Madeleine e Chris, nozze reali di serie B?

Madeleine

E anche Maddi si sposa. La principessa più bella del panorama reale contemporaneo, ma anche quella più sfortunata (nel 2010 ha chiuso una lunga relazione dopo avere scoperto le di lui ripetute infedeltà) ha finalmente trovato la sua anima gemella e si appresta a convolare a giuste nozze, ma un po’ sottotono e, pare, se con qualche defezione eccellente fra gli ospiti. Il prossimo 8 giugno – la mamma, la sorella e le zie hanno scelto a loro volta lo stesso mese – Madeleine, ultimogenita di Carlo XVI Gustavo e Silvia di Svezia unirà la sua vita (speriamo felicemente e ci auguriamo a lungo se non per sempre) a quella dell’anglo-americano Christopher O’Neill di professione banchiere il quale comunque non desidera diventare cittadino svedese e quindi non riceverà un titolo come accaduto per il cognato Daniel.

Madeleine3

La coppia felice il giorno della pubblicazione dei bandi nuziali che in Svezia avviene con una cerimonia ufficiale

I due molto verosimilmente continueranno ad abitare a New York e quindi la splendida Maddi (che a me comunque piaceva di più bionda) è ormai definitivamente persa per la corona svedese, ma in effetti sono anni che la ragazza, a parte la cerimonia dei Nobel e qualche evento familiare, non è più molto assidua nella madrepatria e difficilmente svolge ruoli ufficiali e di rappresentanza. Negli Usa (dove Madeleine si è precipitosamente rifugiata dopo il fallimento della sua precedente relazione ad un passo dalle nozze programmate dopo quelle delle sorella maggiore) la principessa “lavora” per una fondazione dedicata all’infanzia, ma il più delle volte è in giro a fra shopping e mondanità.

Madeleine2

Gli sposi con fratelli e genitori il giorno della pubblicazione dei bandi nuziali

Nonostante Madeleine sia solo terzogenita e ormai quarta nella linea di successione, è sempre e comunque la figlia di un re – ovvero di un capo dello Stato – e le sue nozze saranno celebrate con un certo fasto come in uso nelle monarchie scandinave, il che significa abiti lunghi, diademi, divise e decorazioni.

La cerimonia nuziale si svolgerà sabato 8 giugno alle 16 nella cappella del Palazzo reale di Stoccolma con a seguire un giro in carrozza – la Parade Barouche – per il centro della città. La sera il re e la regina accoglieranno gli ospiti al palazzo di Drottningholm per la cena con ballo. Venerdì 7 giugno sempre il re e la regina riceveranno amici e parenti degli sposi al Grand Hotel di Stoccolma per una cena privata.

CappellaPalazzoreale

La cappella del Palazzo reale dove si svolgerà la cerimonia

La casa reale non ha ancora ufficializzato la lista degli invitati, ma hanno confermato i vicini norvegesi (il re, la regina, i principi ereditari e la principessa Martha Louise con il marito), è praticamente quasi certo che la regina Elisabetta manderà i conti di Wessex, ormai abbonati ai royal weddig, mentre è altrettanto quasi sicuro che nessuno arriverà dalla Spagna. Perché e per come i Borboni sono così restii a mischiarsi agli altri royal europei che in fondo ormai rimasti in pochi dovrebbero invece sempre di più fare gruppo? Secondo il blog Rotta a sud ovest, sempre attento alle vicende spagnole, la questione è grave e testimonia da una parte malessere e dall’altra una certa pericolosa indifferenza. Eppure se proprio Letizia non aveva voglia una infanta ancora presentabilissima c’è, Elena che in Svezia era stata già per le nozze della principessa ereditaria Victoria nel giugno del 2010. Invece niente da fare, Hola (se come dice Rso, se lo dice Hola è vero al 90%) parla di un “matrimonio di secondo rango” a cui i reali spagnoli non hanno ritenuto di dover partecipare.

 Carrozza

La carrozza che utilizzeranno gli sposi

Certo Hola forse poteva usare un po’ più di tatto, ma tutto sommato è anche in qualche modo comprensibile: fra le due famiglie non esistono molti legami, né di parentela stretta, né di amicizia. Ed è questa credo la questione, al di là di tutte le considerazioni di opportunità (innegabile) di una presenza spagnola.

La regina Sofia a parte i matrimoni degli eredi al trono (o dei futuri eredi, vedi William il cui nonno comunque è nato principe di Grecia) privilegia, da sempre, i legami familiari e su questo non ci piove: ha partecipato a nozze e battesimi in Germania (dove ha cugini da parte della madre Frederika di Hannover-Brunswick e del padre), era al matrimonio di Margaretha di Romania, figlia di suo cugino re Michele, era in Grecia per assistere all’unione fra Aimone di Savoia-Aosta (nipote di un’altra zia di Sofia) con Olga di Grecia figlia del principe Michele parente stretto e amico carissimo della regina di Spagna. Tutto il resto, molto probabilmente “è noia”, specie se si tratta di una figlia secondogenita senza alcun ruolo ufficiale. Gli Asturie non amano questo genere di eventi (o meglio non li ama Letizia, che pare non si senta molto e suo agio fra i royal, e Felipe ha risposto “obbedisco”) e l’hanno fatto capire in parecchie occasioni arrivando tardi e sparendo prima di tutti gli altri, vedi sempre le nozze di William e Kate.

Il re di Spagna non c’è mai, cioè l’unica volta che voleva esserci – il matrimonio di Carlo e Diana – ci si è messa di mezzo Gibilterra; ma c’è sempre quando è in gioco la politesse unita ai legami di amicizia anche se il matrimonio è di decimo rango, come nel 2003 in Germania ad Althausen per le nozze della figlia di un’amica d’infanzia, Diana d’Orléans, duchessa di Wurtemberg. Nel caso specifico anche se la duchessa Fleur di Wurtemberg ultimogenita del capo di un casato non più regnante da tempo, doveva esserci perché è il padrino di battesimo della sposa. Anzi i pettegoli reali dicono che l’ambiziosissima Diana abbia fatto i salti mortali per organizzare la cerimonia compatibilmente con l’agenda del re di Spagna.

Quanto agli altri secondogeniti mi sto documentando e vi farò sapere…  e ovviamente non prendete impegni fuori casa per sabato 8 giugno, ci si vede qui tutti on line per la chat – ovvero commenti senza moderazione – delle nozze reali.

Ecco il link per la diretta http://www.svtplay.se/video/1253432/teckensprakstolkat

Madeleine5

Questo matrimonio sta producendo degli strani effetti, lo sposo e il futuro suocero stanno assumendo la stessa identica espressione fra l’annoiato e lo stupito (“ma che ci sto facendo qua?”) il che potrebbe essere ragionevole per Chris abituato alle mondanità newyorkesi e al massimo al festival di Salisburgo di cui sua madre è fervida mecenate, ma non per re Carlo XVI Gustavo.

Suocera

La mamma dello sposo sulla quale di spettegola molto … pare che la musica classica non sia la sua unica passione

FidanzataSophia

La criticatissima “fidanzata” di Carl-Philip secondogenito del re, apparsa in fondo alla fila al funerale della principessa Lilian ormai è stata ufficialmente sdoganata, con buona pace di tutti quelli che hanno ricordato con ampi dettagli il suo passato in compagnia dei pitoni.

Copyright foto: sito della casa reale svedese

Gli altri post sulla famiglia reale svedese

Il fidanzamento di Madeleine e Chris

Il palazzo di Drottningholm

La nascita di Estelle

 

 Una torta di Ikea per Victoria e Daniel

Le nozze di Victoria e Daniel 2

Le nozze di Victoria e Daniel 1

Le nozze di Victoria e Daniel 3

Le nozze di Victoria e Daniel 4

Le nozze di Victoria e Daniel 5

 Il favoloso scrigno dei Bernadotte

Il diadema di cammei dell’imperatrice

Le nozze di Silvia e Carlo XVI Gustavo

San Michele, paradiso svedese sull’isola di Capri

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

142 Commenti

  1. Alex ha detto:

    @Terry per il matrimonio Charlene indossava una sorta di aigrette sulla nuca ma è in diamanti e appartiene alla cognata Caroline, che gliel’ha prestata per le nozze.

    @Dora come dice Ale il diadema di Astid è un altro, non quello della suocera che si vede in foto, anche se sono abbastanza simili.
    Il diadema di Anna di Savoia con le volute si chiama Lobanoff-Rostoff, è di origine russa e fu acquistato credo appositamente per la figlia dal duca di Guisa; al centro la parte più in alto e una più in basso possono essere sostituite con delle pietre.
    Il diadema che invece indossa Astrid è sempre di provenienza sabauda però non ne so granché, so soltanto che fu indossato anche da Maria Beatrice di Savoia.

    @Ale @Alessandro (aigrette) mi associo a voi nel ribadire che è un vero peccato che il collier di smeraldi di Elena d’Orléans sia finito in Belgio invece di rimanere agli Aosta; tuttavia se fosse rimasto a loro Amedeo o lo avrebbe probabilmente venduto, come per la tiara della duchessa Irene, o sarebbe apparso molto meno di quanto non avvenga oggi tramite Astrid del Belgio, che almeno ogni tanto ce lo mostra e che adegua ad esso il colore degli abiti.

    @Elettra anche a me il diadema Oceano piace molto, ha un disegno moderno e molto “a giorno” e sono curioso di vederne finalmente l’effetto; speriamo che non scelga di rindossare l’aigrette del suo ricevimento nuziale, molto bella certo, ma poco importante e che già abbiamo visto.

  2. Terry ha detto:

    @Dora grazie per i link sulla tiara oceano, e’ davvero bella e sarebbe l’ occasione giusta per indossarla come tiara.
    @alex @alessandro ( aigrette ) grazie per le delucidazioni…… Scusate la mia ignoranza ma prima non ero così attenta a notare tutti i dettagli …… Solo leggendovi, come si suol dire, mi sto facendo una cultura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi