The Queen compie 88 anni

queen-3--a

Grazie per gli auguri cari sudditi e ammiratori

The Queen oggi – 21 aprile – compie 88 anni e l’occasione mi sembra perfetta per per ricordare i molti motivi che rendono questa donna un mito:

  • perché essere un mito è un’attitudine di famiglia a partire dalla quadrisavola Vittoria che ha dato il nome ad un’epoca.
  • perché da bambina mette a tacere la divorziata più celebre del Regno Unito che le si rivolge chiamandola Lilibeth, il soprannome con cui la chiamano solo i familiari stretti. Lei senza scomporsi replica “io non sono Lilibet, sono la principessa Elisabetta”.
  • perché nonostante lo shock dell’abdicazione dello zio-re vive comunque felice in una famiglia amorevole e serena che la circonda di affetto. E infatti il padre e la madre resteranno il suo punto di riferimento per tutta vita.
  • perché si è scelta un uomo, l’ha imposto alla famiglia e, fra alti e bassi (sempre comunque privatissimi, se l’è tenuto tutta la vita e oggi dice che il suo Filippo in tutti questi anni è stato “un sostegno ed una guida costante”.
  • perché da ragazza carina e semplice è diventata una giovane donna demodé e adesso è una splendida anziana signora che come porta lei i cappelli color fucsia non ce n’è nessuna.
  • perché adora cani e cavalli, come tutti gli inglesi, ma lei di più.
  • perché solo lei può passeggiare in campagna con stivali di gomma e foulard di Hermès. Il mitico carrè di seta della maison parigina è la sua unica debolezza in fatto di moda, ne ha una collezione che però usa solo quando è a Windsor e a Balmoral, o in viaggio. Hermès ha anche creato un foulard per il Silver Jubilee.
  • perché è stato il primo sovrano inglese incoronato in diretta televisiva.
  • perché sua madre, una roccia che ha tenuto botta fino a 102 anni sorridendo sotto cappellini frufru color pastello, le ha insegnato a mantenere ben saldo il timone al centro di qualsiasi tempesta.
  • perché ha marito gaffeur e dalla lingua tagliente, ma comunque popolarissimo che stempera nell’humor inglese (inglese?!? Si inglese anche sei lui è greco di origine danese e tedesca) la serietà e la compostezza della consorte.
  • perché è sopravvissuta con stoico sangue freddo inglese l’annus horribilis durante il quale ha dovuto sopportare i divorzi scandalosi dei suoi due figli maggiori e il drammatico incendio del castello di Windsor che forse l’ha addolorata più della partenza delle nuore.
  • perché nonostante possa frequentare tutte le località alla moda di tutto il mondo, lei le sue vacanze le passa in un gelido castello scozzese ereditato dalla quadrisavola.
  • perché a 88 anni suonati sprizza l’energia e la vitalità di una teenager, sempre pronta a saltare da un aereo all’alto per girare il mondo con il consorte, senza dare alcun segno di voler andare in pensione.
  • perché nonostante il sessantacinquenne principe di Galles sia lì pronto a prendere il testimone, lei non molla. A quanto pare il suo obiettivo è sorpassare la regina Vittoria, la più longeva testa coronata britannica, rimasta sul trono ben 63 anni e 216 giorni.
  • perché lei si è una che sa come festeggiare low cost, infatti per celebrare insieme ai sudditi, oltre al pic nic del Giubileo, ha deciso di mettere in mostra le gioie di famiglia che tanto sono chiuse in cassaforte e non costa nulla tirare fuori.
  • perché sempre a proposito di gioie, è l’unica al mondo a riuscire ad indossare con assoluta nonchalance parures mozzafiato, la maggior parte delle quali ereditate dalla nonna che di diamanti se ne intendeva.
  • perché fra le sue piccole manie ce ne sono due che l’hanno resa celebre, la borsetta rigida di vernice nera, oppure – orrore – di pelle bianca, sempre in pendant con le scarpe e la riturale spilla appuntata sulla spalla sinistra. Pare che per la tournée di dieci giorni in Australia nell’autunno scorso se ne sia portata venti in modo da poter scegliere.
  • perché nonostante non abbia nessun reale potere rimane una vera forza grande economica per la Gran Bretagna, capace di generare da sola enormi introiti. Seguita a ruota da William e Kate.
  • perché nonostante il suo ruolo sia solo rappresentativo, è una grande diplomatica, come ha dimostrato in molte occasioni, non ultimo lo storico viaggio in Irlanda dell’anno scorso.
  • perché nonostante tutto ha saputo gestire in modo ammirevole la questione della drammatica morte di Diana e ha capito al volo in che direzione doveva andare il cambiamento.
  • perché alla fine ha deciso di accettare Camilla, la parte “non negoziabile” della vita di suo figlio Carlo e alla fine, conferendole una importante onorificenza, ha pubblicamente ammesso e riconosciuto che tutto sommato non è poi così male questa signora divorziata, per anni è stata l’amore segreto del suo erede.
  • perché ha aperto al pubblico Buckingham Palace (poco più di un mese all’anno, quando lei è a Balmoral, con l’esclusione del luglio di questo 2012 durante le Olimpiadi di Londra) dove si respira davvero l’atmosfera reale.
  • perché ci tiene a mantenere unita la famiglia, specie durante le feste comandate, e nel gruppo dei familiari strettissimi oltre ai figli ci sono i nipoti orfani della sorella amatissima Margaret.
  • perché il giorno della parata sul Tamigi in occasione del Giubileom del 2012 è uscita dall’auto con la borsetta aperta, a dimostrazione che nessuno è perfetto, neanche lei.
  • perché solo lei poteva aprire le Olimpiadi del 2012 gettandosi da un elicottero insieme a James Bond.
  • perché il week end va a cavallo, come se nulla fosse visto che alle passioni vere bisogna restare fedeli.

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

13 Commenti

  1. Erika ha detto:

    Una donna incredibile, un mito!
    Buon compleanno Maestà!!!

    Buona Pasquetta a tutti voi 🙂

  2. LadyF ha detto:

    Auguri al Boss di The Firm…finchė dura lei la monarchia ė …a cavallo! Non oso pensare al dopo, accontentiamoci del presente e…lunga vita!

  3. Laura ha detto:

    Ma io vorrei capire chi ha copiato chi : alla messa di Pasqua sia la regina che DOC Kate si sono presentate con lo stesso completo !

  4. mau ha detto:

    Buona pasquetta…
    Dio salvi la regina, auguri di un felice compleanno.

  5. ferdinando ha detto:

    Condivido totalmente i motivi ricordati che fanno di questa regina un mito.
    E anche se la si paragona a Vittoria mi pare che nei fatti la superi
    alla grande avendo dovuto superare prove ben maggiori .

  6. Chloe ha detto:

    Buon compleanno Queen Elizabeth! I motivi per cui sia un mito … più passano gli anni e più aumentano. L’ultimo anno poi l’ha vista 2 volte bisnonna!
    Ho visto lo scatto fotografico di David Bailey realizzato a marzo a Buckingham Palace, che è stato diffuso per gli 88 anni della Regina, e che rientra nella campagna di marketing del governo per promuovere turismo e investimenti nel Regno Unito. L’effetto sembra quasi quello di un autoscatto … ma è molto comunicativa, the Queen è molto sorridente e rilassata, con l’immancabile collana di perle e la Cambridge Pearl Pendant Brooch.

    http://www.noblesseetroyautes.com/wp-content/uploads/2014/04/article-2608783-1D364AD600000578-710_634x630.jpg

  7. annarita ha detto:

    Buon compleanno Maestà, siete unica per forza e volontà. cento di questi giorni

  8. sabrina ha detto:

    La regina Vittoria era la trisnonna di Elisabetta (ed anche di Filippo) ma non aveva la forza della sua trisnipote, né come capo di stato né come donna.
    Infatti cedeva al marito, nominato principe consorte molte funzioni di rappresentanza e di governo e, rimasta vedova giovane, passò il resto della vita vestita a lutto a lamentarsi della perdita… Elisabetta ha sempre nascosto molto bene i propri sentimenti esprimendo solo quelli doverosi e decorosi e gestendo privatamente gli eventuali problemi di ogni tipo limitandosi a definire annus horribilis il 1992 con due divorzi ed un incendio ammirabile eufemismo comunque lunga vita alla regina e vedremo cosa ci riserva il futuro?

    A proposito di futuro alcuni giornali davano per certa la presentazione di Cressida alla regina a Pasqua ma non ho sentito niente ma allora Harry si sposa o no?
    Ciao a tutti e bentornati al lavoro

  9. Ale ha detto:

    cento, mille di questi giorni!!! 🙂
    direi che la regina impersona la monarchia in tutto il mondo, in qualsiasi parte del globo se una persona deve pensare a un sovrano il primo a venirgli in mente è sicuramente Elisabetta II.
    in più secondo me tra lei e la regina vittoria non c’è paragone, non va dimenticato che il principe alberto era praticamente un co-regnante, che portò il suo nome alla casa reale e che contribuì in maniera netta alla pianificazione di quella che fu poi chiamata età vittoriana. il principe filippo invece non è mai stato niente di tutto ciò, a regnare è Elisabetta e basta! con lui, che non ha mai avuto la qualifica ufficiale di principe consorte, è caduta anche la tradizione britannica del cambio di nome della dinastia dopo il matrimonio con una regina. giusto per far capire chi è che porta la corona 🙂

  10. Laura ha detto:

    Carino l’articolo del New York Times sui 18 anni di Elisabetta :
    http://royalmusingsblogspotcom.blogspot.it/

  11. Laura ha detto:

    E’ vero quello che scrivete sul confronto tra Vittoria ed Elisabetta, pero’ non dimentichiamo che dopo la morte di Alberto Vittoria regno’ per 40 anni da sola cioe’ la maggior parte delle sua vita di sovrana si svolse senza il supporto del marito. Nonostante si rifiutasse di comparire in pubblico, Vittoria non trascuro’ mai i suoi doveri di sovrana. Per esempio intratteneva una fittissima corrispondenza con molti monarchi e uomini di stato europei e, pur rimanendo all’interno dei limiti stabiliti dalla forma di governo inglese, era parte integrante di un certo modo di fare diplomazia internazionale che e’ negato ad Elisabetta non per una sua mancanza perche’ i tempi sono profondamente cambiati.

  12. nicole ha detto:

    E vogliamo dimenticarci di tutti quei brindisi con guantini bianchi?? Una cosa che mi fa morire..

  13. Caterina ha detto:

    Buon compleanno Queen Elisabeth. Credo che il paragone più azzeccato non sia con la Regina Vittoria, ma bensì con i suoi genitori, nonostante l’anno o gli anni horribilis la nave della regina Elisabeth II ha sempre il vento favorevole.E’ questo e’ sicuramente un insegnamento di quei due genitori che non si sono mai scomposti anche quando i tempi non erano dei più favorevoli. Hanno mostrato alle loro figlie come si è un grande re ed una grande regina. Lei non è altro che quello che sono stati loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi