prima intervista

Grazie alla gentilissima Simona Geninazza ecco a voi la traduzione quasi integrale della prima intervista che William e Kate (ah dimenticavo lei preferisce essere chiamata Catherine e se tutto va come previsto sarà la sesta regina Catherine della storia inglese*) hanno concesso ieri, martedì 16 novembre, a Tom Brady di Itv. I due sembrano proprio una coppia simpatica, gentile, affiatata e spontanea. Lui a differenza del padre non ha folleggiato negli anni della gioventù, passando di conquista in conquista, ha trovato la sua ragazza all’università e con questa si sposa dopo lunga e matura riflessione. Lei sarà davvero la prima regina proveniente dal popolo (o meglio, dalla classe media) perché tutte le altre consorti reali venivano se non da altre famiglie reali, comunque dalla grande aristocrazia inglese.

La prima intervista di William e Kate

Tom Brady: La gente è ovviamente curiosa di voi, dunque partiamo della cose ovvie. William, dove ha fatto la proposta, quando e come, e Kate cos’ha riposto?

William: E’ stato circa tre settimane fa durante una vacanza in Kenya. Abbiamo trascorso un breve periodo di tempo insieme con alcuni amici e ho deciso che era veramente il momento giusto. Parlavamo da un po’ di matrimonio, dunque non è stata una enorme sorpresa. L’ho portata in un bel posto in Kenia ed ho fatto la mia proposta.

Kate: è stato molto romantico (ride) E’ veramente molto romantico laggiù.

TB: Dunque lei rispose di si, naturalmente.

Kate: Certo, si.

TB: Sapeva che sarebbe accaduto questo dal giorno ‘uno’ della vostra vacanza o ha atteso proprio alla fine?

William: L’ho pensato per un po’, ma qualsiasi ragazzo sa che è necessaria una buona dose di motivazione per procedere. Lo stavo pianificando e sentivo che laggiù in Africa era proprio il momento giusto. Era molto bello e ho cercato di prepararmi a mostrare in mio lato romantico.

TB: Kate, eravate in vacanza e sentiva che questo sarebbe successo. Era diventato un po’ nervoso e teso?

Kate: No assolutamente perchè eravamo con degli amici dunque davvero non me l’aspettavo. Pensavo che stava considerando la cosa ma no, è stato uno shock totale quando è la cosa è arrivata, un momento molto eccitante.

TB: Ed è arrivato un anello allora in quel momento?

Kate: Si

William: Si, lo portavo con me nello zaino da tre settimane prima di quel momento e non l’ho lasciato letteralmente per un attimo, da qualsiasi parte andassi, lo tenevo perché sapevo che se fosse sparito avrei avuto un sacco di guai, dunque ho pianificato tutto e tutto è andato bene. Si sentono un mucchio di storie terribili sui momenti in cui uno fa la proposta e le cose vanno male, è andata veramente bene e sono stato proprio contento quando lei ha detto si.

La prima intervista: l’anello

TB: E’ un anello di famiglia?

William: Si è un anello di famiglia. E’ l’anello di fidanzamento di mia madre dunque pensavo fosse una cosa carina visto che lei ovviamente non c’è, farle condividere la gioia e l’eccitazione di tutto ciò – è il mio modo di tenerla presente e vicina a tutto questo.

TB: Credo sia meglio vederlo da vicino. Che tipo di anello è? Lei è un esperto?

William: Non sono un esperto, sono abbastanza informato da sapere che è uno zaffiro con alcuni diamanti. Sono certo che tutti lo riconoscono dal passato.

Kate: E’ bello.

TB: Kate, diventerà oggetto delle invidie di molti?

Kate: Beh spero di saperlo gestire. (l’anello) è molto molto speciale.

TB: Devo dire che entrambi sembrate incredibilmente felici e rilassati

William: Lo siamo. Siamo come una specie di anatre, calmi sulla superficie con zampette che si muovono immerse nell’acqua. E’ stato molto eccitante perchè ne parlavamo da molto tempo, dunque per noi è davvero un sollievo ed è bello poterlo dire a tutti. Specialmente le ultime due o tre settimane era difficile non dirlo a tutti, tenerlo per noi per alcuni motivi.
E’ molto bello finalmente poterlo condividere.

TB: Ovviamente l’ha tenuto segreto. Lo ha chiesto al papà di Kate? E cosa ha risposto, cosa hanno detto i rispettivi genitori quando lo avete detto loro?

William: Beh, ero indeciso se chiederlo prima al papà di Kate e mi è venuto in mente che la conseguenza poteva essere che mi avrebbe detto ‘no’. Dunque pensai che se l’avessi chiesto prima a Kate, non poteva dire no. Ho fatto così: ho organizzato di parlare a Mike subito dopo l’accaduto.

TB: Kate, cosa ha detto sua madre?

Kate: Penso che qualsiasi madre sarebbe assolutamente ‘’sulla luna’’. Abbiamo vissuto una situazione delicata perché sapevo che Wiiliam l’aveva chiesto a mio padre, ma non sapevo se mia madre ne era al corrente. Dunque sono tornata dalla Scozia e mia madre non mi chiarì se lo sapeva o no, allora entrambi ci guardavamo e ci sentivamo in imbarazzo. Ma è stato divertente dirlo e lei , ovviamente è stata molto felice per noi.

TB: Una delle cose che è stata chiara per molto tempo è che lei ha una famiglia molto unita e che la famiglia è importante per lei.

Kate: Si, è molto importante per me. Spero che saremo capaci di avere una famiglia felice tutta nostra. Sono stati molto bravi durante gli anni – aiutandomi nei momenti difficili. Li vediamo molto e mi sono molto molto cari

TB: La gente vuole chiedere…bambini, volete molti bambini? Vedrete cosa arriverà nel vostro futuro? Qual è il vostro…

William: Penso che faremo un passo alla volta. Arriveremo prima al matrimonio poi forse penseremo ai bambini. Ovviamente vogliamo una famiglia, dunque inizieremo a pensarci.

La prima intervista: l’università

TB: Quando avete iniziato a frequentarvi e cosa pensavate uno dell’altro?

William: E’ passato parecchio tempo Tom, sto cercando di ricordare. Ovviamente ci siamo incontrati all’università – alla St.Andrews, prima eravamo amici da oltre un anno ed è una cosa che è sbocciata da allora. Abbiamo trascorso un po’ di tempo insieme, scherzavamo, ci divertivamo ed abbiamo capito che condividevamo molti interessi e trascorrevamo molti bei momenti insieme. Lei ha proprio un vivace senso di humor, e la cosa mi aiuta perchè io ho un senso dello humor più pacato, allora era proprio divertente, ridevamo molto e poi le cose sono successe.

TB: Kate, cosa pensava di William.? Non era proprio come conoscere gli altri studenti universitari, o forse lo era, quale fu la prima impressione?

Kate: Beh alla fine penso che diventai rossa quando lo incontrai, volevo filarmela, sentendomi molto timida incontrandolo. Alla fine William non era molto presente inizialmente, non c’era durante la Freshers Week, dunque riuscimmo ad avere un po’ di tempo per conoscerci ma siamo subito diventati molto amici da subito.

TB: C’è una storia che gira che dice che lei aveva una sua fotografia sulla parete.

William: Non ce n’era solo una, ma circa 20

Kate: Se lo augurava. No, avevo sulla parete il ragazzo della Levi’s, non una foto di William, scusate.

William: Onestamente ero io coi Levi’s.

La prima intervista: la storia del loro amore

TB: Siete andati nello stesso appartamento, scusatemi se ve lo chiedo, ma era prima che usciste insieme?

William: Si, ci siamo trasferiti come amici, vivevamo insieme come amici, con una coppia d’altri amici, davvero è tutto sbocciato da li. Abbiamo visto molto di più uno dell’altro, ci siamo frequentati e fatto cose insieme

TB: William. ha mai cucinato o ha fatto qualcosa di utile in casa?

William: Definisci la parola utile, Tom

TB: Non tocchiamo questo argomento

Kate: Ha cucinato molto per me all’università ed arrivava sempre con l’angoscia ed arrabbiato se qualcosa andava male, dovevo arrivare io e sistemare quello che era andato male.

TB: Dunque per essere onesti è una qualità in discesa nel tempo o sta migliorando?

William: Direi che sto migliorando con la cucina. Kate direbbe che sto un po’ peggiorando.

Kate: Non gli do abbastanza possibilità di impratichirsi.

William: No è vero. Sono pigro sulla cucina perchè quando torno dal lavoro è l’ultima cosa che vorrei fare, veramente si passa un sacco di tempo a cucinare. Quando volevo impressionare Kate provavo a cucinare queste cene elaborate e quello che succedeva era che bruciavo qualcosa, sgocciolava qualcosa, qualcosa cadeva sul fuoco e lei doveva stare dietro a me per provare ad aiutarmi e prendere in mano la situazione, dunque ero proprio contento che fosse li in quei momenti.

TB: Un po’ difficile per gli altri coinquilini?

William: No per essere onesti erano abituati, guardavano le cose bruciare e lo trovavano molto divertente

TB: Intendo dire, avere voi due che uscivate insieme nello stesso appartamento, non battevano ciglio?

William: Penso che prima fossero un po’ sorpresi di ciò che accadeva, poi capirono che era carino e ci divertivamo molto, andavamo avanti proprio bene, erano nostri cari amici e scherzavamo molto anche con loro.

TB: Molta gente si chiederà circa il primo incontro con le vostre famiglie, Kate, qual è stata la prima impressione della famiglia di William.

Kate: Ero abbastanza nervosa all’idea di incontrare il padre di William, ma è stato molto molto accogliente, molto amichevole, non poteva essere più facile per me.

TB: Nell’incontro con la nonna, la regina, non certo un incontro abituale con una nonna qualsiasi, era nervosa?

Kate: L’ho incontrata per la prima volta al matrimonio di Peter (il cugino di William, figlio maggiore della principessa Anna) ed Autumn ed era nel mezzo di altri ospiti, molto amichevole.

William: E’ stata molto accogliente, sapeva che era un grande giorno e doveva tutto andare bene per Peter ed Autumn, voleva incontrare per un pochino Kate, dunque fu molto piacevole per lei giungere per salutarci.

TB: Kate, è stata ovviamente delusa quando vi siete separati ma tutti i vostri amici parlavano che si trattava di un rapporto solido, costruito in un lungo tempo e parte di una forte amicizia ed oltre.

Kate: Beh se esci con qualcuno per lungo tempo riesci a conoscerlo molto bene, attraversi momenti belli e momenti brutti. Penso che se ne venga fuori più forti e si impara qualcosa di se stessi e si pensa che certamente è stato un bene.

La prima intervista: la vita insieme

TB: Lui si è preso del tempo, ha mai voluto che tornasse…

Kate: Abbiamo fatto le nostre conversazioni, ma penso che fosse…

William: Abbiamo parlato un po’ del nostro oggi, abbiamo parlato di ciò che accadde, così Kate non sarebbe stata all’oscuro quando pianificavamo tutto da un anno o oltre, dovevamo trovare il momento giusto. E’ ciò che la gente dice sulle coppie, è una questione di tempo. Ho fatto la mia carriera militare e volevo davvero concentrarmi sul volare, non potevo fare questo passo se ero sempre impegnato con la mia formazione, dunque l’ho fatto mentre Kate era sistemata bene con il lavoro e stava dove voleva essere. Entrambi dunque abbiamo deciso che questo era un buono momento

TB: Lei dunque sta entrando a far parte di questa famiglia, la più famosa famiglia reale del mondo. La madre di William è stata una enorme figura di riferimento. La più famosa icona del nostro tempo, la preoccupa questo? La intimidisce? Ci pensate entrambi a ciò? E Kate particolarmente?

Kate: Ovviamente mi sarebbe piaciuto incontrarla, lei è una donna a cui ispirarsi e a cui guardare oggi e per il futuro. Questa è una famiglia meravigliosa, i membri che ho conosciuto hanno raggiunto mete importanti e mi sono d’ispirazione.

William: No, non ci sono pressioni come ha detto Kate, dobbiamo solo crearci il nostro futuro. Nessuno sta cercando di assomigliare a mia madre, quello che ha fatto è stato veramente fantastico. Dobbiamo crearci il nostro futuro ed il nostro destino e Kate farà un ottimo lavoro.

Dopo la prima intervista ecco qualche esempio dello stile sicuro della bella Kate

Foto1bis

Il giorno della laurea, la borsa è una versione piccola del modello “pliage” di Longchamp. Diventerà di gran moda?

Foto5

Foto4

Foto7

A quanto pare la fanciulla sembra adorare i cappottini aderenti e bisogna dire che le donano molto. I cappelli sono un must dello stile britannico e questi sono dello stilista Philip Tracy, carini non c’è che dire e le stanno anche bene.

FotoHola

FotoHola2

Un mix dello stile Kate (da www.hola.com)

Fotosorella

Kate con la sorella Philippa detta Pippa, la futura principessa ha anche un fratello minore James

article-1330151-0C19D300000005DC-611_634x443

La prima intervista: ecco i genitori di Kate, Michael e Carole Middleton

E a chi venisse in mente di osservare che Kate non ha il fascino di lady Diana, vorrei ricordare che la principessa del Galles appena sposata aveva lo charme e anche gli outfit di Maria Rosa, quella del Lievito Bertolini. Ci sono voluti anni e gli interventi di Versace, Armani e via dicendo per trasformare la ragazzina modello Laura Ashley in una donna di classe.

Qualche altro passo della prima intervista lo trovate qua.

* Le altre sei Catherine regine d’Inghilterra sono:

Caterina di Valois, figlia del re di Francia Carlo VI e moglie dal 1420 di Enrico V Plantageneto. Rimasta vedova nel 1422 sposa un gentiluomo di corte Owen Tudor, dalla coppia discende la dinastia che sale al trono con Enrico VII alla fine della Guerra delle due Rose.

Caterina d’Aragona, figlia dei re spagnoli Ferdinando d’Aragona e Isabella di Castiglia, prima moglie di Enrico VIII che la ripudia per sposare Anna Bolena

Catherine Howard, quinta moglie di Enrico VIII, lo tradisce  e viene giustiziata nel 1542

Catherine Parr, sesta ed ultima moglie di Enrico VIII

Caterina di Braganza , figlia del re di Portogallo Giovanni IV, moglie di Carlo II Stuart dal quale non ha figli.

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

22 Commenti

  1. nicole ha detto:

    A me piace questa giovane donna.In cosa è laureata?Stile sicuro,elegante-grintoso-femminile.I cappelli poi, li adoro. Tracy mi piace proprio.Ci sono alcuni cappellai inglesi proprio da sballo.Mi sembrano maturi ed equilibrati i colombelli.Speriamo siano felici, alla faccia di tutti gli invidiossssssi.
    Diana i primi anni faceva cadere le braccia, vestita come una vispa teresa,sguardo da mite bovino, poi si è rifatta, ha tirato fuori grinta,ma è finità così.Non mi era granchè simpatica, dico la verità,cultura zero,bella indubbiamente e di eleganza notevole senza sbavature grazie agli amici stilisti.

  2. Laura ha detto:

    Penso che ogni paragone con Diana e’ del tutto fuori luogo : Kate e William son coetanei, hanno moltissimo in comune e certamente sono molto meglio assortiti di quanto non lo furono Carlo e Diana che avevano quasi nulla in comune.

  3. extramamma ha detto:

    A me piace Kate, molto. Non sembra finta.
    Condivido anche il suo stile!
    E mi sono gustata l’intervista 🙂

  4. Prinzessin Elizangela Franziska Eleonora Hermina Maria von Starhemberg ha detto:

    Ogni una ha la sua identita…
    Kate ancora dovra imparare molto… Anche lei creara il proprio il suo…
    E fortunata, ha tutta La REALE FAMIGLIA al suo fianco…
    Esperiamo che sia per sempre…
    Elizangela Franziska Eleonora Hermina Maria von Starhemberg

  5. jacopoamedeo moretti ha detto:

    x nicole…
    condivido la prima immagine di diana… ma poi non credo sia stata solo grazie agli stilisti…è sbocciata e sprizzava energia…tanto da attirare il mondo verso di se…. anche x questo è finita male…. invidie… lotte giuste ma pericolose…(vedi mine anti uomo) etc….
    credo che tirando fuori la sua grinta (nel bene e nel male) sia diventata donna e poi mito….
    all’inizio in effetti era un niente con abiti ridicoli occhi…..concordo ma poi no… anzi credo abbia dato molto a modo suo tanto da restare un esempio… sia come madre che come donna fragile e forte dura e smielata…. ma donna nel più ampio senso della parola

    inoltre ha aperto la strada alla famiglia reale ( discendenti soprattutto) per la salvezza dalla “polvere” storica… in mood naturale e naturato probabilmente…ma profondamente sincero.
    bon questo almeno è il mio pensiero

    🙂
    j

  6. Prinzessin Elizangela Franziska Eleonora Hermina Maria von Starhemberg ha detto:

    La imagine angelica della Principessa del Popolo, come era chiamata Lady D. Tutto creato a posta…
    Il dolore subido… e, tanteeee altri cose private non dichiarate al mondo… Hanno fatto il resto…
    Amici esperti di imagini, come Versace e company… Sir Elton john… e tantissimi l’altri…
    Lady D era tutto altro, dopo la maggiore eta nella REALE CASA…
    Ha comprato una Guerra con averssari molto piu esperti di lei e tutto altro e literatura dei giorni nostri…

    Elizangela Franziska Eleonora Hermina Maria von Starhemberg

  7. alessandra ha detto:

    “Siamo come una specie di anatre, calmi sulla superficie con zampette che si muovono immerse nell’acqua”
    è un sacrilegio, se rido???
    in ogni caso, mi sembra un’ottima scelta. Da parte di lei, ovviamente :-)))
    ciao, bella
    ale

  8. marina ha detto:

    @ nicole piace anche a me e oggi la ragazza ha avuto anche il nulla osta del mio esigente (per le royal) marito. i cappellini di Tracy sono stupendi, moderni e spiritosi. Per i colombi speriamo bene, sono vip con annessi e connessi, denaro ma anche una pressione mediatica pazzesca, ma lei fino ad oggi ha tenuto botta. Ha un diploma in storia ed arte conseguito alla St Andrews, ha lavorato per uno stilista o un negozio di mode non ho capito bene, poi visto che era un po’ difficile vista appunto la pressione mediatica si è messa a lavorare con i suoi che vendono on line oggettistica per le feste e sono diventati ricchi con questo lavoro;
    @ Laura, concordo anche io li trovo molto ben assortiti;
    @ ciao extramamma, si vero Kate ha un suo stile ben definito, speriamo non la vogliano condizionare troppo;
    @ Elizangela confermo pare che Kate sia davvero legatissima alla famiglia che è un po’ il suo porto sicuro e che l’ha protetta aiutata e confortata in ogni momento bello o difficile di questa storia d’amore così particolare, cioè con una persona così particolare. E questa è un’altra delle differenze con Diana che veniva da una famiglia frantumata;
    @ jacopoamedeo su Diana su perplessità più volte espresse, per carità una mamma meravigliosa per i suoi figli, ma una donna un po’ troppo manipolatrice per i miei gusti;
    @ alessandra, ma benvenuta fra di noi, che onore. Dovete sapere che Madame è la co titolare di un blog di cucina che definire blog di cucina è davvero riduttivo, cioè ogni tanto mettono ricette da svenire (che io non so quando cucinano, bo’ non so proprio) ma ci sono anche libri, viaggi, racconti e pensa te anche le pagelle di X-Factor (si vince Davide, hai ragione l’ha sempre detto, ommmioddddio ho parlato di qui, orore) ovviamente mooooolto ironiche, ma anche mooooolto precise. Se siete curiosi andate qua
    http://menuturistico.blogspot.com
    oppure cliccate sul nome di alessandra.
    sulle anatre ho riso anche io, ho pensato ad un errore, poi ho controllato varie versioni e c’è sempre, si è da ridere, però dai vuol dire che i ragazzi sono ironici, si prendono in giro. penso alla regina Vittoria e all’amato Alberto che parlano di se stessi come di due anatre che sguazzano in uno stagno, ecco magari loro no, però chessò il figlio il celebre principe di Galles, poi Edoardo VII, lui si era uno a cui piaceva ironizzare. da ragazzino, stufo dei compassatissimi e severi genitori pare che abbia detto a Napoleone III, noto viveur, “vorrei essere vostro figlio”.
    Stasera ho una riunione di lavoro, se sopravvivo domani metto ordine nelle foto che sto raccogliendo sul Kate-style e poi sul royal wedding ho qualcosa in programma, vi stupirò, forse…

  9. sisige ha detto:

    Giuro che non me lo sono inventato…forse è un modo inglese per intendere che si è calmi solo apparentemente !! Ahah comunque anche a me ha fatto sorridere. Spero che questa ragazza porti davvero un po’ d’aria fresca alla corte Windsor (senza eccedere nelle insicurezze come Diana) perchè ho letto che Elisabetta deplora addirittura le monarchie scandinave per la loro ‘modernità’ per non parlare del mini regno di Alberto di Monaco inesistente per i reali inglesi…Comunque davvero un’estate con due ‘grossi grassi’ matrimoni reali. Ne vedremo delle belle, non vedo l’ora!
    Baci

  10. paola ha detto:

    a me piace questa coppia, belli e simpatici! e poi una coppia così giovane!!
    sulla personalità di Diana la penso come Jacopoamedeo, mentre sulla tragedia di Diana concordo con Prinzessin Elizangela: si era infilata in un gioco troppo pericoloso per lei ed ha avuto la peggio!

    (Maria) Paola

  11. marina ha detto:

    @ sisige certo che non te lo sei inventato, nessun dubbio e anzi ancora grazie per la traduzione velocissima! ho letto la stessa cosa in alcuni stralci in francese e spagnolo e mi sono molto divertita. bella l’immagine dei due grossi, grassi matrimoni reali, mi dovrò organizzare;
    @ paola anche a me piacciono i due ragazzi (mamma mia ricordo con tenerezza le foto di lui bambino paffuto e biondo in braccio a Diana vestita con gli orendi – con una r sola 😉 abiti pieni di fiocchi e volant degli anni ’80) e anche io ritengo che lei si sia infilata in un gioco pericoloso, ma non per quello che si dice ogni tanto, agenti segreti e via dicendo che l’avrebbero fatta fuori. semplicemente una ragazza così fragile come poteva tenere botta in una situazione e in un ambiente del genere?

    aggiornamento: ecco un link dal magazine inglese Hello! con una bella serie di foto di William, dalla nascita ad oggi
    http://royalweddings.hellomagazine.com/prince-william-and-kate-middleton/galeria/20101117426/prince-william/life/highlights/1/1/

    e vedrete come dicevo i vestiti anni ’80 di Diana con in più date uno sguardo alla parte bassa della prima immagine…

  12. Rai ha detto:

    I due ragazzi sembrerebbero avere basi solide. Si conoscon ormai da parecchio tempo, sono coetanei e si stimano….. Ogni paragone di Kate con Diana chiaramente e’ fuori luogo. Bella intervista che finalmente riporta ad umana, la dimensione dei reali inglesi. Trovo sinceramene esilerante il fatto che il futuro re d’Inghilterra pensi che il padre di Kate avesse potuto dire di no alla proposta di matrimonio… suvvia… l’avessi chiesto io a Kate, magari il papa’ mi avrebbe rincorso con un bastone, ma se lo chiede tale William……
    Ciao Marina un salutone!!!

  13. sisige ha detto:

    NOTIZIE DAL DAILY MIRROR ! IN ARRIVO UN SUPPORTO PSICOLOGICO PER KATE (AHIAHI !!!!!)
    Una volta che W. lascerà la Royal Air Force ed inizierà I suoi doveri reali a tempo pieno, lui e Kate probabilmente trascorreranno molto tempo separati ed ogni loro spostamento sarà sotto gli occhi di tutti.
    Un esperto di cose reali che è stato vicino alla Royal Family per più di vent’anni dice:’Kate è tanto nervosa che sta ricevendo un consueling di sostegno organizzato dalla stessa Famiglia Reale per aiutarla, non solo per quanto riguarda problemi di etichetta, ma per saper affrontare il fatto che William avrà molto da fare oltre ad occuparsi della sua futura moglie.
    ‘Questo è il suo paese al quale lui è molto affezionato e leale, sente il bisogno di occuparsi delle persone sfortunate di tutto il mondo. Si ritiene che Kate, come moglie vulnerabile e come ‘new entry’della famiglia, abbia bisogno un grosso aiuto per saper gestire tutto questo.
    I reali sono preoccupati di non ripetere l’esperienza di un altro matrimonio ‘’in discesa’’ e percepiscono quanto Kate sia molto vulnerabile ed indifesa.
    Quando William ruppe con lei nel 2007, apparentemente Kate ne uscì distrutta.
    La zia di William, la contessa di Wessex, si è offerta per diventare la mentore personale di Kate durante il periodo stressante da qui alle nozze.
    Si dice che il principe abbia chiesto a Sophie, moglie del principe Edward, che Kate possa farle visita nel Surrey presso la sua casa di Bagshot Park, per una chiacchierata informale
    Sophie, che ha 45 anni, è una ex esperta di pubbliche relazioni ed è la favorita della Regina, aiuterà Kate nell’evitare cadute di stile di cui lei stessa ha sofferto, come quella in cui rilasciò dichiarazioni avventate sulla Famiglia Reale apparse su un giornale.
    Le due donne provengono entrambe dalla ‘middle class’ – il padre di Sophie Rhys Jones è un uomo d’affari in pensione ed entrambe hanno avuto un fidanzamento durato otto anni prima del matrimonio.
    Un cortigiano anziano dice: ‘Ci sono molte cose che Catherine desidera scoprire. Ha molta familiarità con il mondo in cui vive il principe William – si sono frequentati per lungo tempo – ma ci sono anche delle aree che sono pressoché sconosciute per lei. Il primo riferimento di Catherine sarà l’ufficio del principe William che comprende il segretario privato Jamie Lowther-Pinkerton, ma tutto lo staff è pronto in caso di necessità.
    Un portavoce di palazzo St.James dice: ‘ Il segretario privato del principe William organizzerà una serie di incontri con elementi di supporto prima e dopo il matrimonio’.

  14. Roberta ha detto:

    Kate Middleton è una ragazza splendida…affascinante, sicura di sè, ricca di portamento, intelligente e a quanto pare anche ironica al punto giusto! E’ per me un grande punto di riferimento…la ragazza, la donna che vorrei essere!
    William è il principe popolare…simpatico e alla mano…colui che regnerà su tutta l’Inghilterra meglio di chiunque altro… di questo ne sono straconvinta! Epoi è bello, imponente, rassicurante…un mix eccezionale!
    Kate e William sono per questi motivi, e secondo il mio modesto parere la coppia più bella del mondo…auguro loro un futuro splendido e un regno straordinario!
    VI AMO!!!

  15. Martina ha detto:

    A vedere questo post e questa intervista, mi viene in mente la speranza e fiducia riposta in questa coppia. Quanto mi piaceva Kate all’inizio… E pensare invece, che in pochi anni, ho cambiato completamente idea su di loro: incertezza e delusione dominano. E credo, ahimé, che il futuro re William abdicherà alla prima occaisone e se la darà a gambe.

  16. Michele ha detto:

    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1364687096890199&id=510599042299013 Ho trovato questa foto girovagando che risale a novembre 2015 a quel gala in cui kate indossava la Cambridge tiara 🙂

  17. elettra/cristina palliola ha detto:

    Finalmente abbiamo visto che cosa aveva in testa!….mi sembra di capire che nessuno ha più paura dei fantasmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi