Elisabetta II il nuovo ritratto

1898196_724262730951843_1678622292_n

The Queen secondo il pittore canadese Phil Richards

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

15 Commenti

  1. elettra/cristina palliola ha detto:

    Il quadro è molto “regale”, degno di essere tramandato ai posteri, ma mi sembra che Elisabetta, non sia ritratta così, come è ,ora….forse, l’autore si è ispirato a un’immagine di almeno una decina di anni fa…Elisabetta oggi ha l’aspetto di una adorabile signora anziana, un po’ curva e anche , come dire? un po’ rimpicciolita… c’è da dire, che per effetto delle luci il ritratto si vede male, un po’ velato e troppo lontano, ma pensate che al primo sguardo superficiale, la persona ritratta mi sembrava addirittura Camilla, che , essendo più giovane, ha un’altra prestanza fisica, rispetto alla regina
    Quello che appare, nel dipinto, al fianco della regina , deve essere il suo scrittoio, e mi sembra lo stesso del filmato con James Bond, ricordate la scena? James Bond, entra nello studio della regina e aspetta che lei abbia ultimato di leggere e firmare dei documenti
    Lei indossa la sua bella tiara delle ragazze d’Irlanda e Inghilterra, alla quale è molto affezionata…mi chiedo se – il più tardi possibile- quando ci sarà la sua dipartita, perderemo , per lungo tempo , anche la visione di questo bell’oggetto, un po’ come è successo per la tiara dei nodi d’amore, legata alla memoria di Diana, e che , in questi anni, ha fatto solo fugaci e rare comparse, e, solo sul capo di Elisabetta, oppure la vedremo anche sulla testa di Kate?

  2. Laura ha detto:

    https://www.youtube.com/watch?v=Al4uE9Jumcc
    Questo interessantissimo video racconta la storia del ritratto sia dal punto di vista tecnico che da quello concettuale.
    Tre sono gli elementi fondamentali nel quadro : il ritratto della regina Vittoria, la bandiera canadese, e il British – North American Act (Decreto della regina Vittoria che costituisce la base della costituzione canadese) posto sul tavolo accanto la mano di Elisabetta.

  3. annarita ha detto:

    @Elettra, sono d’accordo con te e ti dico la verità mi sarebbe tanto piaciuto se Kate avesse indossato la tiara dei nodi d’amore il giorno del suo matrimonio.

  4. Chloe ha detto:

    A questo quadro do un giudizio decisamente positivo, è molto luminoso e simbolico, “regale”, come ha scritto @elettra.
    @laura – Davvero un video interessantissimo, con le dettagliate spiegazioni del pittore.
    … e la curiosità di saperne di più sul quadro ha preso il sopravvento …
    Il ritratto commissionato a Phil Richards fu svelato il 6 giugno 2012 con una cerimonia nella White Drawing Room di Buckingham Palace, nel quadro delle manifestazioni celebrative del giubileo di diamante della Regina Elisabetta, e l’immagine della Foto del Giorno si riferisce a quell’occasione.
    Dal 28 giugno 2012, il quadro è esposto nella Sala da Ballo della Rideau Hall a Ottawa, la residenza ufficiale del Governatore Generale del Canada.

    http://www.gg.ca/document.aspx?id=15503

    Modello per la figura della Regina è la foto ufficiale scattata il 1 luglio 2010 nella stessa Rideau Hall a Ottawa, in occasione della visita ufficiale della Regina Elisabetta e consorte in Canada dal 28 giugno al 6 luglio di quell’anno.

    http://canadiancrown.gc.ca/DAMAssetPub/DAM-CRN-monarchie-monarchy/STAGING/images-images/queen-pic6x7jpg_1338993447536_eng.jpg?WT.contentAuthority=4.4.9

    Sullo sfondo, il ritratto dell’incoronazione della Regina Vittoria presente nella Tent Room della medesima residenza.

    http://www.ottawacitizen.com/news/Photos+Tent+Room+unveiled/3176548/story.html

  5. Caracol ha detto:

    bel ritratto…

    mi piacerebbe sapere pero’ come mai su questo bel sito si parli solo delle dissolutezze della casa spagnola per esempio e per quanto riguarda le dissolutezze dei giovani inglesi c’è una specie di tabu’.

    cosa ne pensate delle vacanze di William e Kate alle Maldive, a distanza di un solo un mese dalle ultime vacanze caraibiche di Madame e con Monsieur che dovrebbe invece essere ilpegnato a terminare proprio in questo periodo i suoi corsi di 10 settimane a Cambridge?

    http://www.express.co.uk/news/royal/463390/Prince-William-and-Kate-Middleton-fly-to-Maldives-for-week-long-holiday

    mi piacerebbe vedere pubblicato questo intervento.

    buona serata

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      Eccolo qua pubblicato. Io censuro solo le persone scorrette non le domande cortesi. Be’ in effetti le vacanze hanno un po’ stupito anche me però c’è differenza fra vacanze alle Maldive e relative polemiche e le accuse ai duchi di Palma e il comportamento di Juan Carlos, fedifrago e assassino di elefanti

  6. Dinora ha detto:

    Cara Laura ho visto il filmato su youtube, Devo dire interessante anche dal punto di vista sia per la visione della tecnica pittorica usa sia la tecnica di composizione con mini manichino tipo casa delle bambole. Una ” tecnica simil Vermeer” (molto simil !!!) quando usava i manichini per comporre la scena del suo quadro.
    Il quadro a me piace. Il ritratto la ritrae, scusate il gioco di parole, sicuramente qualche anno fa il chè non stona per una regina!!! Nella storia molti sovrani venivano ritratti più giovani e a volta imbelliti!
    Ma la presentazione a Sua Maestà è avvenuta due ani fa?

  7. Chloe ha detto:

    Ho trovato il pdf della “Educator’s Guide” che accompagna il video “The portrait” che documenta il lavoro in fieri dell’artista, assieme ad altri video sul giubileo di diamante della Regina, pensata per avvicinare le nuove generazioni canadesi a una parte importante di storia, cultura ed eredità del Paese.
    Le prime pagine sono molto interessanti, poiché vi è un’accurata descrizione di tutti gli elementi presenti nel quadro e della loro collocazione, con il significato simbolico che ognuno di essi porta con sé, oltre alle informazioni su struttura, illuminazione e colori nel dipinto. Non esiste nella realtà un interno che corrisponda perfettamente a quello del dipinto, ma la maggior parte degli elementi, dalle pareti al quadro, dai vasi allo scrittoio, sono presenti in stanze diverse nella Rideau Hall di Ottawa.

    http://www3.nfb.ca/sg/100724.pdf

  8. elettra/cristina palliola ha detto:

    Grazie ai vostri chiarimenti, ho capito, che il ritratto è ambientato in Canada, quindi , quello che appare non è lo stesso scrittoio, del filmato con James Bond, e che il modello si riferisce a un’Elisabetta, un po’ più giovane e forse anche ritoccata da mano compiacente e che persino l’interno, non è veritiero, ma una specie di assemblaggio simbolico, così come spesso accade nei ritratti reali…certo quanta pazienza e attenzione nella sua stesura! bravo questo pittore e mi sembra anche abbastanza giovane

  9. Laura ha detto:

    Il quadro in argomento e’ stato fatto per il giubileo per il Canada

    quest’altro con Elisabetta con il mantello dell’incoronazione a Westminster per la stessa ricorrenza e’ per l’Australia (anche se forse in realta’ e’ stato poi riportato a Londra) http://www.telegraph.co.uk/news/uknews/the_queens_diamond_jubilee/9573026/Diamond-Jubilee-Queens-vulnerable-official-portrait-published.html

    Come mai per il UK ci si e’ “accontentati” solo di una foto ?

    http://www.people.com/people/package/article/0,,20395222_20567519,00.html

    Richards riporta che quando il suo ritratto e’ stato svelato la regina si e’ rivolta immediatamente a lui sottolineando che aveva cambiamo alcuni dettagli dall’ultima volta che lo aveva visto (evidentemente solo in foto) e dimostrando non solo di avere un’ottima memoria ma che di avere apprezzato il lavoro dell’artista. La regina , sapendo bene , che l’opera era stata realizzata in Canada e considerate le grandi dimensioni ha anche chiesto come aveva fatto a trasportarla a Londra : e’ stato usato un aereo militare con un volo speciale. Ma io dico non ci sono piu’ navi transoceaniche ?

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      questo è il tuo millesimo commento approvato 🙂
      grazie per la presenza e per i sempre interessantissimi contributi

      • Laura ha detto:

        Grazie a te Marina per il bellissimo blog che hai creato e che ci permette di dialogare piacevolmente anche a distanza. Noi fedeli lettori lo sentiamo un po’ anche nostro ….. Il mio millesimo commento ?…. Ahime’ mi sono accorta adesso di avere messo una delle due virgole al posto sbagliato !

  10. Ale ha detto:

    mi piace questo ritratto, molto tradizionale. interessantissimo il video di @laura con il pittore che spiega i particolari del quadro.
    trovo molto significativo che diversi ritratti reali dei giorni nostri non pongano più un trovo di fianco al sovrano ma una scrivania, è il segno forse dell’evoluzione delle monarchie moderne …
    guardando questo ritratto per il canada, ma anche quello per l’austrialia, molto regale, mi viene subito in mente un pensiero … certo che la differenza coi ritratti danesi è molto evidente!!!! i pittori danesi a mio modo di vedere dovrebbero imitare di più i loro colleghi britannici 😉

  11. elettra/cristina palliola ha detto:

    @Ale ……condivido in pieno il tuo pensiero, riguardo i ritratti della famiglia reale danese e anch’io stamattina, ho fatto lo stesso pensiero, però ho anche pensato che se non ci fossero queste “rotture” così evidenti con il passato, non ci potrebbe essere evoluzione, anche , e in questo caso, sopratutto, artistica.
    Ora noi, non apprezziamo, ma chissà in futuro, queste opere che ci appaiono tanto brutte, come saranno considerate! …però mi ricordo che anche in UK, il primo ritratto di Kate, ha seguito questo stile ipermoderno , e infatti lo abbiamo criticato e non ci è piaciuto…..e ci dobbiamo ricordare che Svezia e Danimarca, hanno costruito un loro stile, molto scarno ed essenziale, freddo come il loro clima, direi,che può non piacere, ma sicuramente si è imposto…comunque anche io preferisco questo ritratto di Elisabetta, a quello della famiglia reale danese, dove, in particolare, i bambini sembrano degli spiritati

  12. Angie ha detto:

    Il ritratto fatto per l’Australia mette molta tristezza, io ci vedo molta solitudine e molto “peso da portare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi