quasi 87 anni? Ovviamente no, ma tutta la mia vita è stata condizionata dalla situazione e anche il blog ha patito per questa assenza fisica e mentale e i progetti di sviluppo si sono arenati.
Infine, e ne parlo per la prima volta qui anche se chi mi segue sui social lo sa o lo ha intuito, il 12 novembre ho perso una delle mie gattine. Violettina non c’è più, si è spenta fra le mie braccia qui nel mio studio, dove stavamo sempre insieme durante la giornata. Non riesco a dire o a raccontare altro, scusate.

Harry-rugby

Harry e il rugby nell’anno della coppa del mondo ospitata dall’Inghilterra

Il video di presentazione della World Cup è qua, guardatelo se non lo avete visto, merita https://www.youtube.com/watch?v=Z3Mbd9W9u50

Prima della débâcle, avvenuta a inizio maggio, ero comunque riuscita a fare due gite (Venezia e Roma) con l’associazione Maria Antonietta durante le quali ho rivisto amiche e amici carissimi e mi sono persino concessa una giornata a Modena per visitare finalmente il negozio/esposizione/archivio di Chiara della quale vi ho parlato qua.

HarryDog

Ancora Harry che ci piace sempre molto e in questa foto ancora di più. Speriamo che nel 2016 ci porti una fidanzata e un bel royal wedding.

Dopo questo excursus non propriamente entusiasmante però devo ammettere che a guardare indietro non è proprio tutto così scuro e negativo: ho collaborato con Zalando (mica pizza e fichi), ho scritto qualche post per un sito fashion, ho continuato a presentare i miei vari libri usciti negli anni passati, sono stata intervistata da un paio di radio, su una rivista femminile è uscita la storia della mia collezione dedicata alla regina Elisabetta II e alla fine di novembre ho preso parte a un evento insolito (i dettagli appena posso) e ho fatto un corso molto interessante che mi ha portata a conoscere altre persone e realtà e adesso ne sto seguendo un altro di corso che spero (anzi sono sicura) porterà belle novità sul blog.

BattesimoMonaco2

Battesimo a Monaco, io resto perplessa sulla coppia però sembra che piaccia molto.

Ok veniamo ai propositi per l’anno nuovo e giuro che sarò irremovibile:

  • con la scusa del libro che esce, ma anche senza, sto programmando una serie di incontri in varie città italiane, Milano di sicuro, Roma giubileo permettendo, Torino e Padova spero, Udine per ritrovare la mia carissima Maria Cristina Novello da poco neo mamma. Non ho intenzione di organizzare presentazioni ma incontri molto free e rilassati davanti a una tazza di tè o a un buon prosecco;
  • Londra e Parigi mi aspettano, non vedo l’ora, mi mancano e ho un lunghissimo elenco di cose (royal) da fare in entrambe le città;
  • il blog si rinnoverà di nuovo, sia dal punto di vista grafico che in alcuni contenuti, ci sto lavorando ma a rilento, eppure è urgente perché il restyling risale ormai a due anni e mezzo fa;
  • un altro dei buoni propositi del 2016 è quello di predisporre finalmente un piano editoriale con uscite cadenzate sui vari argomenti e una novità che sto cercando di organizzare; tornerà anche ufficialmente “Ricette Reali” ma non sarà più un blog spin off, bensì una categoria dentro ad Altezza Reale;
  • la mia collezione di royal potteries è cresciuta tantissimo, vorrei farla diventare una piccola mostra itinerante. Chi fosse interessato a ospitarla in uno spazio pubblico o privato – adeguatamente attrezzato – può scrivermi a marina punto minelli at libero punto it che ne parliamo; intanto per la primavera c’è già in programma un primo appuntamento di cui sto definendo date e dettagli.
Borromeo

Le nozze più mediatiche dell’anno, ma royal solo di striscio. Sono ancora perplessa per l’esagerata esibizione di sfarzo fra abiti, feste e controfeste, ma ringrazio sentitamente perché in quei giorni gli accessi al blog sono schizzati alle stelle.

Le immagini che trovate nel post sono le mie preferite dell’anno, a voi lascio la scelta dei post che vi sono piaciuti di più. Linkateli nei commenti per condividere con tutti i lettori.

E per finire tanti, tanti, ma tanti auguri per una fine anno gioiosa e un 2016 molto ma molto sereno e con molta molta salute.

Trooping The Colour

George si conferma un mito, qua mentre guarda il babbo, il nonno e la bisnonna sfilare durante il Trooping the Colour

Queen Elizabeth II accompanied by a Groom out riding by the River Thames at Windsor, Berkshire, Britain - 02 Nov 2015

Vabbè che dire?!?!? Lei a quasi 90 anni alla passeggiatina a cavallo non rinuncia.

Waterloo

18 giugno 2015, bicentenario della battaglia di Waterloo. Cerimonia emozionante alla presenza dei discendenti di tutti i protagonisti dell’epico evento.

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

92 Commenti

  1. Antonella Carini ha detto:

    Incredibilmente forse sono la prima a commentare! Non male per una timida lettrice silenziosa ma quotidianamente assidua! Per me qui, nel mio blog preferito, è stato l’anno in cui ho iniziato a mettere qualche commento! Ringrazio infinitamente in primo luogo Marina, poi tutti i lettori per i bei rilassanti momenti che trascorro qui con voi. Auguro a Marina di poter realizzare tutti i suoi progetti ed a voi di poterli condividere con lei e magari a me di riuscire a partecipare ad uno di essi, forse a Padova. Un abbraccio a tutti

  2. elettra/cristina palliola ha detto:

    @Marina bellissimo post, questo che riassume il 2015, si sente che l’ hai scritto con il cuore e con la “pancia”…anno che per qualcuno è andato bene, qualcuno così-così, per altri è stato decisamente pesante, ma quello che è andato, è andato, i ricordi belli resteranno quelli difficili ci hanno aiutato a crescere e a diventare migliori …mettiamola così!
    Belle le foto che hai scelto e mi è piaciuta molto quella della regina Elisabetta con il marito, che sai cosa mi ha ricordato? a quella bella poesia di Montale …ho sceso dandoti il braccio milioni di scale ….ecc. ecc.
    Senti, no!, bruciare un castello, no, ti prego!, se vuoi, possiamo fare con una colletta un cartonato, un plastico, tipo Bruno Vespa, e quello lo potrai bruciare e se proprio vuoi brucia tutte le foto con le nostre principesse e regine vestite da far ridere i polli e quasi tutte almeno una volta hanno fatto flop.
    Mi ha emozionato sentirmi menzionata , nel post tra le tue cose e le tue conoscenze, rapporto che spero si consolidi di più ,con te e anche con gli altri , già conosciuti e che ancora non ho incontrato
    Non vedo l’ora di vedere le novità del blog e il suo restyling, anche se mi dovrò nuovamente orizzontare negli spostamenti degli argomenti, leggere altre ricette reali e poi, insomma avremo ancora tante cosette da commentare…sicure, alcune nascite con relativi battesimi …i 90 anni della Queen…farà una festa ? una cena tra colleghi?…Carlo che riuscirà a superare il primato di Gustavo Adolfo, come erede al trono, 68 anni, mica pizza e fichi!…mi pare giusto…un primato anche a lui, poveretto!….qualche imprevisto, speriamo piacevole….vestiti.tiare, gioielli visti ,recuperati dal fondo dei forzieri, dimenticati, restaurati, imprestati, e insomma dai! non rimarremo a secco! e a proposito di secco, non rimarremo a secco, neppure stasera: un bel brindisi virtuale e un pensiero, questo non virtuale ma sincero e riconoscente a tutti i frequentatori del blog, allo scoccare della mezzanotte …buon 2016 Marina…buon 2016 amici!

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      sei sempre cara… spero di tornare a Roma per un tè – da Babington? oppure mi dici tu sei ci sono altre sale da tè very british – così che tutti i lettori e le lettrici di Roma possano conoscerti dal vivo. un abbraccio per te l’anno è stato più duro che per tutti noi.

  3. laura ha detto:

    @Marina carissima : un grande augurio per un meraviglioso 2016 pieno di successi. Però posso dire una cosa ? non cambiare aspetto a questo nostro salotto : a me piace moltissimo così come è.

  4. laura ha detto:

    Opss : ho dimenticato di indicare la mia foto preferita ; quella della cerimonia di Waterloo. L’abbraccio tra i discendenti di chi 200 anni fa ha insanguinato l’Europa dovrebbe insegnare che la violenza e la distruzione non portano a nulla.
    Buon 2016 a tutti gli amici di AR

  5. fiordistella ha detto:

    Auguri cari a te, Marina, e a tutti gli amici del blog 🙂 Le foto, per me, sono tutte belle, nel loro genere. Un po’ di più quelle con Harry, ecco. Buon 2016 a tutti 🙂

    • elettra/cristina palliola ha detto:

      Voglio sperare che non ci siano problemi di coppia….ma non ne sono sicura. Si dice che abbia problemi di salute- deambulazione e cose del genere- e benchè dispiaciuta, non riesco a capire perchè lui tiri i remi in barca, quando la moglie è ancora in piena attività lavorativa..è un po’ come dire: io mi fermo qui ,tu fa un po’ come ti pare…insomma non è elegante! quando si sposa un erede al tono, si sa che non ti puoi ritirare.
      E se anche fosse un problema neurologico serio? Vi ricordate Claus, il marito di Beatrice? era seriamente ammalato ma era sempre vicino alla moglie…allora che si deve fare? nascondere tutti quelli che sono su una sedia a rotelle? per tutti i danesi che vivono questo problema sapere che anche la loro regina non ne è immune la farebbe amare ancora di più….in tutto questo, se non ci sono litigi coniugali, e ripeto che un po’ di puzzo lo sento, credo che un po di umiltà, no guasterebbe

      • nicole ha detto:

        Ma il problema non credo sia la eventuale sedia a rotelle .. Credo sia altro! È veramente irriconoscibile .. Io una idea me la sono fatta e non da oggi .
        Posso anche capire che una persona non desideri esporsi ulteriormente .,io mi ricordo quanto era bello e affascinante. Beatrice e figli son stati encomiabili fino all’ultimo con Claus.. Ma Beatrice avrà suo carattere , ma è una donna affettuosa, generosa , molto presa da doveri , ma che sa anche far partecipi gli altri ..Klaus era rispettato in Olanda. Era un grande amore con il dolore di vedere un lento decadimento .. Ma avete idea di quanti anni ha passato beatrice in silenzio a fare spola con Svizzera dove era periodicamente ricoverato ? Son cose che in certi ambienti ( non parlo di Royals , erano note.
        Ma capisco che il declino , oltre un certo punto , voglia essere vissuto con riservatezza . Filippo .. Ha la fortuna di essere di qualche lega di acciaio sconosciuta ai più .. Genere mie nonne dico!

      • Michele ha detto:

        Ma sinceramente non l ho capita molto sta “pensione” di Henrik! Non credo che ci siano problemi di coppia ,tra l altro nei primi anni 80 li hanno anche avuti,forse data l età e’ un po stanco ma non è una gustificazione plausibile! Quel che è certo che Margrethe con lui o senza di lui al fianco continuerà ad essere la regina impeccabile e un po bizzarra che ci piace tanto!! Nn credo molli presto 🙂 w margrethe !! Ps: stasera al banchetto annuale del primo dell’anno margrethe ,Mary e Marie meravigliose 🙂

    • laura ha detto:

      Ma io credo che ci siano oltre i problemi di salute e di età il risentimento di non essere il numero 1. Per molti uomini non è facile essere un gradino sotto la moglie ed Enrik, che già qualche anno fa si era allontanato dalla corte perché si sentiva scavalcato anche dal figlio erede al trono, di recente ha espresso un certo malcontento perché non gli è stato dato il titolo di re … almeno così hanno riferito alcuni giornali…. Insomma se da un lato potrebbe anche avere ragione perché se le monarchie si sono adeguate ammettendo la uguaglianza nella primogenitura tra maschi e femmine non si vede perché il marito di un monarca non possa essere chiamato re mentre la moglie di un monarca è chiamata regina.
      Dall’altro lato francamente mi pare che Enrik si lamenti un po’ troppo : quando ha sposato l’erede di un regno sapeva benissimo che non sarebbe mai diventato re e che il suo posto era quello e basta. Fino agli anni sessanta in Danimarca chi non sposava persona del rango giusto non riceveva l’approvazione del re con conseguente esclusione della linea di successione. La famiglia di Enrik per avere l’approvazione reale fu fatta passare per ciò che non era, e questa circostanza dovrebbe suggerire al principe consorte una maggiore prudenza nelle sue recriminazioni. Ma credo che oramai delle lagnanze del principe consorte di Danmarca non faccia caso più nessuno e forse avere un marito brontolone un po’ meno tra i piedi può essere anche un sollievo per Daisy.

      • elettra/cristina palliola ha detto:

        Io credo che quando uno sposa una principessa ereditaria, sa già a cosa va incontro…essere sempre tre passi dietro alla moglie..
        Trovo giusto che anche l’uomo che sposa una regina diventi re consorte, al pari di una donna che diventa regina consorte….è una delle poche regole a sfavore del genere maschile e che si potrebbe modificare così come quella della primogenitura. Diciamo che Henrik è sempre stato un po’ grandeur e forse non ami farsi vedere in decadimento fisico, ma non sarebbe il primo, Fabiola l’abbiamo vista sulla sedia a rotelle e suo cognato Costantino, va in giro con il bastone appoggiato alla moglie…lui è principe consorte un personaggio pubblico e non può andare in pensione da solo, perchè tradisce sia i valori del matrimonio che sono di reciproco sostegno, sia quelli del fatto che è al servizio di chi lo mantiene, 24 ore al giorno…perchè allora abbiamo tanto criticato la Leti quando voleva il fine settimana a disposizione? una somma di fattori forse, alla base di questa decisione…qualche problema matrimoniale, da sempre in agguato,( Venezia docet) sin dai primi anni di matrimonio, qualche problema di salute, o invece una scusa su un piatto d’argento, per mettere la moglie in condizioni di poter abdicare senza sollevare troppe critiche
        credo che Margarethe sia una che non molla il trono, ma potrebbe essere un preambolo per una futura, non vicinissima, abdicazione, una scusa, insomma…mio marito non sta bene e io voglio stargli vicino…si potrebbe capire di più guardando gli spostamenti del principe…se va a guardar la vigna vuol dire che ne ha le balle piene, se resta a Copenhagen forse sta davvero male…certo ha un viso trasfigurato e molto rubizzo, ma ha anche l’età per avere dei problemi cardiaci e neurologici
        Intanto Mary, per il capodanno si è vestita davvero da regina, un abito blu notte un po’ più elaborato del solito…un segnale?

        • Elena Danemark ha detto:

          Buon Anno Marina e Buon Anno a tutti. Ammetto che mi ha sorpreso la notizia relativa alla pensione anticipata di Enrik. E’ probabile che ci siano motivi di salute ma io temo tanto, invece, che ce ne siano ben altri legati al fatto che ultimamente il principe consorte sia andato un po’ per la sua strada. Potrà non essere giusto non assumere il titolo di re ma sarebbe stato anche più corretto rassegnarsi alla posizione di principe….puoi comunque coltivare tanti interessi e dedicarti ad opere di bene anche in qualità di principe. Io penso che la coppia sia un po’ scoppiata e la regina, donna di polso e dal carattere deciso, abbia optato per questa decisione. Staremo a vedere.

      • nicole ha detto:

        Questa non la so : della famiglia del consorte danese. Lui mi pare fosse un giovane diplomatico , ma per cosa li hanno fatti passare? Titoli che non avevano ? Comunque deve essere la tipica grandeur francese a aver subito uno smacco ….tra le altre cose . Avrebbe dovuto imparare da Filippo , che classe, ha usufruito di onori , accollandosi oneri.. noblesse oblige ! Sarà caustico, cinico pare , dicono , ma quello che appare a noi è uno che interpreta ruolo alla perfezione .

        • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

          e, aggiungo, non si è mai vestito con piume e pennacchi come un principe da operetta o come il discendente di Murat – peraltro vicini come origine territoriale – che andava in battaglia addobbato in modo molto sgargiante. inoltre Filippo il medagliere che si porta sul petto l’ha ottenuto per meriti veri acquisiti quando non era il marito della regina ma perché lui la guerra l’ha fatta sul serio. e per il resto taccio. 😉

          • milady ha detto:

            verissimo….ma Filippo principe ci è nato e si vede!

            • Pellegrina ha detto:

              Tranne nel modo di trattare sua moglie e la sua regina (condizione che per lui dovrebbe avere un certo valore). Salamelecchi in pubblico e umiliazioni in privato…

              • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

                be’ però lei – la regina – ha sempre reso omaggio a quest’uomo che ha sposato quindi tutto sommato così male non deve essere

                • Pellegrina ha detto:

                  noblesse oblige… una donna così compresa dal suo ruolo e dal suo status in pubblico mai e poi mai avrebbe fatto diversamente. E credo che sia stata sempre innaoratissima del marito, il che non toglie che il di lui comportamento coniugale non sia stato affatto rispettoso.

        • laura ha detto:

          I conti di Monpezat in realtà non erano conti e in questo non ci sarebbe nulla di male : nessuno è perfetto come spesso ricorda la nostra Marina. Il fatto è che per aggirare l’ostacolo – rango richiesto per permesso reale – si spacciarono o furono spacciati per tali.

    • milady ha detto:

      ho sempre pensato che l essere principi non fosse una professione pensionabile, come impiegato al catasto o insegnante; certamente Filippo di Edimburgo che a 95 anni è sempre “al lavoro” è molto più encomiabile. E poi su, un sovrano abdica, un consorte semplicemente rimodula gli impegni secondo gli eventuali e normali problemi di salute!

  6. nicole ha detto:

    Un affettuoso augurio a tutti voi per un anno sereno e foriero di cose magari da tempo desiderate! A Marina, la nostra impeccabile padrona di casa e amica, ovvio vanno auguri speciali per tutto .
    Io per ragioni non sempre e solo di lavoro ho proprio latitato , lo so ..
    Bellissima la foto di Elisabetta che scende aiutata da Filippo ..ma va ancora a cavallo?? È veramente recente la foto ? Io pensavo li avesse messi in cantina i cavalli , pardon li lasciasse in scuderia .. Io son più giovane e ho smesso di sciare .. Vabbè non c’è neve e non mi piace quella che sparano , sono una purista rompiballe per questo .. Ognuno ha suoi difetti.
    Alberto e Charlene: ho visto il filmato! Carino dai.. Se lei parlasse francese sarebbe perfetta .. ma chi se frega del l’accento . I bimbetti razzolanti ma tranquilli , senza ululati , tentativi di accappararsi totale attenzione .. Credo quando Alberto dice che sono molto socievoli e senza problemi in mezzo alle persone . Lei molto a suo agio .. In inglese
    Castelli : no, lascia a casa lanciafiamme ! Marina ti prego .. Invece dicci quando uscirà .. La gattina Violetta.. Capisco Marina ! la nostra Nina per fortuna dopo il linfoma gastrico di tre anni fa.. Imperversa
    A risentirci presto, spero !

  7. Caterina ha detto:

    Carissima Marina, carissimi assidui di A.R. i più cari Auguri di buon principio d’anno. Le foto che amo di più, sono quelle di Charlotte e George, lei che ride alla vita e lui che fa le boccacce alla finestra: troppo carini. Dovremmo ritrovare un po’ tutti quel “fanciullino” che loro hanno per età anagrafica, come proposito per questo 2016, per poter vivere con maggiore leggiadria. Un caro saluto a Tutti e di nuovo Buon Anno!!!

  8. luka ha detto:

    Ma si’, un anno nuovo e’ iniziato e senza i buoni auspici che inizio e’?

    Ricorda @Marina che questo 2016, per poter attuare tutti i tuoi propositi, hai un giorno in piu, il 29 febbraio…..e ti pare poco? 😉

    Buon 2016 a tutti, da domani siamo già dentro il nuovo anno!
    Luca.

  9. luka ha detto:

    http://www.altezzareale.com/2015/05/24/foto-del-giorno/cento-anni-fa-iniziava-la-prima-guerra-mondiale/

    Opss, mi ero dimenticato il post preferito del “2015”: per non dimenticare, per farne tesoro e perché – come spesso mi capita di dire – la grande Storia e’ fatta anche di piccole storie….e in questo post molti di noi hanno raccontato le piccole storie familiari e personali!

  10. Nicoletta ha detto:

    Buon Anno a tutti, amici di AR. Vi auguro che ciascuno possa trovare nel 2016 quello che desidera. Auguri @Marina carissima. Grazie delle tue parole. Che bella sorpresa ritrovarsi menzionata.
    Sei tu che sei speciale. Una straordinaria padrona di casa che ci ospita e ci consente di trascorrere momenti tranquilli e di svago. Ci fai un dono enorme. Mi piace lo spirito con cui inizi l’anno. E’ quello giusto. Vedrai che riuscirai a realizzare i tuoi progetti e quando vuoi sai che io sono pronta ad appoggiarti per quello che posso. Un abbraccio a tutti. Ah dimenticavo, la foto di George è quella che preferisco.

  11. Donna Bianca ha detto:

    Intanto ti ringrazio commossa della menzione :’)

    Poi ti auguro di tutto cuore che il 2016, oltre a maggiore serenità sul fronte personale, non solo porti alla pubblicazione di ‘sto benedetto tomo sui castelli, ma sia ricco anche di nuovi progetti e soddisfazioni. E spero soprattutto che avremo finalmente l’occasione di incontrarci di persona 🙂

    ps io tifo ovviamente tutti i post su Harry. Però vado controcorrente: niente moglie almeno per un altro anno, 1) perché sarei gelosissima 2) perché è bello così, generoso, allegro e guascone, e se si sposa poi mi si imborghesisce tutto (e comunque auguri alla futura moglie, che vista la popolarità del nostro Spice Boy farà una fatica bieca a conquistarsi le simpatie delle sue fans: cioè, questa è una che rischia di trovarsi con un miliardo di suocere, non so se mi spiego…)

    • sabrina ha detto:

      va bene Bianca
      Se non vuoi il matrimonio di Harry allora vediamo di sposare le cugine York perché come fanno i matrimoni nel Regno Unito non li fa nessuno e poi Eugenia e Beatrice sono pur sempre le nipoti della Regina ma forse nel 2016 non ci saranno matrimoni in Inghilterra per non fare ombra al compleanno della Regina.

  12. Betty ha detto:

    Buon anno a tutte e tutti!

    Da tempo seguo il blog e per la prima volta mi sono decisa a scrivere un commento 🙂

    Voglio ringraziare la padrona di casa @Marina per aver creato questo spazio che per me è diventato una frequentazione molto piacevole. Trovo i post avvincenti, garbati, arguti, come i commenti dei lettori.

    Insomma grazie a tutti voi 🙂

    Mi unisco agli auguri per un buon 2016 🙂

  13. Martina ha detto:

    La notizia di Henrik mi ha colta di sorpresa ma credo che non ci siano particolari probemi di salute alla base, bensì il fatto che Henri si sia lamentato un po’ troppo ultimamente, riguardo il suo non essere re consorte. Non é la prima volta che fa scenate: vi ricordate la sua fuga in Francia? Io credo che si sia rotto, ecco. E ora con l’età ha la scusa della pensione.

  14. Pellegrina ha detto:

    Buon anno. Le preferite? Charlotte che sprofonda nella poltrona e la sua bisnonna ancora a cavallo, un cavallo bello tranquillo e placido rispetto a quelli che deve avere conosciuto un tempo, certo, ma sempre un bel quadrupede! Chissà se riuscirà a vedere la bisnipotina in sella, o a portarcela lei. E se la madre gnognolosa glielo permetterà, dato che non ha l’aria di interessarsi a questo genere di attività. Si sa chi è l’altro cavallerizzo nella foto?
    Invece Harry mi sembra l’unico uomo di questo ambiente ad avere un’aria e un aspetto pregevolmente interessanti.

    Ma dov’è il link al capodanno danese?

    • elettra/cristina palliola ha detto:

      Qui sopra , alla pagina principale del blog,devi digitare nella fascia nera dove c’è scritto link…poi vai su Orderofsplendor….si apre la pagina con il Giappone , imperatore e tutta la famiglia imperiale, e subito dopo, la Danimarca
      Ho provato a fare copia e incolla, ma non lo prende

  15. Dinora ha detto:

    Cara Marina, cosa dire del passato 1015?
    Anno horribilis, per quanto mi riguarda e vedo che anche tu non hai scherzato. Per molte cose andate storte, altre finite anche in malo modo, per fortuna come te ho accanto una persona meravigliosa!
    Nello scorso anno non sono riuscita a partecipare più assiduamente, come avrei voluto,agli incontri nel salotto di Marina.
    Tu mi puoi capire,voi mi potete capire perché siamo fra amici carissimi!
    Io e Marina e altri fra noi, siamo la generazione che si prendono cura dei propri parenti rimasti soli al mondo che nel momento in cui la loro mente viene rubata, tu sei il la loro unica mano che li fa ancora sentire persone importanti. E’ successo anni fa con mio padre e quest’anno con una cara zia! La più piccola della famiglia di mia madre. Era la classica zia, non sposata, che ti accoglieva sotto le sue ali protettive ma che ti insegnava anche a vivere,a seguire certe regole di vita e di comportamento. Su quest’ultimo argomento sarebbe andata d’accordo con “The Quenn” (con il dovuto rispetto, s’intenede!) che ammirava incondizionatamente.

    Non sto a fare l’elenco dei nostri amici a quattro zampe che in questo anno il buon Dio ha deciso che erano talmente speciali che sulla terra non dovevano più stare ma dovevano essere accanto a Lui, in un mondo pieno di Luce. Fra cani e gatti se ne sono andati in dieci!
    Il 18 febbraio sarà l’anniversario del nostro amatissimo Dieter! Per un attimo di lui vi vorrei parlare perché è stato il nostro più caro e amato amico.
    Era l’ombra di tutti noi!Era il membro principale della nostra famiglia!! Ti manderò le sue foto e capirai!
    Un San Bernardo maschio di eccezionale intelligenza, sensibilità, presenza non solo fisica ma soprattutto di animo!
    Tonino Guerra, incontrando i nostri cani disse “ nei loro occhi vedo l’anima del Mondo”, ed è verissimo quando Dieter ti guardava con il suo sguardo ti scrutava l’anima!
    Come dice sempre mio marito,aveva gli occhi di un Gorilla!Per la sua grande nobiltà, che imponeva grande rispetto verso di lui come lui aveva per te oltre che incondizionato amore, ricambiato.
    Era la mia scorta, la scorta di ogni membro della famiglia, ovunque tu fossi lui ti raggiungeva e non ti mollava finché non ti sapeva al sicuro. Mentre camminavi, lui restava dietro di te oppure ti prendeva la mano in bocca senza mai stringerla. Un gesto che per un San Bernardo vuol dire accompagnarti e dirti io sono qui!
    Era un maschio di 80 cm. al garrese ed in inverno poteva arrivare quasi 100 Kg di peso! Ma non te ne accorgevi! Vi posso assicurare che con i suoi bambini,con cui è, scusate era, cresciuto si muoveva leggero con attenzione per non urtarli. Era la loro la loro guardia del corpo, quando veniva un estraneo si frapponeva fra loro e la persona. Chi entrava da noi doveva passare sotto la sua supervisione e se non abbaiava in un certo modo profondo, il visitatore era il ben venuto.
    Credo che se qualcuno di noi fosse stato in pericolo avrebbe dato la sua vita per salvarci. Ho voluto condividere con voi questo piccolo ricordo di un grande Amico, in questo momento sto piangendo e faccio fatica a scrivere e a vedere la tastiera.
    Non mi vergogno a dirlo, quando se ne è andato ho urlato dal dolore!
    L’ultimo che mi ha lasciata, il 22 dicembre all’età di 13 anni è stato il cane di mio padre, il suo ultimo ricordo.
    Ora basta con questi argomenti tristi!!!
    E’ finalmente iniziato il Nuovo Anno e deve essere tale, Nuovo con la N maiuscola per tutti noi!!
    Marina…. Il 2016 dovrà essere l’anno giusto per tutti i traguardi che ti sei e ci siamo prefissati!!
    Sei una ottima padrona di casa che sa ascoltare e che ci lascia parlare liberamente nei giusti modi e toni!!
    Non vedo l’ora che esca il tuo libro sui castelli perché in famiglia abbiamo una particolare predilezione per loro!!
    @Donna Bianca, anche tu fan di William?
    Hai ragionassimo, è diventato una persona carismatica di cui la Famiglia penso, sia molto fiera. Compreso Nonna!
    E’ un uomo fantastico, scherzoso, serio,coscienzioso nei momenti giusti e nei luoghi giusti.
    Io spero che riesca a trovare una degna compagna anche se ora,per essere al suo passo dovrà essere davvero unica.
    Lo dice una delle sue future suocere!!

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      cara Dinora mi ha commosso il tuo ricordo dell’amato Dieter, nei giorni scorsi mi sono scontrata – come sempre su Facebook dove si fanno begli incontri ma alle volte si finisce in gorghi di polemiche – con uno studioso di fortezze che sta facendo un casino perché sotto a un fortilizio di Ancona immerso in un parco c’è un piccolo e commovente cimiterino di animali. in un commento ha scritto che non mi capisce perché lui non ama gli animali. ho provato tristezza, perché davvero non sa cosa di perde. noi ogni giorno da quasi due mesi ci ricordiamo di fatti e misfatti di Violetta che ci ha fatto compagnia per quasi dieci anni, pochi per un gatto ma lei era già grande quando è arrivata. adesso c’è la Nana e ci si stringe il cuore perché alle volte è spaesata e misteriosamente ha preso molte delle abitudini dell’altra.
      e faccio basta anche io che non riesco a scrivere…

    • Elena Danemark ha detto:

      Cara Dinora sono molto commossa dal tuo messaggio….io ho deciso di passare le vacanze di Natale a casa perché una delle due mie gatte ha il diabete….iniezioni di insulina…continui controlli della glicemia…etc etc….un po’ di apprensione ma speriamo si risolva tutto. Io penso che il legame fortissimo che ci lega ai nostri “pelosi”, siano essi cani o gatti, non possa essere capito da chi non li ha. Un abbraccio. Elena

  16. Dinora ha detto:

    Marina,Elena siamo accumunate da un grande amore verso i nostri amici pelosi!
    Solo che li ha accanto può capire.
    Marina io diffido sempre delle persone che non amano gli animali! Sono esseri aridi!

  17. Ale ha detto:

    innanzi tutto buon inizio 2016 a tutti\e! 😀
    @marina grazie per avermi citato 😉 avrai sempre il mio sostegno e sono contento di avere la tua amicizia 🙂 come ti dico sempre .. forza e coraggio!! vedrai che il 2016 sarà migliore del 2015. bisogna essere ottimisti spero e ti auguro che tutti i tuoi programmi e ideuzze si possano realizzare e non vedo l’ora di vedere pubblicato il tuo libro.

    la mia foto preferita del post è sicuramente quella di Elisabetta e filippo che scendono le scale. ricordo benissimo quel giorno e anche come le hanno salite. sono due rocce e non possono non ispirare ammirazione, affetto e gratitudine. nonostante la veneranda età loro vanno avanti e hanno quel senso del dovere dato dalla scuola dei principi che mi auguro tanto sia ancora presente in tutte le case reali, sia sul trono che deposte … in fondo la loro grandezza sta anche in questo. seconda foto, sempre della regina, quella a cavallo, perché trovo meraviglioso che sua maestà continui a cavalcare 😀

    la scelta del post preferito è difficile, sono affezionato in un modo o nell’altro a tutti i post, ognuno è il tassello di un bellissimo puzzle.
    quello che forse mi voglio più ricordare è quello dedicato a carlo e camilla, al momento attuale mi piacciono molto e credo che saranno dei bravi sovrani anche se per tanti, soprattutto in italia (non credo più molto in uk), sono ancora incompresi. qui molti sono ancora fermi agli stereotipi.

    http://www.altezzareale.com/2015/04/08/storie-reali/carlo-e-camilla-dieci-anni-come-marito-e-moglie/

    per me poi questo anno di AR è stato molto interessante perché ho continuato a scrivere post e perché, dopo l’incontro con il nostro Amedeo di Savoia nel 2014, ho incontrato per due volte maria gabriella, che stimo tantissimo, e l’arciduca karl che in fin dei conti è pur sempre il capo della casa d’Asburgo-lorena, mica poco, e che mi è sembrato proprio una persona preparata. due post miei di questo 2015 mi stanno molto a cuore anche per la preparazione che gli ho dedicato:

    http://www.altezzareale.com/2015/07/11/castelli-reali/le-reali-villeggiature-ovvero-i-savoia-in-vacanza/
    http://www.altezzareale.com/2015/04/21/tutti-gli-articoli/i-savoia-e-la-sindone/

    @betty benvenuta!!! 🙂 è sempre bello quando un lettore silente scrive il suo primo commento.

  18. https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

    ecco posso dirvi una delle cose che ho fatto alla fine del 2015… guardate alle 13 e 30 tg2 Costume&Società su Rai 2 ovviamente. se non ci riuscite dalle 17 sul sito della Rai

  19. mau ha detto:

    Buongiorno e buon 2016 a tutti/e..
    Il 2016 è un anno che si prospetta interessante, l’inizio sarà sicuramente duro, abbiamo una bimba di un mese e un bimbo di quasi 3 anni, e mio marito parte 3 mesi per lavoro in argentina…… quindi dovrò gestire tutto io, famiglia, casa e fidatevi dispiacere per questa lontananza, di bello c’è che a fine aprile dovrebbe avere il contratto a tempo indeterminato, ma intanto……
    a fine gennaio mi diplomo consuler olistico, poi già ho una buona clientela, mi sono dato fino ai 45 anni per consolidare il tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi