Belgio in lutto, la regina Fabiola è morta oggi

 

La regina Fabiola, vedova di re Baldovino dei Belgi, è morta oggi pomeriggio venerdì 5 dicembre. La vedova del sovrano, scomparso all’improvviso nel 1993, aveva 86 anni e da tempo non partecipava più agli eventi reali.

Il comunicato ufficiale: “Leurs Majestés le Roi et la Reine et les Membres de la Famille Royale annoncent avec une très grande tristesse le décès de Sa Majesté la Reine Fabiola, survenu ce soir au Château du Stuyvenberg à Bruxelles”. Il funerale di Fabiola si svolgerà venerdì 12 dicembre alle 10 nella cattedrale dei Santi Michele e Gudula di Bruxelles.

Qui il racconto della storia d’amore con il giovane re dei Belgi.

http://www.altezzareale.com/2010/12/15/matrimoni-reali-2/matrimoni-reali-di-ieri/nozze-reali-50-anni-fa-fabiola-e-baldovino-del-belgio/

Fab1

Altezza Reale seguirà il funerale in diretta con una chat aperta a tutti i lettori.

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

95 Commenti

  1. https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

    e questo che cosa mo significa? che dopo la Cattedrale faranno una cerimonia a Laeken? che il funerale non sarà alla Cattedrale alle 10 ma a Laeken alle 12?

    COMMUNIQUE DE PRESSE DU PALAIS ROYAL

    Les personnes qui le souhaitent sont invitées à assister au rite du dernier adieu à Sa Majesté la Reine Fabiola le vendredi 12 décembre 2014 à 12h en l’église Notre-Dame de Laeken. Cette église était la paroisse de la Reine Fabiola.

  2. paola (Baldanzi) ha detto:

    qui alcune foto dei momenti importanti della vita della regina Fabiola:
    http://www.sudinfo.be/1164082/article/2014-12-05/la-reine-fabiola-a-marque-l-histoire-de-la-belgique-voici-les-grands-moments-de

    mi ha fatto tristezza vedere questa donna nel 1993 ancora bella e alta ridotta a un “soldino di cacio” relativamente pochi anni dopo.

  3. alex ha detto:

    Come dice Ale sarà una benedizione, un ultimo addio al quale tutti sono invitati, come succede anche da noi prima della tumulazione.
    Avete visto la bara bianca di Fabiola a testimonianza della sua fede?

  4. luka ha detto:

    Un dubbio al quale non trovo risposta, quindi chiedo il vostro aiuto:
    la tiara di Fabiola donatagli da Franco per le nozze del 1960 ( con le pietre false, probabilmente) apparteneva alla duchessa di Medinaceli, una Grande di Spagna ma come arrivo’ nelle mani di Franco? requisita durante la Guerra Civile oppure semplicemente venduta o donata allo Stato dalla famiglia Medinaceli?….
    Ne primo caso gli eredi ne potrebbero richiedere la restituzione visto che era un regalo personale alla Regina?…mah….

  5. alex ha detto:

    Tutte corone di fiori bianchi per Fabiola ed anche la foto di lei insieme a Baldovino.

  6. elettra/cristina palliola ha detto:

    Ce la dovevamo aspettare la bara bianca! Fabiola, ce lo aveva anticipato il giorno dei funerali del marito….per lei il lutto è bianco, perchè è rinascita, perchè il giorno della morte, per il vero cattolico,è il giorno della nascita alla vita eterna…..ma le bare bianche , almeno nella nostra Italia,si usano anche per i bambini che conservano la purezza dei sentimenti, degli atti, dei pensieri…se le vogliamo dare anche questo significato, credo che Fabiola sostenuta dal suo profondo sentimento religioso, abbia sempre agito in purezza di fare, sentire e pensare…è una donna che dalla vita, è vero, ha avuto tanto, ma credo che si sia anche molto spesa, per il bene comune….ha seminato e ha raccolto..credo sia andata via serena e contenta ..le fotografie degli ultimi anni ce la mostrano come una grande matriarca anche se poi aveva solo pochi anni più di Alberto e una decina più di Paola, circondata dagli affetti e dalle premure di tutti, anche dai nipoti più piccoli….

    @Alex…mi sembra che già un’altra volta ci era venuto questo dubbio, sulla provenienza della tiara e che non eravamo venuti a capo di nulla…non mi intendo di leggi sulla proprietà, ma anche se la tiara fosse degli eredi Medinaceli,non credo che oggi potrebbero chiederne la restituzione, con tutto quello che è successo durante la guerra civile, questa sarebbe la cosa più insignificante,….. se poi era stata venduta, allora non ci sarebbe nulla da pretendere ….magari Fabiola ,che sicuro sapeva la provenienza, l’avrà lasciata a loro, come vecchi e legittimi proprietari!…ahah! in questo modo non avemmo più dubbi, però addio tiara!…la curiosità su questi gioielli aumenta! Questo lascito ai bisognosi è molto sibillino, almeno per noi, ma ci sarà sicuramente di mezzo un notaio!

  7. rottasudovest ha detto:

    Devo essere l’unica a cui Fabiola non è mai stata particolarmente simpatica, né lei né il marito, anche se la loro storia d’amore è stata, per quello che ho sempre letto, una delle più romantiche tra i Reali. Ho sempre avuto l’impressione che Fabiola fosse troppo bigotta per i miei gusti, e per questo tendenzialmente ipocrita, non mi è piacuto quello che ho letto su come trattava Laurent, non ho apprezzato che lei, tanto cattolica apostolica e romana, abbia fatto una Fondazione per evadere le tasse, ho sempre qualche problema con le dame ingioiellate che sono cattolicissime e fanno opere di bene, quando, evidentemente, la povertà esiste proprio perché loro sono molto ingioiellate (diciamo che è stato molto più coerente Francesco d’Assisi, di una sola di queste dame e quindi se non vedo gesti simili la carità dei ricchi mi sembra un atto ipocrita).
    Detto ciò, Fabiola stava male da anni, al matrimonio di Guillaume del Lussemburgo, che è una delle ultime volte che l’ho vista, se non l’ultima, impressionava molto; da un certo punto di vista, lasciando da parte il romanticismo del suo ricongiungimento con Baldovino (c’è una bellissima vignetta che li mostra abbracciati insieme in PAradiso, credo su Le Soir, ma non sono sicura, l’ho vista in un forum), credo che la morte sia stata per lei un sollievo.
    Da quanto ho letto, saranno presenti tutti i sovrani della Scandinavia, buona parte della Famiglia Granducale (i Granduchi, gli eredi e qualche altro membro non specificato), Beatrice d’Olanda, Juan Carlos e Sofia di Spagna (mi sorprende Juan Carlos, che non si fa vedere a funerali e matrimoni esteri, ma visto che adesso è emerito, magari ha più voglia); la presenza di tante famiglie reali ai massimi livelli testimonia il rispetto che c’era per lei e che c’è per la Famiglia Reale belga.
    Due ultime considerazioni:
    1 dei figli di Astrid e dei loro sposi rimangono adesso solo Albert e sua moglie (ok, c’è anche Jean, il Granduca di Lussemburgo, vedovo di Josephine Charlotte, ma vive nel Granducato), non so che pensieri attraverseranno adesso la mente di Albert, però dev’essere impressionante avere 80 anni e vedere le persone più vicine, con cui ha vissuto tutta una vita andare via e rimanere praticamente da solo. Lui e Paola e nessun altro. La loro è un’unione che mi ha sempre incuriosito e chissà che adesso non diventi ancora più possessiva
    2 i media italiani. Ultimamente li trovo penosissimi per come trattano le vicende reali, per l’ossessione che hanno per il lato frivolo, ignorando quello istituzionale. E su Fabiola hanno dimostrato la loro totale inadeguatezza: non dico che dovevano di nuovo riempirci la testa di Fabiola e Baldovino, ma magari spendere qualche parola in più (dicono che il loro matrimonio sia stato tra i più belli di quella generazione e il vestito di Fabiola è sempre considerato uno dei più belli delle spose reali… parlarne???), raccontare il lutto nel Belgio, qualche foto della Camera ardente… io lo dico sempre, meno male che c’è Internet!

  8. Alex ha detto:

    @Luka @Elettra sulla tiara Franco di Fabiola non abbiamo notizie precise ma è stato ipotizzato che possa essere quella ducale dei Medinaceli data la fortissima somiglianza, venduta dalla famiglia allo stato per questioni di tasse. La seconda ipotesi è che sia stata donata dal duca di Medinaceli ad un convento per motivi non ben specificati e che sia stata poi confiscata dallo stato o venduta dalle suore se non ricordo male. Si è detto che in realtà i rubini del diadema fossero sintetici perchè quelli veri venduti dalle suore e sostituiti con dei falsi e che questo fatto sia stato scoperto da Fabiola solo in seguito. Ma certezze non ce ne sono, tranne il fatto che è un bellissimo gioiello e così versatile da poter cambiare interamente foggia e poter divenire un magnifico diadema floreale, superbo a mio avviso con le acquamarine e abbinato con il satoir di diamanti e grande pendente di acquamarina di Fabiola. Spero tanto di poterli vedere indossati dalla bella Matilde.

    @rottasudovest La situazione dei media in Italia è penosa, danno solo notizie tragiche sfruttando le emozioni delle persone vulnerabili o gossip becero. Di Fabiola hanno detto qualcosa solo il giorno della morte e in un caso, tg1 di seconda serata, anche errate, avendo detto, come già ho fatto notare su facebook, che Fabiola era nata nel 1960, anno invece del suo matrimonio!

  9. elettra/cristina palliola ha detto:

    Mi sono ricordata , ora, che dopo i funerali di Baldovino , ci fu un pranzo per tutti coloro che erano intervenuti alle esequie…a quel tempo i rotocalchi avevano ancora dei buoni servizi fotografici e io guardai con molto interesse che vari servizi di porcellane che erano sui tavoli….mi meravigliarono due cose: la prima questa specie di banchetto funebre, oggi ancora praticato in alcune zone del centro-sud d’Italia ( in alcuni luoghi, addirittura si apparecchia anche il posto del morto!) e questi tavoli, rotondi, che erano apparecchiati con più servizi, sullo stesso tavolo , come se avessero dei servizi spaiati…stesso discorso per i bicchieri ..tra me e me, pensai che in fondo le persone arrivavano da mezzo mondo ed era giusto rifocillarle, prima che intraprendessero il viaggio di ritorno…qualcuno si ricorda qualcosa di simile o è in possesso dei giornali dell’ epoca?..chissà se anche questa volta sarà così !…e chissà se è solo una tradizione che c’è in Belgio o si fa un po’ in tutte le famiglie reali?…e ancora , chissà, se fu un desiderio/gentilezza di Fabiola, che essendo spagnola, ha molte abitudini che abbiamo anche noi, nel nostro Sud,? anzi , mi esprimo meglio, è il nostro sud che conserva molte abitudini spagnole…però il banchetto funebre è cosa antica…anche greci e romani lo praticavano

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      credo che quella del pranzo dopo il funerale sia un’abitudine comune ovunque specie nei paesi anglosassoni. a noi alle volte pare insolito però anche mia suocera ha lasciato indicazioni per fare un pranzo dopo suo funerale e in un primo momento eravamo sconvolti perché con il dispiacere e tutto il resto figurati chi aveva voglia di organizzare un pranzo. però ti devo dire che alla fine è stato bello, un momento per ritrovarsi e parlare, di lei, della famiglia. insomma un’usanza che andrebbe importata.

  10. laura ha detto:

    @RSO per quello che posso ricordare Fabiola indossava gioielli in occasioni ufficiali e questo rientrava nei suoi doveri ufficiali di rappresentanza. In fin dei conti aveva solo 3 diademi (pochini per una regina se pensiamo per esempio ai diademi della duchessa di Gloucester). Per il resto non credo che facesse vacanze in isole tropicali e conducesse una vita particolarmente lussuosa (o magari la faceva e sono io a non saperlo). Alla morte di Baldovino ricordo che alcuni giornali scrissero che Fabiola sarebbe entrata in convento (tipo quello che fece Elisabetta d’Hesse). Non fece nulla del genere anzi continuo’ ad essere una presenza costante alle cerimonie ufficiali : forse sarebbe stato meglio se avesse condotto una vita piu’ defilata, visto che ad un certo punto alle cerimonie del Belgio apparivano ben tre regine.
    @ Elettra ho rivisto i due giornali d’epoca che avevo conservato. C’e’ la foto di un tavolo con Paola che conversa con Scalfaro e poi il tavolo con Alberto che conversa con Akihito e quindi il tavolo con Giuseppina Carlotta con accanto Ranieri : in questi ultimi due casi i servizi sono identici mentre quello del tavolo di Paola e’ diverso. I servizi di bicchieri sono tutti uguali. Visto che si tratta di tavoli diversi non mi pare strano che abbiano usato servizi diversi dal momento che i commensali erano tanti.

  11. elettra/cristina palliola ha detto:

    @Alex…siamo spesso sulla stessa lunghezza d’onda, ma quando si parla di gioielli, siamo due pesche, con un nocciolo, come dice una mia amica! anche a me piace molto quella tiara Franco/Medinaceli, quando è tutta raccolta e compatta, in motivo floreale e mi piace moltissimo con le acquamarine! girando qui e là, ho visto che anche la duchessa d’Alba , scomparsa da pochi giorni, ne aveva una molto simile, di piccola circonferenza e portata molto alta a mo’ di corona….che dire? la confusione aumenta! del resto può darsi che in Spagna fosse un modello che andava alla grande!
    @Marina…hai ragione ! nei paesi anglo-sassoni va moltissimo il party funebre…mi ricordo un dolcissimo finale del film Filadelphia, con un bellissimo banchetto funebre!Abbiamo copiato quella stupida festa che è Helloween, potremmo importare anche questo, che è un bel modo dolce e sereno per avere tutta la famiglia vicina dopo una dipartita
    @RSO…ho una specie di allergia per i bigotti e in genere per gli ipocriti…di bigotti ne ho conosciuti tanti ma Fabiola non mi è mai sembrata bigotta…sicuramente era molto lontana da me come sentimento religioso, e dal modo come lo esternava, ma non l’ho mai vista falsa

  12. laura ha detto:

    Ecco qui la gaff di Filippo al funerale di Baldovino : tutti i signori con la fascia dell’ordine di Leopoldo (colore viola) e lui invece con la fascia dell’ordine del Leopardo (dello Zaire)
    http://orderofsplendor.blogspot.it/2011/09/royal-splendor-101-sashes-and-stuff_26.html

  13. rottasudovest ha detto:

    hola.com fa il punto della situazione sui partecipanti al funerale e dà tutti i sovrani della Scandinavia (la principessa Astrid accompagna re Harald al posto della regina Sonia di Norvegia), Beatrice d’Olanda, tutta la famiglia granducale (compreso il granduca Jean! sarà una cosa davvero struggente, lui, Albert e Paola sono i sopravvissuti di quella generazione…) e dalla Spagna sono annunciati Felipe e Letizia con Sofia (avranno visto che le altre monarchie mandavano i massimi rappresentanti, non avranno voluto rimanere indietro, viste le figure rimediate in passato), dal Giappone arriverà Michiko.
    @elettra a me Fabiola non è mai piaciuta, ma una belga con cui ho parlato in un forum mi ha detto che abbiamo sempre avuto un’immagine sbagliata di lei, perché era spiritosissima e allegra; non saprei, magari ho un’immagine sbagliata, ma a lei e Baldovino ho sempre preferito Albert e Paola, hanno un rapporto che mi ha sempre intrigato di più, anche se probabilmente ha molto danneggiato i figli (non conosco benissimo le vicende della Famiglia Reale belga, se non quello che leggevo su Oggi e Gente ai tempi, quando ero piccolissima).

  14. luka ha detto:

    Come avrebbe detto la regina Federica di Grecia prima di organizzare l’evento royal della crociera sullo yacht Agamennone: oramai ci incontriamo solo ai matrimoni e i funerali!

  15. Alex ha detto:

    Fabiola ha sempre indossato gioielli, ma non mi sembra in misura eccessiva, solo come il suo ruolo le imponeva. Non ha nemmeno mai acquistato gioielli importanti, ma ha utilizzato quelli che le erano stati regalati per le nozze, senza aggiungere grandi cose.
    Credo che una regina debbe indossare abiti e gioielli all’altezza del suo ruolo, senza addobbarsi troppo come la regina Mary (era l’epoca) ma senza eccedere nel minimalismo. Ad esempio vedere Letizia sempre sguarnita anche in eventi importanti non mi appare convincente, perchè la regalità è anche emanazione, splendore, glamour.
    Da questo punto di vista trovo che Mary di Danimarca, Victoria di Svezia e Mathilde del Belgio siano le più misurate: a volte si concedono qualche stravaganza negli accessori durante gli eventi quotidiani (meno di Maxima), ma in quelli ufficiali si mostrano come ci aspettiamo che appaiano, sfoggiando né troppo né troppo poco.

  16. rottasudovest ha detto:

    E’ ufficiale: dalla Spagna Juan Carlos e Sofia. Si sono decisi, alla fine. Penso sia la migliore rappresentanza, anche per i rapporti con la defunta e con i presenti: i sovrani che saranno lì sono tutti della generazione di JC e Sofia e hanno visto Fabiola sul trono. Mi sorprende vada JC, perché sono secoli che non va a nozze e funerali all’estero, ma è anche vero che prima era Re e adesso è Re in pensione e quindi ha più tempo. E’ anche una dimostrazione del fatto che, come aveva detto, è davvero al servizio del Regno del figlio; visto mai che recuperi anche il rapporto con Sofia! 🙂

  17. alex ha detto:

    Stasera veglia funebre nella cattedrale di San Michele e Godula con le famiglie del Belgio, Lussemburgo e de Mora y Aragon.

    Ho letto che non ci saranno rappresentanti dal Regno Unito. Possibile?

  18. luka ha detto:

    @Alex
    Davvero i Windsor non hanno trovato tra cugini, cognati, fratelli e zii uno disponibile a rappresentarli a Bruxelles?….almeno un parente cattolico, tipo Katharine di Kent o il figlio lord Nicholas….
    E tra i cugini Savoia qualche nome?

  19. milady ha detto:

    personalmente non condivido tutto questo pianto per Fabiola: non amo le persone bigotte, e trovo piuttosto ipocrita questo fare la santa che si occupa dei poveri avvolta di visone, gioielli e abiti di sartoria. Elena di savoia, che non era bigotta e dei poveri si occupava davvero, limitava lo sfarzo al minimo sindacale.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      anche a me non piacciono i bigotti però davvero non si può accusare Fabiola di eccessivi sfarzi. è stata regina e ha fatto la regina con tutti annessi e connessi. i gioielli fanno parte del suo ruolo, sono un simbolo, non uno sfoggio di brillocchi.

      un paio di anni fa ho parlato a una serata ad ancona e mi hanno chiesto di raccontare qualcosa dei gioielli di Elisabetta in quanto era l’anno del Giubileo. incollo qui le due righe di apertura:
      “Al di là del valore intrinseco e decisamente incalcolabile, i diamanti di Elisabetta II simboleggiano il prestigio della nazione attraverso lo splendore dei suoi sovrani, da Giorgio IV lo stravagante Reggente (si proprio quello dello stile Regency di tanti quartieri londinesi) ad oggi. Il diamante, pietra perfetta, difficile da scalfire e preziosissima diventa così il simbolo tangibile della potenza, i diamanti sono ornamento, ma anche asserzione di un’autorità che, a partire dalla regina Vittoria, non è solo puro e semplice esercizio di potere, ma anche sacro dovere”.

      e concludo dicendo che l’altro giorno guardando delle vecchie foto mi sono accorta che usava una borsa identica a quella che mi sono comperata a Parigi su istigazione dell’amica Alice Mortali: una pliage di Longchamps che costa 78 euro. ci sono dame che fanno di peggio 😉

  20. https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

    domattina ci ritroviamo qui per commentare il funerale, non credo che avrò tempo di caricare un altro post.
    la diretta streaming è qui e speriamo che non mettano il blocco per l’estero.
    http://www.rtbf.be/livecenter/live_edition-speciale-funerailles-de-la-reine-fabiola?id=26449

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi