Maxima & Letizia

letizia_maxima_g3_1-z

Altro che viaggio ufficiale dei sovrani spagnoli nei Paesi Bassi, questo è stato uno scontro testa a testa fra due regine ispaniche.

A me, come sapete, Letizia non fa impazzire. Preferisco Maxima senza ombra di dubbio, essenzialmente perché sorride il che non è poco.

Mi ero ripromessa di lasciar perdere il suo stile e i suoi atteggiamenti, ma questa foto è troppo bella e quindi, se permettere due cosine le dico, sia sull’una che sull’altra:

– Vermeulen per Natan ha stufato, anche se a Maxima sta bene tutto, ma lui è di una noia mortale;

– idem per Varela, ha reso banale e scontato anche questo abito rosso (che sigh voleva forse ricordare il rosso stupefacente del vestito di Caprile per le nozze danesi?) decorato con un ricamino che ricorda tanto quelli dei vestiti nei negozi cinesi;

– belle le pump di Letizia, belle, belle. Forma elegante, plateau moderato, tacco giusto. Belle;

– così così le scarpe di Maxima, ma il motivo ve lo spiego sotto;

– la pochette di Letizia è la stessa dell’incoronazione e sembra sempre un chilo di pane. Non è solo banale, ma secondo me anche difficile da tenere in mano perché enorme. E nonostante il colore neutro non si abbinava all’outft;

– la pochette di Maxima, perfetta come forma e dimensione è di cavallino e quindi per me, orrore degli orrori. stesso tipo di pelle/pelo anche per la punta delle scarpe;

– bello il cappello della regina dei Paesi Bassi, le dona e fa chic, come i guanti;

– a Letizia con capello a spaghetto e amen sembra sempre che le manchi qualcosa, come se fosse uscita di casa all’ultimo minuto dimenticando sulla sedia l’accessorio decisivo;

– il collier bijoux di Maxima fatto con spuntoni di plastica marrone è inquietante, ma nell’insieme ha un suo senso e conferisce un po’ di leggerezza e modernità all’outfit sennò severo. Letizia, prendi esempio, tu sei troppo, troppo seria;

– gioielli davvero belli stavolta non pervenuti, peccato.

Altre foto su www.hola.com

ps io so che i miei lettori sono simpatici e dotati di un grande senso dell’umorisimo, per i pochi che, passando per di qua si sentissero offesi ricordo che: a – esprimo mie opinioni personali in uno spazio mio; b – no, non sono individiosa di Letizia principalmente perché io uno con una mamma come Sofia non lo avrei sposato manco se mi ci avessero pagato sopra 😀

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

159 Commenti

  1. Martina P. ha detto:

    Arrivo un po’ in ritardo sull’argomento… Se devo essere sincera in questa occasione non mi piace nulla ne dell’una ne dell’altra, forse salverei solo le scarpe di Letizia.

  2. Dora ha detto:

    @elettra
    invece secondo me l’imperatrice non portava la tiara.
    e, leti mia, se ti vuoi mettere un abito nero fai pure ma A) ricordati che esistono anche altri colori B) carica meno il trucco degli occhi perchè sembri un panda
    ma punteggio massimo per l’acconciatura e il rossetto!

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      concordo. e il diadema di Franco le sta benissimo sul raccolto, mentre la tiara Ansorena secondo me donava di più alla cofana di capelli cotonati di Sofia. mi sa che urge post riassuntivo dei gioielli spagnoli

  3. Alex ha detto:

    E’ assodato che l’imperatrice Michiko non portasse una tiara, resta da capire perchè. Masako invece ha due parure in diamanti e perle complete di tiara e collier, di cui una a volute idossata il giorno delle nozze e l’altra quella indossata in questa occasione. L’imperatrice ha delle bellissima tiare in diamanti, anche se non numerose e bisogna sottolineare come Maxima sia stata attenta ad indossare solo diamanti e perle per la cena di gala, evitando pietre colorate che non sono usate in Giappone.

    • LadyJane ha detto:

      Il sito “Order of Splendor” scrive che l’imperatrice non portava una tiara per motivi di salute, sicuramente per il “carico troppo pesante”.. ricordo che in un documentario sui gioielli svedesi, la regina Silvia diceva che il diadema dell’imperatrice Amelia del Brasile è davvero pesantissimo perciò lo indossa solo in occasioni speciali. Certo, non deve essere semplice portare tutte quelle pietre preziose in testa ma..ne vale la pena, anche a costo di un’emicrania!!
      Cambiando discorso, Letizia poteva cambiare lo stile dell’abito che le faceva delle braccia esageratamente lunghe:
      http://4.bp.blogspot.com/-Y7EmXra6sI4/VFHV2HWpF4I/AAAAAAACKO4/E5wMdstDkn8/s1600/Spanish%2BRoyals%2BPresident%2BChile%2BAttend%2BGala%2BCq6KcnNlEgtl.jpg
      la tiara stava meglio con i capelli raccolti differentemente.. nel complesso non mi è piaciuta molto ma il mattino era molto elegante in grigio perla!

  4. laura ha detto:

    Ricordo che Masako era andata alla investitura di W-A dove era stata accolta con affetto dai presenti ma solo alla cerimonia in chiesa e non alle altre cerimonie. Era stata gia’ una impresa averla ad una funzione dal momento che la poveretta e’ stata in “quarantena” per anni e si era decisa ad andare in Olanda credo proprio per l’amicizia che la lega a Maxima

    • Chloe ha detto:

      Sì, e questa è stata una nuova occasione per scorgere il rapporto speciale tra le due donne. E’ bello vedere lo sguardo di tenerezza e comprensione di Maxima e quello luminoso di Masako.

  5. Nicoletta ha detto:

    So che è superfluo aggiungermi a quanto già detto da altri ma non posso non dire che di questo “turno” di appuntamenti reali tra Spagna e Giappone quello che più mi è piaciuto è lo sguardo tra Maxima e Masako. Non c’è abito o tiara che regga il confronto. Sono molto contenta per Masako, principessa che non conosco affatto (ricordo solo vagamente che quando si sposò lo fece con più cerimonie ed in una indossava abiti tradizionali che pesavano non so quanti chili). Un pò poco, quindi. Ma so che era una donna di successo. Attiva ed indipendente rimasta schiacciata dal ferreo rigore della corte nipponica e da un atmosfera sempre troppo asettica e ipercontrollata ma, forse, ancor più dal problema della discendenza. E, allora chissà perchè ho pensato a Soraya la cui sorte fu ancora più amara e, poi, a Charlene per arrivare ai problemi di Diana (fermi tutti so che lì era diverso ma l’incapacità ad accettare il fardello della situazione è tratto comune) e, così, sono arrivata a Letizia ed alla sua magrezza. Problemi, personalità e spessori diversi, stessa gabbia dorata e opprimente. Io ho sempre detto onori ed oneri affermando convinta che c’è di peggio che avere il problema di quando i suoceri ti lasceranno il trono. Ma stasera vedendo quelle due donne tanto diverse, che si guardavano riconoscendosi, ho capito che in realtà ad unirle non basta il colore di un abito o il destino, perchè per una Maxima che nasce regina più di qualsiasi altra erede di sangue e che è grande soprattutto perchè comprende chi non è come lei, ci sono mille Masako, Diane e Letizie che, come tante di noi, non hanno avuto la forza o la capacità di adattarsi alle circostanze, accettarne il peso (a fronte nel loro caso di immensi vantaggi) cercando di trarne il meglio. Per la prima volta mi sono, realmente, chiesta cosa avrei fatto io al loro posto. E, nel dubbio, non posso che esprimere un insolito sentimento di tenera clemenza e tifare per Masako. Anche per una futura imperatrice la solidarietà femminile (non la mia ovviamente ma quella regale), merce tanto rara, può essere determinante. Auguri.

    • paola (Baldanzi) ha detto:

      @Nicoletta, infatti Masako non voleva sposare l’erede al trono, ma fu praticamente costretta dalle circostanze. Temeva di fare la stessa fine della suocera, che scivolò nella depressione, come infatti poi è accaduto anche a lei. All’epoca il principe le giurò che l’avrebbe difesa dalla corte, ma poi credo che anche lui non abbia potuto fare molto.

    • laura ha detto:

      Per quello che ho avuto occasione di leggere Masako ha passato degli anni tristissimi e solo di recente il consorte si e’ schierato pubblicamente in sua difesa. Deve essere orribile non solo vivere imprigionati in una corte opprimente ma per giunta avere l’unica figlia spodestata dalla cognata prolifica e proprio quando qualcosa si stava muovendo per permettere anche alle donne l’ascesa al trono. Invece tutto si fermo’ in attesa del parto della principessa Kiko che per il colmo della sfortuna per giunta partori’ un maschio ! Io penso che tra i tanti problemi questo sara’ stato un colpo durissimo per Masako e anche per la piccola che a quanto pare non va nemmeno bene a scuola in un paese dove le aspettative delle famiglie in questo campo sono altissime. Ricordo che anche Michiko ebbe gravi problemi e mi pare che entro’ in una specie di mutismo per qualche anno.

      • Nicoletta ha detto:

        @Laura e @Paola (Baldanzi) qui qualcosa in più che conferma la situazione di Masako http://archivio.panorama.it/societa/Giappone-Masako-schiacciata-dal-peso-del-trono-imperiale

        • paola (Baldanzi) ha detto:

          so da conoscenti che hanno vissuto in Giappone che in quel paese la competitività è altissima in qualsiasi settore (scuola, lavoro ecc), immagino in che situazione debba vivere Masako con una sola figlia femmina esautorata dal trono e che per di più ha problemi

        • laura ha detto:

          @ NIcoletta grazie per il link. Non sapevo che le difficolta’ per tutta la famiglia giapponese fossero cosi’ pesanti. Di fatto sono prigionieri di questa agenzia e, non godendo di appannaggi paragonabili agli altri reali, non possono sfuggire manco per una breve vacanza. In questi giorni sono circolate le foto degli eredi nipponici in Olanda nel 2006. Ho cercato un po’ e ho visto che si trattava di una rarissima (se non unica) vacanza organizzata per Masako solo perche’ espressamente invitata dalla regina Beatrice . In quella occasione fu possibile per Masako stare anche con i suoi genitori (che quindi per incontrare liberamente la figlia devono andare in Olanda …) Se penso alle lamentele di Letizia per le vacanze a Palma di Maiorca …

  6. laura ha detto:

    Io non so se si vede subito la foto che voglio mostrare , ma insomma a W-A e Maxima in Giappone hanno fatto vedere di tutto : ecco i reali piuttosto perplessi davanti all’ultimo grido nipponico in fatto di toilet . Si sa che i giapponesi sono fissati con le toilet con la musica, o con il sedile riscaldato e tutto quello che si puo’ inventare sull’argomento.

    http://vivamaxima.centerblog.net/

    • luka ha detto:

      E ci credo che fossero perplessi: vanno dai bambini boy scout e si mettono il cappello di scoiattolo, devono inaugurare una mensa e mangiano con gli altri, esce un nuovo modello di auto e loro sono i primi a salirvi….ed ora, davanti a questo modernissimo, comodissimo e caldissimo water chi si dovrà sedere per primo? 😉

        • elettra/cristina palliola ha detto:

          Certo noi europei,non siamo abituati ad affrontare certi argomenti senza o imbarazzo o ridere a crepapelle, magari accompagnando il tutto con battutacce da osteria…i due sovrani dimostrano un regale distacco, ma appena a casa si saranno rotolati per terra!…figuriamoci, gli olandesi che ridono spesso e li vediamo sempre con la bocca larga!
          Chi di voi ha letto “l’eleganza del riccio”?..c’è la descrizione di un bagno giapponese incredibile, di quelli che ci ha riferito anche @Laura, con musiche da orchestra e scrosci di fontane e cascate di acque e computer installato per rendere il massimo del servizio (scusate!!!) anche per rumori ed odori…una pulsantiera e ti può venire la diarrea, senza avere il problema dei conviventi
          Si diceva come tutto in Giappone sia asettico e distaccato…una persona con un po’ di anima , come probabilmente Masako,è destinata a essere sopraffatta..il massimo della funzionalità e della freddezza che troviamo anche nei loro ambienti, persino al palazzo imperiale! BBBRRRRR!!!!!!!!..che gelo!

        • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

          non ho potuto resistere… messi su Facebook. sono svenuta

  7. annarita ha detto:

    Come sapete, ho conosciuto l’attuale re d’Olanda quando era ancora scapolo, devo dire che rideva spesso ed è simpatico ( si direbbe un compagnone). Immagino che, una volta a casa, si sia messo a ridere per un’ora con la moglie.

  8. Ale ha detto:

    ma l’attuale re dei paesi bassi quando era principe non aveva partecipato anche a una gara di lancio del cesso? so che non è una parola molto elegante ma deriva dal latino recessus, Philippe daverio docet 🙂

  9. paola (Baldanzi) ha detto:

    @Nicoletta, @Laura ho letto il link indicato da Nicoletta sulla situazione di Masako, in effetti mi immaginavo una cosa del genere, davvero una vita da incubo, i membri della famiglia imperiale sono prigionieri della propria corte.

    • nicole ha detto:

      Anni fa Masako aveva chiesto di poter studiare il latino .. Insomma voleva passare il tempo. Non ricordo come sua finita, ma tutti o giornali ne avevano parlato.
      Ancora prima le era stato impedito di poter scaldare o preparare qualche cibo x la figlia.
      La sua grave depressione é più che comprensibile.
      Molti anni fa a Londra mi fu presentato noto specialista, durante una cena poi mi dissero che era il neurologo della nuora dell’imperatore del Giappone . Il problema era di una certa gravità e per escludere una malattia organica avevano chiesto sue consulenze. Io non sapevo nulla e chiesi: in oratica la attuale sovrana era sprofondata in un mutismo per lungo lungo tempo.,credo fosse così, ma son passati giusti 30 anni..

  10. Alex ha detto:

    Anche io ho letto ora il link di Nicoletta, grazie. La corte giapponese e la famiglia imperialie sono sempre stati distanti dalla vita comune, tanto più per noi così diversi per ambiente culturale. E’ spaventoso leggere delle restrizioni imposte ai membri della famiglia imperiale, regole retrograde oltre ogni dire, che non gioveranno col tempo al ruolo dell’imperatore; fose pensano di difendere la sua posizione ponendolo fuori dal tempo come una statua che cambia volto ma che è sempre lì immutabile, ma no credo sia una strategia utile al popolo e al cambiamento dei tempi. Sappiamo pochissime cose della famiglia imperiale e ci basiamo solo su fatti che ogni tanto trapelano ma di cui non possiamo avere certezza; di certo c’è solo la depressione di queste donne, il formalismo della corte, la rigidità delle espressioni, il rifiuto di Masako di sposare l’erede al trono fino a che non è stata costretta a cedere per senso del dovere e per l’affetto probabilmente per questo uomo.
    E’ una grande contradizione che in un paese così tecnologico e all’avanguardia ci sia una famiglia imperiale dove le donne sono escluse dalla successione e dove i suoi membri persono ogni individulità e gestione di se stessi, ma purtroppo è una contraddizione presente in molti paesi, mi viene in mente il Qatar fra tutti. Nonostante gli alti onori sembra che il gioco non valga davvero la pena, al contrario di quanto accade in Europa, dove non credo che principi ereditari e consorti debbano lamentarsi per non avere una privacy sufficiente, con tutti i loro privilegi, la relativa libertà di movimento e soprattutto la possibilità di mettersi al servizio del loro popolo senza negare la loro individualità e dando il loro personale contributo.

  11. laura ha detto:

    Certamente chi ha una carica pubblica a tempo o a vita (come nel caso dei royals) subisce delle limitazioni alla liberta’ personale e alla privacy. Sta poi alla abilita’ e alla intelligenza di tutte le persone coinvolte potere comunque ritagliare degli spazi per cosi’ dire privati anche se poi sono privati fino ad un certo punto. Mi riferisco agli hobby della regina Margaret di Danimarca che puo’ dedicare almeno un giorno alla settima alla pittura e alle arti in genere, anche se poi questa sua attivita’ viene comunque resa nota (ci sono state anche mostre) e quindi non e’ del tutto privata. Anche il padre di Margaret, Frederik IX, era un grande appassionato di musica e dirigeva con grande perizia l’orchestra sinfonica della televisione danese. Ecco questi sono dei casi particolarmente felici dove una famiglia reale davvero unita e serena e’ probabilmente anche il risultato di una struttura politica, quella danese, pienamente matura e democratica. Per il Giappone siamo davvero all’anno zero : sia l’attuale imperatrice che la futura con gravissimi problemi di depressione : possibile che nessuno si renda conto in Giappone che un cambiamento e’ necessario e urgente ? Ho letto anche di recente che con il matrimonio, la principessa X o Y della famiglia imperiale giapponese, perdera’ il suo status imperiale : a questo punto posso solo ritenere che queste donne si sposano anche per scappare a tanta galera.

  12. https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

    si ecco volevo ricordare la stessa cosa, le principesse della famiglia reale se si sposano fuori rango (che poi non so cosa voglia dire in Giappone) perdono ruolo, titoli e credo vengano anche estromesse dalla famiglia. la sorella del principe ereditario dopo le nozze con un professore universitario è sparita. bohhhhh

  13. luka ha detto:

    Magari una volta sovrana Masako potrebbe stupirci spingendo la figlia Aiko in Europa per motivi di studio e, smacco imperiale, un bel matrimonio col principe Felix di Danimarca! 😉

  14. nicole ha detto:

    Su Repubblica di oggi due
    Pagine su condizione dela donna in Giappone!!
    Venti anni fa , fiore 25,un amico tedesco , ingegnere, fu spedito in Giappone per tre anni dalla sua azienda: ricorda ancora con angoscia quegli anni di grande solitudine professionale e personale , na era uno sbotto da pagare per carriera successiva. Raccontava di rapporti interpersonali che per noi sono incomprensibili. Dice che ha resistito anche grazie alla .. Cucina italiana che preparava una copia di italiani che aveva conosciuto. Credo che Masako sapesse dello stravolginenyo della sua vita, ma come disse il padre” non si può rispondere no tre volte al futuro imperatire”. Credo che comunque abbia per marito un uomo che alcune se lo sognano, sempre schierato con lei. Anche io spero per lei e la sua piccola..

    • milady ha detto:

      campionati di bridge x juniores (fino a 25 anni) e cadetti (fino a 20 anni): i nostri notano che ogni giorno c’è un giapponese che mangia solo, lontano dagli altri. Motivo? Punito x aver giocato male.

  15. nicole ha detto:

    Scusate.. Era uno scotto da pagare

    Stravolgimento della vita..

    Con i phone e occhiali di fortuna .. 🙂

  16. annarita ha detto:

    Un nostro amico, musicista, con il suo quartetto di archi è andato spesso in Giappone per dei concerti. Una volta ci raccontò che fu invitato ad una serata di musica al palazzo imperiale. Furono accolti, lui e gli altri componenti, dal capo del protocollo il quale spiegò che non dovevano stringere la mano all’imperatore e alla imperatrice perchè in Giappone è segno di cattiva educazione: non solo ma disse loro che l’imperatrice, ad un certo punto della serata, avrebbe chiesto di suonare un brano ( che pare sia sempre lo stesso) e che non dovevano rifiutare. Tutto si svolse come era stato previsto ma la cosa che colpì il nostro amico fu che era presente anche Masako, la quale aveva degli occhi rossi e gonfi come se avesse pianto a lungo. Alla fine della serata gli illustri ospiti se ne andarono via senza mai aver detto una sola parola a questi musicisti, l’unico guadagno che ebbero una foto dell’imperatore e della imperatrice.

  17. Chloe ha detto:

    Dopo Maxima & Letizia, il 12 novembre avremo Mathilde & Letizia.
    Ho appena controllato e oggi è apparsa la data della visita ufficiale dei sovrani spagnoli in Belgio, ora aspettiamo il Lussemburgo e vedremo se poi ci sarà il Quirinale …

    http://www.monarchie.be/fr/actuel/agenda/archives/visite-officielle-en-belgique-le-roi-et-la-reine-despagne

  18. laura ha detto:

    Praticamente questo post e’ diventato su Masako quando in origine era su Letizia e Maxima … A questo punto anche io voglio condividere un piccolo ricordo : nel ’91 quando abitavo a Boston e aspettavo mio figlio, mi iscrissi ad un gruppo di “donne internazionali” Si trattava di un gruppetto formato da una spagnola, una argentina, due cinesi, una giapponese e una egiziana. Non ci crederete ma la giovane donna argentina era in tutto e per tutto una Maxima : esuberante e vivacssima, la spagnola estremamente riservata e quasi superba ma questo atteggiamento era dovuto al fatto che aveva notevoli difficolta’ con la lingua inglese, la giapponese molto cerimoniosa e sorridente. Insomma pare che queste caratteristiche “nazionali” siano ben rispecchiate nelle attuali royals…

  19. sisige ha detto:

    Domanda: dove è finita Cherlene ed il suo pancione ???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi