William & Kate: due le carrozze e due le torte nuziali

DianaStavo scrivendo un post di quelli seri, molto da giornalista, pieno di informazioni, dettagli, news sul royal wedding poi facendo ricerche qua e là ho scoperto che il principe William ha chiesto alla McVitie’s Cake Company di creare per la seconda festa, cioè il ricevimento serale a Buckingham Palace, una torta al cioccolato, dolce di cui è particolarmente goloso. Questa piccola informazione di contorno mi ha quasi commossa perché fa capire quanto questi due ragazzi, ancora giovani, sorridenti e felici, cerchino una dimensione normale. Nel giorno delle loro nozze tutti gli sposi desiderano di condividere con gli ospiti i loro gusti, gli interessi, le passioni è un modo per essere vicini a tutti, per rendere la festa ancora più bella e personale. Anche se, come spesso accade in queste occasioni, non credo che William riuscirà a mangiare una fetta della sua torta al cioccolato*.

Insomma, questi due sono proprio una coppia di sposi quasi normale, che al di là della carrozza, del fatto che la nonna di lui è la regina d’Inghilterra e al matrimonio ci saranno molti “cugini” reali, stanno cercando in ogni modo di crearsi il loro personalissimo giorno più bello. Forse hanno ragione i giornali inglesi quando scrivono che “William e Kate permetteranno alla monarchia di adattarsi al XXI secolo”. The Sun dal canto suo osserva che “ci sono momenti, come questo, in cui la monarchia si rinnova… Kate Middleton è una commoners ma, nel prendere questa decisione, ha dimostrato una dignità ed un coraggio poco comuni”.

William e Kate, definiti i “nuovi romantici” fanno sognare perché appunto normali, raggiungibili, con obiettivi quasi alla portata di tutti o comunque facilmente imitabili per illudersi di essere per un giorno un po’ come loro. Certo dovranno fare molta attenzione perché il fascino della monarchia sta anche nella superiorità e nella irraggiungibilità dei suoi membri. L’equilibrio perfetto l’aveva raggiunto lady Diana, la principessa del popolo pronta a seguire le orme di madre Teresa di Calcutta, ma felicissima di farsi apparire splendida negli abiti che creava apposta per lei Gianni Versace. Un giusto mix è quello che ci vuole, ma a quanto pare il figlio della compianta Di. sembra aver imparato la lezione.

Carrozza

 Ma torniamo alle nozze a cui manca un mese quasi esatto. Per i trasporti, come ci fa sapere il sito ufficiale del royal wedding, siamo a posto, le carrozze debitamente lustrate e messe a punto sono addirittura due ed entrambe state utilizzate per il matrimonio di Carlo e Diana, una all’andata e l’altra al ritorno. In questo caso ne servirà solo una perché la futura sposa ha deciso di andare verso l’abbazia di Westminster con una delle Rolls Royce, una Phantom VI, ma viste le incertezze meteorologiche del periodo saranno pronti sia un landò scoperto che la carrozza di vetro chiusa. La carrozza scoperta è quella realizzata per l’incoronazione di re Edoardo VII nel 1902 e poiché il sovrano era piuttosto corpulento si tratta di un mezzo abbastanza spazioso e comodo. Gli sposi saranno seguiti da altre tre carrozze che porteranno i paggetti e le damigelle, la regina e il principe Filippo, i genitori di Kate, il principe Carlo e Camilla. Definito anche il percorso e sul sito ufficiale trovate tutti dettagli (per esempio tutte le strade chiuse al traffico) nel caso vi fosse venuto in mente di concedervi un week-end inglese proprio in occasione del matrimonio. Recentemente google maps ha pubblicato su you tube un video tridimensionale che ricostruisce il percorso della carrozza, da un perdere perché è davvero impressionante, lo trovate qua.

Rolls-Royce

Oltre al cake tutto cioccolato, il principe William e Kate hanno deciso che la loro torta nuziale che sarà realizzata a Fiona Cairns, una pasticcera del Leicestershire. La signora Cairns creerà un dolce di nozze molto tradizionale, ovvero una sarà una torta multi-strato alla frutta, coperta di glassa bianca e decorata con tutti i fiori nazionali (la rosa inglese, il cardo scozzese, il narciso del Galles e il trifoglio irlandese) crema e bianchi modellati con una pasta tipo marzapane secondo il metodo messo a punto da Joseph Lambeth. Ai giornali inglesi Fiona (molto nota nel Regno Uniti e apprezzata anche dai critici di cucina, fra cui il fratellastro di William, Tom Parker-Bowles) ha detto di essere felice ed emozionata per questo incarico. La pasticcera è stata contattata dalla segreteria del principe nel mese di febbraio e poi ha incontrato Kate che le ha dato indicazioni molto precise per quanto concerne le decorazioni. “Kate – ha dichiarato la Cairns – sapeva molto bene ciò che voleva e mi ha mostrato diversi disegni per le decorazioni. Comunque la torta sarà un dolce tradizionale ma delicato e moderno”. Quanto al dolce di cioccolato, Mc Vitie’s Cake ha già lavorato per la famiglia reale per quello che si sa la torta numero due sarà una versione “speciale” delle ricetta più celebre di questa marca, e verrà fatta con 40 libbre cioccolato fondente, 1500 biscotti sbriciolati e alcuni ingredienti segreti. Nel sito ufficiale del royal wedding trovate le video interviste alla Cairns e ai pasticceri della Mc Vitie’s

Fiona Cairns

Fiona Cairns

 *Personalmente, pur desiderando smodatamente uno di quei cake americani a tre piani meravigliosamente glassata, alla fine ho optato (parlo al singolare perché il consorte mi ha detto dall’inizio dei preparativi “fai come ti pare”) per una torta gelato al mio gusto preferito, lo zabaione del Caffè Bedetti, ovviamente non sono riuscita a mangiarne nemmeno un cucchiaino, però ci sono invitati che ancora mi ringraziano per quella scelta. Avevo anche chiesto di non avere carne d’agnello in giro per il buffet, ma non sono mai riuscita a sapere se il mio diktat è stato rispettato.

Tutti gli altri post sulle nozze reali inglesi (e quelle monegasche) li trovate qui, e se volete dare un’occhiata a qualche torta nuziale davvero storica ecco il post che avevo scritto lo scorso anno per le nozze di Victoria e Daniel di Svezia. E se volete fare il cake di cioccolato, magari proprio il 29 aprile per festeggiare insieme a William e Kate ecco qua la ricetta segretissima della Ale di Menù Turistico.

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

12 Commenti

  1. extramamma ha detto:

    Un post ipercalorico con tutte queste descrizioni che fanno venire l’acquolina in bocca.

    Avverto forte la necessità di condividere slurpandomi almeno un paio di cioccolatini nascosti in frigo.

    Bellissima e tenera la storia della torta golosa e “personale” voluta da William!

    P.S. Due anni fa in Scozia ho potuto ammirare nei cespugli il locale fiore di cardo: è enorme, più grande di un carciofo!!! Immagino che nella torta reale sia ridimensionato 🙂

  2. nicole ha detto:

    Joseph Lambeth, ovvero pasticcere che se non erro inventò la glassa reale detta anche royal icing.Come mi piacerebbe conoscerne tutti i segreti…sono una patita di queste cose. Ma se andate a cercare la ricetta ce ne sono mille, bisogna provare e vedere. Ecco , un giorno mi presenterò da qualche guru austriaco della pasticceria e vedrò se mi prende a bottega.
    La torta Esterhazy però …son quasi a buon punto!

  3. nicole ha detto:

    Sono andata sul sito di Fiona…da svenire!Che invidia.Non amo molto queste decorazioni,ciò non toglie che vorrei essere capace di farle.

  4. jacopoamedeo moretti ha detto:

    ciao extramamma

    tempo fa ti avevo scritto un post personale facendoti una domanda…non so se ho perso la risposta, se tu non hai visto la domanda… o solo…il tuo è un no comment:-))

    riprovo:
    anni fa conobbi l’assistente del direttore di una nota rivista, che era anche biografo dei savoia. lei si chiamava come te, ma il suo nome era quello che poi hai citato… è un caso di omonimia… o sei tu???

    :-))
    poi in caso SE VUOI ti dico chi ero all’epoca..x farci due “risate-chiacchere” altrimenti…beh omonimia e stop:-))

    j

  5. sisige ha detto:

    A Londra fervono i preparativi reali ( da Reuters) –
    Lo staff di Buckingham Palace ha iniziato i preparativi per il matrimonio del principe William del mese prossimo con l’obiettivo di centrare le aspettative dei vari ospiti e far si che il lavoro necessario renderà l’evento eccezionale un vero successo.
    Dai cuochi e gli addetti all’ospitalità ai guardarobieri, i dipendenti della residenza londinese della Regina Elisabetta stanno preparando e pianificando tutto quanto necessario per il ricevimento che seguirà il matrimonio del principe William con Kate Middleton nell’abbazia di Westminster del 29 aprile
    ‘’Per molte persone sarà l’unica opportunità nel corso di una vita’’ sostiene Mark Flanagan, il capo chef della Regina. Flanagan, che ha lavorato con alcuni dei top chef del mondo come Raymond Blanc, ed il suo eccellente team composto da 21 persone, sarà responsabile della preparazione dei piatti per I 600 ospiti invitati al ricevimento.
    Nel rifiutarsi di dettagliare antipasti e piatti che saranno serviti, il 43enne Flanagan assicura che sarà offerto il meglio della ‘’Produzione Britannica’’
    Lo staff delle cucine normalmente prepara una media di 550 pasti al giorno per lo staff ‘junior’ della Regina direttamente con prodotti dei territori della Corona.
    Edward Griffiths, Il capo della Rappresentanza della Casa Reale, responsabile dell’ospitalità, del catering e dell’organizzazione di palazzo informa di aver lavorato sulla pianificazione dell’evento fin dal momento in cui la coppia ha annunciato il fidanzamento a Novembre.
    ‘’E’ una occasione piena di gioia e la preparazione procede molto bene’’sostiene.
    Il palazzo gestisce ricevimenti, pranzi, cene e feste per oltre 50.000 persone all’anno e Griffith informa che le 60 persone chiamate a lavorare il giorno 29 aprile sono molto pratiche in tutti gli aspetti della gestione di questo genere di eventi.
    ‘’Come in tutti i ricevimenti, agli ospiti sarà offerto un drink e servito del cibo (su vassoi) dal momento in cui arriveranno ed alla festa serviremo champagne, vino ed analcolici’’.
    Mentre gli ospiti – reali, famigliari e dignitari – si butteranno sul cibo e sulle bevande, potranno godersi gli ambienti di uno dei più opulenti palazzi del mondo, dice Jennifer Scott, assistente curatore dei dipinti della Collezione Reale. “Le 19 sale di Stato che sono utilizzate durante i ricevimenti ufficiali grondano di opulenza. Hanno veramente la possibilità di far dire alle persone ‘’wow! Che palazzo incredibile!’’
    Il cuore del ricevimento sarà nella galleria dei ritratti dove – si crede – che la torta nuziale verrà mostrata circondata da dipinti di Canaletto, Rembrandt and Rubens che la monarchia Britannica ha collezionato nel corso dei secoli.
    BACIONI A TUTTI

  6. davide giulio contri di frassineti ha detto:

    che bravi! soprattutto interessanti le foto di sisige 🙂

  7. jacopoamedeo moretti ha detto:

    beh…ecco così mi sento a casa:-)))

    j

  8. Dora ha detto:

    wow, sisige!

  9. marina ha detto:

    @ sisige ti ho spostata sotto ad un post più recente. e volevo dire: propongo un hip hip hurrà per sisige che ci traduce tutto. GRAZIEEEEEEEEE

  10. Anna ha detto:

    wow,le foto sono fantastiche!!!

  11. grazia ha detto:

    Forse mi ripeto ogni volta ma passare qui da te è sempre istruttivo e coinvolgente..
    Tutti i tuoi post richiedono un lavoro di ricerca che neanche lontanamente possiamo immaginare!!
    Un bacione grande!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi