William e Kate: in attesa del 29 aprile ecco i royal wedding di ieri

I royal wedding di ieri in attesa delle nozze di William e Kate. Insomma una specie di album di famiglia degli Hannover-Sassonia Coburgo-Windsor cominciando dalla regina Vittoria che il 10 febbraio 1840 porta all’altare (si proprio così anche la domanda l’ha dovuta far lei stessa, già regina, al giovane principe tedesco) Alberto di Sassonia Coburgo Gotha, rampollo di una dinastia che è stata una specie di “allevamento” di consorti reali.

i royal wedding di ieri

Matrimonio felicissimo allietato  da ben nove figli (be’ veramente la regina ad un certo punto si era anche stufata di essere sempre incinta) e dal fatto che Alberto, uomo un po’ rigido ma intelligente e coltissimo, in pratica si era preso sulle spalle il peso del governo visto che Vittoria in fondo non aveva tutta questa passione per la politica. L’amato Alberto muore nel dicembre del 1861 lasciando un vuoto enorme, una moglie disperata ed alcune questioni in sospeso, come il matrimonio del figlio maggiore, il principe di Galles.

Bertie-Alex2

Secondo i genitori Bertie è un ragazzo difficile, svogliato e scapestrato. Purtroppo, come spesso accade, Vittoria e Alberto non hanno capito che questo giovanotto, allegro, simpatico, dotato di un notevole carisma e molto portato per le relazioni sociali (di ogni genere) è semplicemente diverso da loro due. Nei suoi lunghi anni di tirocinio come principe di Galles e senza nessun incarico importante, tenuto in disparte dalla madre, Bertie si farà degli amici che gli torneranno utili una volta salito al trono. E’ artefice, fra l’altro, della celebre “entente cordiale” con la Francia. Il suo matrimonio (celebrato il 10 marzo del 1863 in una atmosfera luttuosa) è ovviamente combinatissimo, lei si chiama Alexandra ed è la figlia del futuro re di Danimarca; dolce, bella, anzi bellissima ma non particolarmente brillante, fa fatica a tener dietro al marito il quale ha una schiera di amanti. Anche questa unione però regge, nonostante tutto, anche perché Alex è disposta a chiudere un occhio.

MarygeorgeI royal wedding di ieri

Lui non avrebbe dovuto essere re, lei invece un futuro da regina se lo era già garantito. Mary di Teck, figlia di un duca minore della casa di Wurtemberg e di una cugina della regina Vittoria, vede morire il fidanzato Albert duca di Clarence (diciamo ancora una volta che la leggenda fa di lui Jack lo Squartatore? si dai diciamolo ancora una volta), figlio maggiore di Bertie e Alex, ma concluso il periodo di lutto accetta la proposta di matrimonio del di lui fratello e nuovo erede al trono, George duca di York. Il 6 luglio 1893 George e Mary si sposano nella cappella del palazzo di Saint James.

AliceWaldek-Albany

La fanciulla qui sopra è Elena di Waldeck-Pyrmont che sposa nel 1882 il principe Leopoldo duca di Albany. L’emofiliaco Leopoldo (ultimo maschio della regina Vittoria) muore due anni dopo. Il loro unico figlio diventerà un famoso nazista e anche nonno dell’attuale re di Svezia, mentre la femmina, Alice che sposa un fratello della regina Mary, sarà la pronipote più longeva della regina Vittoria e per un pelo non riesce ad assistere alle nozze di Carlo e Diana perché muore nel gennaio del 1981.

Beatrice

I royal wedding di ieri

Ecco la principessa Beatrice, ultimogenita di Vittoria che la usa come sua dama di compagnia personale ed esclusiva. Tutto bene fino a quanto Beatrice non incontra un giovanotto prestante e si mette in testa di sposarlo. Madre e figlia non si parlano per mesi e poi alla fine Enrico di Battemberg che in fondo è un bravo ragazzo si adatta a vivere accanto alla suocera la quale consente finalmente alle nozze. Il matrimonio viene celebrato nel 1885, il Battemberg resiste una decina di anni, poi stufo del monotono tran tran al seguito della “vedova Windsor”, parte per la guerra in Sudafrica dove muore. La loro figlia Vittoria Eugenia sarà regina di Spagna e nonna dell’attuale sovrano.

VittoriaAssia

Infine sempre per la serie i royal wedding di ieri qui sopra con un bellissimo abito detto a “tournure” (l’evoluzione della crinolina, con l’ampiezza tutta dietro sostenuta da un apposito cuscino) è Vittoria d’Assia, una delle numerose nipoti della regina Vittoria (figlia di Alice e del granduca di Assia-Darmstadt, sorella di Elisabetta d’Assia e della imperatrice Alessandra) e tecnicamente non farebbe parte della famiglia reale inglese se non fosse che la signora in questione (sposa dal 1884 del principe Luis di Battemberg) è la nonna materna del principe Filippo e la madre un un personaggio particolarmente interessante che è un po’ una gloria della storia britannica, lord Mountbatten l’ultimo vicerè dell’India. Fra l’altro proprio in occasione delle sue nozze, la zia Beatrice si innamora del fratello dello sposo.

I royal wedding di ieri sul sito degli Historic Royal Palaces

Questo e molto altro nel mio libro ROYAL WEDDING. Dalla regina Vittoria al principe Harry i matrimoni che hanno creato il mito della monarchia inglese.

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

28 Commenti

  1. marina ha detto:

    @ davide giulio era una moda molto difficile secondo me, cioè occorrebano fisici particolari, tipo l’esilissima Mafalda di Savoia o l’altissima Anna d’Orléans, io preferisco il new look Dior 🙂
    @ Angie non sono una esperta di storia della fotografia, ma credo che un tempo quando si posava per fare una foto (una magari sola nella vita, mica 3000 come oggi ad ogni cavolata) quello fosse l’atteggiamento, serio, compunto. non ho mai visto foto antiche con volti sorridenti. a parte questo si ci sono dei soggetti davvero brutti. Mary però non era male e ci sono delle foto in cui appare evidentissima la somiglianza con la nipote ed attuale regina.
    @ paola le foto sono bellissime e fantastiche appunto perché ad altissima risoluzione, vero Margaret era molto elegante da giovane, ma aveva il problema di essere piccola piccola, oggi o domani faccio un altro post con le nozze reali inglesi e ho una foto di lei con Filippo e si vede proprio quanto sia piccina. infatti moooolto prima di Letizia ha messo di moda le scarpe con il plateau.

  2. jacopoamedeo moretti ha detto:

    posso dire una cosa buffa??

    allora ho di recente visto una collezione di meravigliosi ventagli del 700, di ogni foggia materiale e colore, che venivano utilizzati come “schermo” per le donne soprattutto, per le orride bocche sdentate e sporche .

    il collezionista, studioso ed appassionato… dice che:

    ancora nel 700 ( come già prima e sicuramente dopo, nel XIX) l’igiene dentaria ed i problemi di carie estrazioni etc…rendevano molto brutti i sorrisi le bocche…motivo per il quale, quasi mai i ritratti delle epoche passate avevano espressioni sorridenti, x nascondere verità che erano assolutamente negative x l’immagine di chi era ritratto/a.

    probabilmente questo vale anche per le fotografie, almeno dagli esordi fino ai nostri tempi ( penso primi del XX sec.) quando cioè anche la bocca e i denti hanno avuto la loro “cura”.

    Oltre ovvio agli austeri atteggiamenti di pose “da classe nobile e/o ricca-dirigente” etc.

    j

  3. davide giulio contri di frassineti ha detto:

    Credo che ai livelli di questi personaggi…valesse la ricerca di una posa ufficiale, da ritratto ad olio per i posteri, al quale la fotografia si era prestata come sostituto;….non era ricercata spontaneità e scioltezza di movimenti…ricordiamo che neppure il cinema era nato o era proprio agli albori…. (quello che contava era la riconoscibilità e il “ruolo”)….quando più tardi il cinema e i filmati delgi eventi si diffonderanno…ecco che vedremo gli stessi personaggi ricercare una certa nonchalance, accennare sorrisi e movenze da attori padroni dle mezzo… : come abbiamo visto i protagonisti nel filmato sulle nozze di Carlo e Zita d’Asburgo…ricordate?

    ….Certo che la posa fisicamente contratta e involuta di Mary mi soprprende, e quel viso che mostra il suo lato peggiore:… o il fotografo era particolarmente negato e/o imbarazzato dalle personalità…oppure Mary era particolarmente “difficile” e insofferente della posa e della situazione…

  4. jacopoamedeo moretti ha detto:

    marina a proposito di versailles:

    hai sentito delle nuove teorie di studio circa i colori dell’epoca del re sole??

    sembra da studi che stanno ancora ultimando…che giallo e rosso…( diciamo un po romano ) fossero molto più presenti anche nelle facciate (in pietra) di quanto si creda

    in effetti ultimamente hanno ridipinto tutte le finestre con quel giallo ocra ( finto oro) ma ci sono teorie non ancora appurate che vedrebbero sulla pietra dei tratti di colore (appunto gialli e rossi)

    sembra tra l’altro che bernini, abbia avuto molta più voce in capitolo nella costruzione della “nuova” reggia cioè delle parti nuove, e che i suoi progetti fossero poi stati “resi classici” x il gusto e lo stile francesi… ma che in realtà anche per alcune risistemazioni del vecchio cortile lui abbia avuto un po di “parola”…

    beh se fosse vero sarebbe un bel vanto… considerato poi che “Porello” non l’hanno celebrato mai anzi relegato negli angoli remoti della reggia… ( vedi statua del re a cavallo in fondo al laghetto degli svizzeri)…

    (oltre ovvio alla teoria sembra abbastanza accreditata che alla base della costruzione della palazzina di luigiXIII ci fosse un idea di sua sorella cristina, per la reggia di venaria, e che dalla figlia di questa fosse poi nata Nymphemburg e scheisheim ( scritto in tedesco) in baviera…

    incredibile quanto ancora si scopraa distanza di secoli…
    la ns versailles è sempre da studiare…!!!!

    che dici ce la daranno una borsa di studio se andiamo la???
    :-))
    j

  5. Angie ha detto:

    Bellissima questa dei denti!!

  6. paola ha detto:

    @Jam, Angie; sì vi immaginate che problema doveva essere quello dei denti una volta!!! belle donne e begli uomini erano afflitti da una brutta dentatura o addirittura, ancora giovani, rimanevano sdentati!!!
    un esempio è l’imperatrice Sissi, che credo da un certo momento in poi portasse la dentiera… e ho letto che la lavava senza pudori nei bicchieri delle osterie dove faceva sosta durante le sue lunghe passeggiate, scusate il particolare un po’ repellente x la nostra mentalità, ma allora doveva essere la norma (per chi almeno si poteva permettere la dentiera :)).
    Comunque, come dice Jam, molte dame stavano con la bocca chiusa quando venivano fotografate proprio per questo problema.

    Penso poi che Alice (figlia di Vittoria) nella foto del matrimonio sia particolarmente accigliata perchè la cerimonia si svolse praticamente in un’atmosfera ancora luttuosa, dato che il principe Alberto era morto da poco.

    M. Paola

  7. Angie ha detto:

    Si, si, della brutta dentatura di Sissi ne sapevo anch’io, tanto che, già quando si fidanzò con l’imperatore, la suocera le impose di non sorridere. Praticamente la “rattristò” da subito in tutti i sensi, pare.
    Me ne sono ricordata immediatamente leggendo il commento di Jam.

  8. Arianna ha detto:

    tanti complimenti marina!!! i tuoi racconti invogliano sempre più a leggere sono molto affascinanti.
    aspetto il prossimo articolo!
    rispetto a voi ,che siete aggiornsti e super informati,non so praticamente quasi nulla.
    continuerò a leggere cosi potrò partecipare anche io alle vostre discussioni.
    un saluto a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi