Il ministro La Russa propone di riportare in Italia le spoglie dei re esiliati

Il ministro La Russa propone di riportare in Italia le spoglie dei re esiliati

 

Le spoglie dei re esiliati sono ancora all’estero, ma sette anni fa il ministro della Difesa Ignazio La Russa sembrava deciso di risolvere la questione. La Russa ha sottoposto al Consiglio del Ministri la proposta di riportare in patria le spoglie dei re d’Italia che risposano in terra straniera. La notizia è stata data dallo stesso Ministro invitato al convegno sull’unità italiana organizzato a Palazzo Marino dal vicepresidente del consiglio comunale di Milano, Stefano Di Martino. E’ stato il principe Vittorio Emanuele di Savoia, in una lettera indirizzata agli organizzatori dell’evento, a chiedere di far tornare in Italia che le spoglie dei nonni e dei suoi genitori. “Credo sia giusto che al di là del giudizio che si può dare sul percorso personale e storico degli ultimi due re d’Italia, ad anni ormai dalla loro morte, possa essere accolto il desiderio dei discendenti e anche di tanti italiani di vedere riposare nella terra italiana le salme degli ultimi due re e delle loro consorti”, ha detto La Russa. “Si tratta di un gesto di pietà – ha proseguito il Ministro – ma anche un gesto che rinsalda la comune appartenenza alla nostra storia italiana. Ritengo che in occasione del 150esimo anniversario dell’unificazione nazionale fra le tante cose che stiamo facendo sarebbe giusto traslare le salme degli ultimi due re e delle loro consorti. Non voglio neanche dire se debbano essere portate al Pantheon o altrove, ma ritengo che sarebbe un atto di pietà e anche di ricordo di ciò che comunque le varie generazioni, nel bene e nel male, hanno fatto per consegnarci la nostra identità”.

Pantheon3

Nel 1878 il consiglio comunale di Roma stabilì, all’unanimità, che la salma del padre della patria, Vittorio Emanuele II, sarebbe stata collocata nel Pantheon, la seguirono quella del re Umberto I e della regina Margherita. “La sepoltura nel Pantheon di re Vittorio Emanuele III, di re Umberto II, delle regine Elena e Maria José sarebbe un importante gesto di riconciliazione con la storia comune a cui tutti gli italiani appartengono, non una mera esaltazione del passato” fanno sapere dall’Istituto nazionale per la Guardia d’onore alle reali tombe del Pantheon il cui direttivo, attraverso una nota diffusa on line “auspica che il Ministro della Difesa riesca a sensibilizzare il Governo, ponendo fine a questo ingiusto esilio dei morti che dura da troppi anni”.

Pubblico la notizia così come l’ho trovata in rete, rilanciata da un amico su Facebook e dal sito delle Guardie d’onore. Lascio a voi, se lo desiderate, i commenti. 

pantheon2

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

95 Commenti

  1. marina ha detto:

    @ jam mi unisco ai saluti ed agli in bocca al lupo di tutti i lettori;
    @ robi no problem, qui ci confrontiamo su un argomento che ci appassiona e come dicevo quando avevo pensato che il commento fosse di jam, dico lo stesso a te, sono sicura che è stata una vista.

  2. davide giulio contri di frassineti ha detto:

    il perfezionismo (e non la perfezione, sigh!…) è una patologia che m’affligge, lo ammetto…e che mi fa passare, automaticamente, dalla parte del torto…chiedo perdono a tutti :-).

  3. jacopoamedeo moretti ha detto:

    haha ragazzi ( mi piace se me lo dicono e spero piacca a voi)
    come ho detto privatamente a marina…le tipiche cose all’italiana: all’ultimo momento mi hanno rinviato di una settimana..ovvero al 4 marzo (dopo già due anni)…quindi x una settimana sarò qui:-) contento e commosso per l’interesse…e beh spero durante il decorso post operativo..( non dico dove o cosa…ma tanto per dare un idea, come citava un attore in uno spettacolo dedicato a raffaella carrà: ho una sola ruga e mi ci siedo sopra:-) scusate spero non sia volgare:-))haha

    cmq: x chiudere la disscussione che abbiamo fatto tutti insieme e qualcuno di più… mi ha appassionato tantissimo e sono felice perché mi ha dato modo di valutare aspetti delle situazioni citate che a volte…seguendo il proprio credo e sentimento generale non è facile vedere:-) quindi grazie ed alle prossime….con la stessa passione!!

    baci a tutti
    j

  4. jacopoamedeo moretti ha detto:

    x DG (non dolce e gabbana ma davide giulio)… è un male che affligge tanti… e credo sia contagioso… anzi mi sa che quando mi operano faccio fare un controllo in profondo per vedere se riescono ad estirparlo :-))) hahaa

    e dimenticavo: CREPI IL LUPO…. (poveri lupi mi fanno una pena…co sta storia!!! )

    grazie Mpaola,Lukas, etc non scrivo tutti i nomi…. non mi basta l’inchiostro:-))
    ma grazie a tutti.

    baci

    jjjjjjjjjjjjj_:-)

  5. marina ha detto:

    @ davide giulio, ma che scherzi? continua così, purtroppo l’approssimazione è un male dei nostri giorni e come ha detto
    @ jam ma la discussione intavolata è stata davvero interessante e ha dato modo a tutti di esprimere le loro opinioni sull’argomento e non solo emozioni vaghe ma motivi ben centrati e motivati.
    Jam GRAZIE per quello che hai scritto e in bocca al lupo.

  6. jacopoamedeo moretti ha detto:

    grazie …. lo dico io…
    voglio dire una cosa molto personale: questo blog, mi aiuta a sentire molto meno… una profonda solitudine che vivo da qualche anno… (marina ti ho spiegato in privato sai di cosa parlo credo) e voglio ringraziare tutti i partecipanti… 🙂

    j

  7. davide giulio contri di frassineti ha detto:

    …poveri lupi e poveri orsi (bianchi…(quello della foto di Anne e Mark)): uff…’sta nobiltà dedita alla caccia… 🙂

    …ehhh sì, sì… Jacopo, ragazzo caro… quando le solitudini s’incontrano… sbocciano rose in paradiso… :-). Ancora mille auguri e baci…

  8. Antonio ha detto:

    @ carissimo Jacopo Amedeo,

    apprezzo sempre molto la vivacità dei suoi interventi.

    Un caro saluto e in bocca al lupo!

  9. Pasquale Fontana ha detto:

    Sarebbe una bellissima iniziativa far ritornare nella loro Patria gli ultimi RE D’ITALIA con le rispettive CONSORTI.Sono convinto che il Parlamento tutto si adopererà al fine della bellissima iniziativa che per la nostra Italia farebbe tanto onore.
    Grazie
    Pasquale Fontana

  10. jacopoamedeo moretti ha detto:

    🙂 leggo solo ora i vs commenti ( D&G e Antonio)…grazie:-))

    🙂
    commosso

    j

  11. jacopoamedeo moretti ha detto:

    marina grazie a te… questo è un mezzo che ha aperto e apre delle porte… speciali…tra le persone… interessi a parte… intendo la possibilità di comunicare di condividere… è a te che dico grazie di cuore!!
    j

  12. marina ha detto:

    jam che dire se non 🙂 sei troppo gentile, come tutte le persone che quotidianamente leggono e commentano. grazie avete creduto nel mio progetto e … ecco grazie.

  13. Dario ha detto:

    Sono favorevole al rientro delle salme. Umberto II potrebbe anche essere tumulato al pantheon, anche se mi sembra improbabile; mentre per Vittorio Emanuele III credo che sia appropriato seppellirlo a Superga.
    In realtà, essendo Superga la cripta di famiglia dei Savoia in Italia credo che sarebbe più rispettoso traslare lì le salme di tutti i re e lasciare al pantheon dei cippi (cenotafi) a ricordo. In fondo Vitt. Em. II in punto di morte aveva chiesto di tornare a Superga e fu suo figlio a farlo tumulare al pantheon.

    Più in generale, essendo stata abolità la XII disposizione finale della costituzione, è davvero necessario l’assenso del governo per riportare in patria le salme? Non è una faccenda puramente familiare, specie se le si seppellisce nel cimitero di famiglia?

  14. jacopoamedeo moretti ha detto:

    x dario
    mah che dire…. in italia è tutto e il contrario di tutto…purtroppo a dover fare “mosse” in qualunque senso dovrebbero essere i 4 figli di umberto II e non is parlano tra di loro l’unico maschio e suo figlio…meglio se stanno zitti…. alle figlie credo interessi meno ( forse m.Gabriella) ma… credo che nessuno di noi in vita vedrà un ritorno … di morti in “casa”:-))
    j

  15. Lucatelli Costantino ha detto:

    Non cadiamo nella trappola di far classificare i nostri Re di serie A e di serie B accettando l’osceno giudizio di una repubblica che non ha Storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi