E’ nato Amedeo, secondo figlio di Aimone e Olga di Savoia-Aosta

E’ nato Amedeo, secondo figlio di Aimone e Olga di Savoia-Aosta

 

battesimo1Fiocco azzurro in casa Savoia. Alle 11 di oggi, martedì 24 maggio, è nato il secondogenito del principe Aimone e della moglie Olga di Grecia. Il piccolo si chiama Amedeo come il nonno, quinto duca di Aosta il quale ovviamente ha fatto sapere di essere molto felice. Aimone e Olga, che portano il titolo di duchi di Puglia, hanno anche un altro maschietto di due anni, Umberto. “Il neonato – si legge nel comunicato ufficiale – è destinato a migliori fortune, essendo nato nel fatidico giorno 24 maggio, data che nel 1915 segnò l’inizio del coronamento dell’Unità nazionale”.

Aosta

Una delle prime foto del piccolo Umberto, fratello maggiore di Amedeo, insieme al papà Aimone e al nonno duca d’Aosta. copyright www.crocereale.it. Nella prima immagine il piccolo Umberto è con i genitori il giorno del battesimo celebrato in un paesino del Salento dove la coppia passa le vacanze estive.

 Aimone è l’ unico figlio maschio del duca d’Aosta e della sua prima moglie Claudia d’Orléans, Olga è la figlia del principe Michele di Grecia.

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

51 Commenti

  1. marina ha detto:

    @ Dora ma noooo, sulle riviste di carta in Italia purtroppo hanno spazio solo Grimaldi e inglesi, quindi…

  2. paola ha detto:

    @Marina, ahi ahi la cognata che antipatica!! va esiliata assolutamente!!! oltre la passione per i cavalli, amo moltissimo anche i gatti, ho anch’io una gatta e in genere tendo affezionarmi a qualsiasi animale, ho svezzato perfino un pipistrello :), sono assolutamente solidale con Violetta!!!

    M. Paola

  3. paola ha detto:

    p.s. leggo ora che Elettra ha fatto lo stesso con i pipistrelli!! siamo proprio una bella combriccola qui! 😀 😀 😀

  4. elettra ha detto:

    X DORA ….no….no..no… mi associo a Marina Io faccio sempre delle piccole incursioni sul sito gemello N&R… ci sono molte fotografie tutti i giorni
    Il sito sicuramente lo’avrai visto anche tu è francese ( anzi penso sia belga) e io lo leggo specialmente per questo .
    Il francese l’ho studiato privatamente in età adulta e me la cavo benino nella lingua parlata, ahimè non altrettanto nello scritto

  5. jacopoamedeo moretti ha detto:

    ah ok grazie marina
    j

  6. Dora ha detto:

    grazie, care! che nel passato succedesse veramene non avevo dubbi ma checcavolo fino ai nostri giorni, no!!!

  7. jacopoamedeo moretti ha detto:

    mi chiedo una cosa e forse tu marina potresti chiedere ai duchi di aosta quando e se ne avrai modo….(se vorrai)…

    Vittoito emanuele II di savoia, tenne il numerale II per restare re d’italia, quasi a vantare una continuità tra il suo regno sabaudo e quello italiano, mentre il figlio Umberto I volle cambiare….questo in fondo è un contrasenso mai chiarito….. se in un ipotesi (assurda) di restaurazione dovessero usare nomi già usati in passato ( vittorio amedeo, carlo emanuele, carlo albero carlo felice…) come si dovrebbero regolare,,,???
    ùè un punto che non ho mai approfondito….!!!

    se puoi sarei felice di una risposta….!!
    j

  8. ANTONIO FORMENTINI ha detto:

    GRAZIE MARINA

  9. Matteo ha detto:

    X JacopoA: ovviamente non so dare una risposta…posso buttare li quello che credo io: innanzitutto lacontinuita’ nei nomi era tra regno di Italia e Regno di Sardegna, e in quest’ultimo non ha mai regnato un Umverto. Gli Umberto, mi pare cosi’ a mente fino al terzo, governavano nel tardo medioevo sulla sola cobtea di Savoia. Quindi Umberto non poteva che essere il primo. Non e’ credo da vedere come un cambio di idea rispetto al padre: che poi secondo me l’ha fatto perche’ nel 1861 Vittorio Enanuele I era morto da meno di quarant’anni, era una figura ancora viva nella coscienza popolare (per quanto non credo ben vista dato il tentativo di far si che lepopea francese con annesse riforme non fosse mai esistita). Per farla breve se invece di Vitt. Em.si fosse chiamato Vitt. Amedeo probabilmente avrebbe preso il numero uno tanto nessuno li ricordava gli altri:)

  10. Matteo ha detto:

    In caso di restauraziobe i numeri riprendono. Credo addirittura senza soluzione di continuita’ come se la reppubblica non fosse mai esistita e i pretendenti avessero effettivamente regnato. Se domani ci svegliassimo e il conte di Parigi fosse il nuovo Re di Francia sarebbe Enrico VII quando sappiamo che suo padre il trono nn lha mai visto nonostante fosse l’Enrico VI.

  11. giuseppe bossi ha detto:

    Cari nobili, non riesco a capire il vostro atteggiamento di farla a” botte” durante i pranzi di sposalizio!!, i tempi sono passati, sappiate trasmettere esempi degni del vs. casato ai figli; ma poi in casa altrui!! Giuseppe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi