Nozze reali: 21 ottobre 1911, Carlo e Zita d’Asburgo

ZitaCarlo2

La mattina del 21 ottobre 1911 l’imperatore Francesco Giuseppe lascia Vienna a bordo del suo treno personale. Deve arrivare al castello di Schwarzau dove si svolgerà un evento finalmente felice dopo anni di lutti e tragedie d’ogni genere. L’arciduca Carlo, erede in seconda del vecchio Kaiser si sposa e questa volta non c’è nessuna crisi dinastica all’orizzonte, la futura moglie del pronipote di Francesco Giuseppe è una principessa reale comme il faut. Il Kaiser infatti respira di sollievo quando viene a sapere che il timido, ma brillante ed intelligente, pronipote sta facendo una corte discreta ed intensa alla figlia dell’ultimo duca regnante di Parma. La giovanissima e bella Zita viene da una famiglia che l’Unità italiana ha lasciato senza trono, ma i suoi antenati sono ancora o sono stati sovrani di mezza Europa a partire da Luigi XIV e passando per gli stessi Asburgo. Questa volta la parità di rango è perfettamente rispettata e gli Asburgo possono accogliere a braccia aperte la fidanzata, dimenticando l’affronto del matrimonio morganatico di Francesco Ferdinando, l’erede al trono (dopo la drammatica morte dell’arciduca Rodolfo nel 1889) che impone ad uno zio furibondo ed ad una famiglia orripilata la donna di sua scelta, una semplice contessa boema.

NozzeZita

Insomma in questa limpida mattina di autunno Francesco Giuseppe arriva a Schwarzau, la residenza austriaca dei Borbone-Parma, davvero di ottimo umore ed è accolto da una folla festante e da una miriade di principi, tutti parenti stretti degli sposi. Ci sono ovviamente gli Asburgo (anche perché una delle zie della sposa e la “nonnastra” dello sposo e ha giocato un ruolo non da poco nella conclusione del fidanzamento) e i Borbone-Parma (una folla, il defunto duca di Parma ha avuto da due mogli 24 figli dei quali una ventina ancora in vita), ma anche i Braganza, i Borboni di Spagna e di Sicilia, gli Orléans, i Coburgo, i Sassonia, i Wurtemberg, i Wittelsbach e i rami Asburgo di Modena e Toscana, il tutto in un tripudio di divise militari, decorazioni, abiti di seta e diademi.

Nozze3

Zita indossa un abito di satin avorio, intessuto con fili d’argento e con uno strascico sul quale sono ricamati i gigli dei Borboni. Fra i capelli neri la principessa diciannovenne porta un diadema di brillanti dono dell’Imperatore che, appena arrivato, la saluta molto affettuosamente baciandola sulla guance. La Messa, celebrata nella piccola cappella del castello, inizia alle 12, gli sposi sono molto emozionati. Entrambi ferventi cattolici, si tratta di un momento particolarmente inteso in cui l’amore si fonde con la dimensione spirituale dell’unione. All’interno delle fedi nuziali l’arciduca ha fatto incidere Karl von Osterreich – Zita von Bourbon Parma sub tuum presidium confugimus sancta Dei genitrix. Francesco Giuseppe si asciuga più volte gli occhi, questo matrimonio rappresenta la perennità della casa d’Austria, della sua dinastia. Alla fine del pranzo Francesco Giuseppe prende la parola per un brindisi “questo matrimonio che ci rallegra tutti e per il quale ci siamo riuniti mi procura una grande gioia e mi riempie di soddisfazione”.

ZitaCarlo

In effetti l’Imperatore aveva messo gli occhi sulla principessa Margaretha di Danimarca (cattolica perché figlia di Marie d’Orléans che sposerà, guarda caso, uno dei fratelli di Zita, René) ma va bene ugualmente, la nuova arciduchessa è perfetta sotto tutti i punti di vista e il Kaiser in persona dirige persino le manovre per la foto di gruppo sul terrazzo del castello e si concede sorridente alla macchina da presa (cliccate qui per un video imperdibile ed emozionante).

Carlo e Zita lasciano la festa subito dopo la partenza del Kaiser per cominciare la loro luna di miele nella villa di Wartholz dove il 20 novembre 1912 nasce il loro primogenito Otto. Inizia così una unione breve, ma molto felice ed intensa, fra due persone che si amano, si completano e si comprendono profondamente.

Caduto l’impero, perduta ogni speranza di restaurazione anche nella sola Ungheria, morto Carlo nel triste esilio di Madera, Zita ne conserverà per sempre la memoria.

Ma chi è in effetti Zita e come si è formata questa coppia che vivrà gli ultimi tragici giorni dell’impero asburgico?

 I – segue 

Condividi su:Share on Facebook131Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

97 Commenti

  1. laura ha detto:

    Lo metto qui perché la signora è per matrimonio una Aciduchessa. Qualche giorno fa si sono viste delle foto della regina Elisabetta mentre usciva per una cena fuori dal palazzo occasione piuttosto rara, per il compleanno di una amica. Quanta amica è l’arciduchessa Helena di Austria, figlia di Elisabetta di Grecia e quindi cugina dei Kent, che compiva 80 anni.
    Qui si parla di Helena e delle sue innumerevoli connessioni reali in occasione dei suoi 75 anni.

    http://erhj.blogspot.it/2012/05/happy-birthday-archduchess-helen.html

  2. luka ha detto:

    https://i.pinimg.com/736x/7a/60/28/7a60282cd141fe51b02bc1b06d5b574f–larissa-lovely-dresses.jpg

    Le sorelle Eleonora e Gloria d’Asburgo Lorena, figlie dell’arciduca Karl e di Fancesca von Thyssen: finalmente la bellezza classica , semplice e raffinata e’ approdata negli Asburgo.
    Nonostante i presupposti di una mamma apparentemente ingombrante le due ragazze non “appaiono” mediaticamente in situazioni o contesti inutili o da starlette…..

  3. Luka ha detto:

    http://www.noblesseetroyautes.com/une-petite-fille-pour-marie-astrid-et-carl-christian-de-habsbourg-lorraine/

    Un tempo anche i ricchi piangevano, stavolta anche i royal “peccano”: la giovane Gabriella d’Asburgo Lorena e il compagno Eric dei Borboni di Parma sono diventati genitori della piccola Vittoria.

    Oltre che royal i due neo genitori sono abbastanza parenti tra loro, inoltre Eric e’ figlio di due cugini primi e Gabriella figlia di due secondi cugini.
    Lussemburgo, Ligne, Asburgo, Parma, Broglie e Belgio tra i parenti piu stetti…..attendiamo nozze con battesimo annesso veramente ROYAL???

  4. Cristina Palliola ha detto:

    @Luka…..I royals oramai si avvicinano sempre più ai comuni mortali. Ora moltissime coppie conviventi ma non sposate, hanno figli riconosciuti da entrambe i genitori senza essere sposate. Parte di queste poi celebrano nozze e battesimo , tutto nella stessa cerimonia, altre invece attendono addirittura il secondo figlio e che i piccoli abbiano l’età per fare da paggetti e damigelle e portare le fedi dei genitori. Il matrimonio viene visto, alla fine, per quello che: è un contratto! e sono passate di moda le nozze riparatrici. Tutto sommato, ti dirò che, appartenendo a un’altra generazione, quella in cui non si facevano vacanze prematrimoniali e che tutto era fatto di nascosto, preferisco questo modo più disinvolto di organizzarsi la propria vita, senza trovarsi poi in situazioni avvilenti e infelici. Di un marito/moglie o di un compagno/a ci si può disamorare, l’unica cosa è ricordarsi sempre dei figli e che sono un po’ come i diamanti: un figlio è per sempre! e hanno sempre diritto all’amore di tutti e due i genitori. Chissà se questi due principi che escono da due famiglie cattolicissime, per giunta, si sposeranno, ma alla fine sono due ragazzi moderni e da tali si comportano…per noi che abbiamo anche voglia di cose belle e che ci piace molto tutto l’alone che circonda queste famiglia è solo un’altra favola che finisce, ahimè!

    • nicole ha detto:

      Zvon è suono , mir pace. A me non sembra impronunciabile.. ma avevo nonna croata di padre e ungherese per madre , quindi.. esiste anche il femminile .

  5. Luka ha detto:

    Borbone Parma e Asburgo Lorena hanno intrecciato i loro destini matrimoniali relativamente in poche occasioni: nel 1760 col matrimonio – gia’ raccontato da @Marina in due post – tra Isabella e Giuseppe II, nove anni dopo col matrimonio – burrascoso – tra il duca Ferdinando e l’arciduchessa Maria Amalia per poi giungere fino al 1911 con le riuscitissime nozze tra Zita e Carlo.
    Nel 1903 Elia di Borbone Parma sposo’ Maria Anna d’Asburgo Teschen (una delle numerosi figlie di Isabella de Croy) e nel 1868 la principessa Alice divenne granduchessa titolare di Toscana (come moglie del granduca Ferdinando IV)…….e non continuiamo nei numerosi legami tra Asburgo Lona e i diversi Borbone (come Napoli e Spagna) .

    https://i.pinimg.com/originals/b2/9e/a0/b29ea0bf8689d2d7ad225b97c5339413.jpg

    Una bella foto della famiglia Asburgo – sicuramente manca un genero e probabilmete una nuora (o figlia) – con una sorridente Zita alla festa prematrimoniale del figlio Roberto con Margherita di Savoia Aosta nel 1953.

  6. Luka ha detto:

    Probabilmente un post sulla beatificazione dell’imperatore Carlo I ci dovrebbe essere, o così credo di ricordare, ma non riesco a trovarlo.

    Comunque nei giorni scorsi un pronipote di Carlo e Zita, per l’esatezza il trentaseienne arciduca Johannes (figlio di Rodolfo – figlio a sua volta di Carlo Luigi e Yolanda de Ligne – e di Elena di Villenfagne) ha preso i voti definitivi.
    Da quello che ho letto di questa numerosa famiglia, Johannes ha due sorelle e cinque fratelli, il fratello Thomas e’ in seminario e la sorella Maria dovrebbe aver già preso i voti .
    Quest’ anno in compenso dovrebbe sposarsi anche un altro fratello, Franz Ludwing mentre il maggiore Carlo Cristiano e’ già padre di quattro bambine.

    Una foto di qualche anno fa….forse anche la fede e’ geneticamente trasmettibile? 🙂

    https://goo.gl/images/i6JLbL

  7. Maria ha detto:

    Luka che dirti se non grazie di tutte queste notizie e foto che ci dai !

  8. Luka ha detto:

    Nei giorni scorsi Noblesse & Royautes ha riproposto la visita del principe Michele di Ligne, capo della famiglia, insieme a moglie (Eleonora d’Orleans Braganza), al figlio e ad una trentina di cugini e nipoti al giardino dei giusti di Gerusalemme per ricordare l’onorificenza del 1975 nei quali i suoi nonni Eugenio di Ligne e Philippine di Noailles sono stati ufficialmente nominati “giusti nel mondo” : durante l seconda guerra mondiale hanno ospitato nella loro tenuta centinaia di bambini orfani o bisognosi di cure e tramite certificati di battesimo falsi hanno nascosto circa 150 bambini ebrei altrimenti destinati ai campi di concentramento , quindi ai forni crematori.

    http://db.yadvashem.org/righteous/family.html?language=en&itemId=4042715

    Purtroppo il principe Eugenio morirà nel 1960 prima di essere ufficialmente riconosciuto come Giusto ma probabilmente non era quello che il principe si aspettava; sua figlia Yolanda disse che suo padre era solito rispondere che “ha fatto quello che doveva fare”. Nulla di più.
    Yolanda aggiungeva che i suoi genitori hanno semplicemente ascoltato la loro coscienza.

    Yolanda, sposata all’arciduca Carlo Ludovico, è la nonna della numerosa famiglia nominata del commento appena sopra dove diversi ragazzi hanno preso voti ecclesiastici: quindi nel sangue non hanno solo il sangue del Beato Carlo ma anche dei Giusti tra le nazioni, a Eugenio e Philippine.

  9. Luka ha detto:

    Vabbè, nessuno ci obbliga ma non fare gli auguri “fa brutto”, quindi auguro a tutti i lettori, ai commentatori ed alla padrona di casa @ Marina buone feste con la foto di questi due giovani innamorati che hanno, sembra, ufficializzato il fidanzamento :
    Eleonora d’Asburgo, ventiquattrenne primogenita di Carlo e Francesca von Thyssen e il pilota di auto italo belga Jerome d’Ambrosio.

    Lui dovrebbe essere già sposato e divorziato ma a Natale siamo tutti più buoni. 🙂

    https://goo.gl/images/Nimr33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi