Londra 2012, e The Queen arriva con James Bond

Queen

The Queen and James Bond

Come al solito quando accade qualcosa di straordinario-divertente io non ci sono. Ieri sera ero fuori, ho visto solo le ultime battute della sfilata e tutti i contenuti video sono stati oscurati dal Cio per motivi di copyright. Però ho intravisto qualcosa e ho letto e mannaggia mi sono persa davvero uno spettacolo straordinario. No, non mi riferisco al gran circo della parata inaugurale, fra pecore, Mary Poppins ed altre amenità very british (a parte sir Paul, sempre sia lodato), ma a questa straordinaria ed inossidabile signora di 86 anni 86 che si è messa in gioco con grande sense of humor. Il suo lontano predecessore Enrico VIII avrebbe definito questo un “delitto di lesa maestà” ed avrebbe consegnato l’ideatore della trovata nelle mani del boia per uno squartamento di rigore in questi casi. Lei no, lei è stata al gioco perché la sua missione è portare alla gloria la nazione britannica, magari con un tocco di modernità * e di originalità. I titoli oggi sono tutti per lei ed è giusto che sia così. Insomma ancora una volta God save the Queen.

OLY-OPEN-CEREMONY-DAY0/ACT1

Si può solo dire, fantastico! E’ stato girato nel marzo scorso, con qualche problema legato al maltempo che ha rischiato di far saltare tutto, ma alla fine ce l’hanno fatta. Elisabetta e James Bond-Daniel Craig pare stiano avendo un successo incredibile in tutto il mondo, specie negli Stati Uniti e adesso la domanda che ciascuno si fa è “ma chi l’ha convinta?”. Capito perché l’Inghilterra è una grande nazione?

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=1AS-dCdYZbo[/youtube]

da qui il post del 26 luglio

Va bene, è ora di parlare delle Olimpiadi. Ammetto di avere dei problemi con lo sport, ma visto che anche i reali sono in fibrillazione per l’evento, non posso esimermi dall’aggiornarvi sulla faccenda. Fra l’altro The Queen ci ha visto lungo designando come “ambasciatori” dei Giochi Olimpidi di Londra 2012 il duca e la duchessa di Cambridge e il principe Harry di Galles. E c’è da scommettere che i titoli e le foto sulle prime pagine di tutti i giornali del mondo, saranno più per i tre giovani reali che per gli atleti pluripremiati. Quando si dice avere il senso del marketing. Ad ogni modo per la cerimonia di apertura del 27 luglio ci saranno tutti, la regina con il principe Filippo, il principe di Galles, signora e figli, la principessa Anna – che è membro del Cio – Comitato internazionale olimpico, il principe Edoardo e la moglie, il duca e la duchessa di Glocester e il duca di Kent.

Olimpiadi

149138282

Come da tradizione nella tribuna d’onore prenderanno posto anche altri royal europei anche se per motivi di sicurezza non tutti hanno ufficializzato la loro presenza. La regina Sofia di Spagna parteciperà alla cerimonia inaugurale mentre Felipe e Letizia arriveranno a Londra per la chiusura dei giochi. La Danimarca sarà presente in forze, fin dalla cerimonia di apertura, con la regina Margarethe, il principe consorte, i principi ereditari Frederick e Mary e la principessa Benedicta che è la madre di una delle atlete in gara. Sua figlia Nathalie di Sayn-Wittgestein-Berleburg, campionessa di dressage, gareggerà con i colori danesi. Ma anche l’Inghilterra ha una cavallerizza “reale” in competizione, la figlia della principessa Anna, Zara Phillips che pare sia candidata ad una medaglia.

Olimpiadi5

La principessa Anna all’apertura della seduta del Cio

Dalla Svezia sono in arrivo Victoria, Daniel e il principe Carl Philip, ma saranno presenti solo dal 30 luglio al 4 agosto; il 7 sbarcheranno a Londra re Carlo XVI Gustano e la regina Silvia che rimarranno fino alla cerimonia conclusiva. I principi di Orange sono già a Londra con le figlie, anche perché Willelm Alexander fa parte del Cio e il 24 ci sono state una riunione del Comitato ed un ricevimento ufficiale a Buckingham Palace a cui hanno partecipato i principi di Monaco. Philippe e Mathilde del Belgio e Haakon e Mette-Marit di Norvegia saranno sicuramente presenti il 27 e poi nei giorni successivi per sostenere gli atleti dei rispettivi paesi.

OLY-AROUNDTOWN-ADV4/

Il principe Frederick di Danimarca – componente del Cio – al ricevimento a Buckingham Palace e più sotto il principe Alberto di Monaco e il granduca del Lussemburgo, insieme al duca di Gloucester

Olimpiadi3

70685273

Olimpiadi e famiglie reali vanno da sempre molto d’accordo. Del Cio, presieduto dal belga Jacques Rogge, fanno parte la principessa Anna d’Inghilterra, il principe di Monaco, la principessa Nora del Liechtenstein, il granduca Henri del Lussemburgo, le prince ereditatio Willem-Alexander dei Paesi Bassi, il principe Tamim del Qatar, il principe malese Tunkun Imran, la princessa Haya di Giordania, il principe ereditario Frederik di Danimarca e il principe Faisal di Giordania. L’infanta Pilar, sorella del re di Spagna e l’ex re Costantino di Grecia – medaglia d’oro per la vela alle Olimpiadi di Roma del 1960 – sono stati membri per diversi anni.

 Madrid

La delegazione spagnola ricevuta alla Zarzuela poco prima della partenza per Londra. Ci sono state polemiche accese sia per la divisa che per il vestito – corto – di Letizia. Se volete saperne di più ecco qua le news dal geniale blog Rotta a Sud Ovest.

I giochi olimpici sono stati nel tempo anche un po’ « galeotti », re Carlo XVI Gustavo di Svezia ha conosciuto Sylvia Sommerlath in occasione dei giochi di Monaco del 1972 dove lei era la responsabile delle hostess. Frederick e Mary di Danimarca si sono incrociati casualmente ad una cena organizzata da amici comuni in occasione dei giochi di Sidney del 2000, l’infanta Cristina di Spagna ha incontrato suo marito, il giocatore di pallamano Iñaki Urdargarin alle Olimpiadi di Atlanta del 1996, mentre è ai giochi invernali di Torino del 2006 che il principe di Monaco apparve per la prima volta in compagnia di una misteriosa bionda…

Monaco

Ex nuotatrice olimpica, la principessa di Monaco ha accolto a Montecarlo gli ex compagni di squadra.

Fra gli atleti reali, oltre a re Costantino di Grecia sono da annoverare la principessa Anna presente ai giochi di Montréal del 1976, il principe Alberto di Monaco che ha gareggiato nella categoria bobsleigh nel 1988, nel 1992, nel 1994 e nel 2002. L’infanta Cristina, selezionata per la vela, è stata portabandiera a Seul nel 1988 e suo fratello il principe delle Asturie ha guidato gli atleti spagnoli all’apertura delle Olimpiadi di Barcellona del 1992. Infine Charlene di Monaco ha preso parte alle Olimpiadi di Sidney del 2000, ma ha dovuto rinunciare a quelle di Pechini a causa di una ferita.

OLYMPICS-MONACO/

La squadra monegasca ricevuta dai principi

Ed ecco qualche aggiornamento alla vigilia dell’apertura dei Giochi

Frederik med den Olympiske Fakkel

Il principe ereditario Frederick di Danimarca con la torcia per le vie di Londra

20120726_zaf_bg3_019.jpg 

Philippe e Mathilde del Belgio con i loro quattro figli per le vie della capitale britannica.

article-2179187-143B65B5000005DC-920_964x623 

E infine William, Kate e Harry davanti accolgono la torcia olimpiaca davanti a Buckingham Palace

149302461 

I principi di Monaco all’apetura di “casa Monaco”

70719595 

L’ex re Costantino di Grecia – medaglia d’oro nella vela alle Olimpiadi di Roma del 1960 – e la moglie Anne Marie visitano il villaggio olimpico.

* che madame delle Asturie ne tragga insegnamento, non si svecchia l’istituto monarchico infischiandosene delle regole di buona creanza.

Copyright foto Getty Images, Zimbio, Daylife, corriere.it

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

51 Commenti

  1. elettra ha detto:

    Non mi ricordo bene il programma, ma mi sembra che debba esserci un’altra cena dalla regina…..ma secondo voi qualche royal, potrà consegnare una medaglia se sarà vinta dalla sua squadra nazionale?..mi sembra di ricordare dei precedenti, o l’ho sognato? comunque è sempre una bella manifestazione, che fa uscire degli sportivi che a volte non si conoscono neppure, e poi te li trovi sul podio con l’inno di Mameli, e dici…ma chi è mai costui?…e quel costui sono anni che si allena in silenzio…al contrario di certe primedonne del calcio, pieni di isterismi!
    Sarà una bella occasione, anche per ripassare gli inni..vi ricordate che ne avevamo parlato qualche tempo fa?

  2. nicole ha detto:

    Tanto tempo fa le seguivo, almeno alcuni sport, leggendo sul giornale , solo raramente in Tv. Ora questo circo galattico di manifestazione di apertura, di chiusura, sponsor che dettano legge visto che ci mettono denaro a fiumi,problemi di sicurezza, eccc..non mi piace più.Forse anche De Coubertin avrebbe qualcosa da dire.Non vorrei essere a Londra con questo caos e comunque…vinca il migliore, sperando che sia ancora valido questo detto.
    Non vuol essere sminuente per quelli che da anni si allenano con serietà.Ma non c’era la infanta che sposava poi il premiato?Me lo avete insegnato voi 🙂

  3. marina ha detto:

    come ho scritto faccio un po’ fatica ad appassionarmi… ma temo che qua saremo connessi spesso e volentieri. mio marito è un grande appassionato di tutti gli sport, dalla maratona al lancio del peso, chiunque sia in gara.
    contento lui… io ho boicottato quelle di Pechino perché davvero quella volta il fiume di denaro ha fatto dimenticare tutto.
    ad ogni modo devo ammettere che il video con l’entrara di Felipe allo stadio di Barcellona è emozionante, direi che lì il sentimento di amore degli spagnoli per la loro famiglia reale ha toccato il vertice. peccato non abbiano saputo mantenerlo.

  4. sisige ha detto:

    Che anno per gli inglesi! prima il giubileo, ora le olimpiadi…credo che la royal family sia la più impegnata del mondo in questo periodo! aspetiamo le immagini dell’inaugurazione e le foto di rito…

  5. elettra ha detto:

    Sarà un gran circo che può anche non piacere , ma le olimpiadi sono state sospese, oggigiorno,solo per problemi molto gravi, tipo guerre,o boicottaggi -Nel 1980 non mi ricordo se l’URRS o gli USA non parteciparono , chi si ricorda perchè?- mentre nell’antichità erano le guerre ad essere sospese in tempo di olimpiadi, grande esempio di civiltà….un giorno Montanelli che non era un virgulto di uomo, e per altri motivi, scrisse…..tappiamoci il naso e andiamo a votare…oggi vi vorrei girare lo stesso invito…tappiamoci il naso e guardiamo le olimpiadi, c’è chi merita di essere incoraggiato…scusatemi, scusatemi, scusatemi……ma lo dovevo scrivere.

  6. paola (baldanzi) ha detto:

    in effetti questo giro di soldi, di business, di divismo che permea le Olimpiadi lascia un po’ disgustati… però, come dice Elettra, ci sono anche atleti che meritano, mi viene in mente per es. Alex Schwazer medaglia d’oro alle olimpiadi di Pechino, un grande campione e un ragazzo modesto… altri/e che fanno i divi mi stanno invece in uggia (pur bravissimi, per carità), come per es. una famosa nuotatrice…

  7. Valeria ha detto:

    Carissima Marina,

    anch’io devo confessarti che con lo sport non c’entro molto e fatico pure ad appassionarmi, però però quando ci sono di mezzo i miei adorati principi allora tutto cambia…domani non mi perderò la serata d’apertura soprattutto per vedere quale toilette avrà scelto la duchessa di Cambridge ma anche Mary di Danimarca, Mette-Marit e altre (la Mia Leti non ci sarà, così mi perderò l’ennesimo golfino tipo zia Sabella, anche se a onor del vero li indossa un po’ meno), però ci sarà La Reina Sofia, l’ho vista l’altra giorno ad una cerimonia con Re JC e non si capiva bene se almeno si parlano o comunicano solo tramite valletti. Io mi aspetto tuttavia un gesto di riconciliazione vero perchè è una coppia che stimo moltissimo (al di là di tutte le critiche recenti).
    Tra pochi giorni sarò a Maiorca per le vacanze chissà di incontrare qualcuno della famiglia real… sarà difficile, ci proverò!!

    Un abbraccio a tutti gli amici di AR, anche se riesco a scrivere poco non perdo mai la lettura de post.

    Valeria B.

  8. marina ha detto:

    @ paola eh si come anche una famosa schermidrice che guarda caso è pure delle mie parti e se la tira dabbbestia – esperienza professionale diretta – e deve essere super sponsorizzata – o amata perché brava per carità, ma io trovo davvero assurdo elevare agli altare gli eroi dello sport – poivhé quando decise di ballare, fra lei e un palo della luce la differenza era davvero poca.
    😀

  9. elettra ha detto:

    @Marina…ahahah! hai ragione! quella signora un vero ciocco per il ballo, se la tira molto…però la stessa scuola di Jesi ha tirato fuori una Giovanna Trillini che non sto qui a enumerare i premi e i titoli vinti… non so cosa faccia ora nella vita,molto probabilmente tramanderà la sua arte a generazioni più giovani…… ma finchè è andata in pedana, era un piacere vedere anche la strategia e l’intelligenza che ci metteva nel gioco….invece tutti sappiamo dell’altra..sappiamo che fa la mamma di Pietro e mangia cioccolata in campi di grano….ahahahah!!!!!!

  10. Ale ha detto:

    finalmente ho qualche minuto di internet, così posso leggere le novità. sono in montagna da una decina di giorni e qui trovare internet è molto molto difficile! vabbè un grandissimo saluto a tuttie! mi inserirò nella discussione appena torno alla civiltà (anche se sarà per pochi giorni). in questi giorni mi sono accorto che quando uno si abitua è difficile separarsi dal web ….. ci sentiamo presto, ve lo prometto:-)

  11. Matteo ha detto:

    Immagino avrete visto che il principe Alberto di Sassonia e’ il nuovo Margravio di Meissen, Duca di Sassonia e Capo della Casa Reale di Sassonia. Il Margravio Maria Emmanuel e’ mancato nei giorni scorsi, lo abbiamo visto nelle ultime uscite agli ultimi royal marriage.

  12. Matteo ha detto:

    E’ ancora dubbia l’eventuale possibile successione del nipote, principe di Gessaphe. Si vedra’ come si comportera’ il principe Alberto, di fatto legittimo pretendente.

  13. Laura ha detto:

    @ Matteo nel post sulla Germania scrivevo appunto degli splendori della Grunes Gewolbe e delle meraviglie costituite dai gioielli reali di Sassonia. Siccome mi ero incuriosita avevo fatto una ricerca sul web e visto che l’erede designato da Maria Emanuel e’ il nipote (figlio della sorella) Alessandro di Sassonia-Gessaphe.
    Ma a quanto pare ci sono dei problemi :
    http://en.wikipedia.org/wiki/Line_of_succession_to_the_Saxon_throne
    @Ale mi sono ricordata di te osservando le meraviglie della Gewolbe di Dresda

  14. paola (baldanzi) ha detto:

    @Marina, @Elettra, sì la schermitrice non l’avevo citata, ma mi era venuta in mente insieme alla nuotatrice 😀

    @Ale, che piacere rileggerti, immaginavo infatti fossi in qualche eremo montano 🙂

    @Matteo, piacere di rileggere anche te… ho una curiosità: ma queste notizie così puntuali della dipartita di personaggi reali dove le trovi?

  15. Matteo ha detto:

    @ Paola: mi dispiace essere cosi’ assente, ma tra il fatto che posso intervenire solo con il telefono, l’estate e gli impegni il tempo e’ poco…ma vi leggo sempre…cmq in rete si trovano tante informazioni, basta controllare due/tre volte al giorno:-)

  16. Simonetta ha detto:

    @elettra brava Elettra,mi e’piaciuta la tua frase su Montanelli ,hai fatto bene a ricordarla e a rapportarla alle olimpiadi!e anche l’esempio di civiltà nell’antichità .
    @marina,Elettra,Paola eeehhe anch’io essendo marchigiana concordo…schermitrice….nuotatrice(a Pesaro con sta storia di Magnini la scorsa estate sembrava che fossero l’unica coppia del mondo)…. Non se ne può più ,ma quando trovan il tempo di allenarsi….

  17. elettra ha detto:

    T’è piaciuta…… t’è piaciuta tienetella cara, cara….
    è una canzone napoletana….
    non c’è una sola parola, del lungo articolo di rotta a sud ovest, che io non condivida e mi dispiace, mi dispiace molto vedere un uomo fatto e finito,(figlio di tanta madre e tanto padre!) così completamente soggiogato da una donna, il che non sarebbe quasi nulla, se almeno costei sapesse come comportarsi…invece lei che fa’? allontana il marito dalla famiglia, nel momento i cui dovrebbe dimostrare più coesione,nel momento in cui la monarchia, la stessa che la farà regina, speriamo il più tardi possibile, ha più bisogno di trovare una figura forte di riferimento,….. come una mogliettina qualunque, come una donnetta che guarda telenovelas brasiliane,con le calze calate e i bigodini in testa, quasi gelosa, chiude il suo piccolo nucleo e lo isola dal resto……e il marito , obbligato dalla cattiva salute del padre , a partecipare a una regata, dapprima timidamente , si fa vedere…sì sono qui, sarà per poco, lo stretto necessario, ma vado subito…poi invitato dagli amici ai quali non si può, non si vuole negare, accetta un drink…massssssììì è ancora bello stare con voi,amici, ci starei più spesso, se potessi, se non avessi sposato Grimilde (in un abito, un destino!)…ma poi sapete…sono innamorato e ho un collare a strozzo, con guinzaglio corto…..
    ….e lei?…lei, che non capisce neppure come si deve vestire, lei, mica capisce che almeno l’apparenza va salvata! e che l’uomo che ha sposato sarà il re, e non gli può far fare la figura del….(non lo voglio scrivere) anzi pare che faccia di tutto per far capire, se casomai ci fosse ancora qualcuno che non l’ha capito, che in casa è lei a comandare, magari facendo un po’ la gatta morta , figura che agli uomini piace molto, con quei sorrisetti sdolcinati, e mano nella mano..mano dotata di artigli, artigli retrattili, ed essendo gatta morta proprio come quelli dei felini, che mentre ti accarezzano , ti graffiano e te ne accorgi solo dopo
    Mi sembra che il nostro Felipe abbia mangiato la mela stregata, per rimanere in tema di fiabe,ma a volte basta uno scossone per svegliarsi e dire…omioddio,dove sono? cosa mi è successo? ma quanto tempo è passato?..in genere il risveglio è abbastanza traumatico, e qualche volta si è abbastanza incavolati, per tutto il tempo perso!

    @Simonetta…grazie..mi fa piacere sapere che condividi!

  18. anonimo ha detto:

    A tutti voi mi permetto un consiglio: un viaggio in Grecia , fuori stagione,autunno inoltrato o seconda metà di marzo, per dire.Circa 30 anni fa coronai un sogno: Olimpia e piana di Maratona.Vengo da studi classici e ho amto moltissimo il greco antico, il latino ahimè no.
    Quindi era proprio una cosa covata per anni, ma un giro tutto mio..Olimpia, io, mio marito e mio figlio allora piccolo, poter stare lì da soli a guardare la pista e pensare a cosa succedeva secoli e secoli prima, guardarsi attorno.Mi ricordo persino come ero vestita, fu una emozione enorme.
    Maratona, la gara che prende nome da quello che sappiamo: volli andare a vedere la piana ,prima da una curva di una strada insolitamente trafficata e non potemmo fermarci molto.Giorni dopo con amici ci andai per avere l’emozione di mettere i piedi su quel posto.
    Per me la maratona intesa come gara resterà sempre Abdon Pamich, una leggenda, ma non l’unica di questa gara.

  19. patriziavioli ha detto:

    Niente male Frederick di Danimarca!

    Sono stata a York e ti ho pensata molto davanti ai negozi dei ninnoli commemorativi del jubilee.

    Sai che a Milano c’è un negozio dove vendono una tazza, o meglio tentano di vendere, a 30 euro???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi