BRITAIN-ROYALS/WEDDINGDRESSSe per caso vi capitasse di passare per Londra entro il 3 ottobre, potete fare un salto a Buckingham Palace (che in questo periodo, come noto, in assenza della regina Elisabetta II apre le sue porte ai turisti) per ammirare dal vivo l’abito da sposa di Kate. Insomma il royal wedding continua a far parlare di sé e il sito ufficiale delle “royal collection” è stato preso d’assalto per la prenotazione dei biglietti. In mostra ci sono, oltre al vestito realizzato da Sarah Burton per Alexander McQueen, anche il velo, le scarpe, una riproduzione bouquet, la tiara, gli orecchini indossati dalla sposa e la torta multipiano chiusa in una teca di cristallo.

BRITAIN-ROYALS/WEDDINGDRESS

Tiara

Eccola qua in primo piano la “Halo Tiara” indossata da Kate il giorno delle sue nozze.  Il gioiello è stato creato da Cartier nel 1936 e acquistato dal duca di York per la moglie Elizabeth, poche settimane prima dell’abdicazione di Edoardo VIII. La tiara, portata dalla duchessa di York una sola volta prima di diventare regina accanto a Giorgio VI, è formata da una fila di 16 onde digradanti composte da 739 brillanti e 149 baguette di diamanti. La Halo, regalata alla principessa Elisabetta, l’attuale regina, per i suoi diciotto anni, è un prestito della sovrana alla sposa.

Orecchini

Scarpe

64510311

La regina Elisabetta II e la duchessa di Cambridge hanno visitato la mostra venerdì pomeriggio

BRITAIN-ROYALS/WEDDINGDRESS

BRITAIN/

Altre immagini qua

Cakke2

Cake

Torta5 (1)

Il mistero della torta (vera o finta?) svelato nei commenti…

BRITAIN-ROYALS/WEDDINGDRESS

… e fate attenzione a questo particolare

BRITAIN-ROYALS/WEDDINGDRESS

La mostra dedicata al royal wedding del 29 aprile 2011 ha anche un mini sito. Con lo stesso biglietto si possono visitare gli appartamenti di Stato e anche l’esposizione estiva sulla collezione Fabergé di proprietà della regina. Qua invece c’è un brevissimo video (che mostra, fra l’altro quanto The Queen sia in gambissima nonostante gli 85 compiuti e come Kate sia davvero magra, troppo magra).

Ma non è finita qui, perché se per le vostre vacanze, invece della piovosa Inghilterra, aveste scelto il soleggiato sud della Francia, nessun problema è pronta anche lì una mostra dedicata al recentissimo matrimonio principesco. Al museo Oceanografico di Montecarlo, sono esposti gli abiti degli sposi, i gioielli della nuova principessa di Monaco e la famosa Lexsus ibrida con la quale la neo coppia ha fatto il suo primo tour dopo le nozze, in un allestimento curato dal giornalista ed esperto di royal Stéphane Bern.

T6-2302

Il principe e la principessa di Monaco in visita all’esposizione

Copyright foto Hola.com, Daylife

PS visto che è scattata la seconda pagina dei commenti e le annotazioni storico-culinario-letterarie di Alessandra Gennaro sulla “fruit cake” potrebbero passare inosservate le incollo tutte insieme qua sotto.

La torta in esposizione è vera in parte. L’esercito di pasticceri di Fiona Cairs ha provveduto a rimpiazzare gli ultimi tre strati: agli ospiti è stato servito il terzultimo, mentre gli altri due strati sono stati messi da parte, come da tradizione. Ricordo che in “Dopo le Esequie”, Agatha Christie fa di una fetta di fruit cake una goduriosissima arma del delitto, a conferma di come sia un’usanza antica e consolidata- e quindi al di sopra di ogni sospetto- quella di regalare ad amici e parenti che non hanno partecipato al ricevimento un pezzetto di torta nuziale. Per finire, sulla base della Wedding Cake si può vedere il segno impresso dal coltello con cui gli sposi hanno finto di tagliare la torta: nessuna crepa, quindi, ma solo l’ennesima prova che della torta vera- e non di una imitazione- si tratta. E posso spezzare una lancia a favore della fruit cake, che è una delle migliori torte con la frutta secca che io abbia mai mangiato? E’ la rielaborazione di un dolce antichissimo, diffuso in tutta Europa, di cui rimangono ampie tracce anche nella nostra gastronomia, basti pensare al panforte di siena o al panettone genovese. Per dirla con Charles Dickens, “a fruit cake is a geological homemade cake”. I testi più affidabili fanno risalire l’introduzione di questo dolce in Gran Bretagna al XVI secolo, ma la tradizione rimanda dritta dritta alle cucine dell’antica Roma e forse anche dell’antica Grecia, vista la presenza di ingredienti che costituiscono la spina dorsale della pasticceria, dagli albori della cucina ai giorni nostri: miele e frutta secca,a cui i traffici mercantili del medoievo aggiunsero le spezie. La spia dell’antichità è proprio nella lunga conservazione, non solo per quanto riguarda i singoli ingredienti, ma anche la loro combinazione: sono dolci che non solo dovevano conservarsi a lungo senza ammuffire o seccare, ma che dal riposo addirittura guadagnano. La tradizione vuole che sia un dolce riservato alle festività perchè fino alla fine del XVIII secolo in Inghilterra vigevano leggi piuttosto severe sulla produzione dei dolci e quelli con la frutta erano riservati solo al Natale, alla Pasqua, ai matrimoni e ai funerali (i banchetti funebri sono un’altra usanza molto radicata, in Gran Bretagna). Ai tempi della regina Vittoria, invece, queste torte furoreggiavano, tanto che si racconta che la stessa regina, per dar prova di moderazione al suo popolo, impiegò un anno intero per mangiare la torta del suo compleanno. I maligni dicono che in realtà era solo un ” reale disgusto” per un dolce che non le piaceva, ma l’aneddoto dimostra che questi dolci hanno una straordinaria capacità di reggere al passare del tempo.In più, si dice che se le ragazze da marito dormiranno con un pezzetto di una fruit cake nuziale sotto il cuscino, sogneranno l’uomo che poi le porterà all’altare. Scusate la lunghezza, ma l’argomento mi appassiona. La torta si mangia, anche gli invitati all’ultimo royal wedding lo hanno fatto (il famoso terz’ultimo anello): è che non la si mangia tutta, ma se ne conserva una parte da distribuire alle amiche “single” o a chi non è stato presente alla cerimonia. E poi c’è anche l’usanza di conservarne un po’ per ricordo, come dice Laura. In più, non si usa farne porzioni particolarmente impegnative, visto che è un dolce molto ricco: per darvene un’idea, potrebbe essere paragonato a quei plum cake di una volta, pieni di frutta e con le ciliegine candite, che andavano di moda quando io ero piccola (ora ho 45 anni) e che venivano venduti confezionati. Non avevano nulla a che vedere con la leggerezza di quelli che ci sono oggi in commercio ed anche se al confronto con il fruit cake erano più leggeri, sono quanto di più vicino a questo dolce mi possa venire in mente, su due piedi.
Per analogia, anche a Genova, anticamente, c’era l’usanza di non mangiare tutto il pandolce di Natale (che è di nuovo una torta a base di frutta secca, anche se lievitata). Noi, però, da buoni Genovesi, avevamo degli interessi meno altruistici. Il pezzo che si metteva da parte si doveva mangiare il giorno di San Biagio, il 3 febbraio, come antidoto contro i malanni della gola, di cui il santo è protettore (della gola, non dei malanni. Il che lascia presumere che a distanza di oltre un mese dovesse essere ancora più buono, se gli veniva conferito questo potere!

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

136 Commenti

  1. Dora ha detto:

    @ marina
    sì, con una notevole spintarella da parte della famiglia…
    penso che D. fosse troppo giovane per capire fino in fondo a cosa andasse incontro, cosa che non sembra valere per kate e questo suo “distacco ducale-principesco” sembra percepito come un segreto da nascondere. kate non si sbottona, non fa “cosacce kitsch”, non fa dichiarazioni a sproposito…
    e quelli che la volevano una commoner gaffeur non hanno minimamente capito con chi hanno a che fare…

  2. marina ha detto:

    @ Dora sono d’accordissimo con te

  3. paola ha detto:

    @Lady Vivian, ai tempi dei tempi i giornali scandalistici avevano “paventato” anche un matrimonio tra il principe Carlo d’Inghilterra e Carolina di Monaco, ma lei, oltre ad essere cattolica, all’epoca evidentemente era attratta da uomini molto mooolto diversi da lui 😀

    M. Paola

  4. Lady Vivian ha detto:

    “Ragione e Sentimento,” come direbbe Jane Austen ( un po’ pesantuccio come romanzo, ma sempre un bel classico).

    La ragione e il sentimento molte volte, si nutrono di risorse diverse e parallele.
    Imparare a conciliare la ragione con il sentimento, per diventare donne piu’ stabili, piu’ sicure, proiettandosi sul futuro per divenire regina a tutti gli effetti.
    La principessa Diana era un’anima ingenuamente romantica e sensibile, penso che nel cuore suo non desiderasse divenire regina.
    Io la ricordero’ per i suoi gesti, questa dolcezza infinita che sprigionava, Diana poi possedeva il dono dell’incanto, questo dono e’ tipico delle persone nobili, sopratutto principesse e regine, e cioè la capacita’ di attirare attezione con la propria presenza ovunque si recasse.
    ( quando entrava in un salone era impossibile non osservarla, come del resto anche Elisabetta II e alcune principesse ).
    Diana aveva il dono della compassione, si prodigava per le persone piu’ sfortunate o emarginate, è stata la prima principessa al mondo ad abbracciare un gay malato terminale di AIDS.
    Proprio per un’insieme di cose e’ meglio o piu’ addicevole ricordarla come la piu’ grande principessa di ogni tempo, ma non solo, molto probbabilmente e’ stata anche la donna piu’ famosa del mondo.

    Il diritto al trono d’Inghilterra a volte assume degli aspetti vaghi, forse per me incomprensibili, ci sono dei punti che non mi sono chiari e a me, mia nonna,madre di mio padre, mi ha sempre impartito lezioni in modo diverso:
    Per esempio,
    La Duchessa di Cornovaglia, Camilla Rosemary conosciuta come Parker Bowles, consorte e moglie di Carlo Principe del Galles , in successione aspira ad divenire Regina consorte d’Inghilterra, ma lei e’ una donna che è gia’ stata sposata, per lo piu’ divorziata, con figli di provenienza da un ‘altro uomo, ( i suoi figli sono, Tom e Laura Parker Bowles) e questo io credo che non sia regolare.
    Almeno che, la Regina non cambi alcune leggi monarchiche?

    Viviana

  5. jacopoamedeo moretti ha detto:

    buongiorno ragazze
    concordo con voi….sulle due:-))

    penso che kate i segreti li svelerà al momento giusto ma saranno sagreti di pulcinella…. verrà fuori una splendida donna capace e decisa e penso…penso io….. padrona di se stessa e del suo ruolo scelto consapevolmente dopo un apprendistato…che non ha modificato molto il suo carattere ma confermato le sue specifiche qualità…. e la regina credo ne sia più che consapevole e felice…come pure carlo…che difettucci a parte,.non credo si a un cretino!!!

    chiedo scusa se ultimamente sono un po latitante…. periodo un po pieno di eventi in preparazione:-))

    vvb:-)
    j

  6. Lady Vivian ha detto:

    Se mi e’ concesso desidero fare una piccola annotazione:

    Vi riporto qualcosa di interessante, tratto dalle mie biografie di Diana, cosa che i giornali non hanno riportato, anzi hanno spesso distorto.

    Nel tragico incidente dove la principessa di Galles perse la vita, non e’ affatto vero che non fu’ soccorsa adeguatamente.

    Quando arrivo’ la prima ambulanza i medici francesi sapevano benissimo che si trattava della principessa di Galles e di Dodi, e straordinarialmente su quella ambulanza c’erano 2 medici chirurgici specializzati.
    I medici riscontrarono immeditamente che Dodi era morto sul colpo, Diana rantolava, ma era ancora viva.

    Diana riportava numerose fratture con arti spezzati, grossi tagli e ferite gravissime sulle gambe e sul ventre,
    i dottori notarono, prima di intubarla, che Diana perdeva sangue dalla bocca, dovuta alla gravissima ferita interna con lo strappo della vena polmonare che ne aveva provoca una forte emoragia interna.
    A questo punto i medici francesi decidono di incominciare a operarla immediatamente in ambulanza, e disperatamente con i mezzi a disposizione la incidono nella parte polmonare tentando di bloccare l’emoragia e deviarla, con alcune sostanze andrenaliniche riescono addirittura ad animarla fino all’ospedale dove subira’ il vero intervento in sala operatoria durato diverse ore.

    Dopo estremi e disperati tentativi la principessa di Galles viene dichiarata clinicamente morta alle 04:05 del 31 agosto 1997, i medici francesi provarono l’impossibile, ma troppe emoragie interne, troppo sangue perso.

    Da notare che Diana aveva un fisico sano e in forma.

    Si’, la velocita’ dell’auto ha contribuito a creare piu’ danno, e’ acertato che viaggiasse a oltre 150km, di coseguenza lo schianto contro il palo e’ stato ulteriormente amplificato.

  7. Dora ha detto:

    @ Lady vivian
    infatti Camilla non diventerà regina ma principessa consorte o semplicemente duchessa di cornovaglia

  8. Sisige ha detto:

    Come fa la nostra Vittoria ad andare in giro con certi tacchi???
    http://princessesblog76.blogspot.com/
    @Lady Vivian: tutto corretto. Stranamente i soccorsi per Diana furono molto carenti. Il suo ‘vero’ultimo amore, Hasnat Kahn (chirurgo cardiologo/vascolare) si disperò perchè secondo lui era salvabile se solo lui fosse stato vicino a Parigi, in realtà lui l’aveva lalsciata da poco e lei era diventata una specie di ‘scheggia impazzita”
    @Dora: ultimamente sembra che a livello di legge, qualcuno abbia scritto che nel momento in cui Carlo diventerà re, automaticamente Camilla sarà regina. Non è sostenibile che lei rimanga semplicemente principessa o duchessa. Mi sa però che ne rimane ancora del tempo…Carlo salirà al trono moooolto vecchio se sua madre seguirà le orme della nonna morta a 101 anni!

  9. Dora ha detto:

    @ sisige
    sarebbe il colmo se morisse prima carlo di elisabetta… O,o
    e gli stivaletti alla caviglia di victoria sono pure orrendi!!!!!!!!!!!

  10. Lady Vivian ha detto:

    Ciao Sisige, Diana era conciata veramente male dopo l’incidente,
    in realta’ la cartella di quello che Diana ha subito a livello chirurgico e medico non e’ mai stata pubblicata, per motivi di riservatezza della casa reale.
    Come del resto non si sa’ che tipo di mummificazione abbia subito il corpo ( quasi completamente schiacciato) di Diana.

    Io mi ricordo come fosse oggi il suo tragico incidente e la sua violenta morte, ricordo i miei pianti, le mie lacrime,i lamenti e le urla straziate delle persone quando il carro con la salma di Diana le passava davanti, ricordo le lacrime delle persone di tutto il mondo, dove lo spirito umano e il sentimento si fece sentire come non mai…
    Sono spiacente, per me non e’ stato un’inciente, non l’ho mai acettata questa idea e mai l’accettero’.
    Ed e’ per questo che la spirito di Diana vaga ancora, non trova pace nemmeno nella sua tomba.

    A tutte le persone che hanno voluto bene a Diana dico,
    di non piangere, di far tornare sulle labbra un po’ di sorriso, un sorriso che deve prendere il posto delle lacrime, ci puo’ dare un po’ di consolazione aver conosciuto una bellissima donna e un grande spirito,
    Grazie Diana del tuo immenso amore.
    Non c’e’ cosa piu’ grande di questa,
    dare la propria vita per gli altri,
    grazie Diana!

    …donna
    non piangere, ecco tuo figlio!

    Padre…
    nelle tue mani rimetto il mio spirito…

  11. Dora ha detto:

    e secondo me kate e pippa si scambiano gli abiti: basta confrontare due post, uno su my royals in cui c’è kate a un matrimonio con un abito di pizzo color fragola/fucsia e lo stesso abito ce l’ha pippa in un post de la corte reale (sul suo stile che, a mio avviso, gli’è di molto scopiazzato in peggio dalla sorella maggiore) sotto un cappotto blu…
    scusate ma non ho la più pallida idea di come mettere i link! 🙁

  12. marina ha detto:

    @ Dora ho visto le foto, però non mi sembra lo stesso vestito anche se immagino che le due si scambino gli abiti. In passato ho visto scambi fra le figlie di Sofia e la stessa Sofia, le sorelle del Granduca di Lussemburgo, insomma un po’ tutte. In fondo chi non vorrebbe avere un’amica/sorella/cugina con un guardaroba in cui pescare? Venerdì devo andare ad una cena, ho bisogno di un paio di scarpe nere con il tacco c’è qualcuno che me le può prestare?
    Però è vero, il cappottino blu di Pippa non era granché

  13. Dora ha detto:

    a casa mia è impossibile che succedauna cosa del genere io, mia madre e mia sorella abbiamo tutte misure abbastanza diverse (e in ogni caso forse loro si possono scambiare qualche cosa, con me di sicuro no!)

  14. Sisige ha detto:

    Vogliamo riparlare di Kate?
    Dal DAILY MAIL un articolo fresco fresco per voi tutti.
    COME LA SIGNORA MIDDLETON SI E’ FATTA AMARE DALLA REGINA
    Di primo acchito non hanno nulla in comune. Una è nata in una vita di privilegi inimmaginabili, la figlia viziata di una famiglia legata alla nobiltà scozzese abituata ad una vita agiata. L’altra proviene da una famiglia di minatore di Durham, di falegnami e commercianti la cui famiglia si è tirata fuori dalla miseria con il duro lavoro.
    Poi se si guarda da vicino, ci sono somiglianze sorprendenti tra la Regina Madre e la nuova parente reale, Carole Middleton. Oltre a ciò in alcuni circoli reali hanno soprannominato la signora Middleton ‘’la caramella d’acciaio’’ . Questa definizione fu coniata con originalità dal fotografo e frequentatore reale Cecil Beaton per definire ciò che credeva essere la caratteristica più notevole della Regina Madre – che egli descriveva come ‘’una caramella fatta su una macchina saldatrice’’.
    Come la Regina Madre i modi patinati di Carole mascherano una inflessibile durezza – uno dei suoi fornitori d’affari la descrive come ‘’piacevole, ma una assoluta rompi….’’
    Mentre lei non si paragonerebbe mai (beh quasi mai) ad un membro della Famiglia Reale, è noto che Carole sia una sfegatata ammiratrice dell’ultima matriarca reale e per questo ha adottato velocemente l’abituale mantra della Regina Madre ‘’mai lamentarsi e mai spiegare’’.
    E’ un approccio che le è servito bene. Molto, molto bene. Nei sei mesi nei quali la loro figlia maggiore si è sposata nell’ambito della prima famiglia del Paese, i Middleton sono stati accolti a braccia aperte dalla regina.
    Il calore ed il genuino entusiasmo che la monarca ha mostrato verso Carole e suo marito Michael, hanno sorpreso anche i cortigiani più stagionati. Il principe William ha parlato a lungo con la regina circa il suo desiderio di proteggere la famiglia di Kate. La regina ha fatto sapere che pensa che la famiglia si sia comportata ‘impeccabilmente’ sin dalla notizia del fidanzamento ed ha dimostrato la sua approvazione invitandoli ad un certo numero di occasioni ‘intime’.
    Queste includono un pranzo ‘’per fare conoscenza’’ al castello di Windsor prima del matrimonio di Aprile così come un party durante la settimana del Royal Ascot. La presenza della coppia nella processione delle carrozze nel ‘Giorno delle Signore’’ ha proprio sottolineato la loro posizione
    ‘Alla regina piacciono molto’ ha spiegato un cortigiano. ‘La sua decisione di invitarli alla Royal Ascot è stato un gesto personale, una idea tutta sua. Mostra il livello con il quale ha dato loro il benvenuto nella sua famiglia’
    Negli anni passati, quando una donna si sposava nell’ambito della Famiglia Reale era considerata parte dell’ ‘’Azienda’’ ed i suoi parenti erano emarginati, spesso regalando rensazioni di isolamento provati dalle spose reali come Diana e la duchessa di York.
    Ma William, che è particolarmente vicino a sua nonna, le ha parlato circa il suo desiderio di proteggere la famiglia di Kate. Mentre la regina è comunque sostenitrice del protocollo, ne ha ammorbidito le modalità per assicurare ai Middleton di potersi sentire a loro agio nei circoli reali; dunque sono stati accolti con garbo. I membri degli staff reali (Buckingham Palace e Clarence House, la base londinese del principe Carlo) li hanno guidati dal principio. Charles e Camilla hanno incontrato I Middleton diverse volte ed il principe ha reso disponibile il suo staff più ricco di esperienza per aiutare la famiglia in tutti I modi
    ‘Mentre gli staff reali sembrano non essere coinvolti pubblicamente con I Middleton, in realtà lavorano per il principe William essendo felici di dare consigli ed incoraggiamenti’ sostiene una fonte reale
    ‘La sensazione nell’ambito della casa reale è che essi abbiano doti di riservatezza ed hanno reso pan per focaccia alle varie frecciate ricevute’’.
    I genitori di Kate hanno discusso diversi problemi spinosi con l’ufficio privato del principe: la Party Pieces, la società che è stata fondata sul tavolo della loro cucina e che si è trasformata in una realtà nazionale leader di mercato, è stata ripetutamente criticata di ‘’fare cassa’’ con la posizione di Kate, vendendo merce sul tema dei reali.
    La signora Middleton ha decisamente negato ciò. Sostiene anzi l’opposto, dicendo che mentre i loro concorrenti ‘hanno fatto una strage’ con le vendite di articoli legali al Matrimonio Reale fino alla cerimonia di Aprile, lei e suo marito hanno limitato la loro produzione con questo tema.
    Definisce una ‘aberrazione’ la decisione di svilire la bandiera Britannica mostrandola sul ‘’gratta e vinci’’, sulla cima delle torte e sui cappellini di plastica decorati con la Union Flag, durante il periodo delle nozze. ‘Noi comunque gestiamo un business e non una beneficienza’, ha recentemente confidato ad un’amica.
    ‘Certamente non vogliamo fare nulla che metta in imbarazzo Catherine, ma mi sento come se fossimo intrappolati tra una roccia e un muro’’…Il nostro business è nato molto tempo prima del nostro legame con la famiglia reale’.
    Un altro cortigiano aggiunge:’I Middleton sono gente molto pragmatica, ma Carole ha vinto la partita con lo staff del principe visto che anche loro hanno degli obblighi verso I loro impiegati’. Dunque mentre desiderano assicurare che gli interessi dei loro affari non imbarazzino la loro figlia, il loro staff – che si aggira a circa 30 persone – viene prima di tutto.
    La difficoltà per Carole e Michael viene dal fatto che mentre la loro famiglia può non essere cambiata molto – a parte il fatto di una aggiunta in famiglia e di regolari flussi di consigli ad alto livello da consulenti specializzati in sicurezza – il mondo fuori è molto, molto diverso.
    L’interesse pubblico verso la loro figlia minore, la 27enne Pippa, che quasi ha rubato la scena durante il matrimonio per le curve del suo abito di damigella d’onore, ha sorpreso tutti. Ogni giorno sia l’ufficio di sua sorella presso palazzo St James che gli uffici di ‘Party Pieces’ sono inondati di richieste di presenza e di sostegno per la ragazza: da un ruolo da star nella serie americana ‘Ballando con le Stelle’ fino ad un’offerta ‘generosa’ di un privato ammiratore per rappresentare in bronzo il suo famoso ‘’didietro’’
    Tale è il culto per la celebrità di Pippa che oggi è seguita da dozzine di pararazzi che vendono le sue immagini sulle riviste americane, francesi ed italiane. La situazione è così preoccupante che recentemente Pippa ha parlato con un funzionario anziano di St James palace per discutere il modo per controllarla.
    Nonostante la sua recente celebrità Pippa – che vive ancora nell’appartamento di Chelsea da 900.000 euro che divideva con Kate e che i suoi genitori hanno acquistato in contanti – esce di casa circa alle 9.15 e (dopo un’ora di corsa lungo il Tamigi) si dirige verso il suo ufficio a South Kensington dove crea un blog interessante, chiamato Party Times, legato al sito internet dei suoi genitori.
    Spera comunque di iniziare il suo business, similmente alla leggendaria cugina della regina, lady Elizabeth Anson – e trascorre uno o due giorni alla settimana a studiare eventi alla Table Talk, in una tenuta presso la sabbiosa Stockwell.
    Secondo una gola profonda, Michael e Carole insistono affinchè viva una vita ‘ordinaria’. La sua storia con il giocatore di cricket trasformatosi in broker della City, Alex Loudon, si sta rafforzando e lei è una frequente visitatrice nella sua casa di Parson ad ovest di Londra. Gli amici sono sorpresi dall’intensità della relazione – ‘’è un po’troppo noioso, paragonato a Pippa, che è molto estroversa’’ – dice un amico. Ma altri sostengono che Pippa abbia avuto troppa visibilità e sia ‘’in carca di stabilità’’
    ‘’Non nega la possibilità che lei e Alex marcino lungo la navata della chiesa’’ dice un membro della sua cerchia.
    ‘Alex è motivato e di successo, come suo padre Michael, ed è molto gentile. Lei pensa che i due siano molto simili. Ha avuto a che fare con ragazzi molto divertenti ed eccitanti che non l’hanno mai condotta a nulla’
    E cosa dire del ‘dimenticato’ Middleton, il fratello James, che ha lasciato l’università (nella ben collegata socialmente parlando Edinburgo) e dopo un anno si è trovato a crearsi una carriera come un novello Sir Richard Branson?
    La sua Cake Kit Company non sembra ancora decollata. I prodotti della società dolciaria possono essere acquistati (udite udite) solo attraverso il sito Party Pieces ed i suoi uffici sono nello stesso edificio dell’impresa di famiglia nel Berkshire.
    I Middleton quest’anno hanno preso visione di una casa da 6 milioni di euro a Chippenham, Wiltshire che apparteneva a Camilla Parker Bowles nel periodo della storia d’amore con il principe Carlo, ma gli amici pensano che non sia probabile che acquistino una nuova e dispendiosa proprietà. Secondo un conoscente essi ci tengono a vivere una vita ‘normale’ nonostante la loro recente parentela.
    ‘Sono persone con un senso del privato profondo ed hanno fatto amicizie nei circoli vicino a loro, tra gli amici del Berkshire. E’ una vita molto discreta e non c’è volontà di cambiarla’ sostiene la fonte.
    ‘Michael and Carole non sono ansiosi di essere coinvolti in eventi reali. Questo è ciò che William ama di più di loro. E’ molto protettivo e vede Michael e Carole come dei genitori surrogati’.
    ‘Se e quando Catherine avrà il suo bambino sarà Middleton in tutto fuorchè nel nome. Saranno coinvolti in ogni aspetto della vita del bambino. Lei conta totalmente sui suoi genitori’
    Nonostante le assicurazioni che il lavoro è ‘’andato avanti come al solito’, Michael e Carole hanno dovuto darsi pizzicotti per accettare la realtà durante la notevole trasformazione delle loro vite subito dopo l’annuncio del fidanzamento di William e Kate lo scorso anno.

  15. Sisige ha detto:

    MANCAVA UNA RIGAAA
    Ancor oggi non possono credere di essere I suoceri di un future re.

  16. elettra ha detto:

    Certo tutti hanno i loro problemi, eh?!
    I Middleton stanno sperimentando gli effetti della celebrità…..
    Dover affrontare un nuovo trasloco? nella casa della suocerastra della figlia!speriamo venga loro incontro sul prezzo!
    E Pippa ? che vitaccia pure la sua! eppoi con tutti quei corteggiatori,ma innamorata di Alex ! quanti grattacapi, poveretti!
    Mi spiace per il fratello di Kate…… la sua attività non decolla!…con questa crisi!!!!!
    ..e la regina? pure lei una fonte di pensieri! li ha trovati simpatici e li vuole spesso vicino..
    UNa vita da inferno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi