Nozze romane per Amedeo d’Asburgo-Este

Amedeo1

Nozze romane per Amedeo d’Asburgo-Este ed Elisabetta Rosboch von Wolkenstein che si sono sposati oggi pomerriggio – 5 luglio – nella chiesa di Santa Maria in Trastevere in esclusiva per noi le foto di Alessandro Calabresi aka Alex.

Le gallery con tutte le immagini sono qui

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097727031906&type=1

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097938957204&type=1

La fortuna – o la sfortuna secondo i punti di vista – ha voluto che le nozze di Amedeo, arciduca d’Austria attraverso il padre e principe del Belgio per via materna, e della fidanzata italiana cadano nel giorno e nell’ora esatta in cui in modo del tutto inaspettato la nazionale del suo paese si gioca la qualificazione alle finali dei Mondiali di Calcio… Ironia del destino, ma la madre dello sposo ha già chiarito che, poiché la Messa durerà due ore, loro il risultato lo sapranno solo alla fine. Si, forse gli sposi, le damigelle e i paggetti, ma sono pronta a scommettere che il re dei Belgi Philippe, zio dello sposo, non si scollerà dal suo iph0ne e anche il nonno, il re padre Alberto II.

Ad ogni modo tornando alle cose serie, Amedeo si sposa nella città dove la sua futura moglie è nata nel 1987, ma anche lui ha forti legami quanto meno ideali con la capitale italiana, innanzitutto le sue nonne sono italiane, una è nata Paola Ruffo di Calabria e l’altra è una Savoia, Margherita figlia di quell’Amedeo duca di Aosta che eroicamente sconfitto sull’Amba Alagi ricevette da prigioniero gli onori militari degli inglesi del quale il giovane principe porta il nome. Italiana, almeno in parte, anche la bisnonna paterna, l’imperatrice Zita, nata Borbone-Parma, madre dell’arciduca Robert, nonno parterno di Amedeo. A questo albero genealogico già abbastanza impegnativo si aggiungono da parte materna – Astrid del Belgio – il re dei Belgio Alberto II, la casa reale di Svezia attraverso la bisnonna Astrid e come collaterali i granduchi del Lussemburgo che discendono da Joséphine-Charlotte del Belgio sorella dei re Baldovino e Alberto II.

Amedeo, sesto nella linea di successione al trono del Belgio, lavora nella finanza, mentre Elisabetta è una giornalista. Dopo le nozze lasceranno New York per stabilirsi definitivamente a Bruxelles.

Questo per gli appassionati di genealogia, quanto al resto è tutto abbastanza avvolto nel mistero. Amedeo, che ha 28 anni, ed Elisabetta detta Lili, pare si siano conosciuti attraverso Maria Laura del Belgio, sorella dello sposo e grande amica della futura cognata. Le nozze dovevano essere molto riservate, molto intime e molto private, invece ieri a Roma i due consuoceri hanno ricevuto i giornalisti accreditati (accreditati?!?!) per seguire l’evento e prima foto di gruppo a Santa Maria in Trastevere dove tutta la famiglia si è recata per fare un sopralluogo. Infine grazie al principe Radu di Romania (che non ci sarà perché come in tutte le famiglie reali che si rispettivo alle nozze dei “minori” si mandano i “minori” ma ha vinto il premio per il consorte reale più chiacchierone della storia) è stato anche svelato il luogo del ricevimento, la splendida Villa Medici a Trinità dei Monti, sede dell’Accademia di Francia. E come ha scoperto la gentile Chloe consultando il sito i giardini oggi pomeriggio saranno chiusi al pubblico.

Gli ospiti – con in prima fila la famiglia reale belga e ovviamente i cugini del Lussemburgo – pare saranno oltre 450.

Aggiornamenti “speciali” nel corso del pomeriggio … e intanto ecco

le nozze di Paola e Alberto

http://www.altezzareale.com/2012/09/11/donne-reali/nozze-reali-alberto-e-paola-del-belgio/

le nozze di Astrid e Lorenz

http://www.altezzareale.com/2009/09/22/matrimoni-reali-2/matrimoni-reali-di-ieri/ieri-sposi-25-anni-fa-le-nozze-di-astrid-del-belgio-e-lorenz-dasburgo-lorena-2/

Villa Medici http://www.villamedici.it/it

aggiornamento delle 16 e 30, fuori della chiesa c’è per noi Alex bloccato dal servizio d’ordine perché, nonostante l’evento sia stato catalogato privato, c’è un servizio di sicurezza che manco alle nozze di William e Kate e pare ci sia anche un ufficio stampa. Questa la situazione:

Piazza

Piazza2

piazza3

 piazza5

 elkan

ok gli Elkan ci sono e c’è anche una certa confusione nel dress code… poi vi dico

Piazza7

Margaretha del Lussemburgo con marito e figlie che sono coetanee di Amedeo

CostanzaAsburgo

Costanza d’Asburgo con il marito un Auesperg

Lux

cugini Lussemburgo, i figli di Marie Astrid e dell’arciduca Carl-Christian (cugino del padre dello sposo)

Bianca

Bianca di Savoia-Aosta con il marito che ha dimenticato a casa il tight, lei in infradito no comment

Lietchenstein

Philippe del Lietchenstein e signora

10525092_10204224461354487_1671646269_n

a sorpresa Beatrice di York

e per finire lo sposo e la sposa.

sposo

sposa2

10514962_10204224625958602_341285546_n

Lo sposo in macchina con la mamma, mano nella mano, Astrid indossa il colluier di rubini di smeraldi dei Savoia-Aosta e d’altronde, cito Alex, “se non se lo metteva oggi quando se lo metteva”. Mi correggo da una foto di primo piano di agenzia si vede che lei indossa una lunga collana multifilo ma non sono gli smeraldi.

10524454_10204224625878600_670064303_n

 Diadema della sposa ancora misterioso, qui non si vede (e non si vede nelle foto di agenzia), ma il velo è quello di Paola, sbagliato il velo non è quello di Paola ma un velo più leggero di tulle plumetis.

Velo

hola.com ci dice  che l’abito è di Valentino

Abito

sposadiadema

Sposa-babbo2

Bisogna dire che questo bandeau così elegante e rigoroso le sta d’incanto e la pettinatura è perfetta.

Ed eccoli qua sposati

Sposati

Sposati2

Considerata l’alta densità di iphone visti in mano agli ospiti si attende diluvio immagini su twitter, facebook e instagram

Alessandro Calabresi aka Alex e la sua amica Tullia di Giacomo che ringrazio INFINITAMENTE – hanno inviato decine di foto molto belle anche degli ospiti, nei prossimi giorni le metteremo in un album a cui potrete accedere tutti. Cerimonia finita, adesso tutti a Villa Medici per il ricevimento e non crediate abbiano avuto un trattamento di favore, la sede dell’Accademia di Francia e i suoi giardini magnifici possono essere affittati per eventi.

Ecco i nostri due inviati in un selfie finale

Selfie

e l’attrezzatura professionale di Alex

Scaletta

I miei due inviati mi hanno mandato questa rosa virtuale – ehm furtivamente sottratta all’addobbo della chiesa – che condivido con tutti voi

Rosa

I commenti di Alex

Amici tutti grazie grazie grazie per i vostri ringraziamenti, grazie a Marina che mi ha investito del ruolo di suo inviato e grazie alla mia amica Tullia Valeria per l’enorme mano che mi ha dato e le sue numerosissime foto.

Resoconto del pomeriggio: arriviamo e mi dicono che senza pass della stampa non possiamo entrare, c’è già davanti alla guida d’ingresso una fila di giornalisti e telecamere professionali, mi dicono che posso provare a parlare con il capo dell’ufficio stampa (ufficio stampa per un matrimonio privato?), il quale dopo più di quarantacinque minuti mi dice che non posso passare senza pass e mi devo accontentare di rimanere intorno alla cordonata; ci sistemiamo in due punti diversi, la mia amica nel passaggio che tutti gli ospiti percorrono per accedere alla piazza ed io in un angolo da dove posso fotografare gli ospiti di riguardo che scendono dalle auto, primi fra tutti gli Elkann, seguiti da pochi altri personaggi e più tardi dai membri delle due famiglie, per finire con papà dello sposo e mamma della sposa, sposo con mamma e sposa con papà. Entrati tutti ci siamo presi un po’ di riposo e abbiamo commentato in attesa dell’uscita. Al termine della cerimonia abbiamo potuto scattare delle foto più chiare e ravvicinate poiché i fotografi si erano spostati dall’altro lato del tappeto guida, ma se ho potuto vedere Claire e Laurent, non ho individuato Mathilde, Filippo, Paola e Alberto, né all’ingresso a causa dei fotografi che mi ostruivano la vista, né all’uscita a causa della folla degli invitati che li circondava, infatti credevo erroneamente che avessero lasciato la chiesa da un’uscita laterale.  Quando quasi tutti gli invitati sono poi andati via per raggiungere le navette o i bar vicini dove prendere qualcosa da bere, siamo entrati nella basilica, dove già stavano smontando gli addobbi per una celebrazione delle 20.00 per la Comunità di Sant’Egidio: c’era un po’ di confusione, con persone come noi che tentavano di entrare e persone che cercavano di riallestire la chiesa, ma abbiamo fatto in tempo a scattare qualche foto e ad avere un’idea dell’addobbo. A mio giudizio mi è apparso piuttosto tradizionale e forse pesante, con due ali laterali di festoni di fiori sotto l’altare davanti agli sposi e grandi festoni da un banco all’altro, per cui credo che gli invitati per entrare nei banchi abbiano dovuto oltrepassare il festone che passava da un banco all’altro toccando terra. Usciti ci siamo diretti sul retro della piazza per fotografare le navette che uscivano dal cortile retrostante per dirigersi verso villa Medici.

Commenti di piazza: sono stati molto divertenti, molto spontanei e farciti di frasi romane, non sto ad entrare nel particolare colorito della parole romane, ma senza dubbio sono stati diretti. Fra gli altri che mi chiedevano cosa ci fosse, chi fossero gli sposi, c’è stata anche una signora che mi ha domandato se la sposa fosse calabrese, partendo non so da quale convinzione, forse perché aveva visto una gran folla di invitati, un’altra signora che si è messa a discutere tutto il tempo con gli addetti al rispetto della cordonata che accusava di maleducazione, chiedendomi intanto l’identità dei personaggi e un’altra ancora che mi domandava di continuo quale fosse Lavinia Borromeo.  L’attenzione sì è alzata ulteriormente quando ho detto le parentele dello sposo, le sue origini italiane, il legame dei due sposi con Roma  e che il padre di lui (e lui lo sarà in futuro) è il pretendente al ducato di Modena e Reggio. Essendo la piazza il punto centrale di Trastevere c’è stato un gran via vai di persone, molte delle quali si sono fermate per vedere l’arrivo degli sposi o l’uscita, alcune anche entrambi i momenti, criticando soprattutto le mises delle signore, sottotono o eccessive in alcuni casi: le critiche inevitabili ai matrimoni.

Ho avuto la possibilità di parlare con alcuni belgi monarchici e con una signora sempre belga di parte fiamminga che mi ha raccontato come la mattina fosse entrata in Santa Maria in Trastevere e si sia per caso imbattuta in Lorenz d’Asburgo e riconosciutolo lo abbia salutato felicitandosi per il matrimonio: lui è andato a stringerle la mano e a ringraziarla e nonostante lei si fosse espressa in francese lui ha riconosciuto la provenienza fiamminga e le ha risposto in fiammingo con molta amabilità. Un’altra belga invece, realista fino al midollo, ha scherzato insieme a noi sull’abbigliamento di alcune signore, ma non si capacitava come mai il blog, di cui le avevo parlato, non avesse fonti di guadagno; le ho spiegato che è la passione ad unirci e a motivare l’autrice del blog, dandoci così uno spazio sul quale esprimerci, ma non mi è parsa molto convinta e ho faticato pure a farle comprendere che anche la monarchia ha dei limiti e degli aspetti poco democratici; è stato ugualmente interessante parlare con lei di Leopoldo III, di Lilian de Réthy, di Astrid di Svezia, ancora tanto amata.

Commenti personali: non ho potuto ben vedere, a causa del muraglione di fotografi che avevo più avanti, gli sposi, i genitori e i re del Belgio e non ho assolutamente visto Paola e Alberto, ma ho percepito Mathilde per il colore blu dell’abito e per l’altezza, così come anche Lorenz,che si stagliava al di sopra dei fotografi.

Fra le più eleganti sicuramente Lavinia Borromeo, non bella, dallo sguardo antipatico e mai sorridente. Alta e altera Bianca di Savoia, sempre dieci passi avanti al marito. Ho potuto vedere da vicinissimo Beatrice di York ed è come appare nelle foto, con passo traballante e forse timida, con un vestito che non la metteva in risalto. Algidi i cugini Asburgo figli di Maria Astrid del Lussemburgo, uno dei quali è uscito con la moglie dalla chiesa poco dopo l’inizio della cerimonia chiedendo un taxi ed è tornato da solo a circa metà funzione (forse un malore della moglie?). Fra le più eleganti e raffinate la moglie di Philippe del Lietchenstein. Per le altre aspetto di commentare insieme a voi e c’è molto da dire sia sulle donne che sugli uomini, poiché hanno sfoggiato tutti un dress code molto vario e libero.  Alcuni invitati infine sono arrivati in ritardo e qualcuno anche in ritardassimo a cerimonia già iniziata, mentre un gruppetto è uscito dalla chiesa a circa metà funzione per fumare e passeggiare nella piazza.

In definitiva è stata un’esperienza divertentissima, sia per la possibilità di assistere a questo evento e vedere di persona molti personaggi che seguiamo virtualmente, sia per i commenti del pubblico e le reazioni di piazza. Speriamo ci siano presto altre occasioni!

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

264 Commenti

  1. Chloe ha detto:

    Sempre a proposito di Ginevra Elkann, oltre all’ormai noto abito alla Frida Kahlo, è visibilmente incinta del terzo figlio, non so di quanti mesi sia, ma sul web si parla di parto estivo, per cui non dovrebbe mancare molto!
    @ale, qui la foto “in posa” con marito e figlio (dovrebbe essere il piccolo Pietro che ha quasi 2 anni), in cui si ammira anche la già citata cravatta del consorte che spunta dal panciotto (e quanto agli eredi Agnelli, spicca sempre la classe di John Elkann)
    http://www.gettyimages.ie/detail/news-photo/giovanni-gaetani-dellaquila-daragona-wife-ginevra-elkann-news-photo/451745572

    Su luxarazzi hanno inserito una “provvisoria e solo parziale” lista degli invitati presenti alle nozze. Sempre legati agli Agnelli, stando all’elenco, dovrebbero esserci state anche tre dei 5 figli di Margherita Agnelli e Serge de Pahlen, le gemelle Sofia e Anna e la più piccola Tatiana.

    http://lux-arazzi.blogspot.it/2014/07/guests-at-wedding-of-prince-amedeo-and.html

    … domanda: qualcuno ha scovato una foto di Luisa Beccaria (@Caterina aveva parlato di un’ortensia gigante in testa), perché non l’ho ancora trovata e sono curiosa, visto che adoro le sue creazioni romanticamente bucoliche!

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      ho dato uno sguardo veloce, domani vi dettaglio bene legami e parentele dei vari ospiti, diciamo che c’era tutta la giovane generazione.
      Ginevra Elkan non se po’ guardà, questo vestito la tramuta in una matrioska, eppure ha un visot bellissimo, assomiglia molto alla nonna Marella e ha anche un’aria dolce al contrario dello sguardo arrogante e superbo della cognata.

    • Caterina ha detto:

      Chloe:0) guarda tra le foto all’uscita degli sposi in una e’ in fondo con abito color glicine e cappello credo di seta rivestito di petali d’ortensia con il risultato che vi ho detto. Non vi dico i commenti in Romanesco da parte degli spettatori.L’ho vista molto bene perché mi è passata proprio davanti e stava attenta a dove metteva i piedi per via dei sandali lilla e dei relativi tacchi. Strano, mi riferisco al cappello, perchè la Sign.ra Beccaria e’ una bella donna e fa delle creazioni meravigliose

  2. ALex ha detto:

    @ Chloe madame Ortensia si vede in alcune foto dell’album “prima parte” e nelle foto ci sono i nomi degli invitati che sono stati individuati, basta passare sopra con il mouse; é arrivata in ritardo, alcuni anche più di lei, e molto maleducatamente si è inserita nel corteo dei famigliari mi sembra addirittura dopo lo sposo, o appena prima.

    Il marito di Ginevra, Giovanni Gaetani dell’Aquila d’Aragona, durante la cerimonia è uscito con il figlio e si è messo a giocare un po’ con lui proprio davanti alla mia postazione, ora aggiungo la foto al’album. E’ vero lei ha un viso dolce mentre la cognata proprio antipatico ma proprio tanto.

  3. elettra/cristina palliola ha detto:

    In questi giorni, non riesco a essere molto presente, ma leggo tutto e guardo tutti i link….quello delle nozze di Margherita di Savoia-Aosta, è bellissimo e a parte , la richiesta di assenso al re, che trovo perfetta, di grande regalità, questi vecchi filmati, mettono molto in evidenza il cambiamento dei tempi : quegli sposi erano serissimi, senza sorrisi, senza effusioni di nessun genere, quasi non si sfioravano e non si guardavano….gli abiti, accollati e fin qui mi sta bene, perchè ho sempre sostenuto che una sposa deve indossare un abito da sposa e non un abito da sera , bianco, ma qui, nel filmato delle nozze Asburgo-Aosta, il vestito della sposa è quasi monacale, e , in tutta confidenza, sembrava cucito, dalla sartina di casa….le sposa molto “nature”…nessuno filo di trucco, una veloce messa-in-piega, e via….oggi, a volte si esagera, però mi sembra che si sia guadagnata un po’ di spontaneità, con concessioni alla moda, al make-up….e molti baci e abbracci, che non guastano…fermo restando che un matrimonio, regale o no, resta una cerimonia e non una scampagnata di gruppo e vuole anche da parte degli invitati , un certo rigore…io penso che se avessi ricevuto, l’invito a partecipare a queste nozze, mi sarei applicata molto di più , per trovare un abito idoneo….alcune invitate sembravano pronte ad andare al mare e infatti avevano abiti, che andavano benissimo per una cena sulla spiaggia….chissà, forse hanno pensato, di venire a fare del turismo, in Italia, e che essendo Roma città ,prevalentemente turistica, ci si poteva infilare di il primo abitino, trovato, nell’armadio….ha ragione @Laura…se tra le invitate, la sipatica Yorketta Beatrice, notoriamente fantasiosa, per le sue toilettes, ha brillato per compostezza, e molte italiane, invece hanno toppato, stiamo messi proprio male!

  4. elettra/cristina palliola ha detto:

    Una piccola cattiveria…ma la moglie di Imre, figlio di M.Astrid del Lussemburgo, non era una cattolica integralista, che rifiutava, pillole e roba del genere e voleva 8 figli? che è successo?, dopo il primo figlio, ha cambiato idea?
    M.Astrid, era tra le poche, vestita “da matrimonio”, al contrario della sorella Margherita e delle sue figlie: M.Annuziata del Litchtenstein, si è fatta da sola , il vestito,all’uncinetto…..
    Forse sì, la Palma d’oro a Ginevra Elkan, ma quel vestito non è adatto a una donna incinta, alle ultime settimane e si può scusare
    gli eredi di Gianni e Marella Agnelli, sono tutti belli..in tutti trovo i lineamenti fini e delicati di Marella…Margherita, ora molto ingrassata era molto bella da giovane…ho sempre in mente l’immagine del giorno del suo primo matrimonio, con John Elkan, appunto, qualche mese, prima del mio. al braccio del padre, a piedi, per le strade di Villar Perosa, con un abito grigio, che quell’anno era di gran moda, per le spose, e una coroncina di fiori, in testa

  5. elettra/cristina palliola ha detto:

    Scusate volevo scrivere Alain Elkan, invece di John , che è il figlio…

  6. luka ha detto:

    @ Chloe

    Dopo una latitanza da scrivano, ma non da lettore, approfitto dell’elenco ospiti fornito da Chloe per “vantarmi” un poco: come avevo previsto tra gli ospiti ci sono il principe Lelio Orsini (fotografato benissimo dai mitici Alex e Tullia), Jean Christoph Bonaparte e il sacerdote don Alessandro di Borbone due Sicilie(cugino di Lorenz Asburgo che forse ha concelebrato il matrimonio) !
    Mi dispiace ma nel complesso un matrimonio romano senza italianità….ne in eleganza e ne in classe, purtroppo!
    buona giornata a tutti, Luka.

    • Chloe ha detto:

      Ciao Luka!
      Eh sì, per cui, come avevi prospettato, attendiamo in proposito qualche futuro annuncio di fidanzamento …

  7. Angie ha detto:

    Scusate il ritardo, ma sono riuscita solo ora a leggere il post e i vostri commenti. Volevo fare anch’io i complimenti agli inviati “speciali” Alex e Tullia!
    Davvero GRANDIOSI !!!!
    Alcuni commenti sugli ospiti: in generale mal vestiti, ma è sempre così, soprattutto a “questi” matrimoni (chissà perchè).
    In particolare a me non è proprio piaciuta Matilde, nemmeno il vestito, di Paola salvo la borsetta, i paggetti orribili.
    Ad Astrid purtroppo manca completamente la postura, non solo il reggiseno, se solo fosse stata più dritta questa volta l’abito (e anche il gioiello) l’aveva proprio azzeccato (stropicciatura a parte, ma può succedere…).
    Gli sposi invece promossi a pieni voti entrambi (per fortuna che le scarpe delle spose si vedono poco…).
    Sbaglio o mancava Fabiola? Peccato, ci avrebbe sorpreso!

    Qualcuno ha commentato che se fosse uscita di casa vestita come Ginevra Elkann suo marito avrebbe fatto finta di non conoscerla? Secondo me anche Giovanni Gaetani dell’Aquila d’Aragona ci provava!!

    Infine, grazie @ Uomo del lago per il bellissimo link!

  8. Ale ha detto:

    purtroppo non ho molto tempo per commentare… ma leggo sempre 😀
    @chloe grazie col tuo link ho visto finalmente anche il marito e la sua famosa cravatta, che già dal colore per me è inguardabile. direi che la coppia ha toppato in pieno, oltre al vestito Ginevra di orribile ha anche la roba in testa. peccato perché è una bella donna e uno stile un po’ più classico e meno alternativo le donerebbe.
    fatemi spezzare una lancia per lavinia. è vero ha questo broncio che la fa sembrare antipatica, ma se ci parli è una persona molto gentile. a me è capitato di incontrarla in piazza san carlo in un’occasione di beneficenza per i bambini e mi ha fatto un’ottima impressione, lo stesso vale per andrea agnelli e signora che più volte incontrato a messa, visto che la figlia ha fatto la comunione nella mia parrocchia.
    chi è molto altezzosa invece è bianca di savoia, che tra l’altro sono molto contento che fosse alle nozze a rappresentare il padre, anche se mi sarebbe piaciuto di più vedere aimone e olga. a parte i sandali 🙂 avete visto quanti passi sta avanti al marito?? certamente orgogliosa di essere una savoia, ma a naso direi che la mamma e la bisnonna orleans le hanno passato un po’ della boria caratteristica della casa reale di francia. comunque per quello che ne so io non è così negativo se il marito sta un po’ più indietro. mio padre ha fatto l’università con giberto arrivabene valenti Gonzaga e non dà su di lui dei commenti molto lusinghieri.
    da quello che so a un matrimonio si mette il tight solo se lo indossa lo sposo e in tal caso lo devo portare i parenti della coppia, quindi potrebbe essere una spiegazione del perché non tutti lo indossassero.

  9. Chloe ha detto:

    @alex – Grazie, vista la Beccaria sia all’arrivo che sul sagrato dopo la cerimonia, non so come mi sia potuta sfuggire (d’altronde come non notarla)! Pensavo di vedere un’acconciatura con un’ortensia gigante, non quell’immenso cappello e mi pare di notare anche una tonda pochette ortensia. Proprio come me l’immaginavo, romanticamente bucolica.

    @elettra – Parlando delle spose d’antan, “nature”, mi hai fatto pensare anche all’attuale sposa romana, che è andata all’altare con un look acqua e sapone, di cui ho apprezzato l’estrema semplicità e spontaneità.

    … e un’altra che non si fa scrupoli a presentarsi quasi senza un filo di trucco è Lavinia Borromeo (@ale, la seconda lancia la spezzo io) Mi dispiace molto che appaia arrogante e antipatica. Certamente è oggettivo che se sorridesse sempre un po’ di più sembrerebbe più distesa e rilassata, ma magari non è molto a suo agio, penso che la sua sia in parte serietà e che non ami il clamore, so che è riservata e detesta i risvolti mediatici, in tutti questi anni avrà fatto sì e no solo un paio di interviste per la stampa. Io mi ricordo una Lavinia raggiante il giorno delle nozze (e a settembre festeggeranno anche loro i 10 anni di matrimonio) e serena e sorridente anche in moltissime occasioni successive. E soprattutto con John, sono sempre molto complici. Loro mi piacciono molto come coppia, li trovo semplici e in sintonia e ammiro molto la loro discrezione.

    • roberta ha detto:

      @chloe ti posso assicurare che anche non in pubblico è così altezzosa ed antipatica.
      l’ho scritto su un post sopra.
      Noi l’abbiam conosciuta per lavoro e fidati è così di natura.

  10. Elena ha detto:

    Su Zimbio ci sono le foto di due invitate che sembrano far parte della famiglia Addams…il cattivo gusto impera fin da giovani…una con un cappello rossi in testa simile ad un papavero e l’oro altra con un copricapo simile a quello di Ginevra Elkann…..terribili….orrore…..

  11. Nicoletta ha detto:

    Arrivo per ultima ma ho letto e visto solo oggi e scrivo per unirmi ai complimenti @d Alex e Tullia. Bravi, bravi e ancora bravi. Siete riusciti a farci partecipare tutti al matrimonio. Le foto, addirittura delle esclusive, sono davvero particolari e speciali e la postazione non di prima fila che, a volte, non vi ha permesso di riprendere proprio tutto e tutti rende ancora più vera e reale (scusate il bisticcio di parole) la partecipazione facendo sentire anche noi presenti in piazza, proprio lì, tra la folla. Grazie.
    Sugli invitati, gli sposi, gli abiti e la totale assenza di un dress code (ma non si dovrebbe indicare nell’invito?) avete già detto tutto. Non aggiungo altro se non che la cosa che mi è piaciuta di più è stata la felicità autentica degli sposi. Due giovani, nobili, ricchi, e non proprio belli (lui decisamente più avvenente di lei) che in quel momento sembravano, per fortuna, solo due ragazzi davvero innamorati che realizzavano il loro sogno. Questo mi è piaciuto. Davvero tanto.

  12. Alex ha detto:

    Grazie a tutti per i ringraziamenti, siete gentilissimi! Se individuate alcuni invitati scrivetelo nei commenti per favore, così è possibile aggiornare le foto nei due link già messi da Chloe, ponendo sopra al volto dei vari invitati il loro nome; per i più conosciuti già ci sono.

    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097727031906&type=1

    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097938957204&type=1

  13. gazza ladra ha detto:

    Buongiorno a tutti!
    Io spezzerei un lancia (in capo) alle due signore in questa foto qui:

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=583342491785921&set=a.10204097727031906&type=3&theater

  14. annarita ha detto:

    Mi picerebbe sapere chi era quella specie di odalisca con quel copricapo che terminava in una sciarpa giallo pulcino stritolato da un camion. Mi è piaciuta invece quella signora, una delle poche con un abito adatto ad una cerimonia, che indossava un soprabito di raso rosa chiaro.

    • Alex ha detto:

      @ annarita la penso identicamente: la sibilla gialla deve essere qualcuno di conosciuto ma non saprei, mentre la signora con il soprabito rosa è molto elegante e raffinata, ma non mi convince pienamente l’acconciatura che mi fa pensare ad una sposa.

  15. milady ha detto:

    finisco ora di vedere le foto (bravissimo Alex) e sono orripilata….una era al mercatino con i leggins e si è presentata così, un’altra era a Fregene e si è limitata a comprare dai vu cumprà una sciarpetta da mettere sul copricostume, l’altra col tubino…e gli uomini! chi col tight che sembrava prestato dal valletto del circolo, chi addirittura in grigio chiaro, uno con una camicia prestatagli da Formigoni! e la zia matilde che lucidava l’argenteria e si è scordata lo straccio in testa, dopo che il sarto, suppongo costoso, le ha rifilato l’ennesima noiosa copia del noioso vestito di Maxima! La colf della mamma dello sposo si è licenziata e non le ha stirato il vestito, le più carine tutte con lo stesso abito di Valentino già sfoggiato da Madeleine di Svezia….pietà!

    • Alex ha detto:

      @ Milady nemmeno Formigoni metterebbe una camicia con quei rigoni! Alcuni invitati come ad esempio i Liechtenstein-Lussemburgo erano accompagnati da un loro dipendente credo, non so se segretario o addetto stampa, vestito più semplicemente. Gli uomini a parte qualche stravaganza erano vestiti molti in tight e altri in abito scuro, essenso immagino il tight non spoecificato nè il lungo. Mi incuriosisce sapere se per la cena la madre dello sposo ed altre si siano cambiati, spero che Astrid abbia indossato un abito lungo.

  16. Elena ha detto:

    Salve,ho visto le foto su fb al quale non sono iscritta e devo dire:mamma mia,è il festival dell’inadeguatezza,tra tutte le dame ne salvo quante le dita di una mano,vestiti,accessori,acconciature…puah! Grazie invece del reportage fotografico,ma quante foto siete riusciti a scattare?Nulla sfugge…!

  17. Alessandro (Aigrette) ha detto:

    Ok, praticamente mancavo solo io, me ne scuso ma purtroppo non si riesce sempre a fare quello che più si ama. Ho letto il post e i commenti e visto anche i due album di foto.
    @Alex e la sua amica Tullia sono stati fantastici, foto belle e esclusive!
    I miei più vivi complimenti, non è da tutti “stare sul pezzo” così!
    BRAVI, BRAVI e ancora BRAVI!!!
    Un plauso lo merita la nostra padrona di casa @Marina, immagino non sarà stato facille gestire in tempo reale il tutto, ma oramai ci hai abituato bene! 😉
    Ora passiamo al matrimonio, diciamo pure che non mi aspettavo grandi cose, la famiglia reale belga non è certo quella britannica ne quella olandese e comunque resta sempre una cerimonia non di prima linea.
    Il problema reale però, è che ad abbassare il livello del tutto sono stati gli invitati, alcuni sembravano capitati lì per caso.
    Se tutti avessero tenuto il livello dei parenti più prossimi dei neo-sposi forse tutto sarebbe sembrato più giusto.
    Riesco a perdonare sia il cappellino della regina Paola che la postura di sua figlia, ma non ce la faccio a sopportare infradito e mise arrabattate. E non voglia cercare nessuna giustificazione, della serie “io mi sento unconventional e quindi del vestire non mi curo”. Chi era li, lo era per un motivo, non hanno di certo invitato il pizzicagnolo o il macellaio di fiducia.
    Sei invitato ad un evento che prevede una certa risonanaza, anche se solo in determinati ambienti, non ti mancano i mezzi ne il modo per darti una sistemata, quindi bocciati la maggior parte degli invitati e promossi a pieni voti soli gli sposi.

  18. Chloe ha detto:

    @alex – Ho riguardato le foto della prima parte per cercare di individuare qualcuno, ma per ora senza esito.
    L’unica cosa che posso dirti è che ti mancherebbe di completare la famiglia di Imre-Kathleen/Marie Christine-Rodolphe, nelle foto precedenti.

    Qui Gabriella con i genitori Carl Christian e Marie Astrid:
    http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097727031906.1486954563&type=3#!/photo.php?fbid=583339358452901&set=a.10204097727031906&type=3&theater

    Poi Adélaïde e Christoph:
    http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097727031906.1486954563&type=3#!/photo.php?fbid=583339415119562&set=a.10204097727031906&type=3&theater

    E a parte il signore in primo piano, poi ci sono Alexander e il cugino Franz-Ludwig:
    http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10204097727031906.1486954563&type=3#!/photo.php?fbid=583339525119551&set=a.10204097727031906&type=3&theater

    • Alex ha detto:

      @ Chloe grazie e speriamo di individuarne altri; non su tutte le foto si può mettere il nome scorrendo con il mouse sulla persona, ma solo su quelle dove il volto risulta evidente, perciò in alcune, pur avendo noi individuato il soggetto, non c’è il nome. Bellissima la foto del ricevimento, l’ho inserita due giorni fa nell’album.

  19. Chloe ha detto:

    E qui l’unica immagine che sta circolando sul web dell’allestimento all’aperto nei giardini di Villa Medici … che atmosfera incantevole!!! E immagino che splendida vista su Roma! 😀

    http://scontent-b.cdninstagram.com/hphotos-xap1/t51.2885-15/10467927_304500033043561_1815011332_n.jpg

  20. https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

    non c’entra niente con il post ma vi volevo avvisare che se oggi avete avuto difficoltà a entrare nel blog e a commentare è perché abbiamo dovuto fare degli aggiornamenti necessari e irrimandabili del sistema 😀

    • Alessandro (Aigrette) ha detto:

      Non so se è colpa del mio pc, ma da quando ci sono stati questi aggiornamenti, a me appaiano delle pagine vuote dopo l’ultimo commento presente. ( ad es. su questo post arriviamo con i commenti a pagina 7 ma a me appaiono anche la 8 la 9 e la 10 che in realta sono vuote)
      Devo fare qualche aggiornamento io?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi