Royal wedding svedese : Carl Philip e Sofia sposi sabato 13 giugno

Sabato 13 giugno si celebra un altro royal wedding svedese. Il principe Carl Philip di Svezia, uno degli ultimi scapoli d’oro dell’universo royal – o come dice Point de Vue “prince à marier” o “meilleur parti du Gotha” – porterà all’altare la fidanzata quasi storica (quasi nel senso che il principe ha avuto una relazione decennale con un’altra) e un po’ chiacchierata.
Oggi Sofia Hellqvist ha abbassato drasticamente l’orlo della gonna e nasconde i tatuaggi dietro ai pizzi degli abiti da sera, ma diciamo che in passato la sua vita è stata un tantino spericolata. Niente di che eh, almeno rispetto agli standard a cui ci hanno abituati i sovrani del passato e del presente (leggi stragi di poveri elefanti e notti brave nei club per soli uomini), ma abbastanza per farci dire che no, non è quella che si potrebbe definire una fanciulla innocente e pura.

****
Ad ogni modo la futura principessa, una volta saldamente conquistato il cuore di Carl Philip Bernadotte duca di Värmland (ex principe ereditario e ora solo “assistente” della sorella futura regina in virtù della nuova legge di successione approvata nel 1980) ci si è messa di impegno e si è trasformata. Non è stato un percorso facile il suo e in realtà a parte il principe ha avuto un unico appoggio nella famiglia reale: il futuro cognato Daniel il quale, a suo tempo, ha faticato parecchio a farsi accettare.

sofia-hellqvist-4-z

Il royal wedding svedese fra pettegolezzi e romanticismo

Il fatto è che Carl Philip, bello, tendenzialmente play-boy come il padre, appassionato di auto veloci e designer a tempo perso, sembrava aver messo la testa a posto accanto a Emma Pernald (di origini non nobili ma di buonissima famiglia e soprattutto amica del cuore di Madeleine, la sorella minore del principe) fino al giorno in cui una statuaria ragazza mora con magnetici occhi azzurri non fa perdere la testa al giovane Bernadotte. Ex star della tv ex mannequin un po’ osé, Sofia è bellissima ma il suo curriculum non è quello che ci si aspetta per una principessa. Però i due perseverano, dopo un anno passato quasi di nascosto a New York la coppia va a vivere insieme in un quartiere residenziale di Stoccolma e da lì inizia la manovra di avvicinamento anche perché la giovane donna sarà stata un po’ scapestrata in gioventù, ma non è stupida e decide di dare una svolta alla sua vita. E di studiare a fondo il mondo dei royal per prendere esempi e spunti. Sue principali fonti di ispirazione Kate Middleton e le cognate Victoria e Madeleine con la quale però si mormora abbia pessimi rapporti. Ad ogni modo molto presto spariscono il piercing all’ombelico , i jeans strappati e le minigonne inguinali; una stylist molto nota l’aiuta a rivedere il suo guardaroba che diventa quello che una ragazza “bon chic bon genre”. L’operazione è un successo, Sofia finisce con l’essere accettata dai sovrani, comincia a partecipare in sordina e in seconda fila agli eventi della corte a iniziare dal battesimo di Estelle, la figlia di Victoria (mentre era stata esclusa dal matrimonio) e in più si impegna attivamente in molte cause umanitarie, principale occupazione di tutte le principesse che si rispettino. Ma ammette “ho dovuto combattere per essere riconosciuta”. La stampa svedese dimentica il passato e scopre una giovane donna allegra, cordiale, dotata persino di sense of humor e straordinariamente bella. Il 27 giugno 2014 finalmente l’annuncio tanto atteso, i due sono fidanzati ufficialmente e Carl Philip fa sapere che l’amata “è la donna più straordinaria del mondo”. “Non sapevo cosa fosse la magia dell’amore prima di incontrare Sofia, ma adesso so quanto l’amore può cambiare una persona”.
Sabato le nozze, certo non fastose come quelle della sorella maggiore e principessa ereditaria ma, come sempre in casa Bernadotte, festose e splendenti fra abiti da sera, divise e gioielli.
Adesso resta una sola domanda: quale diadema indosserà la sposa? La futura duchessa di Värmland si vedrà concedere uno degli splendidi diademi storici dei Bernadotte o riceverà un gioiello nuovo di zecca?

sofia-hellqvist-20-z

Intanto ecco il programma delle nozze a cui dovrebbero partecipare i rappresentanti di quasi tutte le case reali europee: il 12 giugno ci sarà una privata per gli invitati e gli amici, ma il clou è previsto per sabato 13 giugno con la cerimonia nuziale nella Cappella del Palazzo reale di Stoccolma (a partire dalle 16 e 30) e poi dopo la passeggiata in carrozza degli sposi lungo le vie della città, ci saranno una cena e il tradizionale ballo nella Galleria Carlo XI. Dettaglio di non poco rilievo, i costi del matrimonio saranno totalmente a carico dei sovrani.

Nozze1

E sempre in tema di royal wedding nei giorni scorsi il notissimo sito di e-commerce Zalando mi ha contattata proprio per parlare di regine e principesse nel giorno delle loro nozze. Il mondo dei royal è sempre avvolto da un’aura di magia e le teste coronate restano un punto di riferimento, un sogno irraggiungibile che nell’immaginario delle persone si confonde con la fiaba e quindi il sito ha deciso di proporre una gallery sui matrimoni reali degli ultimi 100 anni con i bozzetti degli abiti di regine e principesse. Un’idea molto interessante che permette di scoprire tutti i dettagli, i particolari e le curiosità delle mise principesche e, nel caso, di copiarle o prendere spunto per il proprio giorno più bello. Inoltre alla fine c’è anche un mio commento sul fantastico e affascinante mondo dei royal.

1200

Ecco gli sposi in partenza per il luogo della cena pre wedding altre foto nel link qui sotto

http://www.gettyimages.it/search/more-like-this/476848750?excludenudity=false&family=editorial&page=1&sort=best

Tiara

Primo piano della sposa con diadema insolitamente coronato da smeraldi. Scelta particolare visto l’uso ma in ogni caso il gioiello è splendido e direi art déco o giù di lì. Aspettiamo dettagli.

Wedding

Molte grazie a Repubblica che ci fornisce una nella gallery e la fatica risparmiata nel caricamento delle foto mi fa perdonare le banalità che hanno scritto

http://www.repubblica.it/esteri/2015/06/13/foto/svezia_il_principe_carl_philip_e_la_modella_sofia_hellqvist_oggi_all_altare-116771545/1/?ref=fbpr#1

I royal wedding svedesi li trovate tutti qui:

Carlo Gustavo e Silvia

http://www.altezzareale.com/2009/11/13/matrimoni-reali-2/matrimoni-reali-di-ieri/ieri-sposi-19-giugno-1976-carlo-xvi-gustavo-re-di-svezia-e-silvia-sommerlath/

Victoria e Daniel

http://www.altezzareale.com/2010/06/20/matrimoni-reali-2/matrimoni-reali-di-ieri/uno-chef-italiano-per-le-nozze-di-victoria-e-daniel/

Madeleine e Chris

http://www.altezzareale.com/2013/06/07/matrimoni-reali-2/matrimoni-reali-di-oggi/madeleine-e-chris-nozze-reali-a-stoccolma/

http://www.altezzareale.com/2013/06/08/matrimoni-reali-2/matrimoni-reali-di-oggi/madeleine-e-chris-oggi-sposi-reali-a-stoccolma/

http://www.altezzareale.com/2013/06/09/nazioni/svezia/nozze-reali-a-stoccolma-mai-senza-diadema/

Come sempre in occasione di un evento reale noi saremo qui in diretta – lo streaming è qui http://www.svtplay.se/video/2980007/prinsbrollopet – per seguire le nozze e commentare senza moderazione. Vi aspetto live sabato 13 alle ore 15 circa.

Copyright foto: Hola.com

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

811 Commenti

  1. elettra/cristina palliola ha detto:

    Lo posto qui perchè riguarda anche la famiglia reale svedese: è morto il marito di Brigitta, sorella originale ed eccentrica nel vestire, di CG e principessa Hohenzollern- Sigmarinngen. Non è mai il momento di morire, ma questo , per gli svedesi, sembra il più sbagliato, visto che stanno per atterrare, sul palazzo reale, ben due cicogne…a proposito, ma Vittoria, sta covando? dovremmo esserci a momenti, credo!

  2. https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

    grazie per la notizia, stavo giusto guardando le origini di questo Hohenzollern-Sigmaringen e mi sono resa conto che è il nipote (attraverso sua madre Margartehe di Sassonia) della famosa e molto chiacchierata Luisa d’Asburgo-Toscana moglie poi separata del re di Sassonia Federico Augusto III

  3. Antonella Carini ha detto:

    Ho appena visto su un sito francese che circa due ore fa è nato il bambino di Victoria e Daniel di Svezia. Un maschietto. Ad Estelle lo diranno domani perchè sta già dormendo. Domani a mezzogiorno il Te Deum di ringraziamento. Ho subito pensato di condividere la notizia con te!

  4. Nicoletta ha detto:

    Questo pomeriggio alle 18.25 sarebbe nato/a il figlio/a di Carl Philip e Sofia. Ancora non si sa il sesso del bebè. Che strano. Mi sembra che le altre volte l’annuncio fosse completo, solo il nome veniva annunciato in seguito. Che sia un maschio contro ogni previsione? Che “regalo” per il compleanno del nonno? Non so quanto gradito!

  5. michelle ha detto:

    E anche Carl Philip è diventato papà!

  6. Nicoletta ha detto:

    Sarebbe un maschio! !!! Che dire? Auguri ai genitori ed al piccolino. Quanto al nonno…chissà quanti pensieri contrastanti in questo momento! Anche se per me Victoria sarà un ottima regina.e poi Estelle sarebbe stata più defilata e ci saremmo persi molto!

  7. Martina ha detto:

    Maschio. L’erede mancato. Ben gli sta al nonno misogino.

  8. elettra/cristina palliola ha detto:

    Io credo che la ferita inferta alla dinastia molti anni fa, quando una legge retroattiva tolse il trono da sotto al sedere di Carl Philip, anche oggi, abbia sanguinato , perchè questo piccolino, è il mancato erede al trono in seconda. Erede maschio, più un altro figlio maschio…tre re in fila! Vittoria sarà un ottima regina e sua figlia è la miglior bambina reale sulla scena,io adoro entrambe, ma la dinastia avrebbe fatto il suo corso naturale in questo modo . Ovviamente tutti felici, in famiglia, ma una punta di rammarico, credo che sia Carlo Gustavo, sia la stessa Vittoria che è sensibile e intelligente, l’abbiano avuta. Comunque benvenuto piccolino!

  9. laura ha detto:

    Ma perché il corso naturale ? La legge era già in cammino quando è nato Carl Philip. So che il re ci rimase male e mi auguro che abbia avuto il buon senso e la sensibilità di non fare pesare questo alla figlia. E’ possibile che i problemi di anoressia che Victoria ha avuto siano anche dovuti a questa situazione.
    Comunque anche io trovo Victoria una persona meravigliosa e penso che farà meglio di quanto avrebbe fatto Carl Phillip che finora si era interessato più che altro alle auto e alle ragazze. Magari con le nozze e la paternità adesso sarà più maturo.
    Ho letto in giro che si parla di cambio del nome Bernadotte quando sarà il turno di Victoria e poi di Estelle ma mi pare una cosa poco realistica non vedo perché questo cambio per giunta in un paese come la Svezia dove i coniugi decidono insieme quale cognome usare e non c’è automatica preferenza per quello del marito.

    • Dora ha detto:

      in realtà CP è un apprezzato designer di oggetti di vetro. e da quando ha conosciuto sofia ha messo la testo a posto

    • elettra/cristina palliola ha detto:

      @Laura premetto e ripeto che io Vittoria la amo alla follia, la trovo perfetta come donna come compagna di vita, come madre, come principessa…sarà un’ottima regina e la sua sarà una bellissima famiglia reale. la trovo responsabile e completa E proprio perchè credo che tra le qualità di Vittoria ci siano una grande intelligenza e sensibilità, penso che quel brutto periodo in cui fu preda dell’anoressia sia stato per il senso di colpa ( seppure innocente )nei confronti del fratello e il sentirsi rotolare addosso una enorme responsabilità alla quale non era preparata. Periodo superato felicemente anche grazie all’uomo che oggi è suo marito. Pur essendo , io, una donna però preferisco avere un re sul trono al posto di una regina, se non strettamente necessario, come nel caso di Margrethe , che era la primogenita di tre femmine o come è stato e sarà in Olanda…non mi piace che dietro a una regina ci sia un fratello maschio….sarò retrograda, ma questa legge della primogenitura non mi piace neppure un po’…abbiamo ed abbiamo avuto regine ineccepibili, meglio di molti re maschi, ma è un ruolo che non mi convince. So che quando è nato Carl Philip, la legge era in costruzione, ma almeno per questa generazione si poteva evitare, anche se FORSE Carl Philip, sarebbe stato un pessimo erede al trono e forse un pessimo futuro re, ma in un altro ruolo non si sarebbe dedicato solo a pitonesse e motori. Non è che non sono dalla parte delle donne o le giudico più sceme, ma la monarchia nasce in un modo, e secondo me, o compri e accetti tutto il pacchetto, oppure la cosa si svilisce, così come si è svilita con tutti questi matrimoni borghesi…scrivo su queste pagine da tanto tempo per pensare che mi consideriate una violenta reazionaria ..è un pensiero in questo ambito, e poi per molte cose, trovo disgustose le differenze tra uomini e donne, a favore dei primi , che ancora oggi ci sono
      Ho letto che questa legge fu fatta solo perchè si pensava che la regina Silvia avrebbe avuto problemi a rimanere incinta….non so da dove nasca questa teoria! i sovrani si sono sposati nel giugno del 1976 e Vittoria è nata nel 1977, esattamente un anno dopo, seguita nel 1979 dallo stesso Carl Philip e nel 1982 da Madleine….più fertili di così ho visto solo i conigli …ebbero più problemi la nostra regina Elena e anche la nuora M.Josè che erano più giovani al momento del matrimonio. Fermo restando che sono felice di occuparmi più di Vittoria che del fratello, mi spiace che le cose siano così e spero di poter vedere salire al trono una delle numerose regine che ci saranno e vedere come si sentiranno umiliati i rispettivi fratelli…non sarà un bel vedere…per me!

      • Ale ha detto:

        perfettamente d’accordo 😉 la pensiamo uguale.
        trovo assurda oggi la legge salica nelle famiglie reali regnanti ma non mi fa impazzire la primogenitura eguale, il cognome diventa una forzatura ed anche tutte le questioni relative ai titoli e agli stemmi. preferisco la preferenza maschile, che giustamente non esclude le donne ma mantiene un pallido ricordo di tradizioni millenarie.
        detto questo sono assolutamente per la parità tra generi e etnie, e preferisco mille volte victoria al fratello 😀

      • Dora ha detto:

        io non credo che i suoi problemi giovanili fossero dovuti al senso di colpa nei confronti di CP quanto al fatto che CG glie l’ha fatta pesare non poco questa situazione

  10. Rossella ha detto:

    Domanda tecnica:
    ma Victoria avrebbe potuto rifiutare la corona a favore del fratello, e comunque potrebbe eventualmente farlo?

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      si certo che può rinunciare, ma chissà se lo farà essendo stata educata e preparata per fare la regina?

      • Rossella ha detto:

        Ma si infatti…anche perché se ti cambiano le carte in itinere non è che puoi farci molto, soprattutto se sei adolescente.
        Leggo che il re ingoiò il boccone amaro e per la stessa Victoria non fu facile, vista la sua sensibilità…chissà se le è balenata per un momento l’idea anche perché mi sembrano molto affiatati i tre fratelli.

  11. laura ha detto:

    Io invece non penso così @Elettra, intanto perché non vedo perché la donna debba diventare monarca solo in assenza di un fratello e poi perché nel caso particolare non possiamo certo dire che Victoria si sentisse poco preparata per la responsabilità che le cadde addosso. Le cose furono decise quando Vittoria e suo fratello erano dei bambini di due anni e di sette mesi e quindi né C F si poteva sentire defraudato di una cosa che aveva avuto fino all’età di sette mesi di età né Victoria sentirsi non preparata per un ruolo era stato suo dall’età di due anni.
    Diverso fu il caso in Norvegia dove, visto che i due interessati M-L e il fratello Haakon erano già adolescenti quando la legge entrò in vigore, giustamente si preferì non sconvolgere la vita di due persone che erano già calate in un preciso ruolo.
    Non credo proprio che la assoluta primogenitura fu ideata per motivi di una eventuale difficoltà di Silvia a procreare, mi pare davvero una totale invenzione.
    E’ invece più logico vedere in quella legge una naturale evoluzione della monarchia in un paese come la Svezia che attribuisce grande importanza alla parità tra uomo e donna. Questo lo vediamo anche nella assegnazione dei titoli ducali che vengono dati alla nascita indifferentemente ai nipoti del re senza distinguere tra i figli delle due figlie e i figli del figlio.
    E’ una cosa giusta o no ? Se questo è ciò che vogliono gli svedesi è certamente una cosa più che giusta.
    Non dimentichiamoci che la monarchia nelle sue forme che noi consideriamo tradizionali è solo l’ultima evoluzione di una storia lunghissima che parte dalla preistoria e della quale noi vediamo solo la parte finale. Per molto tempo la monarchia è stata elettiva e non ereditaria, in molte comunità quando ereditaria veniva trasmessa attraverso la linea femminile e non quella maschile. Insomma le varianti nella storia sono state infinite.

  12. ziowalter ha detto:

    Io sono per la parità in ogni campo della nobiltà. La legge salica mi sembra solo un retaggio medievale e l’ abolirei anche per tutti i titoli nobiliari ereditari. Elisabetta è una donna ma non ha mai pensato di conferire titoli nobiliari alle donne. Pure il padre Giorgio VI non volle farla Principessa di Galles perchè poi avrebbe dovuto dare lo stesso titolo a Filippo..
    Per quanto riguarda i reali di Svezia penso che il rosicamento del Re e del figlio ci siano stati sicuramente ma poi si siano piegati alla “ragion di stato”. Però va bene essere democratici, “costituzionali” etc ma farsi dare le regole da un parlamento di “comuni” penso non sia stato facile da accettare.

    In ogni benvenuto al royal pargolo!! 😀

  13. sisige ha detto:

    …già lasciato l’ospedale. Questi sono un po’matti; secondo me sono davvero esagerati. Parlando di principi che ereditano la corona, in tutti i Paesi ormai dovrebbe vigere la legge della semplice primogenitura, uomo o donna che sia.
    Non invidio quelle regine (ricordate ALexandra Fodeorovna di Russia) che magari hanno sfornato una serie di femmine prima di avere l’agognato erede maschio.

  14. elettra/cristina palliola ha detto:

    Sapevo di sollevare un vespaio, ma non c’è nulla di polemico, nelle mie parole, come sono sicura che non c’è nelle vostre….come sempre , è interessante vedere la diversità di vedute e discuterne, anche se poi ognuno, come sempre resta della sua opinione e inoltre, indietro non si torna! oramai questa è la legge che vige in tutte le monarchie e sicuramente @Ale ed io ce ne faremo una ragione…vero @Ale?

  15. Martina ha detto:

    Se Carl Philip fosse l’erede, sarebbe estremamente impopolare e inadatto. Inoltre dubito fortemente che una come Sofia sarebbe sua moglie.

    Vctoria é la persona migliore che poteva capitare alla monarchia e ringrazierò sempre coloro che hanno poposto il cambiamento di quella legge! Come se avessero previsto tutto: l’inadeguatezza do CP, la ex stripper arrivista come moglie e via dicendo.

    Tornando in tema, auguro una vita bellissima al piccolino e molto rosicamento a Carl Gustav 🙂

  16. laura ha detto:

    Alexander, Erik, Ubertus, Bertil, duca di Sodermanland.

    http://www.kungahuset.se/royalcourt/royalfamily/latestnews/latestnews/hrhprincealexandererikhubertusbertildukeofsodermanland.5.13410d60153f0c7bb22532.html

    Un giusto tributo a Bertil e il titolo del ducato era stato già dato ad alcuni principi fra cui il futuro Osckar I.

    I ducati in Svezia non sono ereditari, vengono dati alla nascita : ogni principe ha il suo che tiene fino alla morte quando il titolo ritorna quindi alla corona.

  17. michelle ha detto:

    HRH Alexander Eric Hubertus Bertil ,ben arrivato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi