Buon Natale da Altezza Reale

Buck2

Un altro anno di cronache reale se ne è andato e quasi non ce ne siamo accorti. Il blog si prende qualche giorno di vacanza nella speranza che il rumor dell’abdicazione di Elisabetta II sia davvero sia soltanto una voce diffusa ad arte per incrementare i click e le ormai scarse vendite dei giornali di carta. Che, a parte il dispiacere per il pensionamento di The Queen, non ci posso proprio pensare di mettermi al pc dopo il pranzo di Natale che sarà piuttosto pesante e non a causa del menù.

Prima di sparire in un vortice di panettone, pandoro e tortellini (per me nel caso aveste qualche dubbio panforte di Siena ma quello very original please) ci voleva un saluto come si deve: Alex ha selezionato gli auguri di Natale di alcuni royal, Laura ha trovato delle foto molto carine che vedrete in fondo e io ci ho aggiunto l’albero di Natale di The Queen. Con queste immagini abbiamo deciso di augurarvi Buone Feste, un felice e sereno Natale e un allegro inizio del 2015 che – ridendo, scherzando ma soprattutto scrivendo – sarà quello del sesto compleanno del blog. E speriamo anche di un bell’incontro probabilmente a Roma.

1946

Le due bimbe che si apprestano a festeggiare, all’uso svedese, Santa Lucia sono Margarethe di Danimarca e la sorellina Benedikte

Felipe e Letizia 1

Felipe e Letizia 2

Juan Carlos e Sofia 1

La cartolina natalizia di Juan Carlo e Sofia, sul retro i loro nomi e basta

Norvegia

La famiglia reale norvegese

duc d’Anjou 1

Gli auguri di Natale di una coppia della quale non abbiamo parlato quasi mai: Luis Alfonso di Borbone con la mogglie Maria Margarita Vargas. Lui si considera ed è copnsiderato da ligittimisti il capo famiglia dei Borbone in quanto discendente diretto per via maschile di Luigi XIV.

Buck

L’albero di Natale di Buckingham Palace… belli gli addobbi, vero? Belli ma non impossibili, li potete acquistare nello shop anche on line 😀

WA-Maxi

La famiglia reale dei Paesi Bassi passa in Natale in Argentina.

Monaco2

E infine la foto più recente: i gemellini di Monaco con sullo sfondo un bell’albero di Natale

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

79 Commenti

  1. sabrina ha detto:

    Carissimi
    Tanti auguri per il nuovo anno anche da parte mia, sono una delle più nuove lettrici del blog che ho scoperto solo in febbraio ma che da allora mi tiene compagnia quasi ogni giorno e mi aiuta a rasserenarmi quando le giornate diventano tremende..
    Vorrei commentare la messa di Natale della famiglia reale inglese
    Le Yorkine sono al di là di ogni commento Beatrice con un soprabito a righe orizzontali nere e argento avvitato e corto …. ed Eugenia in bianco con cappello rosa fucsia (voleva fare pendant con la nonna?
    Elisabetta sempre splendida con un ardito abbinamento che le sta benissimo piccola notazione avete visto che mentre Kate (a proposito il suo cappotto anche se in perfetto stile british e country secondo me era orrendo) e Autumn avevano rispettivamente un foulard a l collo ed un collo di pelliccia Elisabetta aveva un soprabito paricollo da cui si intravedevano le perle (quelle di nonna Mary?) considerata l’età e la prevedibile temperatura rigida the Queen è veramente una tempra d’acciaio …Buon anno a tutti
    Quanto ai Grimaldi avete visto le ultime prodezze di Alessandra di Hannover …non trovate che è poco consono al nome che porta ed alla sua posizione di membro di due famiglie reali? E’ giovane ma non è una star è una principessa …
    @ Ale aspettiamo con ansia le tue rivelazioni sabaude perché mille anni di storia hanno il loro peso anche se a giudicare da alcuni esponenti questo peso schiaccia…
    Curiosando negli alberi genealogici ho visto alcuni matrimoni Borbone Savoia ,senza contare Maria Cristina di Savoia e Ferdinando II , Leopoldo di Borbone Due Sicilie, figlio di Francesco I e Maria Isabella di Borbone Spagna con Maria Vittoria di Savoia Carignano e più recentemente Eugenio di Savoia-Genova e Lucia di Borbone Due Sicilie come si è arrivati ad unire due casate cosi rivali…
    Auguri a tutti ed a presto

  2. annarita ha detto:

    @ Ale sbrigati ad iniziare il 2015 facendoci leggere quello che hai scoperto sulle biografie sabaude. Per quanto riguarda il libro del duca d’Aosta l’ho ordinato attraverso IBS ma non è ancora arrivato. Ti auguro un bellissimo anno sia per ciò che desideri che per i tuoi studi. Ti aspettiamo presto su A:R,

  3. luka ha detto:

    Sono le 19.30 del 31 dicembre 2014…..fra poco sarà il 2015 o forse quando la cara @Marina lo leggera’ sarà già Anno Nuovo!

    Buon anno a tutti e che tutti gli amici e fans di AR e di @Marina!
    😉

  4. nicole ha detto:

    Buon anno a tutti voi!

  5. elettra/cristina palliola ha detto:

    Buon 2015!!!!!
    Finalmente ho avuto il libro…come sospettavo era in giacenza, ma non veniva consegnato….io non sono tipo da alzare la voce, ma sono andata sicura del fatto mio, e il libro è saltato fuori come per magia!
    Ho cominciato a leggerlo anche se in questi giorni, non ho molto spazio da dedicargli e leggo come, di solito ,non faccio mai, cioè quando ho un po’ di tempo a disposizione! Subito ho capito che è scritto in modo che lega il lettore alla pagina, e lo trasporta come uno spettatore muto, sulla scena che si descrive. Sono bellissimi, teneri e pieni di amore, ma anche di quel dolce dolore che si chiama nostalgia, i ricordi del duca, che ci racconta con molta franchezza , coerenza con se stesso e serenità anche episodi piuttosto intimi e che non sempre si è portati a esternare!
    Ho notato che molto spesso quello che noi, abbiamo scritto affidandoci a delle biografie, a documenti ma anche a elaborazioni personali, è pienamente condiviso anche dal duca e mi hanno molto colpito, in particolare ( fino ad ora), i giudizi sulla presunta fuga di VE III a Pescara, e sull’immagine che ci è pervenuta di Umberto II…insomma sembra che abbiamo centrato il bersaglio: è stato davvero così! Umberto II deve essere stato una persona molto dolce, intimamente triste, ma generoso e molto rispettoso del prossimo e delle regole….Sono arrivata a quando comincia a parlare della madre e sono ansiosa di conoscere meglio questa principessa che ha vissuto momenti terribili con grande forza e dignità e con la responsabilità di una creatura tanto piccola!…la “scuola dei principi “serve, eccome! speriamo che anche le nuove generazioni abbiano avuto certe lezioni e in particolare che le abbiano poi, fatte assimilare anche alle loro mogli borghesi…chissà se TUTTE 😉 sarebbero all’altezza di certe prove!!!!
    Prossimamente altri commenti, anche se non so quando…
    Ancora augurissimi a tutti!

  6. annarita ha detto:

    Ieri su N.R c’era la notizia che è deceduta a Roma, dove abitava, la principessa Alessandra Torlonia, vedova del conte Clemente Lequio e cugina di J.Carlos. Mi ricordo, anche se ero piccola, del grosso scandalo che suscitò il suo matrimonio nel 1958. Lei, che veniva segnalata dai rotocalchi come probabile fidanzata di re Baldovino, preferì scegliere un uomo di alcuni anni più vecchio, vedovo e soprattutto di una nobiltà molto inferiore. Si sposarono di nascosto in una chiesa minore di Roma alle 7,30 del mattino con pochissime persone. Fu pubblicata dai giornali la foto di lei in abito da sposa, un abito corto di raso con un cappello in testa. Niente a che vedere con il matrimonio e l’abito della sorella Olimpia. Tornò il suo nome sui giornali quando il marito morì cadendo da una finestra.Fu un matrimonio d’amore allietato dalla nascita di due figli.

  7. laura ha detto:

    Ancora buon anno a tutti con questa bellissima rassegna di diademi del 2014 :

    http://www.thecourtjeweller.com/2014/12/year-in-review-tiaras-of-2014.html#more

  8. luka ha detto:

    http://www.matrimonio.it/forum/viewforum.php?f=34

    @annarita @Marina
    In questo forum viene mostrata la sposa Alessandra col vestito delle sorelle Fontana.

    @Sabrina
    La coppia più recente Savoia-Due Sicilie sono Casimiro e Matia Cristina d’Aosta, che tra l’altro sono diventati nonni nel 2014 di due gemellini, Paolo e Luisa di Borbone Due Sicilie!

    🙂

  9. luka ha detto:

    http://www.matrimonio.it/forum/viewtopic.php?f=34&t=2084&start=4600#_thread

    Mi sono accorto di aver copiato male il link….ora dovrebbe vedersi la sposa Sandra Torlonia….sorry…
    😉

  10. annarita ha detto:

    @Luka, l’abito di Alessandra era delle sorelle Fontana perchè la principessa vi lavorava e fu una loro indossatrice che, non solo andò a prendere il mazzolino da sposa, ma fu lei che comunicò al padre, veramente imbestialito, l’avvenuto matrimonio. Gli sposi partirono per la luna di miele con una 600 ed andarono a Cervia.

  11. Chloe ha detto:

    Eccomi rientrata dalla mia settimana di riposo al mare e qui per prima cosa, nell’anno nuovo, replico a TUTTI gli auguri di un sereno 2015! 🙂
    Sempre di corsa, ma una puntata su AR per un commento non può mancare, e in particolar modo oggi: per me anniversario speciale da festeggiare, oggi sono 2 anni giusti giusti di commenti qui su AR! 😀

    Ho dato un’occhiata ai vostri scritti durante il mio periodo di latitanza.
    Molto carina la foto dei principini di casa Savoia, una simpatica girandola di visi, con le iniziali dei nomi dei genitori e dei tre bimbi nella cornice.
    E a proposito di bimbi, aspettiamo il primo appuntamento royal il 7 per la presentazione dei piccoli Grimaldi!

    @elettra – Interessanti davvero le tue prime considerazioni sull’inizio di lettura di Cifra Reale, con l’aspetto che ti ha colpito legato alla narrazione, oltre agli accenni ad alcuni passaggi in particolare. E su Umberto II non ho alcun dubbio dell’ulteriore riprova di ciò che emerge sulla sua figura e sul suo carattere. La curiosità di leggerlo ormai è tanta! Aspettatemi, di rincorsa, ma arriverò anch’io 😉 Ho preferito aspettare il mio rientro dal mare per dare il via e per settimana prossima dovrebbe arrivare anche la mia copia, così potrò finalmente iniziare anch’io la lettura!

  12. Chloe ha detto:

    @elena p. … auguri!!! 🙂
    @annarita, laura e luka – Grazie delle notizie che non conoscevo su Alessandra Torlonia, ricordo di aver letto a dicembre della scomparsa del fratello Marco Alfonso.

  13. Giorgia ha detto:

    Cara Marina, posso darti del tu? Ho trovato da poco questo sito e volevo dirti che da sempre condivido il tuo stesso interesse per le case reali. Finora mi ero accontentata di Hola che, devo dire, è una rivista prodiga di notizie e foto sull’argomento.
    Ho letto sul kindle il tuo libro ‘101 regine e principesse’ ed ho trovato strano che tu non abbia parlato anche di Paola Ruffo.
    Tanti anni fa andavamo alla stessa scuola di suore (ahimè) anche se non nella stessa classe. Me la ricordo carina, non bellissima, estremamente semplice, direi disadorna, con quello stile finto-povero che era molto in voga tra la nobiltà romana. Ricordo anche che veniva a scuola in vespa e che le suore la coccolavano in maniera vergognosa.
    Non condivido il suo modo così rassegnato di accettare la vecchiaia, capelli bianchi, vestiti fuori moda, così lontani dallo stile di una regina che può essere semplice, ma anche elegantissima.
    Grazie dell’ospitalità e a presto
    Giorgia

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      cara Giorgia,
      il tu va benissimo. Grazie per il commento e ti rispondo subito a proposito del personaggio che citi. Il libro è uscito nel 2011 e per scelta editoriale è stato deciso di fare spazio alle new entry cioè Charlene e Kate, ma… Paola la dolce Paola tornerà protagonista di un capitolo intero in un prossimo libro che è in fase di lavorazione.
      Comunque lo stile finto povero non era appannaggio solo della nobilità roman; ho frequentato all’epoca della tesi di laurea i duchi Ferretti e ti assicuro che la duchessa si conciava in un modo, per carità sempre a posto ma ultra démodé, scarpe vecchie, abitini di cotone quasi lisi, ma poi aveva anelli antichi con pietre da urlo e vivenano in una villa storica dentro alla selva di Castelfidardo.
      E sono anche d’accordo con te, si è proprio buttata giù.

      • Giorgia ha detto:

        Cara Marina,
        mi devo scusare, ma per parlare di Paola di Liegi non ti ho detto quanto abbia trovato interessante il tuo libro. Mi fa piacere che abbia un seguito.
        Continuando a parlare di nobiltà finto-povera, il peggio l’ho visto quando ho accompagnato mio marito alla caccia al cinghiale in Maremma. I nobili toscani erano talmente sdruciti da risultare imbarazzanti. Va bene che si trattava di cacciatori, ma credo indossassero gli stessi panni con cui andavano a caccia i loro nonni. Pure il fango sulle scarpe pareva secolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi