Nozze romane per Amedeo d’Asburgo-Este

Amedeo1

Nozze romane per Amedeo d’Asburgo-Este ed Elisabetta Rosboch von Wolkenstein che si sono sposati oggi pomerriggio – 5 luglio – nella chiesa di Santa Maria in Trastevere in esclusiva per noi le foto di Alessandro Calabresi aka Alex.

Le gallery con tutte le immagini sono qui

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097727031906&type=1

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097938957204&type=1

La fortuna – o la sfortuna secondo i punti di vista – ha voluto che le nozze di Amedeo, arciduca d’Austria attraverso il padre e principe del Belgio per via materna, e della fidanzata italiana cadano nel giorno e nell’ora esatta in cui in modo del tutto inaspettato la nazionale del suo paese si gioca la qualificazione alle finali dei Mondiali di Calcio… Ironia del destino, ma la madre dello sposo ha già chiarito che, poiché la Messa durerà due ore, loro il risultato lo sapranno solo alla fine. Si, forse gli sposi, le damigelle e i paggetti, ma sono pronta a scommettere che il re dei Belgi Philippe, zio dello sposo, non si scollerà dal suo iph0ne e anche il nonno, il re padre Alberto II.

Ad ogni modo tornando alle cose serie, Amedeo si sposa nella città dove la sua futura moglie è nata nel 1987, ma anche lui ha forti legami quanto meno ideali con la capitale italiana, innanzitutto le sue nonne sono italiane, una è nata Paola Ruffo di Calabria e l’altra è una Savoia, Margherita figlia di quell’Amedeo duca di Aosta che eroicamente sconfitto sull’Amba Alagi ricevette da prigioniero gli onori militari degli inglesi del quale il giovane principe porta il nome. Italiana, almeno in parte, anche la bisnonna paterna, l’imperatrice Zita, nata Borbone-Parma, madre dell’arciduca Robert, nonno parterno di Amedeo. A questo albero genealogico già abbastanza impegnativo si aggiungono da parte materna – Astrid del Belgio – il re dei Belgio Alberto II, la casa reale di Svezia attraverso la bisnonna Astrid e come collaterali i granduchi del Lussemburgo che discendono da Joséphine-Charlotte del Belgio sorella dei re Baldovino e Alberto II.

Amedeo, sesto nella linea di successione al trono del Belgio, lavora nella finanza, mentre Elisabetta è una giornalista. Dopo le nozze lasceranno New York per stabilirsi definitivamente a Bruxelles.

Questo per gli appassionati di genealogia, quanto al resto è tutto abbastanza avvolto nel mistero. Amedeo, che ha 28 anni, ed Elisabetta detta Lili, pare si siano conosciuti attraverso Maria Laura del Belgio, sorella dello sposo e grande amica della futura cognata. Le nozze dovevano essere molto riservate, molto intime e molto private, invece ieri a Roma i due consuoceri hanno ricevuto i giornalisti accreditati (accreditati?!?!) per seguire l’evento e prima foto di gruppo a Santa Maria in Trastevere dove tutta la famiglia si è recata per fare un sopralluogo. Infine grazie al principe Radu di Romania (che non ci sarà perché come in tutte le famiglie reali che si rispettivo alle nozze dei “minori” si mandano i “minori” ma ha vinto il premio per il consorte reale più chiacchierone della storia) è stato anche svelato il luogo del ricevimento, la splendida Villa Medici a Trinità dei Monti, sede dell’Accademia di Francia. E come ha scoperto la gentile Chloe consultando il sito i giardini oggi pomeriggio saranno chiusi al pubblico.

Gli ospiti – con in prima fila la famiglia reale belga e ovviamente i cugini del Lussemburgo – pare saranno oltre 450.

Aggiornamenti “speciali” nel corso del pomeriggio … e intanto ecco

le nozze di Paola e Alberto

http://www.altezzareale.com/2012/09/11/donne-reali/nozze-reali-alberto-e-paola-del-belgio/

le nozze di Astrid e Lorenz

http://www.altezzareale.com/2009/09/22/matrimoni-reali-2/matrimoni-reali-di-ieri/ieri-sposi-25-anni-fa-le-nozze-di-astrid-del-belgio-e-lorenz-dasburgo-lorena-2/

Villa Medici http://www.villamedici.it/it

aggiornamento delle 16 e 30, fuori della chiesa c’è per noi Alex bloccato dal servizio d’ordine perché, nonostante l’evento sia stato catalogato privato, c’è un servizio di sicurezza che manco alle nozze di William e Kate e pare ci sia anche un ufficio stampa. Questa la situazione:

Piazza

Piazza2

piazza3

 piazza5

 elkan

ok gli Elkan ci sono e c’è anche una certa confusione nel dress code… poi vi dico

Piazza7

Margaretha del Lussemburgo con marito e figlie che sono coetanee di Amedeo

CostanzaAsburgo

Costanza d’Asburgo con il marito un Auesperg

Lux

cugini Lussemburgo, i figli di Marie Astrid e dell’arciduca Carl-Christian (cugino del padre dello sposo)

Bianca

Bianca di Savoia-Aosta con il marito che ha dimenticato a casa il tight, lei in infradito no comment

Lietchenstein

Philippe del Lietchenstein e signora

10525092_10204224461354487_1671646269_n

a sorpresa Beatrice di York

e per finire lo sposo e la sposa.

sposo

sposa2

10514962_10204224625958602_341285546_n

Lo sposo in macchina con la mamma, mano nella mano, Astrid indossa il colluier di rubini di smeraldi dei Savoia-Aosta e d’altronde, cito Alex, “se non se lo metteva oggi quando se lo metteva”. Mi correggo da una foto di primo piano di agenzia si vede che lei indossa una lunga collana multifilo ma non sono gli smeraldi.

10524454_10204224625878600_670064303_n

 Diadema della sposa ancora misterioso, qui non si vede (e non si vede nelle foto di agenzia), ma il velo è quello di Paola, sbagliato il velo non è quello di Paola ma un velo più leggero di tulle plumetis.

Velo

hola.com ci dice  che l’abito è di Valentino

Abito

sposadiadema

Sposa-babbo2

Bisogna dire che questo bandeau così elegante e rigoroso le sta d’incanto e la pettinatura è perfetta.

Ed eccoli qua sposati

Sposati

Sposati2

Considerata l’alta densità di iphone visti in mano agli ospiti si attende diluvio immagini su twitter, facebook e instagram

Alessandro Calabresi aka Alex e la sua amica Tullia di Giacomo che ringrazio INFINITAMENTE – hanno inviato decine di foto molto belle anche degli ospiti, nei prossimi giorni le metteremo in un album a cui potrete accedere tutti. Cerimonia finita, adesso tutti a Villa Medici per il ricevimento e non crediate abbiano avuto un trattamento di favore, la sede dell’Accademia di Francia e i suoi giardini magnifici possono essere affittati per eventi.

Ecco i nostri due inviati in un selfie finale

Selfie

e l’attrezzatura professionale di Alex

Scaletta

I miei due inviati mi hanno mandato questa rosa virtuale – ehm furtivamente sottratta all’addobbo della chiesa – che condivido con tutti voi

Rosa

I commenti di Alex

Amici tutti grazie grazie grazie per i vostri ringraziamenti, grazie a Marina che mi ha investito del ruolo di suo inviato e grazie alla mia amica Tullia Valeria per l’enorme mano che mi ha dato e le sue numerosissime foto.

Resoconto del pomeriggio: arriviamo e mi dicono che senza pass della stampa non possiamo entrare, c’è già davanti alla guida d’ingresso una fila di giornalisti e telecamere professionali, mi dicono che posso provare a parlare con il capo dell’ufficio stampa (ufficio stampa per un matrimonio privato?), il quale dopo più di quarantacinque minuti mi dice che non posso passare senza pass e mi devo accontentare di rimanere intorno alla cordonata; ci sistemiamo in due punti diversi, la mia amica nel passaggio che tutti gli ospiti percorrono per accedere alla piazza ed io in un angolo da dove posso fotografare gli ospiti di riguardo che scendono dalle auto, primi fra tutti gli Elkann, seguiti da pochi altri personaggi e più tardi dai membri delle due famiglie, per finire con papà dello sposo e mamma della sposa, sposo con mamma e sposa con papà. Entrati tutti ci siamo presi un po’ di riposo e abbiamo commentato in attesa dell’uscita. Al termine della cerimonia abbiamo potuto scattare delle foto più chiare e ravvicinate poiché i fotografi si erano spostati dall’altro lato del tappeto guida, ma se ho potuto vedere Claire e Laurent, non ho individuato Mathilde, Filippo, Paola e Alberto, né all’ingresso a causa dei fotografi che mi ostruivano la vista, né all’uscita a causa della folla degli invitati che li circondava, infatti credevo erroneamente che avessero lasciato la chiesa da un’uscita laterale.  Quando quasi tutti gli invitati sono poi andati via per raggiungere le navette o i bar vicini dove prendere qualcosa da bere, siamo entrati nella basilica, dove già stavano smontando gli addobbi per una celebrazione delle 20.00 per la Comunità di Sant’Egidio: c’era un po’ di confusione, con persone come noi che tentavano di entrare e persone che cercavano di riallestire la chiesa, ma abbiamo fatto in tempo a scattare qualche foto e ad avere un’idea dell’addobbo. A mio giudizio mi è apparso piuttosto tradizionale e forse pesante, con due ali laterali di festoni di fiori sotto l’altare davanti agli sposi e grandi festoni da un banco all’altro, per cui credo che gli invitati per entrare nei banchi abbiano dovuto oltrepassare il festone che passava da un banco all’altro toccando terra. Usciti ci siamo diretti sul retro della piazza per fotografare le navette che uscivano dal cortile retrostante per dirigersi verso villa Medici.

Commenti di piazza: sono stati molto divertenti, molto spontanei e farciti di frasi romane, non sto ad entrare nel particolare colorito della parole romane, ma senza dubbio sono stati diretti. Fra gli altri che mi chiedevano cosa ci fosse, chi fossero gli sposi, c’è stata anche una signora che mi ha domandato se la sposa fosse calabrese, partendo non so da quale convinzione, forse perché aveva visto una gran folla di invitati, un’altra signora che si è messa a discutere tutto il tempo con gli addetti al rispetto della cordonata che accusava di maleducazione, chiedendomi intanto l’identità dei personaggi e un’altra ancora che mi domandava di continuo quale fosse Lavinia Borromeo.  L’attenzione sì è alzata ulteriormente quando ho detto le parentele dello sposo, le sue origini italiane, il legame dei due sposi con Roma  e che il padre di lui (e lui lo sarà in futuro) è il pretendente al ducato di Modena e Reggio. Essendo la piazza il punto centrale di Trastevere c’è stato un gran via vai di persone, molte delle quali si sono fermate per vedere l’arrivo degli sposi o l’uscita, alcune anche entrambi i momenti, criticando soprattutto le mises delle signore, sottotono o eccessive in alcuni casi: le critiche inevitabili ai matrimoni.

Ho avuto la possibilità di parlare con alcuni belgi monarchici e con una signora sempre belga di parte fiamminga che mi ha raccontato come la mattina fosse entrata in Santa Maria in Trastevere e si sia per caso imbattuta in Lorenz d’Asburgo e riconosciutolo lo abbia salutato felicitandosi per il matrimonio: lui è andato a stringerle la mano e a ringraziarla e nonostante lei si fosse espressa in francese lui ha riconosciuto la provenienza fiamminga e le ha risposto in fiammingo con molta amabilità. Un’altra belga invece, realista fino al midollo, ha scherzato insieme a noi sull’abbigliamento di alcune signore, ma non si capacitava come mai il blog, di cui le avevo parlato, non avesse fonti di guadagno; le ho spiegato che è la passione ad unirci e a motivare l’autrice del blog, dandoci così uno spazio sul quale esprimerci, ma non mi è parsa molto convinta e ho faticato pure a farle comprendere che anche la monarchia ha dei limiti e degli aspetti poco democratici; è stato ugualmente interessante parlare con lei di Leopoldo III, di Lilian de Réthy, di Astrid di Svezia, ancora tanto amata.

Commenti personali: non ho potuto ben vedere, a causa del muraglione di fotografi che avevo più avanti, gli sposi, i genitori e i re del Belgio e non ho assolutamente visto Paola e Alberto, ma ho percepito Mathilde per il colore blu dell’abito e per l’altezza, così come anche Lorenz,che si stagliava al di sopra dei fotografi.

Fra le più eleganti sicuramente Lavinia Borromeo, non bella, dallo sguardo antipatico e mai sorridente. Alta e altera Bianca di Savoia, sempre dieci passi avanti al marito. Ho potuto vedere da vicinissimo Beatrice di York ed è come appare nelle foto, con passo traballante e forse timida, con un vestito che non la metteva in risalto. Algidi i cugini Asburgo figli di Maria Astrid del Lussemburgo, uno dei quali è uscito con la moglie dalla chiesa poco dopo l’inizio della cerimonia chiedendo un taxi ed è tornato da solo a circa metà funzione (forse un malore della moglie?). Fra le più eleganti e raffinate la moglie di Philippe del Lietchenstein. Per le altre aspetto di commentare insieme a voi e c’è molto da dire sia sulle donne che sugli uomini, poiché hanno sfoggiato tutti un dress code molto vario e libero.  Alcuni invitati infine sono arrivati in ritardo e qualcuno anche in ritardassimo a cerimonia già iniziata, mentre un gruppetto è uscito dalla chiesa a circa metà funzione per fumare e passeggiare nella piazza.

In definitiva è stata un’esperienza divertentissima, sia per la possibilità di assistere a questo evento e vedere di persona molti personaggi che seguiamo virtualmente, sia per i commenti del pubblico e le reazioni di piazza. Speriamo ci siano presto altre occasioni!

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

264 Commenti

  1. nicole ha detto:

    NOn riesco a non mettere un piccolo commento.
    Visto lo scadente panorama del matrimonio, mi riferisco all’abbigliamento medio delle signore( a me è sembrato anche mancanza di rispetto..ma si sa son un poco fatta a modo mio), come non pensare al parterre femminile del matrimonio, stamane , mentre gironzolando per una libreria e mi si è parato davanti un libro che nemmeno sapevo esistesse:

    Giorgio Armani- “I cretini non non sono mai eleganti” non ricordo editore.

    • Paola (Baldanzi) ha detto:

      @Nicole, ciao! interessante il titolo del libro di Armani 🙂 mi viene voglia di comprarlo

    • Francesca Cossu ha detto:

      Salve,
      neanche io riesco ad astenermi nonostante arrivi tardi,concordo con Nicole,è assolutamente mancanza di rispetto,le firmalità ed il decoro oltre che parlare di un individuo servono proprio ad onorare le circostanze ed il prossimo in maniera univoca.Magari ci sono anche persone che non ci pensano,il che non è comunque un bel segnale per loro stesse,ma quello che mi stupisce è vedere che questo accade anche in certi ambienti,in cui mi aspettavo che dato il lignaggio una certa educazione fosse pane quotidiano,ma evidentemente li sopravvaluto!! Complimenti davvero agli inviati speciali!! E naturalmente a Marina,a cui chiedo: non sarebbe bello se realizzassi un libro sui matrimoni reali,dai primi ben documentati sino ai giorni nostri??

      • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

        Francesca benvenuta e grazie per il commento e si sarebbe bellissimo ci ho anche provato ma fino ad oggi nessuna risposta essenzialmente perché sarebbe un libro fotografico e i costi troppo elevati ma chissà … 😉

      • nicole ha detto:

        Benvenuta Francesca! Educata che forma è anche sostanza( son la più anziana qui) puoi immaginare come giudichi queste ragazzotte.. Le cui madri peraltro , in alcuni casi, erano donne eleganti e raffinate a loro tempo .
        Vengo da recente matrimonio di amici in area slavo tedesca( parlo provenienza sposi e invitati): nessuna è arrivata in infradito, abito della sposa era troppo scollato dietro e senza maniche .. Chiestomi parere ho detto verità ( potevo vista la confidenza), ma si è provveduto giorno prima con ampio scialle di tulle : sembrava fatto apposta! Non posso dire che le mises di tutte le invitate fossero di mio gusto , ma nemmeno che fossero inadeguate o stupidamente eccentriche.
        Venti bambini dai sei mesi ai 12 anni dal comportamento impeccabile anche alla cena, uno di 9 anni seduto al mio tavolo ha rivendicato con educazione il suo menù vegetariano che c’era stato segnalato in anticipo e abbiamo parlato della sua scelta molto ponderata ( me lo avevamo messo vicino apposta con genitori !)hanno ballato in mezzo a noi e con noi , una festa bellissima.
        Io come li ho visti ho pensato andiamo bene .. Invece mi son dovuta ricredere e mi son complimentata con genitori.
        Non credo ci voglia molto .. Molto volte è solo mancanza di educazione elementare data dalla supponenza che fa comportamenti non consoni..
        A volte ci mettiamo pure mancanza di cultura .. La ineleganza è anche questo.
        La penso come Armani , anche se non ho mai indossato un suo abito , io son sempre stata no logo… E ho la mania delle stoffe x cose importanti. Oltre una sarta fantastica

  2. Rossella ha detto:

    Condividendo tutti i commenti sulle mise degli invitati (anche su genitori e zii dello sposo, nessuno escluso) ho trovato colei che ha sdoganato le infradito ad un matrimonio principesco, permettendo così a Bianca di Savoia di fare la sua figura:
    http://www.noblesseetroyautes.com/2009/05/les-invites-au-mariage-des-ducs-de-vendome-suite/#more-12609

    Su Amedeo ed Elisabetta nulla da eccepire: belli, felici e innamorati.
    Un piccolo dubbio mi assale…ma questi invitati che si sono vestiti a luce spenta avranno pensato che “ma si, tanto a Roma con quel caos che c’é nessuno farà a caso a noi”…

  3. Laura ha detto:

    Se volete rifarvi un po’ gli occhi ecco un matrimonio con invitati direi impeccabili : si tratta di Alexander di Isenburg fratello di Sofia di Prussia

    http://royalmusingsblogspotcom.blogspot.it/2014/07/the-wedding-of-hereditary-prince-of.html

    • Luka ha detto:

      @ Laura
      Alessandro e’ anche fratello di Caterina, moglie dell’arciduca Martino – fratello minore di Lorenzo d’Asburgo Este che al matrimonio romano indossava un bel vestito color “bronzo”……non trovo altro termine pr definire quel tipo di marrone! 😉

    • Chloe ha detto:

      @laura – Grazie delle immagini del matrimonio di Alexander von Isenburg … direi che le mises sono decisamente più classiche (con qualche stravaganza che conferma la regola). Mi è piaciuta molto la mise di Aimée. Certo che in fatto di scarpe, le scelte sono proprio le più varie!

  4. stefy ha detto:

    Buonasera a tutti voi , come fatto notare da Alessandro ( Aigrette) anche a me risultano pagine vuote , il mio problema è che sono impedita con il computer. A mala pena sono riuscita a capire come fare la @ .Qualcuno può spiegarmi come fare ? Alex sei stato fantastico con le foto delle nozze .Grazie di cuore a te ed a Tullia .Marina, grazie per tutte le notizie che ci dai , per quanto mi fai sognare

  5. nicole ha detto:

    Anche io ultimamente ho avuto problemi e ho scritto cose già dette da altri alle quali avrei potuto anche solo accodarmi, ma nel momento in cui scrivevo non le avevo proprio , passi una volta, ma mi è successo parecchie volte.
    Settimana scorsa volevo fare présente , ne approfitto Ora.

  6. https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

    ok è ufficiale è successo qualche casino con i commenti.
    domani contatto la webmaster e cerchiamo di capire cosa è successo. sorry

  7. Chloe ha detto:

    A proposito di assenza e latitanza, mi spiace non commentare in questi giorni, ma ahimè purtroppo da martedì ho ufficialmente problemi di connessione dalla linea di casa e spero che a breve mi sistemino tutto una volta per tutte, internet, mail & co … per cui umore nero e nervi a fior di pelle 🙁 ci vuole tanta, ma tanta pazienza. Ma da lavoro un salto su AR per leggere i commenti è d’obbligo, anche se di corsissima e senza la consueta calma. Recupererò più avanti.

    @Marina
    E per i disguidi nessun problema (vedi sopra: ci vuole tanta ma tanta pazienza), sistemerete tutto. Io mi ero accorta solo del fatto che, con questi aggiornamenti era cambiata tutta la numerazione, perché anche le risposte ai commenti vengono organizzate con struttura a elenco numerato. Poi ho notato anch’io che risultano molte pagine vuote in ogni post, anzi sono previste tante pagine quanti sono i commenti effettuati sotto un post, per cui il numero è in continuo aumento.

  8. Francesca Cossu ha detto:

    Scusate il mio commento di oggi andava oltre i ringraziamenti ma non so perchè sono comparsi solo quelli,forse ho dei problemi col sito anch’io….Nicole credo che per certi aspetti ci assomigliamo molto

  9. laura ha detto:

    Amedeo e consorte tra gli invitati alle nozze von Neipperg-Limburg Stirum , famiglie molto legate agli Asburgo.
    Si tratta di una di quelle nozze vecchio stampo (sangue blu da entrambi i lati) con vestito della sposa bellissimo, manto prezioso e tiara di famiglia che oramai nemmeno in certe famiglie regnanti …

    http://www.atlanticopress.pt/headlines/47077?locale=en&per_page=60

    http://www.parismatch.com/Royal-Blog/Monde/Noces-comtales-a-Saint-Emilion-la-comtesse-Caroline-fille-de-Stephen-von-Neipperg-a-epouse-le-comte-Philippe-de-Limburg-Stirum-769268#769270

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      avevo visto qualcosa in giro, lui è il cognato di Marie Cristine di Asburgo la figlia di Astrid del Lussemburgo e Carl Christian, lei non mi vorrei sbagliare ma dovrebbe essere una discendente di Adam Albert von Neipperg l’ufficiale austriaco che poi sposa in seconde nozze Maria Luisa d’Austria. la tiara è una di quelle a stelle removibili e l’abito ha tutta l’aria di essere un modello di famiglia cioè magari già indossato da mamma o nonna. perché nella vecchia aristocrazia così si usa.
      altre foto con tutti gli Asburgo anche qui http://www.rexfeatures.com/livefeed/2015/05/23/wedding_of_caroline_von_neipperg_and_philippe_von_limburg_stirum

      • nicole ha detto:

        Ricordi bene Marina! Avo dello sposo militare e diplomatico dalla vita molto avventurosa e interessante.Che tempi!!
        Ebbe figli illegittimi con Maria Luisa , si sposarono morganaticament e ne ebbero degli altri. Il cognome italianizzato fa Montenuovo.
        Ma mi pare se ne fosse parlato qui anni fa.

  10. laura ha detto:

    Qui c’è il sito della proprietà con vigna e cantina della famiglia von Neipperg dove si sono svolte le nozze :

    http://www.neipperg.com/index.php?act=1,2,1

    Il manto di corte deve essere di famiglia ma non ho trovato notizie in giro. trovo bella l’idea di aggiungere un serto verde al diadema.
    Limburg Stirum sono anche imparentati con gli Orleans attraverso Elena una delle figlie del Conte e della Contessa di Parigi.
    Insomma una di quelle cerimonie che vedono insieme Francia, Germania e Belgio attraverso le varie casate.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      ecco appunto antica aristocrazia con tutti i buoni usi e costumi degli antichi lignaggi, parentele comprese 😀 dopo con calma mi guardo il sito. Hélène d’Orléans ha sposato Evrard fratello minore del capo del casato.

      • luka ha detto:

        Mentre il fratello maggiore del padre dello sposo ha sposato Andrea d’Asburgo, una delle figlie di Otto!
        Tra le ospiti anche Gisella del Liechtenstein (nipote di Elisabetta d”asburgo, sorella di Otto) e Massimiliana Arco Zinnemberg (nipote di Roberto d’Asburgo e cugina di Amedeo)!
        E poi…..e poi…. 🙂

  11. laura ha detto:

    Ecco altre nozze con manti simili che ho trovato nei commenti del post delle nozze Neipperg di N& R :

    sposa Castell-Castell
    http://www.royaltyguide.nl/images-special/2013-09%20Reuss-Castell/couple-1.JPG

    sposa Salm-Salm
    http://www.rhein-zeitung.de/fotos-oeffentlicher-anzeiger_galerie,-Hochzeit-Cecily-Prinzessin-zu-Salm-Salm-und-Ludwig-Benecke-_costart,11_mediagalid,13821.html

    Non abbiamo visto nulla del genere nelle recenti nozze reali forse perché i manti di corte li tenevano le famiglie nobili e non le famiglie reali.

    Ovviamente tranne i manti dei Savoia che Ale ci ha illustrato in un post che ora non saprei ritrovare

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      chissà da dove vengono questi manti e quello Neipperg. antichi manti di corte? quello degli Assia era di Mafalda e lo si è visto indossato da tutte le spose della famiglia

  12. laura ha detto:

    La bellezza di avere un manto sontuoso : il principe Michel zum Salm-Salm ha sposato due figlie a distanza di un mese riciclando non solo manto, diadema, serto di diadema , vestiti dei paggetti (e suppongo anche paggetti) ma credo anche lo stesso abito da sposa …

    Cecilia a luglio :
    http://www.rhein-zeitung.de/fotos-oeffentlicher-anzeiger_galerie,-Hochzeit-Cecily-Prinzessin-zu-Salm-Salm-und-Ludwig-Benecke-_costart,6_mediagalid,13821.html

    e Annamaria ad agosto :
    http://www.rhein-zeitung.de/fotos-oeffentlicher-anzeiger_galerie,-Traumhochzeit-in-Wallhausen-Prinzessin-Marie-Anna-heiratet-ihren-Grafen-Dominik-_costart,26_mediagalid,14219.html
    Il papà ha solo cambiato cilindro !

  13. annarita ha detto:

    Non ne sono del tutto sicura ma mi sembra di aver visto un quadro, raffigurante Maria Luigia d’Asburgo, che indossava un manto simile a quello della sposa.

  14. Ale ha detto:

    conoscevate questo particolare?????????????

    http://www.noblesseetroyautes.com/2015/07/amedeo-de-belgique-a-renonce-au-trone-il-y-a-un-an/

    io finora non ne avevo sentito parlare … che strana cosa questo fatto

    • Lavinia ha detto:

      Davvero???? Credevo si fosse sposato con il consenso di Philippe che oltretutto era presente al matrimonio… Ma che senso ha questa storia?

  15. Dora ha detto:

    alèèèèèèèèèè, ecco che paola e alberto diventano bisnonni!
    http://www.noblesseetroyautes.com/?p=115070

  16. luka ha detto:

    Grazie @Dora per la notizia, oltretutto in questo post ho debuttato col mio primo commento in assoluto.

    Se si prosegue la tradizione familiare (Filippo padrino di Amedeo e Amedeo padrino di Elisabetta) la giovane Elisabetta di Brabante potrebbe avere il suo primo ruolo ufficiale come madrina del nuovo principino o principessina!
    🙂

  17. Rossella ha detto:

    Che bella notizia, questi ragazzi mi piacciono molto…occhi brillanti e un sorriso meraviglioso.
    Ma Elisabetta di Brabante non è ancora “piccola” per essere madrina ad un battesimo?

  18. Dora ha detto:

    sembra partorisca a maggio. o quanto volevano aspettare ancora???

    personalmente sono curiosa anche per i due piccoli borbone parma

    • michelle ha detto:

      Nascita confermata da Palazzo per maggio….dire campioni di discrezione è dire poco!! Un bebè con sangue non solo della famiglia reale belga ma anche Asburgo Este, Savoia Aosta, Orleans, Ruffo di Calabria e da parte di madre, se non sbaglio, anche Caracciolo.

  19. mau ha detto:

    Auguri a questi 2 giovani così carini, che sia il primo di una lunga serie……. se lo desiderano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi