Lilian e Bertil di Svezia, l’amore senza tempo

 Lilian

E’ morta oggi – 10 marzo – Lilian di Svezia, la zia di Carlo XVI Gustavo, vedova del principe Bertil, ultimogenito di re Gustavo VI Adolfo. Un’anziana signora novantasettenne della quale quasi tutti si sono ormai si sono dimenticati e che da tempo, essendo molto malata, non prendeva più parte agli avvenimenti ufficiali. Al matrimonio di Victoria, per esempio, non c’era, nonostante la principessa ereditaria l’abbia sempre considerata più una nonna che una prozia acquisita. Eppure la storia di Lilian è davvero interessante e molto romantica…

Bertil1-2 

Quando nel 1941 in piena Seconda Guerra Mondiale, il principe Bertil di Svezia e Lilian Davies-Craig si incontrano a Londra, lui è il terzo nell’ordine di successione al trono, dopo il padre e il fratello maggiore. Il loro è da subito un amore impossibile. La bella ragazza gallese dallo sguardo color lavanda non solo ha già avuto un marito, ma non viene da una famiglia reale e la relativamente giovane dinastia svedese (che trae le sue origini da Jean Baptiste Bernadotte, uno dei marescialli di Napoleone scelto per motivi politici e diplomatici) ha bisogno di confermare ruolo e diritti con costanti e sostanziose trasfusioni di sangue blu. Certo è un consiglio, non un obbligo e infatti due fratelli di Bertil abbandonano i loro diritti al trono e diventano dei comuni cittadini pur di seguire il loro cuore. Il vecchio re Gustavo V dunque è irremovibile, il dovere e la corona vengono prima di tutto, ma Bertil non demorde, la sua scelta è fatta ed è definitiva. In attesa di tempi migliori Lilian, abbandona il suo lavoro di cantante in un molto esclusivo club londinese, trova un’occupazione nel sociale e avvia le procedure di divorzio. Bertil le ha già dichiarato i suoi sentimenti, “amo solo te, sposerò solo te” le ha detto, “ma non voglio che diventi la Mrs Simpson svedese”. Una piccola speranza affiora nel 1946 quando nasce Carlo Gustavo (l’attuale re di Svezia) che allontana lo zio Bertil dal trono, ma l’anno successivo l’erede in seconda Gustavo Adolfo, fratello maggiore del principe, muore in un assurdo incidente. Bertil diventa tutore del piccolo orfano e re Gustavo V, inflessibile più che mai, vieta addirittura a Lilian di mettere piede in Svezia. Nel 1950 alla morte del vecchio sovrano è il padre di Bertil a diventare re con il nome di Gustavo VI Adolfo, ma nonostante i tempi nuovi le regole alla corte svedese rimangono esattamente le stesse. Adesso Bertil, numero due nella lista degli eredi al trono, è anche “reggente” in attesa che il nipote diventi maggiorenne, dunque un matrimonio “diseguale” non è neanche lontanamente ipotizzabile. Il principe è, oltre al padre e al piccolo Carlo Gustavo, l’unico maschio adulto della casa reale e per anni rappresenta la corona nel paese e all’estero. Solo, ovviamente.

Bertil6

La donna della sua vita resta nell’ombra, senza protestare, senza parlare. A qualche intimo confida “è molto duro, ma per amore di Bertil aspetterò tutto il tempo necessario”. Nel 1957 la coppia ottiene di poter vivere insieme, seppur non ufficialmente, nella villa Solbacken, e a poco a poco la famiglia reale impara a conoscere questa donna gentile ed elegante e gli svedesi si commuovono di fronte alla vicenda dei due eterni innamorati. Fra l’altro l’erede al trono Carlo Gustavo è totalmente dalla parte dello zio e fa in modo che Lilian possa pian piano uscire dall’ombra. Re dal 1973, Carlo XVI Gustavo stravolge tutte le consuetudini sposando una donna che non ha origini reali, così pochi mesi dopo, nel dicembre del 1976, anche Bertil può portare all’altare l’amore della sua vita.

BertilLilianwedding1976

Per Victoria, Karl-Philip e Madeleine, i figli della coppia reale svedese, Lilian e Bertil hanno lo statuto ed il trattamento affettuoso che si riserva ai nonni e all’interno della famiglia reale essi svolgono un ruolo importante di rappresentanza. Il principe muore il 5 gennaio 1997, Lilian gravemente ammalata non compare da tempo in pubblico, ma resta nel cuore degli svedesi come simbolo dell’amore e della perseveranza.

Il rifugio di Bertil e Lilian è stato per anni la villa di Sainte Maxime nel sud della Francia. Lì anche quando erano una coppia semi-clandestina potevano vivere la loro storia alla luce del sole. Lì a Sainte-Maxime ancora se lo ricordano questo signore svedese che era diventato un appassionato di “pétanque”, il gioco delle bocce, sport nazionale francese. La villa ora appartiene al re di Svezia che vi trascorre spesso le sue vacanze.

1_591473d

42-16737910

 2_591475d

Il funerale di Lilian a Stoccolma venerdì 16 marzo

1200 (46)

1200 (33)

1200

1200 (19)

Condividi su:Share on Facebook190Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

66 Commenti

  1. nicole ha detto:

    Insomma la prossima regina d’Olanda e il nuovo papa son argentini.
    Mio marito ha detto stasera ” A BAires sarà come se avesse vinto il Boca junior”.
    In effetti..

  2. elettra ha detto:

    @Dora…ahahah!…anzi c’è poco da ridere! sono ancora troppi e credo tutti ,con ancora in vigore, la pena di morte!

    allora grande momento per l’Argentina…un papa e una regina su due troni
    Ora ricomincia il tormentone…ma a Maxima, il papa glielo darà il privilegio del bianco?

  3. Alex ha detto:

    Non si può negare che le abdicazioni sono una grande opportunità per l’Argentina! Finalmente anche l’America Latina può essere meglio e direttamente rappresentata, sperando che in futuro venga la volta del continente africano e di quello asiatico.

    Alessandro

  4. sisige ha detto:

    http://royalwatcher.tumblr.com/
    andate a vedere com’è carina Vittoria con i capelli sciolti!…e quanto è alta Margareth di Danimarca! ahahah

  5. paola (baldanzi) ha detto:

    @Sisige, Margherita di danimarca è una corazziera! 🙂 scorrendo c’è anche la foto di una bellissima Alice di Battenberg, l’ho rivista in una foto successiva al matrimonio di Margherita di Baden ed è irriconoscibile! va beh che gli anni sono passati, ma nella seconda foto è vestita da suora e tutta rinsecchita, poverina!

    Ma Vittoria di svezia con i capelli sciolti non l’ho proprio vista, sarà che sto avendo un calo di zuccheri?? vado a preparare la cena!!

  6. Chloe ha detto:

    Ecco i primi articoli e le prime foto relative alla cerimonia funebre di oggi di Lilian di Svezia, svoltasi nella Cappella del Palazzo Reale.
    Dal sito della Casa Reale Svedese (per ora solo in lingua svedese) http://www.kungahuset.se/kungafamiljen/aktuellahandelser/aktuellt2013januarimars/hkhprinsessanliliansbegravningsgudstjanstislottskyrkan.5.4ea495e313c19c119aa36b6.html
    (cliccando sui numeri progressivi posti sotto la foto alla pagina indicata si aprono le altre foto in sequenza).

    Nell’articolo si legge che la corona posta sulla bara è quella della principessa Eugenia di Svezia, realizzata nel 1860 a Stoccolma da Edvard Emanuel, su modello della corona della Principessa Edvige Elisabetta Carlotta del 1778…mi piacerebbe saperne di più sulle due corone…qualcuno può aiutarmi?
    Nella foto 6 della sequenza si nota il particolare della bandiera svedese a tre punte che avvolge il feretro annodata magistralmente in un fiocco…l’ho osservata con tenerezza, mi piace pensare come a un elemento raffinato e vezzoso sul suo vestito nel suo ultimo viaggio.

    Al termine della funzione, il corteo funebre si è diretto in processione al Cimitero Reale, situato nel parco del Palazzo/Castello di Haga, dove è stata sepolta accanto a suo marito, per il ricongiungimento eterno con il tanto amato consorte.
    Ecco la foto del percorso del corteo dal Palazzo Reale al cimitero:
    http://www.kungahuset.se/kungafamiljen/aktuellahandelser/aktuellt2013januarimars/kortegensvagochavsparrningarvidhkhprinsessanliliansbegravning.5.4ea495e313c19c119aa3695.html

  7. paola (baldanzi) ha detto:

    @Chloe, grazie delle foto in anteprima. Qui altre foto del funerale:

    http://www.newmyroyals.com/2013/03/sweden-princess-lilian-funeral.html

    a giudicare dalle espressioni dei parenti, la principessa Lilian doveva essere molto amata.
    Ho notato che per le corone hanno scelto dei colori pastello molto delicati.

    Particolare di colore: nella quinta foto dall’alto quelle 3 donne un po’ spaventapasseri dietro Carlo Gustavo sono le sue sorelle?? se sì sono invecchiate proprio male.

  8. elettra ha detto:

    Io ho seguito i funerali i diretta su streamig e devo dire che la famiglia reale era veramente molto triste…regina e principesse si sono soffiate il naso più volte…anche la regina Margarethe era molto commossa, mancava invece Annamaria di Grecia, che è ugualmente nipote della defunta…certo per il re, la regina e i principi, questa donna è stata veramente una nonna……molto belli questi funerali luterani…molta musica e tanta concentrazione senza disperazione…molta compostezza, ma anche tanta partecipazione affettiva…avrei voluto poterlo dividere con voi, questo momento , ma non sono riuscita a linkarlo…vorrei sapere è stato un mio limite, oppure veramente non si può condividere?
    @Laura, so di darti un dispiacere,e anche a me dispiace, ma davvero Margarethe, una volta di più, mi è sembrata imbambolata….sarà forse, un po’ miope?forse ci vede male,magari una cataratta……….

  9. elettra ha detto:

    @Paola…sì, quelle tre, anzi quattro, babbione sono quelle che erano le belle sorelle di Carlo Gustavo, e subito a seguire c’è pure, probabilmente in rappresentanza della Norvegia, la principessa Astrid
    In ultima fila c’è anche un’ allegra Sophie de’ Pitonis, che mi era sfuggita e non avevo riconosciuto, anche se la telecamera , la inquadrava spesso…prima che iniziasse la cerimonia, non ha fatto altro che parlare e ridere con la signora che ha vicino, che non so chi sia…..immagino che della povera Lilian non gliene importasse un fico secco, anche perchè quando lei ha cominciato a frequentare la famiglia reale, la principessa era ormai malata……evidentemente essere accettata a un simile evento è come aver annunciato il fidanzamento ufficiale, e la cosa deve averla riempita di gioia

  10. paola (baldanzi) ha detto:

    @Elettra, “Sophie de’ Pitonis” ahahaha :D, è sicuramente di origine nobile! (ma chissà poi il pitone che fine ha fatto? magari tra un po’ scriverà le sue memorie “La mia vita con Sofia” :))

  11. Laura ha detto:

    @ Elettra, devo ammettere che hai ragione nelle foto di Myroyals la cara Margrethe appare con lo sguardo un po’ spento magari per problemi di vista
    Pero’ quella che mi pare messa peggio e’ la principessa Brigida che da giovane era piuttosto bella : ha una pelle totalmente rovinata o per troppo sole (mi pare che abiti a Majorca) o per troppo fumo …
    @Sisige anche io devo avere problemi di vista perche’ non trovo le foto che descrivi su Royalwathcher.

  12. anonimo ha detto:

    ma la regina Margrethe non è malata? se non sbaglio ha rinunciato al viaggio ufficiale in Cile per ragioni di salute. il dottore gliel’aveva sconsigliato e infatti Mary e Frederick sono andati in sua rappresentanza a sostituirla. Una settimana in Cile con due voli intercontinentali erano troppo, ma probabilmente ha voluto essere presente per il funerale di una persona a cui aveva voluto bene. Immagino che il dottore non le abbia potuto proibire una mezz’oretta di volo – o forse è andata in macchina, da Copenaghen a Stoccolma sono 6 ore secondo Google, circa un Milano-Roma. Sicuramente dalle foto si vede che non è in forma…

  13. Fleur ha detto:

    mi sa che il commento è partito come anonimo, scusate, sono io che ho ipotizzato che la regina Margrethe sia malata

  14. Angie ha detto:

    Per quanto riguarda l’argomento degli “argentini” sui troni, mi chiedo una cosa: Maxima non credo che pur essendo cattolica si sia potuta sposare anche con rito cattolico. O il suo matrimonio è valido anche per il cattolicesimo? Se no, non penso proprio che il Papa le conceda il privilegio del bianco…
    qualcuno mi può “illuminare” in merito? Grazie mille.

    • nicole ha detto:

      Maxima è cattolica, ma è moglie di re protestante.
      Il privilegio del bianco lo hanno solo le regine cattoliche in senso stretto.
      Almeno è mia interpretazione.

  15. Ale ha detto:

    ho trovato delle foto divertenti della principessa lilian

    http://royalwatcher.tumblr.com/tagged/Princess%20Lilian

    doveva essere una persona molto simpatica

  16. annarita ha detto:

    Ale, hai ragione doveva essere molto simpatica e affettuosa verso i figli del re.Ho ancora bisogno delle tue conoscenze, sempre nella basilica di San Frediano è sepolta Elisabetta Lamporecchi vedova Olduini, è morta nel 1836, aveva un unico figlio ( il nome non viene riportato sulla lapide). Non è per caso parente della contessa di Castiglione? Scusa se approfitto di te e grazie in anticipo.

    • Ale ha detto:

      non conosco molto la famiglia d’origine della contessa di castiglione. però ho trovato una cosa interessante. virginia verasis di castiglione, nata oldoini, nasce nel 1837 a firenze dal marchese filippo oldoini e da sua moglie isabella ramporecchi.

  17. sabrina ha detto:

    A proposito di Lilian e Bertil perché non poteva sposarla con un matrimonio morganatico come aveva fatto Francesco Ferdinando se andava bene per gli Asburgo poteva andare bene anche per i discendenti di un self-made man come il Maresciallo Bernadotte e poi, vista la carenza di eredi qualche erede in più con sangue viola (blu +rosso) poteva sempre fare comodo, in fondo i discendenti di matrimoni morganatici hanno spesso fatto delle belle carriere vedi i Battemberg o i Teck ( il padre della regina Mary, nonna di Elisabetta) era figlio di un matrimonio morganatico.

    @ Marina leggendo ho trovato accenni alla famiglia regnante del Liechtenstein di cui sono molto curiosa per l’assoluta riservatezza e la tendenza a sposare sempre principesse di sangue blu, se puoi ci fai un post riassuntivo sulla storia e le genealogie di questo minuscolo principato, se poi qualcuno dei partecipanti al blog conosce qualche particolare sono in ansiosa e curiosa attesa. Grazie Marina sei sempre fantastica e anche tutti voi

    • https://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      arrossisco per i complimenti… hai ragione sui Bernadotte, ma vedi è proprio per il fatto di essere dei parvenu che si impongono regole così rigide, come dire se il sangue blu non lo hanno si fanno le trasfusioni. quanto a Bertil dopo il piccolo Carlo Gustavo era l’unico maschio adulto e se al bambino fosse accaduto qualcosa lui era l’unico che poteva avere altri eredi. triste e tragico ma così.
      sulla famiglia del Liechtenstein sono poco ferrata ma se qualcuno volesse darmi una mano a scrivere un post ne sarei felicissima.

      • nicole ha detto:

        Ci pensavo.. Ma mi son così antipatici!
        E poi conosco meglio i von und zu Lichtenstein, il ramo che ha fatto carriera come Oberhofmeister per gli Asburgo.
        Sto leggendo proprio un libro sulla vita quotidiana degli Asburgo.. Un organigramma di uffici , competenze , rimandi a uffici pubblici e/o governativi , incredibile.. Da multinazionale ! Per non parlare della traduzione ostica di alcuni termini impiegati rigorosamente in scala gerarchica..

  18. Chloe ha detto:

    A cent’anni dalla sua nascita, il Palazzo Reale di Stoccolma ospiterà dal 29 agosto una mostra con 30 capi di abbigliamento e accessori indossati dalla principessa Lilian e che rispecchiano il suo stile:

    http://www.kungahuset.se/royalcourt/visittheroyalpalaces/news/newsroyalpalaces/designsforaprincessthelilianlookexhibitionattheroyalpalaceopenson29august.5.618dea114acd4fc12ad6f.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi