La nuova vita della regina Sofia di Spagna

Sofia-poesia

Qualche volta – anzi spesso – i passaggi di potere e i pensionamenti, soprattutto se forzati, possono essere molto difficili e dolorosi. Nel caso della regina Sofia è avvenuto il contrario. La regina emerita di Spagna appare rinata ora che è libera e ha raggiunto lo scopo della sua vita, garantire l’ascesa al trono dell’amatissimo figlio Felipe.

SofiaReginaMadre

Apparentemente niente è cambiato nella vita della regina Sofia di Spagna: lo stesso sorriso greco ed enigmatico, che nasconde i sentimenti privati, la stessa eleganza atemporale, da regina di altri tempi. Ma c’è una data che ha segnato una svolta per lei e no, non è l’ascesa al trono di suo figlio Felipe. E’ il 13 aprile 2012, il giorno in cui suo marito Juan Carlos è caduto, durante una battuta di caccia nel Botswana, ed è stato costretto a tornare precipitosamente a Madrid, per operarsi. Fino a quel giorno Sofia era stata una regina consorte ammirata e impeccabile, aveva interpretato il suo ruolo con dignità e serietà, guadagnandosi l’affetto degli spagnoli. Come molte donne della sua generazione, aveva sopportato in silenzio i tradimenti del marito, nel nome dell’unione familiare e, nel suo caso, della Corona. A Madrid, le avventure extraconiugali di re Juan Carlos erano un segreto di Pulcinella, ci sono state starlette dalla popolarità declinante che hanno vissuto per anni in televisione, insinuando che. Nei circoli più conservatori e maschilisti, si davano gomitate di approvazione, per le ultime conquiste del re; i giornalisti più machos continuavano a immaginare, con un certo compiacimento, la regina sofferente e triste, perché sempre innamorata del marito fedifrago e ormai indifferente.

Sofia.Rastillo

La nuova vita della regina Sofia

Poi è arrivato il fatidico 13 aprile 2012. E si è scoperto che il re era nel Botswana con la sua amante, la principessa Corinna Sayn-Wittgenstein, da una decina d’anni al suo fianco e con una trentina d’anni meno di lui. Era la prova provata che tutte le voci che giravano da anni erano vere: il matrimonio dei sovrani era ormai una farsa. Ed è stata come una liberazione, sia per i media che per gli spagnoli.
Lo è stata soprattutto per Sofia, che ha sorpreso tutti con una reazione inaspettata. Invece di correre a Madrid, per difendere le apparenze, è rimasta in Grecia, dov’era in vacanza con il fratello, l’ex re Costantino, e la sua famiglia. Con calma, tre giorni dopo, così come previsto, è tornata in Spagna, ha raggiunto il re in ospedale direttamente dall’aeroporto e non gli ha dedicato neanche mezz’ora. Messaggio chiarissimo a tutti: la regina si è stufata di fingere e non è interessata più del necessario alle sorti del marito. E il suo messaggio è stato raccolto con entusiasmo dagli spagnoli, che le hanno praticamente fatto la ola. “Ancora un po’ e la Regina invece di visitare il Re gli manda un whatsapp”, “Dichiarazione della Regina dopo la visita in ospedale: “Santo cielo, sono stati i 25 minuti più lunghi della mia vita””, “La regina non ha cancellato il suo soggiorno in Grecia perché non le importava andare a vedere il donnaiolo che ha per marito”, tra i tweet più divertiti di quei giorni.

La caduta di Juan Carlos nel Botswana ha segnato un punto di non ritorno, sia nel suo regno che nel suo matrimonio. Ha causato un crollo di popolarità che l’ha condotto all’abdicazione, insieme ad altri scandali e alla salute malferma. Ha spinto sua moglie a considerare finita la loro unione anche pubblicamente. Da allora, infatti, Sofia va por libre, si fa i fatti propri, senza preoccuparsi delle conseguenze e del cosa diranno. Sola, in un Paese straniero, la cui lingua non ha mai imparato benissimo, aveva un solo scopo, vedere suo figlio Felipe sul trono, e lo ha raggiunto. Adesso vola da sola, contando sulla complicità dei nuovi sovrani, da sempre schierati con lei negli equilibri familiari, e sulla simpatia degli spagnoli, che non dimenticano la pazienza e la dignità con cui è stata regina consorte. Negli anni della crisi della Monarchia, è stata il membro più popolare della Famiglia Reale, un vero e proprio punto di riferimento, per la sua irreprensibilità e per l’estraneità agli scandali che hanno coinvolto l’istituzione; lei e Felipe rappresentavano il volto gentile e credibile della Monarchia. Anche adesso che è regina emerita, Sofia è molto popolare, le sue apparizioni pubbliche si sono ridotte, ma sono sempre molto apprezzate e seguite dai media. Trascorre molto tempo tra Londra e la Grecia, dove vive la famiglia d’origine, a cui è legatissima. Con la sorella Irene, la sua migliore amica, si dedica finalmente alle sue passioni, i concerti, le mostre, i viaggi. E’ l’unico membro della Famiglia Reale che continua a mantenere rapporti pubblici con Cristina e Iñaki, incurante dell’impopolarità causata dai loro scandali. E’ madre e nonna e non intende abdicare nessuno dei due ruoli, non si perde un compleanno dei nipotini e ogni estate organizza loro le vacanze a Palma di Maiorca, tutti insieme. Lo ha fatto anche quest’anno, portando i figli di Cristina ed Elena alla tradizionale scuola di vela. Se c’è qualche signore gentile e discreto che condivide il suo tempo non è dato sapere, nessuno osa chiederselo, ma è anche vero che quasi nessuno disapproverebbe. Se mai Sofia dovesse chiedere il divorzio, conterebbe sulla comprensione di un intero Paese.

Sofianipoti3
Si potrebbe dire che l’incidente nel Botswana sia stato come un incubo per il re e come una liberazione per la regina. Lui è apparso finalmente nudo, un uomo di potere e privilegi, sostanzialmente solo, incapace di distinguere davvero tra cortigiani e amici. Lei si è riappropriata di se stessa e della propria vita, dedicandosi finalmente, a 74 anni, ai propri interessi. Una data di pubblica umiliazione è diventata un trionfo personale. E anche il suo atteggiamento nei confronti di Juan Carlos è cambiato. Ormai lo vede il meno possibile e non gli riserva affatto il gelo che sarebbe pure comprensibile. Le poche volte che si incontrano in pubblico è persino più disinvolta di lui e arriva a dargli anche un bacio sulla guancia o qualche pacca sulla spalla. Ma non sono più i gesti ripetitivi per fingere in pubblico la continuità di un’unione fallita. Suonano quasi come un indulgente pat pat di una donna finalmente libera, che incontra l’ex, anziano e malandato, lo vede per quello che è e ringrazia gli dei per lo scampato pericolo di dovergli fare pure da infermiera, dopo una vita di sgarbi e tradimenti.

 

Le ultime foto delle regina Sofia le trovate qua

http://www.gettyimages.it/foto/queen-sofia-of-spain?family=editorial&phrase=queen%20sofia%20of%20spain&sort=best&excludenudity=false

Condividi su:Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

25 Commenti

  1. Alex ha detto:

    Grazie Laura, accurata analisi. Juan Carlos è uscito sconfitto dopo una vita in lotta per il trono e per essere un buon re. Il fatto di non aver presenziato al discorso del figlio alle Cortes, al contrario degli altri sovrani abdicatari nelle stesse circostanze, rivela chiaramente il suo malessere e l’essere stato forzato a lasciare il trono contrariamente alle sue aspettative. Con lui devono aver avuto tutti una vita non facile.

  2. Tinckerbell ha detto:

    La Regina Sofia, ottima rappresentante nonchè allieva della vecchia “scuola dei principi” cui una volta ha fatto cenno il Duca d’Aosta. Il dovere innanzitutto e, una volta adempiuto, c’è ancora tutta la vita davanti. Mi piace!

  3. elettra/cristina palliola ha detto:

    Bellissimo post! la regina meritava questa attenzione, quella di guardare alla sua vita, con la nostra comprensione e riconoscimento della sua capacità di sopportazione, anche quando ogni rapporto affettivo e di dialogo era finito, con il marito…un rapporto che sembrava cominciato bene, ma che con gli anni e gli affronti , più o meno pubblici si è andato esaurendosi, spegnendosi come una candela. Quando la cosa non funziona più, è inutile cercare lacci e lacciuoli, si chiudono i ponti e i dialoghi. La regina è il simbolo che la dignità paga sempre quando in particolare si fronteggia con l’arroganza e la troppo grande opinione di se…non so in privato, dove forse qualche lacrima sarà stata versata, ma, in pubblico, niente ! neppure una volta il viso mesto, tirato o nervoso e tutto questo senza aver fatto nulla per trattenere il marito sapendo che aveva a che fare con un traditore incallito…è sempre rimasta tenacemente al suo fianco, ha ottemperato ai suoi impegni , mostrandosi sempre sorridente e serena e cosa più importate, non ha allontanato i figli, anche quando, un po’ tutti, le hanno fatto bere calici di fiele ed è una nonna presente e credo anche affettuosa …al contrario di JC che deve averli strapazzati tutti e non mostra tenerezza con i nipoti
    Ipocrisia? NO!!! buona educazione , rispetto di se stessa, grande senso della monarchia

  4. Ale ha detto:

    molto interessante! concordo con chi sottolinea il senso del dovere di questa regina, la scuola dei principi citata spesso dal nostro amedeo (cugino di sofia), come ha ricordato @tinckerbell. avevo letto che juan Carlos in vista della sua salita al trono aveva chiesto consigli a Umberto II, andando spesso a villa italia quasi per prendere delle lezioni …. vedendo come sono andate le cose mi sa che non era molto attento! anche se comunque credo che sia stato un buon re.
    non credo che juan Carlos e sofia divorzieranno mai, poi magari lo annunciano domani, per educazione e senso del dovere è una strada che non mi sembra sia la loro. e poi allo stato attuale delle cose che senso avrebbe??? tanto di fatto sono già separati da anni. citando la contessa madre violet (maggie Smith) in questo caso moglie e marito sono impossibilitati a vedersi quanto vorrebbero 😀
    col tempo i due ex sovrani torneranno a essere amici, in pubblico mi sembrano già più ben disposti tra di loro rispetto a qualche anno fa.

  5. Michele ha detto:

    Io non ho mai Creduto tanto alla storia d’amore di juan Carlos e Corinna Sayn-Wittgenstein ,Mah nn mi convince.. Boh probabilmente Sara’ vero Ma dato Che io sono un romantico incallito Vedo sempre tutto rosa forse troppo!!! Cmq w Sofia grande esempio di Donna madre e soprattutto Regina,una delle Mie preferite della ” vecchia guardia”

  6. luka ha detto:

    Sofia era ed e’ una Regina consapevole del proprio ruolo e del proprio dovere. Punto. Niente di più in quanto non può essere da esempio per tutte le altre Donne.
    Detta così sembrerebbe una considerazione negativa, invece e’ un elogio a Sofia in quanto le donne sono tante ma la Regina di Spagna, e per tutti i spagnoli, e’ una sola!

  7. Laura C ha detto:

    Grazie Marina, non pensavo lo avessi già pubblicato! 🙂
    Sono contenta che troviate interessante il post, ultimamente mi ero un po’ stufata di leggere sempre articoli di Sofia come vittima, quando da tempo si fa allegramente (e giustamente) i fatti suoi, avendo ottenuto gli obiettivi che aveva come regina e come madre.
    L’articolo è su Sofia, quindi Juan Carlos fa una figura triste perché non è stato un buon marito (e probabilmente neanche un buon padre), ma penso anch’io che sia stato un buon re. Ha commesso errori, ovviamente, è umano, non ha saputo distinguere tra amici e cortigiani, ma ha sacrificato molto per la Spagna e sono convinta che abbia fatto del suo meglio. Il 22 novembre avrebbe celebrato 40 anni sul trono e l’anniversario è passato un po’ sottotono, anche Felipe vi ha appena fatto cenno, in un discorso. Per me è un peccato e spero che un giorno la Spagna sappia rendere giustizia al suo primo re della democrazia (magari con lui vivente, che sarebbe bella cosa).

  8. laura ha detto:

    Sofia è davvero una donna straordinaria ma mi pare che fino a pochi anni fa non godeva di molta popolarità almeno in certi ambienti spagnoli perché aveva espresso in certi scritti critiche nei confronti mi pare dei gay. Potrei sbagliarmi ma credo si trattasse di questo. Ovviamente molte persone hanno delle idee tradizionaliste su molti argomenti ( e ritengo anche la regina Elisabetta) ma si guardano bene dall’esprimerle.
    Se poi andiamo a vedere l’albero genealogico di Sofia vediamo uno dei personaggi più sangue blu del gotha. La regina “emerita” di Spagna discende due volte dalla regina Vittoria, due volte da Cristiano IX di Danimarca, i due nonni d’Europa, due volte da Giorgio V di Hannover, da Caterina II di Russia e da una mezza dozzina di reali tedeschi. Insomma su di lei si potrebbe fare uno studio genetico sulla storia d’Europa.

  9. Caterina ha detto:

    Bellissimo post. Grazie a L. Cardia e naturalmente a Marina. Proprio vero quanto considerato da Voi tutti la reina è sempre la reina. Spero che sua nipote la princesa de Asturias possa ereditare molto da questa donna così solida.

  10. mau ha detto:

    Una donna notevole, penso che felipe le debba il trono………
    una sofia che salva il trono del figlio???? che osteggia il matrimonio del figlio???
    un figlio con una moglie all’inizio apparentemente inadatta? forse anoressica?
    dai che tra un centinaio d’anni la lety mi diventa come sissi

    • Dora ha detto:

      non credo.
      penso che letizia abbia sempre avuto voglia di mettersi in gioco e/o adattarsi al ruolo (ma, attenzione, ALLE SUE CONDIZIONI) però sia sempre stata tarpata da JC più che da sofia.
      sissi era la moglie dell’imperatore ma non l’imperatrice, se ho reso la differenza… 😉

  11. Pellegrina ha detto:

    Decisamente un post che mi piace anche se trovo la signora un po’ bigotta. Ci si augura che quel signore discreto e gentile ci sia, dopo tante umiliazioni, e non da oggi, come ci sia per la regina d’Inghilterra, stalliere o amante dell’arte che fosse. Probabilmente l’ex re in ospedale preferiva anche lui avere accanto la compagna vera anziché una moglie finta. Invece di prolungare queste situazioni ipocrite sarebbe molto più sano un bel divorzio.

    • Laura C ha detto:

      Come non essere d’accordo? Auguro un signore discreto e gentile a lei, a Silvia di Svezia, a Maria Teresa del Lussemburgo. Non condivido il modello di donna che propongono, abnegata e che sacrifica tutto, nel nome della Corona e di un’unità familiare che si basa sulla loro infelicità e umiliazione, ma, visto che hanno sopportato corna e relazioni extramatrimoniali, giusto che, adesso che i loro uomini invecchiano, non facciano pure le infermiere e si divertano come meglio credono, magari accanto a un uomo intelligente ed educato, che le apprezza e le faccia ridere.

    • laura ha detto:

      Be’ io penso che vi sia una bella differenzia tra la coppia JC-Sofia e Carlo Gustavo e Silvia. JC ha scelto Sofia esclusivamente per convenienza e le è stato costantemente infedele mentre Carlo Gustavo ha scelto una donna che amava anche se non era in linea con i canoni di allora e ha mostrato in molte occasioni rispetto e affetto verso la consorte. Carlo Gustavo e Silvia sono sempre insieme non solo durante le cerimonie ufficiali ma anche durante le vacanze e si vede chiaramente che si tratta di una coppia vera e non di facciata. Certamente avere frequentato occasionalmente dei night club di un certo tipo non è stato un comportamento corretto e dignitoso per il re di Svezia ma non è paragonabile alla continua insofferenza e antipatia verso Sofia che JC ha mostrato in numerose occasioni persino pubbliche. Ricordo il video con JC e Sofia che accolgono il papa all’aeroporto di Madrid : il re non fa che rimproverare Sofia ordinandole di spostarsi di qua e di la’ come se fosse una scolaretta al punto che la regina alla fine allarga le braccia e chiede ma cosa devo fare ? Sembra una cosa di poca importanza ma secondo me la dice lunga su quello che la regina ha dovuto subire negli anni.

  12. Dinora ha detto:

    Buongiorno a tutti!!
    Recentemente ad una serata, ho conosciuto un giovane e noto, in Spagna, imprenditore, appartenente ad una delle famiglie più antiche di Spagna.
    Persona colta, molto simpatico e di grande compagnia.
    Questa volta mio marito mi ha preceduto sull’argomento Reali di Spagna.
    Gli raccontato che lo scorso anno, quindici giorni prima dell’annuncio ufficiale dell’abdicazine, avevamo avuto l’onore di essere stati presentati alla Regina Sofia e che io le chiesi se era possibile fare una foto con lei.
    Lui ha sorriso dicendoci:
    “La Regina Sfia una grande signora. Ora…….. ( momento di pausa)…abbiamo …….Letizia” niant’altro!!
    A voi il commento!!
    Io ho commentato con un sorrisetto e lui pure con un piccolo accenno di capo.

  13. Dinora ha detto:

    La tastiera ha fatto capricci!!!!
    Scusate

  14. Dora ha detto:

    io credo che negli ambienti più conservatori rimpiangeranno sempre sofia. e un pò hanno ragione, lei così signorile e distinta, già principessa di grecia con mille parentele reali, senza una gaffe o una sbavatura.
    però sofia è il passato e letizia, da regina, non sta dando cattive prove. e lei è il futuro. semplicemente diverso, non necessariamente peggiore.
    d’altra parte letizia poteva evitare di arrivare ad essere regina senza tutto quel bagaglio di critiche che si era tirata dietro da principessa delle asturie. ma questo è, anche se di poco, un altro discorso.

    • Laura C ha detto:

      D’accordo con te. Per le 20enni di oggi un modello di donna come quello di Sofia è improponibile. La Spagna di oggi non è più quella in cui una donna doveva essere una buona padrona di casa, una buona madre e moglie e doveva fare finta di niente se il marito la tradiva con qualunque cosa si muovesse, perché era maschio. La Spagna è molto più progressista dell’Italia, nella mentalità e nel modo di comportarsi, basta andare a Madrid, per non parlare di BCN, ovviamente, per vedere coppie omosessuali che si tengono per mano senza che nessuno si volti a guardarli o pensi di menarle. Letizia è la regina del XXI secolo, ha molti difetti, nessuno è perfetto, ma sicuramente il modello di donna che propone è molto più in sintonia con le donne della sua generazione e di quelle che la seguono. Il futuro è lei e i forum anti Letizia non sono la miglior fonte di informazione, sono solo una parte di quello che si muove in Spagna. Felipe e Letizia stanno facendo un buon lavoro e, a parte gli snob, le critiche a Letizia come regina sono poche, molte meno di quelle che suscitava come principessa.

  15. Rina ha detto:

    Già dire che l’attuale regina della CATTOLICISSIMA Spagna (con privilegio del bianco) è una divorziata, fa capire lo stato della monarchia…
    Letizia era anche una repubblicana convinta (prima di vivere nel lusso a spese dei sudditi, ovviamente).
    La Ortiz è un ossimoro vivente!
    Ogni volta che appare in pubblico, gli spagnoli si chiedono quanto siano alti i suoi tacchi (han pubblicato un libro a riguardo), e quale parte del corpo si sia ritoccata (al museo delle cere di Madrid han rifatto 3 VOLTE la sua statua perché naso, mento, seno etc… non erano più quelli di 10 anni prima). Questo è l’apporto, il rinnovamento che ha portato Letizia?

    Reina Sofia tutta la vita!

    • Dora ha detto:

      la differenza è che letizia era sposata e divorziata solo civilmente. e quindi per la chiesa il suo precedente matrimonio non è mai esistito. ben più grave è il suo aborto che l’ha resa scomunicata. e una scomunicata, se non è stata perdonata, è impensabile che si sposi in chiesa.

      felipe, all’insediamento, ha fatto eliminare il titolo “maestà cristianissima” (o cattolicissima, non ricordo).

      sui suoi ritocchi se è già parlato molto sul forum, ma personalmente ritengo che una volta uscito JC di scena non ci sarà più da modificare la sua immagine al museo delle cere.
      i tacchi altissimi se li può permettere visto lo stangone di marito che ha, meno capisco le scarpe trasparenti -orrore!- ma tutte le regine/principesse fanno qualche scivolone, ogni tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi