A Royal Night Out

A-Royal-Night-Out-1

In questo film Giorgio VI non ha il volto di Colin Firth, bensì quello di Rupert Everett. E si, questa è una grossa – enorme – delusione, ma attenzione, guardatevi il trailer perché A Royal Night Out ha tutta l’aria di essere un film davvero molto piacevole. La notte è quella che la giovane principessa Elisabetta e la sorella Margaret passano in giro per Londra in festa dopo la proclamazione della vittoria alla fine della seconda guerra mondiale e la pellicola racconta le vicissitudini e le avventure delle due principesse in incognito che per la prima volta vengono lasciate libere di divertirsi.

Un film che conferma, semmai ce ne fosse stato ancora bisogno, quanto ormai gli inglesi considerino mitica la loro inossidabile, immutabile e magnifica The Queen.

01226-Girls Night Out-Photo Nick Wall.NEF

 http://www.mymovies.it/film/2015/aroyalnightout/trailer/

The Roual Night Out esce in Inghilterra il 25 maggio e speriamo anche in Italia a stretto giro di posta.

images1

Altro genere di principessa la protagonista di Cinderella, ovvero la nostra amatissima e indimenticabile Cenerentola. Ne avrete letto in giro visto che, anche se la pellicola esce nelle sale il 13 marzo, sono state organizzate due anteprime una a Milano e l’altra a Roma. Ospiti dei due eventi plotoni di mamme blogger note e meno note, presenti in massa insieme alla prole attonita che no le foto no perché i bambini bisogna proteggerli però la première con tappeto rosso e stuolo di fotografi quella si, ehhhhhh santa coerenza. Comunque vi posso dire una cosa contando sulla vostra massima riservatezza? Le ho invidiate, molto, anzi moltissimo. Perché anche se non sono mamma direi che di principesse vere e finte io ne so molto, molto di più. Anzi noi ne sappiamo molto di più e la proiezione speciale dovevano farla per i lettori di AltezzaReale. #Cinderella #LascarpettadiCenerentola

ps: grazie a Sisige per la segnalazione di A royal night out…

 

 

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

50 Commenti

  1. tody ha detto:

    La livrea del delfino di francia era azzurra, Perrault scrittore francese riportò la fiaba nelle sue raccolte di novelle nel seicento. Un secolo dopo fu ripresa dai fratelli Grimm. La fiaba in se, Cenerentola, è antica di millenni, prima del francese era riportata in una raccolta di uno scrittore pugliese( o zona due sicilie), e pare tramandata per via orale attraverso i millenni, pare risalga agli egizi e che ce ne sia una versione cinese(monarchie ai tempi si sprecavano).
    Credo però che sia di Perrault l’invezione del principe azzurro data la livrea del delfino di francia, un modo per ingraziarsi Luigi XIV presso il quale era cortigiano.
    Ebbe però la grazia di rammentare il predetto scrittore italiano come fornitore della materia prima(la storia).

  2. sisige ha detto:

    Non posso guardare come sono vestiti i royals (credo unicamente le DONNE!) durante la Messa tradizionale di Pasqua. La povera bambina (…ma ormai non lo è più, è davvero una ragazzina) figlia di Edward e Sophie, la vestono come una deficiente…ma non riesce a ribellarsi???? Su Eugenie e Beatrix si sono spese tante parole…sono sempre insufficienti. La nuora della principessa Anna dovrebbe abbassare la lunghezza delle gonne per mascherare il fatto di essere un po’cicciotta. Non è un appunto, lo sono ANCH’IO, ma insomma il buon gusto lo imporrebbe.
    Vogliamo parlare degli spagnoli????? Le due infante credono che si vada a Messa con il tutu’ (soprattutto la più grande) e lasciamo perdere Letizia, anonima più che mai. L’unica che si salva è Sofia. Basta, mi sono sfogata. Queste persone hanno a disposizione dei soldi/guardaroba esagerati, dunque si tratta solo di cattivo gusto. E questo mi fa arrabbiare (beh insomma, si fa per dire)

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      Le inglesi ancora non le ho viste, le spagnole si. Ho pensato la stessa cosa sulle gonne troppo cortine delle bimbe e poi le scarpe le hai notate le scarpe, orrende. Però bisogna ammettere che sono proprio belline, specie Leonor che secondo me madreggia come atteggiamenti ma sta diventando bellissima.

      • Dora ha detto:

        concordo in pieno con te marina sulle spagnole. con ‘sto freddo mandi due bambine a giro con le gonnelline cortissime???

        e sì, lady louise, povera stella! mi domando perchè una madre così elegante mandi a giro una figlia conciata a quel modo…
        autumn phillips a me invece è piaciuta e in genere mi piace anche il suo stile. bea di york senza infamia e senza lode, ha fatto di peggio ma anche di meglio.
        come dicevo, qualsiasi cosa si metta sta male, anche se ha un bel fisico.

  3. sisige ha detto:

    Marina, sono d’accordo. Leonore è molto carina; però credo – a suo tempo – anche lei si rifarà il naso perchè ha preso dalla mamma.
    Dora, davvero bisognerebbe capire coma mai Sophie di Wessex ‘impone’ un tale abbigliamento alla figlia, non si può guardare, la mortificano quando invece avrebbe bisogno di …incoraggiamento!

  4. Laura C ha detto:

    Ho appena visto A royal night out, nel web, con i sottotitoli in italiano e mi è piaciuto tantissimo!! Adorabili sia Elisabeth-Lizzy-Lilibeth che Margareth; la notte sarà stata fantasia degli sceneggiatori, ma le personalità delle due principesse, seria e responsabile la prima, effervescente e travolgente la seconda, sono state rispettate; anche la loro pazza notte è raccontata con affetto e rispetto. Davvero piacevole! Marina, ho messo su Google il titolo + trama, perché volevo saperne di più di cast (che Re Giorgio è Rupert Everett me ne sono accorta a metà film!! :O ) e al primo posto mi è venuto Altezza Reale!!! Grande! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi