Baby Cambridge è in arrivo…

Foto

E’ ufficiale, la duchessa di Cambridge è stata ammessa all’ospedale Saint Mary di Paddington perché il travaglio è iniziato. Kate era a Kensington Palace ed è stata accompagnata dal principe William…

I media britannici sono stati travolti dall’agitazione e questo stato di ansia fa pensare che il royal baby sia ormai sulla rampa di lancio … *

Pare sia davvero questione di giorni, se non di ore e nell’attesa facciamo il punto della situazione per non essere colti impreparati dall’arrivo di quello o quella che sarà – probabilmente – il sovrano o la sovrana del Regno Unito dopo la bisnonna Elisabetta, il nonno Carlo e il padre William. E già che ci siamo parliamo un po’ di nomi. William ai suoi tempi ha colto un po’ tutti di sorpresa; l’ultimo re con questo nome è stato William IV re per soli 7 anni dal 1830 al 1837, zio e predecessore della regina Vittoria. Il terzo con lo stesso nome, marito e co-regnante della regina Mary II era contemporaneamente anche stathouder d’Olanda, il secondo è stato il celebre “Conquistatore”. Stessa cosa per nonno Carlo che se regnerà con il nome di battesimo sarà il terzo della serie dopo due Stuart che non hanno lasciato splendidi ricordi.

Foto6

Una delle ultime foto di Kate, impermeabile, ballerine e… New D-Bag di Tod’s

Tutto questo ovviamente senza tener conto dei gusti di mamma Kate che sembra in ottimi rapporti con la regina (ma soprattutto non pare temerla come nel caso di Diana) ma fa abbastanza di testa sua. Ad ogni modo all’ospedale londinese St.Mary è tutto pronto, la duchessa di Cambridge darà alla luce il suo primo figlio nell’ala privata (la Lindo Wing) dove sono nati anche William e Harry. Recentemente rinnovata questa zona dell’ospedale mette a disposizione delle giovani mamme camere e suites dotate di tutti i comfort. In pratica un hotel di lusso con caffè e tè serviti a richiesta e persino una carta dei vini per gli ospiti in visita, per la modica cifra di circa 5900 euro al giorno.

Foto3

L’ultima uscita ufficiale per il Trooping the colour

Infatti Diana se ne era andata a meno di ventiquatt’ore dal parto (William è nato alle 21 e 03 del 21 giugno e alle 19 del giorno dopo i felici genitori sono apparsi sulla soglia dell’ospedale) … Ma forse non era solo una questione di tariffe. In Inghilterra i ricoveri per maternità sono molto brevi, tranne che in caso di cesareo, quindi anche per il royal baby tenetevi pronti. Pare che la duchessa di Cambridge si sia preparata al parto seguendo dei corsi di yoga, ma non è dato sapere chi sia stato il suo trainer. Di sicuro molti centri londinesi specializzati nel genere hanno contattato la segreteria privata dei duchi per offrire i loro qualificatissimi servizi.

Foto11

Il Te Deum per l’anniversario dell’incoronazione di Elisabetta II

La notizia che ha fatto più discutere comunque è un’altra, Kate – che appunto è una ragazza decisa e con idee ben chiare – romperà una vecchia tradizione tipica non solo dei reali ma comune anche alle classi alte britanniche: non avrà in casa una nurse. Elisabetta, giovane mamma di 22 anni aveva ovviamente il suo staff; Diana assume prima una infermiera specializzata nelle cure ai neonati e poi una tata a tempo pieno (Barbara Barnes), per lei è una cosa ovvia e normale venendo da un ambiente dove i bambini si affidano appunto alle bambinaie. Kate no. La giovane neo mamma andrà ad abitare per almeno sei settimane con i suoi genitori nella loro bella e grande casa nel Berkshire dove pare sia stata allestita una attrezzatissima nursery. C’è già chi grida allo scandalo: un royal baby tirato su, nelle prime settimane di vita, da una famiglia di commoners! Ma né Kate, né William hanno battuto ciglio. Lei è legatissima ai genitori e alla sorella e lui ha sempre dimostrato di apprezzare i suoceri presso i quali, forse, ha trovato quello che gli è sempre mancato, il calore di una famiglia unita e felice.

Foto2

Ad ogni modo era una scelta quasi obbligata – si fa per dire, come se a Buckingham Palace o a Clarence House non ci fossero stanze libere – perché il nuovo vasto appartamento della coppia nell’enclave reale di Kensington Palace sarà pronto solo in autunno. Comunque baby Cambridge ha già la sua cesta di vimini bianca, Kate l’ha comperata in aprile, durante un giro di shopping con la madre Carole, da Blue Almonds una boutique chic specializzata negli arredi per le camere dei bambini.

Infine l’ultima questione: quando avrà luogo il battesimo che sarà anche la prima uscita ufficiale del royal baby? I bambini della famiglia reale inglese ricevono il sacramento del battesimo all’incirca un mese e mezzo dopo la nascita, quindi si può ipotizzare che per l’inizio di settembre anche il piccolo o la piccola di William e Kate faranno il debutto nel mondo, probabilmente nel salone della musica di Buckingham Palace, sicuramente con indosso la celebre vestina di pizzo di Honiton usata da tutti i figli della regina Vittoria e poi dai discendenti britannici. E nell’attesa che si rompano le acque il merchandising ovviamente impazza…

Foto4

Foto5

Foto7

Foto8

Foto9

Foto10

Baby shower… sembrano loro, ma non sono loro 😉

e… dimenticavo: a tutti i bambini nati lo stesso giorno del royal baby sarà regalata questa moneta d’argento

Moneta 

infine ecco i giornalisti e i fotografi in attesa, a guardare questa foto viene l’ansia anche a me. Il ginecologo ha fatto sapere che ogni momento è buono.

49723 

quando scrivo che nel Regno Unito la febbre per il royal baby sta salendo, non è così tanto per dire… volevate due smalti maschio-femmina proprio per l’occasione? Ci ha pensato Essie, nota marca del settore.

essie

royal-baby

* la nuova versione del sito – che è pronta (hurrà!) – è in stand by perché ci saranno, forse, alcune ore di problemi tecnici dovuti al passaggio al nuovo template e … se il royal baby dovesse nascere mentre il sito non è on line?!?!? Non sia mai! Così aspettiamo che è meglio 😀

copyright foto: Getty Images, Daily Mail, Hola.com

aggiornamento di giovedì 11 luglio

Lo possiamo ammettere, questa attesa ci sta un po’ sfinendo. Il Baby Cambridge non si è ancora palesato e, per di più, William pare che domenica andrà a giocare a polo nel Gloucestershire ad almeno 150 chilometri da Londra, quindi sa che per il baby ancora c’è tempo. Unica notizia certa è che il terzo in linea di successione sarà Altezza Reale e verrà chiamato principe o principessa NOME di Cambridge, come suo padre è stato – prima di ricevere un titolo proprio principe William di Galles.

Comunque ‘sto Baby Cambridge neanche  è nato e già si sa che all’inizio del 2014 farà con i genitori un lungo viaggio attraverso l’Australia e la Nuova Zelanda. In questi giorni William e Kate hanno anche fatto sapere che pur essendo questo momento molto intimo e privato, sono coscienti del fatto che si tratta di una celebrazione nazionale e che il mondo intero si interesserà al loro bambino e sono quindi impazienti di condividere la loro felicità.

TotoNomi

Nell’attesa – snervante – facciamo un po’ di toto nomi?

KeepCalm

Lindo

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

324 Commenti

  1. Alex ha detto:

    Evviva il nuovo principe di Cambridge!

  2. Dora ha detto:

    ma è nato tre ore fa (col fuso orario), perchè si sa solo adesso????

  3. Chloe ha detto:

    Ci siamo!!!! Un maschio?!? Caspita, ha spiazzato tutti!!!

  4. roberta ha detto:

    No nn puo essere un maschio 🙁 … attendiamo conferma

  5. Lucia ha detto:

    é arrivato un bel maschietto toto-nomi aperto !!!

  6. Alex ha detto:

    @Nicoletta è vero, è un’attesa che i media ci hanno trasmesso e siamo un po’ emozionati, poi un maschietto! Mi domando solo se lo sapessero già i genitori. Non vedo l’ora di vedere le foto di quattro generazioni insieme.

  7. roberta ha detto:

    Ecco il messo dalla regina

  8. Chloe ha detto:

    Ecco l’auto che varca i cancelli di Buckingham Palace!!!
    Mamma che emozione!!!!!!!

  9. Alex ha detto:

    Anche The Queen sarà emozionata voglio sperare.

  10. Dora ha detto:

    @ chloe dove si può vedere???

  11. elettra ha detto:

    Io devo dire che in tema di antidolorifici, sono stata abbastanza fortunata, ma credo che dipenda dagli ospedali….forse chi può essere generoso, perchè ne dispone in dosi sufficienti e chi magari, invece ne ha pochi e diventa più tirchio…il policlinico Gemelli e Il San Filippo Neri, a Roma, hanno una buona cultura sulle terapie del dolore e per esperienza posso pure dire bene per alcuni congiunti ,all’ospedale di Brescia…ma non sto parlando di nascite, ma di altro….ai miei tempi l’epidurale non c’era, ora so che amiche dei miei figli o figlie di amiche mie, possono averla e anche gratis…ora però devo davvero staccare….questo bimbo/a, è davvero un gran burlone…se mi sveglio, vedrò stanotte…sono sveglia dalle 5 e mi si chiudono gli occhi….buon proseguimento a tutti

  12. roberta ha detto:

    Si va verso il cavalletto reale

  13. Alex ha detto:

    Il nome non c’è ancora.

  14. roberta ha detto:

    Maschio 🙁 … chisss xche han aspettato cosi tanto x dar la notizia…noi qua in trepidazione… e lei aveva gia partorito

  15. Lucia ha detto:

    potrebbe essere Alexander Charles Spencer Richard

  16. roberta ha detto:

    Nn ho letto se ce il peso del nascituro

  17. elettra ha detto:

    ma come ? stavo andando a letto e arriva il messo?????
    un maschio, allora la luna ha detto una mezza verità…ma è nato alle 16 e qualcosa….tutto questo tempo qui davanti…però sono davvero felice , come se fosse nato mio nipote…non so che dire…AUGURI A TUTTI….fanno sempre comodo…e mi è passato pure il sonno!

  18. roberta ha detto:

    Ma cosa ha detto il tipofuori dalla clinica che nn ho caoito

  19. roberta ha detto:

    Leggo che la regina e consorte son molto felici x la nascita. Kate restera in clinica tutta notte e uscira domani. Peso quasi4 kg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi