JC-Pasqua

Maestà, scusi se mi permetto di chiamarla Juanito, ma sa ormai dopo una così lunga frequentazione mi sento come una di famiglia. O quasi. Maestà lei mi ha destabilizzata, pensi che nel primo post di questo blog le dichiaravo un amore incondizionato (platonico sia chiaro che sennò qua scoppia la guerra civile) e una stima senza limiti e oggi viene fuori questa notizia orrenda. No, non so parlando della caduta con operazione all’anca (anzi la voglio tranquillizzare, la mia mamma se ne è fatte due una dietro all’altra e con qualche settimana di fisioterapia l’hanno rimessa in piedi, ho solo un po’ faticato a trovarle posto in una buona struttura, ma lei non credo avrà problemi in questo senso) che si in effetti alla sua età magari stare a casa a giocare a Monopoli con i nipoti sarebbe anche meglio. Sto parlando della caccia grossa, del suo safari in Africa, della sua voglia di ammazzare un elefante che magari le è stato servito lievemente sbronzo come quel famoso orso l’altra volta in Russia. A quella storia là quasi non avevo creduto, ma adesso anche se Hola.com continua a scrivere che si è trattato di un “viaggio privato” senza scendere nei dettagli, lo sanno anche i sassi che lei stava in Botswana a caccia di elefanti. Si conoscevo la sua passione per la caccia – pare che si tratti di uno “sport” molto reale – ma era davvero il caso di fare questo viaggetto, di quindici giorni dicono, per un costo complessivo di 45-50 mila euro si mormora. Per l’elefante in primis, per il suo paese in crisi nera quasi quanto il mio e i cui cittadini magari sarebbero felici di sapere che il loro re ha abbandonato gli hobby costosi e ha varato un regime di austerity, per i suoi familiari ai quali forse sarebbe meglio se lei cercasse di dare un occhio che mi pare di casini ne combinano a carriolante ultimamente.

JC-Pasqua2

La famiglia reale, in formazione ridottissima, a Pasqua

Insomma Juanito ma che cosa le sta succedendo, lei che è stato “il motore del cambiamento”, che ha gestito con mano da maestro la transizione, che ha fermato il tentativo di golpe di Tejero, adesso mi sta veramente scivolando su una serie di bucce di banana. Sono delusa, molto delusa caro Juanito, veda di riprendersi, di tornare El Rey di una volta, di fare la pace con la sua signora o di ufficializzare che fra voi manco un cortese rapporto di simpatia ed amicizia ci sta più. Si perché le avranno detto che Sofia in Grecia resterà fino a lunedì e non le è passato neanche per l’anticamera del cervello di tornare per farle una visita in ospedale (anche se Hola.com riferisce che Sua Maestà la reina è mui pendiente…). Sarà perché voci sempre più insistenti mormorano che insieme a lei in Africa c’era anche una bionda signora tedesca? *

Maestà non è che lei si è stufato e vuole andare in pensione come il suo avo Carlo V? Lui ci ha lasciato l’algido Filippo II con i suoi auto da fè, lei Juanito lo sa che ci lascerà soli insieme alla Leti ed alle sue orrende borsette? La prego ci pensi bene, potrebbe essere l’inizio della fine per la Casa real.

Cordialmente sua

MM

Fin qui ho scherzato e spero che mi perdonerete, ma questa di oggi – anzi di ieri – è stata davvero una notizia al limite dell’assurdo. Per i motivi di cui sopra e per il fatto che El Rey non è che sia in forma smagliante e anzi è parecchio malandato a causa di incidenti vari di quando era giovane e spericolato e malattie che lo hanno colpito negli ultimi anni.

Tanto per chiarire, El Paìs ha stilato una specie di cartella clinica di Juan Carlos che vi riassumo brevemente:

1980 – a Saragozza il re cade mentre scende da un carro armato: contusione al gomito destro;

1981 – alla Zarzuela il Re non si accorge che una vetrata di cristallo è chiusa e la urta violentemente rimanendo gravemente ferito. Avrà il braccio sinistro ingessato per un mese;

1985 – il Re cade mentre scia a Gstaad, si frattura il bacino, ma avrà una complicazione per cui viene operato nel 1985;

1988 – in Svezia mentre è a caccia il ramo di un albero lo ferisce lievemente ad un occhio;

1989 – altro incidente di sci a Courchevel in Francia;

1991 – mentre scende da una pista nei Pirenei si scontra con un altro sciatore e si frattura la rotula destra, viene operato e ci vorranno diverse settimane di convalescenza;

1995 – sempre sciando si ferisce ad una mano;

1996 – da questo anno Juan Carlos, che è diventato un po’ sordo, porta un apparecchio per amplificare i suoni;

2001 – Juan Carlos viene sottoposto ad un intervento chirurgico per togliere alcune varici alla gamba destra;

2010 – il Re viene operato per un tumore benigno al polmone destro, i medici dicono che è andato tutto bene, ma la ripresa è lunga;

2011 – il Re viene sottoposto ad una artoplastica alla rotula destra, necessaria dopo gli incidenti del passato.

Stante tutto ciò forse sarebbe ora che Juanito si mettesse un po’ a riposo sotto tutti i punti di vista.

angel-villamor--z

Il medico che ha operato Juan Carlos illustra l’intervento ai giornalisti

e se non ci credete che JC caccia gli elefanti ecco qua con tanto di foto di qualche anno fa rilanciata da un giornale francese Le Point  ed oggi sulle prime pagine di El Mundo e El Paìs, due testate di orientamento diverso, ma concordi nel dire che non era proprio il caso. A parte il fatto dell’andare ad ammazzare gli elefanti, la Spagna sta attraversando una forte crisi e gli spagnoli ci son rimasti male a sapere che mentre loro tirano la cinghia il Re se ne va in Africa a caccia, “sport” notoriamente non proprio economico specie quando si tratta di gitarelle del genere. Inoltre il Re non avrebbe informato nessuno – cioè il Governo – del suo viaggetto di piacere, ma il settimanale monarchico ABC sostiene che bisogna rispettare la privacy del sovrano.

copyright foto Hola.com

* trattasi, pare, di Corinna nata Larsen ex moglie – in seconde nozze – del principe Casimir zu Sayn-Wittgenstein-Berleburg. Di età compresa fra i 46 e i 50 anni, un po’ rifatta ma ancora ben portante,  appassionata di caccia, vela, pesca subacquea, la signora ha avuto problemi con il fisco, ma è ben introdotta negli ambienti aristocratici ed industriali tedeschi. Corinna, che ha una figlia da un primo matrimonio ed un figlio dal secondo, gironzola intorno al re da diversi anni e secondo i pettegolezzi al momento sarebbe in Spagna, sistemata addirittura in uno chalet all’interno del parco che circonda il palazzo del Pardo. E’ citata nel famoso libro di Pilar Eyre come una delle ultime conquiste del sovrano che sarà acciaccato ma non demorde.

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

144 Commenti

  1. Laura ha detto:

    @ Elettra : grazie della bellissima e coltissima spiegazione sulle acquamarine – O il re ha un grande senso dell’umorismo o forse non conosceva il significato della pietra – magari voleva fare rientrare in Spagna una parure da tempo emigrata. Ma credo proprio che tra il rifiuto delle cugine Torlonia, la caduta in Africa e le operazioni varie, la regina Sofia si dovra’ “accontentare” dei gioielli che ha gia’.
    Ma poi se l’importanza del gioiello (come accade a volte) deve essere proporzionata ai peccati che i mariti vogliono farsi perdonare allora … altro che acquamarina ! ci vorrebbe una parure di diamanti e rubini

  2. paola ha detto:

    @Elettra, bellissima spiegazione e tutt’altro che noiosa… anzi anch’io mi sto appassionando alle pietre preziose grazie alle cose che ci racconti 🙂

    M. Paola

  3. paola ha detto:

    @Nicole, dalle notizie dell’ultimo minuto sembra non sia vero che “Urda” cerchi l’accordo, almeno da quello che capisco di spagnolo il suo avvocato l’ha smentito

    http://www.euromundoglobal.com/noticia/102166/España/abogado-urdangarin-niega-estar-negociando-fiscal%C3%ADa-evitar-cárcel.html

    certo che “momentuccio” per la monarchia spagnola!

    M. Paola

  4. elettra ha detto:

    Grazie a tutti..sono contenta che vi interessino le mie spiegazioni…conoscendole, le pietre, non sono solo pietre, possono anche parlare, oltre ad essere una dimostrazione della bellezza e della fantasia della Natura…..

  5. nicole ha detto:

    La passione di Elettra per pietre, supportata anche da notevoli conoscenze gemmologiche,mi fa ricordare una persona che aveva una particolare repulsione per perle e gioielli in genere.Non ho mai capito bene, forse si inseriva in tutta la congerie di sindromi dalle quali era affetto( sì, sindromi, non sintomi).L’uomo in questione detestava persino andare a feste per non dover sopportare la vista di gioielli: il nostro esatto contrario! Il signore in questione forse per voi è uno sconosciuto, ma è uno dei massimi geni mai esistiti, senz’altro un uomo al quale il mondo deve molto. Solo era matto, ma matto come un cavallo!Si chiamava Nikolas Tesla e ha dato anche nome a unità di misura( del campo magnetico).Aereoporto di Sarajevo ha suo nome, essendo lui serbo, nato da sacerdote serbo-ortodosso, madre serba.(I croati dicono che è croato e a me questa disputa fa ridere) Una gloria mondiale, negli USA ebbe un successo notevole, divenne ricchissimo, ma non aveva idea del denaro. Amico di Mark Twain, aveva frequantazioni super altolocate con feste dei magnati di allora: ebbene, ci andava, ma ci stava pochissimo, disturbato dai gioielli.Credo dal loro sbaluccichio, non so, ho cercato anche anni fa, ma era così folle…parlava con i piccioni, li amava, nutriva,viveva al Waldorf Astoria e aveva la fobia dei microbi. Difatti è noto che nulla è più pulito di un piccione 🙂 :)..ma che tipo!!

  6. sisige ha detto:

    Letizia con il solito golfino…aghh!!!
    http://princesseslives.blogspot.com/

  7. elettra ha detto:

    @Paola davvero che squallore! Più in basso di così , questi personaggi reali, sarà difficile riverderli! Anche la squadra di vela, mai nata……forse il re , quando si è scusato, ha infilato dentro anche questo particolare?
    di una cosa mi rallegro,…….non siamo i soli ad avere spesso dei rappresentanti indegni!

  8. patriziavioli ha detto:

    Questa lettera a Juanito è geniale e concordo con te su tutti i punti!

  9. Betty78 ha detto:

    Mamma mia sono basita da questo video …
    http://www.oggi.it/video/notizie/2012/09/03/re-juan-carlos-di-spagna-mena-lautista-perche-sbaglia-parcheggio/
    Sono veramente senza parole
    Avrà anche sangue blu, sarà pure il re ma non si trattano i collaboratori / dipendenti in questo modo.
    Sta veramente collezionando una gaffe dietro l’altra

  10. nicole ha detto:

    Ho impressone in ultimi due anni di un decadimento..anche come cammina,la postura da fermo, rigidità.. avevo visto un video con piccolo tremore a una mano.Mah..io penso che perda qualche neurone ogni giorno e lo stress di quello che si sa abbia contribuito.Diciamo che sta invecchiando malissimo e non solo fisicamente.

  11. elettra ha detto:

    @Betty 78…mi è capitato una volta di dover constatare con i miei occhi , che una persona gentile , generosa e disponibile,al’improvviso diventasse bisbetica, aggressiva e ineducata….il perchè non lo ho mai saputo,nè capito, ma il cambiamento è stato riconosciuto all’unanimità, da tutti gli amici
    probabilmente anche il nostro JC, è stato colpito dalla stessa sindrome…qui forse capisco il perchè…..l’aria in famiglia ,penso ,sia soffocante…tra lui e la regina, tra lui e il figlio, tra lui e la nuora (mai digerita), tra lui e la figlia Cristina, tra lui e il genero…ultimamente anche tra lui e i sudditi, per via di Corinna e gli elefanti…..ho dimenticato qualcuno/qualcosa???????

  12. Dora ha detto:

    touchè, mia cara elettra, touchè!
    ;P

  13. paola (baldanzi) ha detto:

    anch’io penso che JC sia diventato molto irritabile e “fuori controllo” a causa dell’anzianità, degli acciacchi e di tutti i pastrocchi che hanno combinato i membri della sua famiglia e in certa misura anche lui stesso. Non so se vi ricordate il video il cui se la prendeva con la regina Sofia, mi sembra all’arrivo del Papa in Spagna, ne abbiamo già parlato tempo fa. Mi sembra che proprio Elettra a tal proposito disse che a volte le persone anziane diventano stizzose e colleriche proprio perchè l’umore risente dei malanni e dell’inevitabile avanzare del tempo.

  14. paola (baldanzi) ha detto:

    comunque ho letto su Rottasudovest questo articolo

    http://rottasudovest.typepad.com/rotta_a_sud_ovest/2012/09/la-nuova-vita-dellinfanta-cristina-e-di-inaki-urdangarin-a-barcellona.html

    si parla delle ultime notizie del “Duo” di Palma, scusate l’irriverenza… ma se è vero quello di cui Urdangarin è accusato non riesco ad avere rispetto per questi personaggi! nemmeno per l’infanta Cristina, che non poteva non essersi accorta di nulla (anche se non fosse laureata in economia, se il conto corrente ti lievita una se ne accorge, no?), a meno che il consorte non avesse conti correnti segreti e suoi personali. Ripeto SE sono vere le accuse (come sembrerebbe, ma non ho seguito molto la vicenda). Ora comunque sembra facciano finta di vivere modestamente, automobile vecchia di 20 anni, vestiti riciclati ecc. per dare un’immagine di sè stessi basso profilo. Mah, a me sembra una presa di giro! mi dispiace invece molto per i loro bambini che sono così carini e hanno un’aria molto simpatica.

  15. marina ha detto:

    😀 si avevo letto il post di Rotta a sud ovest che è sempre documentatissima – e scrive pure bene – e avevo sorriso per l’auto vecchia. pare che siano stati consigliati di tenere un profilo basso, ma non così basso… guardate io a dire il vero non riesco più a parlare degli spagnoli e sapete quanto mi piacevano, mi hanno devastata fra la Leti rifatta – e sarebbe il meno – Cristina, JC che va a caccia di elefanti, ce n’è anche troppo per i miei gusti. ho come l’impressione che Felipe debba cominciare a guardarsi intorno per capire cosa fare dopo.

  16. elettra ha detto:

    @Paola….essì! …..non vivo a stretto contatto con il re, ma nelle sue manifestazioni e comportamenti, vedo qualcosa che già conosco…… non sono neppure medico,ma purtroppo mi sto facendo una cultura in cardiologia e neurologia…..queste continue cadute, a mio modestissimo avviso, sono sintomo, di una patologia cardiaca anche dovuta all’età, che non manda il sangue al cervello, anche per brevi attimi, (da qui la caduta!) e tutti sappiamo che il cervello deve essere ossigenato in continuazione….ma la cosa non finisce qui…queste mancanze di ossigeno, anche temporanee,non sono altro che delle piccole ischemie e, a lungo andare,provocano demenza senile, che possono associarsi a fenomeni di parkinsonismo, cambiamenti repentini di umore, aggressività…mi scuso , se c’è un medico tra noi, per la elementarità con cui ho descritto questa patologia, e mi scuso anche con voi se sono andata un po’ fuori tema, ma seguendo il percorso degli ultimi 2 anni di JC ( oltre agli affari di famiglia, ed è certo che le situazioni di nervosismo ambientale non aiutano ) mi sembra di ravvisare, qualcosa di simile, ancora in fase iniziale, che molto spesso neanche chi è vicino capisce ….certo un re è supercurato e seguito, e se ciò fosse, dovrebbero esserne al corrente
    In particolare sono le continue cadute che mi hanno fatto pensare a ciò…non credo che sia solo una questione di fragilità ossea…al massimo l’osso si può rompere dopo che si è caduti, non prima…..se così fosse, davvero Felipe deve cominciare a pensare a come mettere ordine nella famiglia…..onestamente non lo vedo così forte, da prendere delle decisioni importanti ….. la moglie, penso ,che si leverà un sacco di soddisfazioni …la vendetta è un piatto che si gusta freddo!

  17. paola (baldanzi) ha detto:

    @Marina, la famiglia reale spagnola ha “sdegnato” anche me, mentre prima mi piaceva molto… certo non tutti i membri, per es. l’infanta Elena e la regina Sofia per il momento mi stanno ancora simpatiche. Lo sdegno si è insinuato in me con il matrimonio di Felipe con letizia, a riguardo la penso proprio come l’autrice di Rottasudovest che ha scritto degli articoli incisivi a tal proposito e che riassumono anche il mio punto di vista.

  18. Ale ha detto:

    @elettra hai descritto tutti i sintomi benissimo, più o meno mio nonno ha iniziato così. solo che lui a differenza del re di spagna ha cominciato a 88 anni ed è andato avanti ancora per due; certo non gliela auguro proprio a juan carlos, è un calvario terribile. comunque felipe dovrebbe iniziare a preparasi psicologicamete, perchè se hai ragione tu, nel momento in cui arriverà la demenza senile il re non sarà più in grado di regnare e quindi, secondo me, dovrà abdicare. e lì si che si vedrà se felipe è forte oppure se è succube della moglie. certo ci sono molte nubi all’orizzonte per i borbone di spagna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi