Elisabetta II, il Presidente e il Papa

Elizabeth

Allora ci siamo, un anno dopo la visita programmata e poi cancellata a causa di un piccolo problema di salute, la regina Elisabetta II e il consorte Filippo arrivano finalmente a Roma per un soggiorno lampo. Quattordici anni dopo la sua ultima visita la sovrana inglese torna nella Capitale su invito personale del presidente Napolitano e questa volta incontrerà anche papa Francesco. Nel 2013 il fatto che nel programma ufficiale non ci fosse traccia del tradizionale colloquio privato con il Pontefice aveva fatto molto chiacchierare, ma evidentemente nelle alte sfere le dimissioni di Benedetto XVI erano già cosa nota.

Quella di domani sarà la quarta visita ufficiale di Elisabetta II nella Città eterna; la prima si è svolta nel 1961, quando lei era un giovane regina di 35 anni, da poco mamma del principe Andrea. La regina non ha ancora trovato il suo stile e sembra sempre un po’ impacciata e in difficoltà anche perché è infagottata in abiti che non le donano e indossa cappellini che potrebbero donare, al limite, a Miss Marple. Messa a confronto con la super chic Jackie Kennedy e la raffinata Grace di Monaco, Elisabetta sembra la cugina di campagna, ma si rifarà sul lungo periodo.    

 http://www.britishpathe.com/video/queen-and-duke-in-italy-1961

Nel 1961 la regina e il principe Filippo incontrano Angelo Roncalli, cioè Giovanni XXIII; la sovrana è in nero, come prescrive il protocollo per le signore ricevute in udienza papale (solo le sovrane in funzione o consorti hanno diritto al bianco), e ha fermato il lungo velo d’ordinanza con la tiara “kokosnik” della bisnonna, la regina Alessandra. Elisabetta II torna altre tre volte, nel …, nel 1980 e nel 2000.

Durante la terza visita però la diplomazia italiana commette un imperdonabile errore, non si informa sui gusti della regina la quale ha diverse idiosincrasie alimentari. Così ad una cena ufficiale le servono del capretto e la regina, sotto gli occhi terrorizzati e inorriditi del suo seguito, storce il naso. Persino il Times commenta l’episodio mettendo l’accento sulla scarsa attenzione dei responsabili del cerimoniale italiano. Ma non basta, a Ciampino qualcuno fa cadere a terra un porta-abiti reale.

Queen-Roma

Ma a parte questi dettagli i viaggi hanno un successo stratosferico, la regina d’Inghilterra è sempre la regina d’Inghilterra e gli italiani, che hanno liquidato i loro reali nel 1946 adorano le famiglie reali. E il Times fa notare che la copertura che dà la stampa italiana all’avvenimento “è reverenziale”.    

Il viaggio di Elisabetta II – che il 21 aprile compirà 88 anni – è una visita di cortesia, non un incontro ufficiale, e anche con il pontefice ci sarà semplicemente un colloquio informale. La regina sbarcherà all’aeroporto di Ciampino alle 10 e 30 e ripartirà poco prima dell’ora di cena. Il fulcro della giornata sarà il pranzo al Quirinale, ma non sono stati forniti dettagli né sul menù né, tantomeno, sulla scaletta della giornata. Con Napolitano, che parla bene l’inglese Elisabetta II ha un ottimo rapporto ed è stato proprio il Presidente della Repubblica nel giugno del 2011, durante un viaggio nel Regno Unito, a formulare l’invito. Nel pomeriggio la regina, accompagnata dal duca di Edimburgo, incontrerà papa Francesco nella sua residenza di Casa S. Marta.

Casomai vi venisse qualche dubbio sull’opportunità per una signora così anziana di fare un viaggio tanto lungo… ecco non vi preoccupate, Lilibet è d’acciaio. Ieri era a Windsor e si è fatta il solito giro a cavallo.

Queen-Windsor

Nota di servizio: domani sarò a Milano, ospite di Mattino 5 dalle 10 circa alle 10 e 45, all’interno di un talk il cui tema principale sarà proprio la visita della regina a Roma. Ci vediamo in tv e ricordate che potete anche intervenire via social da qui www.mattino5.mediaset.it ; poi nel corso della giornata grazie ai potenti mezzi della tecnologia approverò tutti i commenti nel minor tempo possibile, ma non credo sarò in grado di aggiungere al post le foto della giornata, quindi confido nel vostro aiuto, linkate, mi raccomando.

Epsom2012

Eccomi di nuovo alla mia postazione, la giornata è stata lunga, ma interessante. Se avete visto la trasmissione di Canale 5 o la registrazione avrete notato che ero accanto a due mostri sacri: Antonio Caprarica e Candida Morvillo. Sinceramente la cosa mi aveva messo un po’ di agitazione e invece ho incontrato due persone cordiali, cortesi, gentilissime e alla mano. Sull’altro stendo un pietoso parquet di teck – come direbbe mio marito – vi racconto solo questa: nel fuori onda mentre la regia mandava un pezzetto del “Discorso del Re” lui dice con tono un po’ da capiscione “ah, ma quello era solo un tartaglione”. Mi sono girata e gli detto piuttosto seccata: “No, era un grande re”. Din sicuro c’è un motivo per cui lo chiamano, c’è di sicuro è che a me sfugge.

Quanto al quesito della giornata – per noi appassionati di gioielli reali – cioè “ma da dove salta fuori questa spilla” direi che ancora la risposta non c’è, ma di sicuro non è la spilla regalo del principe Alberto alla moglie Vittoria per le nozze. Per adesso le foto che ho trovato sono queste – Getty Images – poi domani vedrò di fare meglio. Però se posso dire mi sembra davvero un bel gesto che Elisabetta II abbia scelto per la visita italiana un gioiello quasi mai indossato prima come a dare a questo brevissimo viaggio un significato ancora più forte e simbolico. Mentre sinceramente non trovo così scandaloso – anche se appena ho visto le foto mi sono un po’ stupida – che si sia recata dal Papa con  il lilla in una sfumatura così tenera e primaverile che le si addice molto. Molto bello anche il cappello, ma negli ultimi anni direi che non ne ha sbagliato uno – dopo gli orrori degli anni ’60-’70 e ’80 – mentre taccio sulle scarpe e la borsetta nera, ma ormai anche quello è un marchio di fabbrica.

482282681

482291309

482291313

Grazie ad Alessandro (Aigrette) che in corso di giornata ci ha subito confermato – per averla vista da vicino, fortunato! – che la spilla era blu e ad Alex che ha interrogato via Facebook un grande esperto di gioielli reali, Michel Bergagnini. Secondo Bergagnini la spilla è questa che porta la regina madre in una foro direi degli anni ’60-’70. Dire che ci ha preso, quindi adesso è da capire il percorso. Bergamini ipotizza fosse il fernaglio di un braccialetto di Maria Feodorovna, nata Dagmar di Danimarca, madre di Nicola II e sorella della regina Alessandra. Dopo la Rivoluzione la zarina vede molti dei suoi gioielli e Mary, consorte di Giorgio V fa diversi affari d’oro, in tutti i sensi. Da lei l’enorme zaffiro potrebbe essere passato alla nuora e da questa a Elisabetta II.

Alex-spilla

ZaffiroRoma

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

152 Commenti

  1. elettra/cristina palliola ha detto:

    Sono rimasta bloccata dal modem, che mi ha isolato e, che sembra riparato, ora….
    @Alessandro aigretta, @Alex…massì!!!, sono disposta a fare questo sacrificio, per il bene del blog…naturalmente spesati di tutto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 😉 🙂

  2. Chloe ha detto:

    A proposito di Papa e Vaticano … visto che da sabato starò via per qualche giorno di sano relax e tornerò a scrivere a maggio … mi stavo un po’ informando su chi dei royals ha dato conferma della presenza alla canonizzazione di papa Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II di domenica 27.
    Per la GB, ho visto che nell’agenda dei prossimi giorni è segnato che dal 26 il duca di Gloucester sarà impegnato in Italia, per cui dovrebbe essere lui in rappresentanza, come era avvenuto per l’insediamento di papa Francesco.

    Ora ho visto sul sito belga che saranno presenti gli ex Sovrani Alberto e Paola:
    http://www.monarchie.be/fr/actuel/agenda/archives/canonisation-des-papes-jean-xxiii-et-jean-paul-ii

    Interessante il programma della Spagna. Arriveranno i Sovrani per una 3 giorni romana: il 26 Juan Carlos sarà ricevuto da Napolitano al Quirinale, il 27 la cerimonia di canonizzazione, e poi il 28 udienza dal Papa.
    http://www.casareal.es/ES/Actividades/Paginas/actividades_viajes_detalle.aspx?data=762

  3. Chloe ha detto:

    E mentre sarò al mare, ho letto che per i Sovrani belgi ci saranno due incontri fra reali, il 29 aprile visita ufficiale in Svezia e il 30 in Norvegia, mentre il 26 (e non il 27 perché quest’anno cade di domenica) in Olanda si festeggerà il primo Giorno del Re, dopo più di un secolo di Regine.

  4. Ale ha detto:

    @chloe sei sempre il solito segugio!! 🙂 giusto ieri mi chiedevo quali royal sarebbero venuti a roma per la doppia canonizzazione. grazie delle informazioni 😉

  5. Laura ha detto:

    I re Alberto e la regina Paola con Astrid e famiglia hanno trascorso le vacanze di Pasqua in Sicilia, come hanno fatto l’anno scorso, da dove andranno direttamente a Roma per la doppia beatificazione.

    http://monarchico.blogspot.it/2014/04/alberto-e-paola-in-sicilia.html

    Un paio di anni fa mi trovavo presso un agriturismo in provincia di Caltanissetta e ho notato nella sala da pranzo diverse foto di Alberto, Paola, Fabiola etc. Mi sono incuriosita e mi fu risposto che la famiglia reale del Belgio e’ una abituee’ da quelle parti e che l’agriturismo fa parte di una tenuta di parenti dei Ruffo .

  6. Chloe ha detto:

    @ale – 😀 … e le conferme di oggi (e anche numerose) arrivano dal Lussemburgo:
    http://www.monarchie.lu/fr/agenda/2014/04/27042014couple-canonisation-rome/index.html

  7. LadyJane ha detto:

    Domani saranno a Roma anche i granduchi del Lussemburgo, con Stéphanie, Louis e Sébastien, e il principe Nikolas del Liechtenstein, che è ambasciatore presso la Santa Sede, con la moglie Margaretha.

  8. Alex ha detto:

    Domani occhi puntati sulle rappresentanze reali, peccato che probabimente pioverà secondo le previsioni. Sofia di Spagna e Paola del Belgio in bianco come già hanno fatto in passato? Speriamo perchè vederle vestite di bianco con il velo ci riporta ad altri tempi e a manifestazioni passate della regalità.

  9. Laura ha detto:

    Ecco le prime foto : il bianco Sofia, Paola e Maria Teresa in nero credo la principessa di Lienchtenstein ma alla tv hanno cambiato inquadratura mentre guardavo.Non so gli altri.

    http://royalwatcher.tumblr.com/

  10. https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

    qui diluvia dopo un sabato di primavera, sono sola a casa, ho la casa che sembra ci siano passati gli elefanti, insomma sono di pessimo umore per cui mi perdonerete l’acidità:
    – madame Clio con il cappello meglio che io taccia sennò mi viene da ripetere quello che disse mio padre a mia zia che si presentò con il cappello alle sue nozze (di mio padre)
    – madame Renzi si è dimenticata di andare dal parrucchiere e si è messa però i tacchi a spillo. Madame non era un matrimonio.
    – mister Renzi sembra Totti allo stadio
    – scusate ma l’unica degna di nota per stile, classe ed eleganza è Sofia e la mantilla le sta d’incanto, d’altronde un velo di pizzo spiaccicato sulla testa è una cosa, un velo tenuto in posizione da un altissimo pettina è un’altra.

    infine anche in questo giro i miei colleghi ce l’hanno messa tutta per farmi ridere. il re dei Belgi Philippe non era a Roma, la foto è un evento in Belgio come si vede chiaramente dal contesto. se Philippe fosse stato a Roma sarebbe stato in prima fila.

    comunque a me ‘sta storia degli ex che non mollano il titolo e si presentano in prima fila non mi piace. bene ha fatto Beatrice che ora è principessa e basta. in Belgio è un casino e in Vaticano anche. ma vi pare di avere due papi? cioè io mi aspettavo che quanto meno Ratzinger sparisse dalla circolazione per correttezza se non altro.

    • Lulu' ha detto:

      Lo sai Marina che io ti preferisco “acida”…?? Concordo dalla prima all’ultima parola!! 🙂

        • Rollone il Pedone ha detto:

          Papa Francesco e il Papa Emerito Benedetto XVI sono due Papi meravigliosi! Più rispetto, quando parli del Vicario di Cristo, cara Marina.

          • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

            ognuno ha le sue opinioni. non vado in giro a lasciare commenti acidi, ma qui ritengo di poter scrivere quello che mi pare. e a me papa Ratzinger non è mai parso un papa meraviglioso. rispetto le tue opinioni, rispetta le mie e non venire qua a farmi le prediche. grazie

            • nicole ha detto:

              Ho iniziato a guardare con occhio più benevolo Ratzinger quando….ha dato le dimissioni! Ho pensato che la ingovernabile curia romana era proprio ingovernabile..e non lo dico io, bensì uomini di chiesa che se ne stan ben lontani perchè lì facevano fatica a viverci..( ho un caro amico che non è ultimo arrivato, diciamo cervello in fuga da tantissimo…ha fatto carriera , ma era troppo per bene e non se ne erano accorti); ora ha posto di grande rilevanza mooolto lontano..quasi mi ha fatto pena Ratzinger, uno studioso come lui, cattolico che arriva da paese che è metà cattolico e metà protestante, aveva senz’altro un qualcosina di meno ipocrita del suo predecessore, ma non energie per dare svolte.
              Dissentire o avere parere differente non vuol dire mancare di rispetto: in ogni caso il rispetto sarebbe dovuto anche a quelli che hanno per decenni coperto preti pedofili??
              Sai Gesù come deve essere imbufalito…..

  11. Laura ha detto:

    @ Marina, come scrivevo su FB, Beatrice non e’ sparita anzi e’ sempre in prima fila in tutte le celebrazioni come principessa, e’ vero. non come regina. Ricordo che allora ci sembro’ strano questo “declassamento” (che pero’ e’ in linea con quanto fecero madre e nonna).
    E’ possibile che sia stato Filippo a chiedere ai genitori di rappresentare il Belgio ed era una cosa organizzata da tempo infatti Alberto, Paola, Astrid e famiglia sono gia’ in Italia da tempo visto che hanno passato le vacanze di Pasqua in Sicilia. Sofia sempre di gran classe, io stamattina cercando foto sul web ne ho trovata una che credevo fosse di oggi e invece e’ quella della messa di inaugurazione di papa Francesco : ebbene Paola e’ vestita nello stesso identico modo con quell’orrendo spolverino piu’ lungo del vestito, lo stesso velo etc. etc.

    http://www.google.it/search?q=reine+Paola+Vatican&client=safari&rls=en&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=8CVdU7qzG4jTtQbju4DAAw&ved=0CAgQ_AUo

  12. elettra/cristina palliola ha detto:

    Riporto qui, quello che dice la solita wiky, circa il privilegio del bianco, che essendo un “privilegio” è una concessione…però, leggete un po’ perchè mi sembra che ci siano dei punti oscuri o interpretabili come ognuno vuole

    http://it.wikipedia.org/wiki/Privilegio_del_bianco

    .-..a quello che leggo, la principessa del Liechtenstein, bene ha fatto a vestire di nero e male fece Charlene a “privilegiarsi “da sola e vestire di bianco nel gennaio dello scorso anno, visto che la sua defunta suocera, in visita al papa, si era sempre vestita di nero
    – non capisco perchè a Marina Doria è concesso il privilegio del bianco, che ha usato, mentre il capo di casa Savoia è Amedeo, per cui, in bianco, in Vaticano, casomai, ci dovrebbe andare l’attuale moglie di Amedeo, Silvia…e , per me, nessuna delle due, visto che il trono non c’è più
    – stando alle varie eccezioni che si sono fatte, compresa quella , non citata, della regina Margarethe II di Danimarca, che si è presentata in grigio, anche Maxima, si potrebbe vestire in bianco, visto che è rimasta cattolica…sono sicura che Maxima non lo farà, essendo regina di un paese fortemente anti-papista, e moglie di un re non cattolico, ma a questo punto potrebbe, datosi che si è vestita in bianco la moglie di Blair, che è , sì, cattolica, ma non è regina
    Grande strappo alla regola, lo ha fatto ultimamente anche Elisabetta, con la scusa di un incontro privato e non formale…insomma molta confusione
    Se il privilegio è riservato alle sovrane cattoliche, regnanti o consorti di sovrani cattolici, allora è giusto che sia esteso anche a Monaco e al Liechtenstein e basta…altrimenti leviamo tutto, accettiamo tutti i colori del mondo, purchè gli abiti sia consoni alla situazione e al luogo
    Sofia,? …..SPLENDIDA!!!!
    @Marina…credo che la presenza di Benedetto XVI, sia stata fortemente voluta da papa Francesco…del resto se ne è stato nel suo angolino buono buono…come ospite era giusto che ci fosse: i due papi santificati , li aveva conosciuti entrambi, e in particolare con Wojtyla, era stato un grande collaboratore..insieme al rabbino Toaff e a don Stanislao, segretario del papa fu il terzo ad essere nominato nel testamento del papa defunto

  13. Laura ha detto:

    Mi volete ricordare perche’ il bianco va bene per il Lussemburgo e non per il Lienchenstein ?

  14. elettra/cristina palliola ha detto:

    @Laura..esattamente non mi ricordo……,mi sembra, ma prendi con le molle quello che sto per dire, che per avere il privilegio del bianco bisogna essere Altezze Reali, cosa che non sono nè i Monaco, nè i Liechtenstein…e i Lussemburgo, sono considerati in questo modo poichè il loro territorio era un granducato dei Paesi Bassi, seppure in territorio straniero…con l’indipendenza il sovrano, un Nassau-Wilburg, ha mantenuto il titolo…spero di essermi ricordata bene, altrimenti qualcuno, con maggior memoria, per favore, mi corregga…anzi visto che siamo in tema se sbaglio, mi corrigerete!

    • Lulu' ha detto:

      No, la casata lussemburghese non ha ereditato lo stile dai cugini olandesi…ma dalla casata Borbone-Parma al momento del matrimonio tra Felix ( fratello di Zita) e Charlotte (nonna dell’attuale granduca). Fino a quel momento i membri erano tutti “altezze granducali”, Charlotte compresa. Al momento del matrimonio si decise di lasciare a Felix il titolo di principe di Borbone-Parma (tramandato ancora oggi nei lussemburghesi) e di trasferire il suo stile alla moglie e alla futura prole. Lo stile di altezza granducale rimase in vigore per le 5 sorelle di Charlotte…poi scomparve quando, contraendo matrimoni con principi, presero lo stile dei mariti..e così i loro figli.

      • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

        lo stile? nel senso di rango?

        • Lulu' ha detto:

          Se per rango, ti riferisci alla posizione occupata..no, non mi riferisco a quello..anche perché loro non parlano mai di ranghi, ma di titoli (granduca, granduca ereditario, duca di nassau, duca ereditario di nassau, principe di lux, principe di nassau, conte di nassau) e di stili (altezza reale, granducale..) Attualmente portano tutti lo stile di altezza reale ad eccezione dei conti/contesse nassau. Da poco la corte ha tenuto a precisare che anche i principi Louis e Jean che hanno rinunciato ai loro diritti al trono, non solo non hanno perso il titolo di principe, ma neppure lo stile di altezza reale come alcuni affermavano. Al contrario di Martha-Louise di Norvegia, che continuando ad essere principessa con i suoi diritti al trono, ha rinunciato ad essere un’altezza reale.

          • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

            Penso che parliamo della stessa cosa ma con termini diversi. per me il rango è una cosa diversa dal titolo è appunto il “trattamento” – altezza reale, altezza serenissima etc – ricordo di avere letto ad esempio che la regina Sofia ci tiene molto a che per le figlie sia rispettato il “trattamento” da appunto altezze reali.

    • Laura ha detto:

      Grazie @ Elettra … quindi le signore dei “serenissimi” restano in nero : ecco perche’ sollevo’ stupore il bianco di Charlene. Io pero’ sono convinta che papa Francesco sia completamente disinteressato a questi aspetti … credo che non farebbe caso nemmeno se le signore si presentassero da lui in tuta da ginnastica.

  15. elettra/cristina palliola ha detto:

    @Laura…sinceramente anch’io penso che Papa Francesco, sia completamente disinteressato all’abbigliamento delle signore…però c’è da dire che trovo grandemente sciocca la distinzione tra Altezze Reali e Altezze Serenissime, riguardo al privilegio del bianco…in fondo, a mio avviso, dovrebbe essere un segno di riconoscimento per il fatto di essere la moglie di un capo di stato cattolico o quando capiterà, con la futura generazione, una regina regnante cattolica..in questo , secondo me , va ricercato il significato del bianco, altrimenti che senso avrebbe?
    @Lulù…grazie per aver ricordato perchè i granduchi del Lussemburgo sono Altezze Reali

  16. Ale ha detto:

    a me ha fatto sinceramente piacere vedere papa benedetto ieri. considerando che non fa nessuna pressione “politica” su papa francesco trovo molto bello (e probabilmente molto proficuo dal lato della fede) che i due pontefici abbiano un bel rapporto e si frequentino spesso (anche in pubblico). concordo invece con @marina per quanto riguarda il giudizio sulle delegazioni presenti ieri, solo la regina di spagna merita un giudizio positivo, ed è piaciuta anche alle tv perché hanno fatto vedere quasi solo lei nei servizi dei tg quando parlavano delle varie delegazioni.
    personalmente invece preferisco il metodo applicato in belgio a quello olandese, un re abdicatario è pur sempre un re, gli si può attribuire un titolo di cortesia ma non può retrocedere nel rango come ha fatto beatrice, meritano sempre il trattamento di maestà, se non altro in omaggio a tutti gli anni passati al servizio del proprio paese e del proprio popolo. la cosa importante è che non influenzino nelle decisioni il loro successore, oramai hanno passato il testimone.
    confermo che la granduchessa del Lussemburgo ha il privilegio del bianco perché i borbone di parma-nassau-weilburg sono altezze reali a causa del matrimonio tra Felix e charlotte, e in quanto parte dei borbone di parma (a loro volta AR in quanto sono un ramo cadetto della casa reale di spana) hanno mantenuto il trattamento, trasmettendolo poi alle generazioni successive.
    @elettra sul privilegio del bianco la penso esattamente come te! visti i tempi andrebbe esteso a tutte le sovrane appartenenti a dinastie cattoliche, regine e non. per quanto riguarda casa savoia come potrei non essere d’accordo con te!!! 😉 anche se la dinastia, dopo i patti lateranensi, ebbe sempre un trattamento di favore; se non ricordo male maria josè era l’unica principessa ereditaria ad avere il privilegio del bianco. come si, il bianco spetterebbe alla duchessa silvia, ma non essendoci più il regno è giusto che porti il nero.

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      non so a me fa un brutto effetto vedere ancora in giro papa Ratzinger, come se non avesse abdicato del tutto. forse sarebbe stato più corretto un ritiro in preghiera in qualche posto lontano. tipo il cardinale Martini che se ne stava non so dove in Palestina a studiare e riflettere.

      • duca Salvo ha detto:

        in italia il privilegio del bianco spettava oltre alla regina a tutte le principesse della famiglia reale

        • nicole ha detto:

          Ma solo da “signorine”, diciamo, o a vita anche dopo aver contratto matrimonio , ma con padre ancora su trono? Grazie

          • Ale ha detto:

            sinceramente io non saprei, perché ci sono foto della duchessa d’aosta elena d’orleans che porta il nero e altre dove, se è lei come sembra, porta il bianco.
            quello su cui sono sicuro è che maria gabriella ha portato il nero per esempio. mentre le sorelle di Umberto erano in bianco, sicuramente erano autorizzate, all’epoca il protocollo era molto rigido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi