L’11 dicembre 1911 a Delhi re Giorgio V è incoronato imperatore delle Indie e per l’occasione Garrard, il gioielliere di corte, realizza su richiesta della regina Mary un nuovo diadema, più importante e voluminoso di tutti quelli che la sovrana già possiede che diventerà famoso con il nome di Durbar Tiara. Come noto la moglie di Giorgio V adora i gioielli, se ne adorna con grande abbondanza e non è mai sazia di parure e diademi.

Mary1

La Durbar Tiara, che ornerà la sua testa nel momento dell’incoronazione ad imperatrice delle Indie, è una vera e propria corona aperta che circonda per intero il capo, è imponente, ma molto eleganze fatto di archi e volute e nella parte centrale ha un’altezza di 15 centimetri. Il diadema, per la cui realizzazione Mary ha fornito tutte le pietre necessarie smontando un’altra tiara di Boucheron, ha una particolarità: la sezione centrale si può staccare e i motivi di diamanti che la compongono possono essere sostituiti con due grossi diamanti, uno a forma di goccia e l’altro a taglio cuscino, provenienti entramvi dal Cullinan, il più grosso diamante mai trovato in Sud Africa.

Mary2

Qualche anno dopo Mary farà fissare sulla sommità del diadema dei ganci ai quali attaccare dei grossi smeraldi a goccia provenienti dall’eredità di sua madre, la duchessa di Cambridge e indossa la sua Durbar Tiara in pendant con la sua splendida collezione di pietre verdi.

QueenMum-Durbar

La durbar Tiara da Mary a Elizabeth

Alla morte della regina Mary nel 1953, Elisabetta II eredita gli smeraldi, mentre il diadema finisce nella cassaforte, già ben fornita, della Queen Mum che lo porta una sola volta. Il sontuoso gioielli mal si adatta alle pettinature moderne, così sparisce e c’è anche ci pensa sia stato smontato. Ma Elisabetta non è tipo da vendere o smembrare i ricordi della sua famiglia, il diadema è semplicemente in attesa di una nuova proprietaria e infatti nel 2005 eccolo riapparire sulla testa di Camilla, neo duchessa di Cornovaglia. Anche in questo caso, come per la tiara Greville, la scelta della regina è attenta ed oculatissima, la tiara non è legata al ricordo di un personaggio recente e quindi nessuno si può offendere o gridare allo scandalo.

Durbar

Mary3

Durbar2

CamillaDurbar2

Il diadema prende il suo nome dal Delhi Durbar cioè la “Corte di Delhi”,  un’assemblea che si svolgeva al Coronation Park di Delhi dove aveva luogo l’incoronazione del re e della regina del Regno Unito a imperatore e imperatrice d’India. Conosciuto anche col nome di Imperial Durbar, la cerimonia si tenuta tre volte nella storia dell’Impero Britannico: nel 1877, nel 1903 e nel 1911. Il Durbar del 1911 è l’unica cerimonia a cui presenziarono anche i sovrani. La regina Vittoria non ci pensò neanche di fare il viaggio fino in India, mentre suo figlio Edoardo VII aveva promesso di andare e invece poi alla fine spedì il fratello Arturo duca di Connaught. Edoardo VIII nel 1936 non fa in tempo neanche ad essere incoronato in Inghilterra, mentre nel caso di suo fratello Giorgio VI è la guerra a mandare a monte i progetti.

per le foto ringrazio ancora una volta Claudio, lettore appassionato di gioielli reali che mi offre sempre il suo aiuto per le ricerche.

ps nei prossimi giorni non riuscirò a collegarmi spesso, si parte, nel senso che trasloco e quindi sarò oltre che impegnata – purtroppo – anche per un paio di giorni senza connessione.

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

86 Commenti

  1. paola ha detto:

    a proposito di dinastie regnanti, qualcuno di voi sa dirmi se e dove posso trovare un elenco sul web delle famiglie regnanti di principi e conti del Sacro Romano Impero poi mediatizzati all’inizio dell’800? (si dice mediatizzati? insomma quelli che furono inglobati in stati + grandi nel 1806 al crollo del sacro Romano Impero… Marina aveva fatto un post sull’argomento ma non lo trovo più :)) So che c’erano centinaia di feudi retti da altrettante famiglie, ma non sono mai riuscita a trovarne l’elenco

    M. Paola

  2. nicole ha detto:

    Conosco solo il portale BAM, che raccoglie documenti di biblioteche,archivi e musei delle Germania.E’ tutto in tedesco , ovvio, ha un sacco di documenti ordinati per nome di alcune famiglie e in altri casi menziona la città , quindi bisogna spulciare.
    Se ti interessa digita BAM che trovi, altrimenti fai un fischio.

  3. paola ha detto:

    @Nicole, grazie dell’indicazione, ma ho digitato BAM e per il momento ho trovato di tutto (anche in Germania) meno che l’archivio di cui parli… a parte il fatto che non so assolutamente il tedesco! Ma forse se è un elenco di nomi posso capirei lo stesso, forse… 🙂

  4. LadyF ha detto:

    @ elettra. Queen Mary ha la spilla come pendente nella foto con l’abito nero (la silla grande sono i Cullinan “maggiori”), se clicchi il link la vedi scorrendo, se poi cerchi Granny’s Chips con google immagini trovi anche delle foto di Elisabetta con la spilla.

  5. nicole ha detto:

    @Paola ecco qua:

    http://www.bam-portal.de/search/Mediatisierung

    Ti ho messo anche la pagina 1, con istruzioni su navigazione e informazioni sul portale in italiano in alto a destra:
    Non si tratta di nomi , ma di titoli di documenti,fatto come in una biblioteca, ma proprio per topini impolverati..da biblioteca con tanto di luogo e città dove puoi trovare il documento che interessa.
    Leggi i titoli quasi cento documenti, mi pare siano tanti e una lista di nomi la ricavi pure, alcuni mai sentiti.A volte c’è la storia di una città, magari piccola o di un’area , dal 1803 al 1807 per es., quindi non hai i nomi, che sarebbero ricavati solo dalla lettura del documento completo.
    In bocca al lupo( occhio ai gatti se ti trasformi in topino!)
    🙂 🙂 🙂

  6. Laura ha detto:

    Non c’entra molto con la Durban tiara , ma sempre di tiara si tratta : ho visto di recente una pessima foto del matrimonio di Ines delle due Sicilie (la figlia dell’infante Carlos e di Anna d’Orleans). La sposa indossava una tiara di corallo della famiglia del marito Michele Carrelli La tiara secondo quanto ho letto sarebbe addirittura del XVII sec. e quindi molto rara sia per il materiale che per l’epoca. Abbiamo visto infatti che i diademi per lo piu’ si diffondono all’inizio dell’Ottocento e di questi cosi’ antichi, sopravvissuti magari con qualche modifica, ne sono rimasti pochi.
    La notizia l’ho letta su order of royal splendor : e’ uno degli ultimi post. Qualcuno conosce diademi che risalgono ad una fase cosi’ antica ?

  7. Ale ha detto:

    @elettra, paola li considero molto all’altezza. non tutte le dinastie possono vantare mille anni di storia. certo le mele marce (ogni riferimento a vittorio emanuele, marina doria e emanuele filiberto non puramente casuale) ci sono in tutte le famiglie, ma per fortuna ci sono aimone e i suoi due figli, così la storia può continuare. vi assicuro che non è stato un lapsus. si spiega semplicemente, la mia lista è nata per fare un elenco delle casate che avrebbero potuto fare un matrimonio paritario proprio con i savoia. poi siccome ho messo la lista nel commento facendo copia incolla da un file di word mi sono dimenticato di inserire i savoia.
    @ladyf esatto. secondo me togliendo la parte centrale posteriore si può portare aperta.
    @matteo mi farebbe piacere leggere la tua lista. ma preferisco non mettere la mia mail qui, marina ce l’ha , potresti averla tramite lei.

  8. marina ha detto:

    @ ale e LadyF l’ipotesi della parte posteriore amovibile mi pare ragionevole, adesso voglio trovare una foto di lei vista da dietro.
    per le mail ok vi metto in contatto mandando a matteo in privato il tuo indirizzo.

  9. Ale ha detto:

    @marina grazie sei sempre gentilissima

  10. elettra ha detto:

    @lady F… ti devo proprio ringraziare, perchè devo confessare che non avevo mai notato questa spilla addosso a Lillibeth e se non me la indicavi mi sfiggiva ancora, anche su Mary….in mezzo a tanta grazia di Dio, si perdeva pure quella!!!!

    @Ale…certo che i savoia, vantano mille anni di storia….peccato che debbano essere conosciuti gli ultimi, per le loro imprese, così poco edificanti…ma sai, come si dice…fa più rumore un albero che cade, che una foresta che cresce….anch’io apprezzo molto gli Aosta, e , anzi vorrei sentirne parlare più spesso…..

  11. LadyF ha detto:

    @ Ale. Noi continuiamo a chiamarla Tiara, ma in effetti e’ un Circlet….per cui se e’ di uso comune chiamarla cosi’ ci sara’ un perche’!
    Devo dire che piu’ la guardo e piu’ quei due fioricini messi lì sulla sommita’ mi ci stanno come il cavolo a merenda. @ Marina. Adesso cerco ma nel caso non fosse gia’ presente mi piacerebbe saperne di piu’ su Queen Mary e la sua famiglia, la madre soprattutto (Mary Adelaide di Cambridge) a cui si devono due meraviglie: la
    Teck’s Roses&Crescent tiara, amatissima dalla Queen Mumm (ma portata anche dalla Cara Cammella) e la Teck Circlet tiara, spesso indossata da Margaret nella forma a collana.
    Sembra che durante il loro esilio, piuttosto breve, i Teck abbiano soggiornato anche a Firenze.

  12. Ale ha detto:

    @ladyf già chissà perchè hanno messo quei fiorellini

  13. Erika ha detto:

    Mah..avete ragione, più li guardo e meno mi piacciono..
    Saranno piaciuti a qualcuno per farli mettere lì, magari per riempire gli “spazi vuoti” creati dall’apertura del circlet..booooh
    Continuo a preferire la versione di Queen Mary 🙂

  14. elettra ha detto:

    ale…@lady F….ho provato a ingrandire le foto di prima con Mary e dopo con Camilla…quei fiorellini sostituiscono due grandi, ma non troppo, diamanti…..mi chiedevo se , invece non fossero stati fatti apposta per allargare il circlet, come più giustamente, l’hai chimata tu, Lady F, essendo più grandi dei diamanti precedenti, fatti forse usando quella guarnizione che ha individuato Ale, che sormontava la sommità…
    però se è un Circlet, dobbiamo escludere che si possa rimuovere la parte posteriore……
    certo…siamo ben pignoli, con questo oggetto, vogliamo sapere la rava e la fava…..
    la Crescent, mi piace da morire….l’avevo votata come wedding tiara per Kate…mi ricordo che ero molto indecisa tra quella e la tiara Greca, che trovo di un’eleganza sopraffina…..

  15. nicole ha detto:

    Tiara a voler essere precisi era un copricapo a forma conica dei religiosi,mai capito perchè si chiamasse tiara.Mentre la corona poggia su base circolare la tiara come si intende noi ..quelle meraviglie insomma, son sempre cerchi incompleti che si agganciano con catenelle a misura della testa(sulla nuca).

  16. LadyF ha detto:

    Trovata!! Non si vede un granchè ma e’ chiaro che la Durbar ha “perso” un po’ del dietro!
    Il link porta ad una pagina generica sulle tiare ma a metà cè una foto (credo riferita ad una mostra) dove la Durbar sta in compagnia della Strathmore e della Roses and Crescents.

  17. elettra ha detto:

    @Lady F…direi proprio di sì! con quello che è stato tolto possono fare un’altra tiara! comunque questi gioielli reali non hanno pace…ognuna che viene se li aggiusta a modo suo1… e non solo in UK!

  18. paola ha detto:

    @Nicole, grazie mille! sei mitica!! adoro spulciare nelle biblioteche, ma devo stare attenta a trasformarmi in topino perchè in casa ho una gatta famelica 😀

    M. Paola

  19. LadyF ha detto:

    Eh si’ Elettra…pensa alla tiara di diamanti e rubini che è appartenuta a Désirée Clary e che ora indossa la principessa Mary di Danimarca…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi