L’11 dicembre 1911 a Delhi re Giorgio V è incoronato imperatore delle Indie e per l’occasione Garrard, il gioielliere di corte, realizza su richiesta della regina Mary un nuovo diadema, più importante e voluminoso di tutti quelli che la sovrana già possiede che diventerà famoso con il nome di Durbar Tiara. Come noto la moglie di Giorgio V adora i gioielli, se ne adorna con grande abbondanza e non è mai sazia di parure e diademi.

Mary1

La Durbar Tiara, che ornerà la sua testa nel momento dell’incoronazione ad imperatrice delle Indie, è una vera e propria corona aperta che circonda per intero il capo, è imponente, ma molto eleganze fatto di archi e volute e nella parte centrale ha un’altezza di 15 centimetri. Il diadema, per la cui realizzazione Mary ha fornito tutte le pietre necessarie smontando un’altra tiara di Boucheron, ha una particolarità: la sezione centrale si può staccare e i motivi di diamanti che la compongono possono essere sostituiti con due grossi diamanti, uno a forma di goccia e l’altro a taglio cuscino, provenienti entramvi dal Cullinan, il più grosso diamante mai trovato in Sud Africa.

Mary2

Qualche anno dopo Mary farà fissare sulla sommità del diadema dei ganci ai quali attaccare dei grossi smeraldi a goccia provenienti dall’eredità di sua madre, la duchessa di Cambridge e indossa la sua Durbar Tiara in pendant con la sua splendida collezione di pietre verdi.

QueenMum-Durbar

La durbar Tiara da Mary a Elizabeth

Alla morte della regina Mary nel 1953, Elisabetta II eredita gli smeraldi, mentre il diadema finisce nella cassaforte, già ben fornita, della Queen Mum che lo porta una sola volta. Il sontuoso gioielli mal si adatta alle pettinature moderne, così sparisce e c’è anche ci pensa sia stato smontato. Ma Elisabetta non è tipo da vendere o smembrare i ricordi della sua famiglia, il diadema è semplicemente in attesa di una nuova proprietaria e infatti nel 2005 eccolo riapparire sulla testa di Camilla, neo duchessa di Cornovaglia. Anche in questo caso, come per la tiara Greville, la scelta della regina è attenta ed oculatissima, la tiara non è legata al ricordo di un personaggio recente e quindi nessuno si può offendere o gridare allo scandalo.

Durbar

Mary3

Durbar2

CamillaDurbar2

Il diadema prende il suo nome dal Delhi Durbar cioè la “Corte di Delhi”,  un’assemblea che si svolgeva al Coronation Park di Delhi dove aveva luogo l’incoronazione del re e della regina del Regno Unito a imperatore e imperatrice d’India. Conosciuto anche col nome di Imperial Durbar, la cerimonia si tenuta tre volte nella storia dell’Impero Britannico: nel 1877, nel 1903 e nel 1911. Il Durbar del 1911 è l’unica cerimonia a cui presenziarono anche i sovrani. La regina Vittoria non ci pensò neanche di fare il viaggio fino in India, mentre suo figlio Edoardo VII aveva promesso di andare e invece poi alla fine spedì il fratello Arturo duca di Connaught. Edoardo VIII nel 1936 non fa in tempo neanche ad essere incoronato in Inghilterra, mentre nel caso di suo fratello Giorgio VI è la guerra a mandare a monte i progetti.

per le foto ringrazio ancora una volta Claudio, lettore appassionato di gioielli reali che mi offre sempre il suo aiuto per le ricerche.

ps nei prossimi giorni non riuscirò a collegarmi spesso, si parte, nel senso che trasloco e quindi sarò oltre che impegnata – purtroppo – anche per un paio di giorni senza connessione.

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

86 Commenti

  1. Matteo ha detto:

    @ Ale: ovviamente, perfetto. appena ho un attimo lo faccio.
    Spero di leggere a breve il nuovo post che hai messo Marina!!

  2. Matteo ha detto:

    Immagino che già lo saprete…in ogni caso visto che l’anno scorso se ne era parlato tanto di questo personaggio in un modo o nell’altro…si sono svolti ieri i funerali di S.M. il Re Giorgio Tupou V delle Isole Tonga, che tanti avevano scambiato per Al-Fayed alle nozze dei duchi di Cambridge. Il Duca di Gloucester ha rappresentato la Regina.

  3. Lady Vivian ha detto:

    Pacchiana questa tiara,
    fa’ molto a cancellata ( l’ingresso al palazzo!).
    Ma io non lo so’, sara’ che a me sia le collane di perle, sia cammei stanno male!
    Se poi li dovrei abbinare insieme non si sa’ cosa verrebbe fuori!
    Se poi metto insieme, collane di perle, cammei, collane di corallo rosso siamo a posto!
    Ma il fatto e’ che la collana di perle mi fa’ molto a zia, hai presente Anna dai capelli rossi?
    Ecco, preciso la Zia Ruth di Avonlea…
    Comunque beate a chi gli sta bene queste cose, per carita’, ma a me personalmente stanno male.
    Mi incafonisco piu’ di quanto sono.

    Forse perche’ non ho sangue aristocratico?

    bye bye
    Viviana

  4. Isabella ha detto:

    Buonasera a tutti,
    mi ero persa questo articolo! Sì confermo, si leggevano sul web voci di modifiche a questa tiara (o, come è stato giustamente detto, circlet), e anche io credo proprio che qualche parte sia stata eliminata…ma nonostante ciò rimane sempre un gioiello imponente: forse anche troppo per i miei gusti (ma se me lo regalassero non rifiuterei eh, beninteso… 🙂 ) in effetti non mi convince in toto, certo Camilla ha la chioma giusta per portarla…Catherine verrebbe letteralmente sommersa, le scivolerebbe sul volto a mo’ di elmo ahah! Per ora alla duchessa sta benissimo la Halo (che tutti chiamavano Scroll prima, ma vabbé) Tiara, purché la rimetta ogni tanto o no? è già passato un anno…! Tornando alla Durbar, sicuramente era un gioiello adatto alla Regina Mary, al suo stile ricco, ma mai sovraccarico (a quello ci aveva già pensato Queen Alexandra, e meno male che era alta e bella e quindi compensava l’effetto “albero di Natale”)!!

  5. Isabella ha detto:

    Ah un piccolo post-scriptum:
    @elettra, ladyf in effetti il rifacimento dei rubini danesi è l’esempio ultimo di questo continuo adattamento dei gioielli reali alle varie principesse…nel caso specifico, Mary ha detto che la tiara nella sua forma a cerchietto le era troppo grande, e così la doveva portare molto bassa ed arretrata…diciamo che a me l’effetto a ramo non dispiaceva, rendeva il gioiello particolare; ora la tiara è un po’ più banale! però anche la Regina Ingrid la modificò, rendendo l’esile bandeau della Regina Alexandrine un vero e proprio diadema; e poi, cosa più importante, Mary ha ricevuto il pieno appoggio della Regina Margrethe…è quello che ho capito dallo splendido documentario danese sui gioielli reali, una meraviglia! siete riusciti a vederlo? (Marina se ti sembra troppo OT non pubblicarlo 🙂 ) Isabella

  6. Lady Vivian ha detto:

    @ per Marina

    Da notare come stavano bene a Mary di Teck le collane di perle e i collier a fior di collo.
    Io lei l’ho vista in altre foto, e devo dire che amava molto il collier multi strati.
    In effetti a lei stavano davvero bene, proprio perche’ la comformazione fisica del collo e delle spalle era perfetta, o meglio, si presta bene a quel genere di gioielli.

    Penso, che molti gioielli rispecchiano un’epoca,
    e dunque non vanno giudicati con il metro di oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi