audiences1Non sono mai stata un genio nella titolazione degli articoli (*) questa volta però mi è venuto spontaneo. Anche se a dire il vero la ex giornalista ora principessa delle Asturie e il trasgressivo regista non è che abbiano molto in comune oltre alla nazionalità. Almeno adesso. Prima forse, ma ne sapremo di sicuro di più quando una attesissima e pepatissima biografia, ovviamente non autorizzata, della sempre più sottile Letizia Ortiz arriverà finalmente nelle librerie.

Per il momento ci dobbiamo accontentare di quello che le biografie ufficiali un po’ compiacenti non si stancano di ripetere.

Nell’ordine:

  •  brillante giornalista televisiva che ha abbandonato tutto si per amore, anche per diventare regina, il che non è propriamente una prospettiva da “due cuori e una capanna”;
  • divorziata (incidente di percorso praticamente impossibile da nascondere), ma le nozze, solo civili, con un suo ex prof sono durate pochissimo e tutto sommato lei non era poi così convinta. Inoltre l’ex, a differenza di tanti altri ex, è per fortuna un signore molto riservato e non ha mai detto una parola sui dodici mesi di convivenza con la futura regina di Spagna;
  • figlia e nipote di due personaggi noti della informazione made in Spain, la nonna Menchu Alvarez del Valle, per anni voce di Radio Asturie, il padre giornalista Josè Ortiz;
  • amore segretissimo, per qualche mese del futuro re di Spagna il quale, pare, abbia fatto fuoco e fiamme per sposare finalmente dopo tante cocenti delusioni (leggi i no assoluti del padre e della madre, ma si mormora che stavolta abbia detto “o lei o rinuncio ai miei diritti al trono”) la donna del suo cuore;
  • moglie, dal 22 maggio 2004, di Felipe de Borbòn y Grecia principe delle Asturie. Le nozze a differenza delle prime, sono state religiose e favolose, con parterre di altezze reali, sovrani, ospiti illustri (Nelson Mandela, per esempio), feste e ricevimenti. Unica ombra sulla celebrazione, il tragico attentato del 23 marzo precedente;
  • madre di Leonor e Sofia, seconda e terza nella linea di successione, a meno che non nasca loro un fratellino perché la Costituzione spagnola ancora prevede ancora che il maschio passi davanti alla femmina. E questo è un grosso problema. Modificare la Costituzione significa dover poi sciogliere le Camere e fino ad oggi nessun Governo ha ritenuto opportuno farlo. La questione resta aperta e tutti i politici si augurano che Letizia non dimentichi la pillola o altro anticoncezionale;
  • legata da un rapporto di grande affetto, simpatia, complicità con la suocera la regina Sofia che per l’unico figlio maschio ha un debole;

Queste le notizie zuccherose sparse a mani basse dal dipartimento comunicazione della Zarzuela e dalla stampa rosa iberica sempre per il principio che la democrazia è giovane e delicata, il Re ne è il garante e dunque tutto quanto riguarda lui e la sua famiglia va in qualche modo preservato da scandali e scaldaletti. Ma è tutto oro quello che luccica?

Ancora una volta andiamo con ordine:

  • Letizia è. da anni, magra da far paura e c’è chi parla se non di anoressia, almeno di problemi legati ad una latente depressione;
  • el Rey pare non ami alla follia questa nuora che gli è stata imposta, che non riteneva idonea e che per di più gli ha prodotto due nipoti femmine con il conseguente problema costituzionale di cui sopra;
  • la regina Sofia sorride e la stampa people spagnola assicura che fra le due i rapporti sono ottimi, sarà vero? In estate sono andate in giro delle foto di suocera, nuora e bambine a spasso per Palma de Maiorca, armonia reale o solo apparente?
  • Letizia, ovviamente, buca lo schermo e quando riesce a piazzarsi davanti ad un microfono domina perfettamente la situazione, molto meglio del marito e della suocera. Dopo la vittoria ai Mondiali di Calcio, Letizia ha preso la parola con una certa veemenza mettendo in secondo piano sia Felipe che Sofia;
  • si dice che lui, Felipe, sia completamente dominato dalla moglie, la quale ormai ha deciso di fare a modo suo, per esempio basta con le vacanze solo a Marivent sull’isola di Maiorca e chissenefrega se la presenza agostana dei reali è un forte traino per il turismo;
  • l’anno scorso si è rifatta il naso (che peraltro non era male) e i portavoce del Palazzo l’hanno fatta passare come una operazione necessaria per motivi medici. Non ci ha creduto nessuno e, naturalmente, si sono scatenate le polemiche;
  • la signora si contraddistingue per una sempre più accentuata sicumera a cui si aggiunge anche un filo di arroganza, il che in un paese abituato ad un Juan Carlos spontaneo e gioviale, non piace molto. Per dire a Pechino ad un giornalista che, non avendola riconosciuta, le chiedeva se fosse una collega lei ha risposto “no, io sono una principessa”;
  • la guerra delle tre cognate (Letizia versus Elena e Cristina), cominciata qualche mese fa è ormai a buon punto, nonostante l’ordine del Re di farla finita per il bene della Corona e i tentativi di Felipe per riportare la pace in famiglia.

A questo proposito l’estate appena finita ha segnato il momento più alto della crisi e il povero Felipe si è sforzato in tutti i modi di metterci una pezza. Al matrimonio del cugino Nicola di Grecia a Spètses le reali cognate si sono schierate tutte insieme davanti ai fotografi indossando sorrisi a 36 denti la diatriba è al di là dall’essere conclusa anche perché non è iniziata ieri e ormai ha radici profonde.

Secondo la giornalista Pilar Eyre autrice nel 2007 di “Secretos y mentiras de la familia real” la rottura fra Letizia e la cognata Cristina (la quale nei primi momenti dell’idillio aveva spesso ospitato in gran segreto a Barcellona la coppia) si sarebbe consumata nel 2005 quando la principessa delle Asturie avrebbe rifiutato di ospitare i suoceri della Infanta, i signori Urdangarin (definiti dalla Eyre “modelli di discrezione”) in arrivo a Madrid per il battesimo dell’ultima nipotina. Incinta di cinque mesi Letizia non aveva nessuna voglia di prendersi in casa (una mega villa all’interno del parco della Zarzuela) due quasi sconosciuti.

Non molto tempo fa il quotidiano El Mundo osservava che “Letizia, subito dopo le nozze, ha cambiato atteggiamento nei confronti di suoceri e cognate”, fissando regole e mettendo chiaramente delle distanze. Sempre da El Mundo arrivano delle considerazioni sul carattere deciso ed autoritario della principessa, mentre Felipe è un uomo che cerca di non creare mai tensioni inutili.

Sta di fatto che, a parere di molti osservatori reali, il principe si sta sempre di più allontanando dalle sorelle le quali considerano Letizia l’ispiratrice di questo atteggiamento.

Molti i casus belli dal poco sostegno di Felipe e consorte ad Elena al momento della separazione e del divorzio, alla non presenza alla comunione della piccola Victoria Federica, figlia di Elena. Certo i principi ereditari erano in viaggio ufficiale, però mancano anche le bimbe della coppia, poiché la mamma non voleva che perdessero un giorno di scuola, cioè di asilo.

Poche quindi anche le foto ufficiali tutti insieme appassionatamente. E mentre gli spagnoli, abbastanza in pensiero per la salute del Re dopo l’intervento al polmone del maggio scorso, aspettavano la tradizionale e rassicurante immagine estiva sui gradini del palazzo di Marivent, ognuno è andato per i fatti suoi e a Palma di Maiorca le tre cognate non si sono opportunamente mai incrociate.

Ecco volevo solo fare un piccolo pezzo introduttivo per non mettere le foto delle fantastiche scarpe di Letizia (il giornalista Jaime Peñafiel, che non la ama, ci ha scritto un libro Los tacones de Letizia) così nude e crude  con le sole didascalie, ma la penna, o meglio la tastiera, mi ha preso la mano.

Portate pazienza e adesso ditemi cosa pensate di questa ragazza, delle sue scarpe e delle sue mise.

11373a4rojog

e dire che aveva cominciato bene, queste sono le scarpe indossate (sotto al magnifico vestito rosso di Lorenzo Caprile) al matrimonio del principe ereditario di Danimarca

187hm

per le nozze scarpe di Pura Lopez, stupende. sono un regalo del cognato Jaime de Marichalar che di gusto ne ha da vendere.

Letiziazapatos4

poi, forse per non apparire minuscola accanto all’altissimo marito, ha cominciato ad aver bisogno di zeppe, plateau e tacchi altissimi

82062177CA042_Spanish_Royal

estate 2008 

 zapatosjunio2008ru4

ancora 2008, modello Minnie

zapatos62si4

queste sono del periodo in cui era incinta della seconda figlia. Il modello, mocassino con tacco è di Tod’s ma non sono sicura che siano quelle originali della marca.

 101298485

101298422

2010 durante una visita ufficiale

11117-z

non mi esprimo

11115-z

11113-z

quando un modello le piace se lo fa riprodurre in diversi colori e materiali

316nrye

qui il plateau c’è ma non si vede

2s9wtjo

qui si vede, la linea non è male, sono perplessa sull’uso del pitonato

11506122

plateau e tacco altissimo, ma per fortuna la punta è chiusa perché la Leti ha un debole per le peep il che non è sempre una buona idea

20px8

qui niente da dire, una classica espadrilla Castañer, noblesse oblige

192vh

  29gfqrt

queste non sono male come linea, ma ripeto è proprio necessario abbondare in pitone e simili?

souliersLet

no comment, ma come direbbe la mia amica Marta “quest’anno va”, però l’insieme color tortora (che vedete nella prima foto) nel complesso non è male.

28137191_p

udienza ufficiale alla Zarzuela, tutti pronti per la foto di gruppo sulle scale della residenza reale, lei però fra poco va a prendere le bambine a scuola e si è vestita di conseguenza, gonna di cotone e golfino

Letizia4

invece trovo che le “petite robes” le vadano a meraviglia

Letizia1

ma non se sono fatte di un tessuto tipo fodera e in un modello che neanche mia nonna lo avrebbe mai portato, ah le maniche a palloncino si usavano quando, negli anni ’80?

segovie2

visita ufficiale a Segovia, mahhhhhh, certo con il suo fisico può mettere di tutto, ma est modus in rebus

ScarpeRosse

polemica la rivista Epoca che titola “La principessa felice… di essersi conosciuta. L’abito tutto intero, nel complesso stupendo, lo vedete qui sotto, Letizia l’ha indossato alla festa pre nozze di Victoria di Svezia. Aveva davvero bisogno di mettere scarpe del genere?

principes-1-z

 dimenticavo, finisco con la foto dell’udienza di fine estate a Marivent, si lo so Sofia sembra un divano, ma lei non nell’armadio non aveva qualcosina di più adatto che non ‘sto prendisole

Palma2010bis

Il 12 ottobre è festa nazionale in Spagna e in mattinata ci sono state una sfilata militare ed un ricevimento ufficiale. Ora io dico, ma questa ragazza che ad occhio e croce non ha problemi di denaro, né le dovrebbero mancare consulenti e consiglieri di ogni genere, non aveva altro da indossare? Ecco come si è presentata nei saloni del Palazzo Reale. Forse non l’avevano avvisata e lei pensava di andare a casa della zia.

62022259

pantaloni e camicetta, ma il meglio di sé l’ha dato alla sfilata militare

PPE10101231

per la quale ha adottato lo stile mummia

PPE10101229 

le cognate non saranno belle come lei, ma si sanno vestire o quanto meno sanno come ci si veste in determinate occasioni.  Sul sito di Hola  altre foto della Leti impacchettata nella sciarpa.

ConcertoOviedo 

Ok è ufficiale, la Leti ci legge, perché come vedete qui sopra ha colto in pieno i nostri consigli sulle “petites robes” infatti questo abitino le sta a pennello, bello il colore (che, sempre come direbbe, la mia amica Marta “quest’anno va”), bello il modello semplicissimo e lineare ma arricchito ed impreziosito da queste maniche trasparenti, belle le scarpe ton su ton e le calze chiare. No dico, ma non si poteva mettere questo il 12 ottobre? O la sartina non glielo aveva ancora finito?  

ConcertoOviedo2 

Ecco un particolare, personalmente non amo molto collane cosi ricche, però qui sopra vista la semplicità dell’insieme non stona. Le foto sono state prese ad Oviedo nelle Asturie, dove Felipe consegnerà il premio “principe delle Asturie”.

(*) ed è un vero peccato perché un pezzo mediocre viene spesso esaltato da un  titolo azzeccato. Eppure ho studiato, ma a nulla è servita la lettura del “Guerin Sportivo” rivista preferita da mio fratello adolescente e a poco sono serviti anche gli insegnamenti del mio collega alla Gazzetta di Ancona Andrea Sandroni il quale è un vero maestro nel genere “shock”. Per dire titolò “Falconara ha fatto splash” una mia intervista ad un consigliere della Provincia di Ancona che aveva trovato i fondi per realizzare la piscina comunale. 

Copyright foto: www.hola.com, Getty Images, Belga pictures, Ipa press, P.p.e., Daylife

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

164 Commenti

  1. elettra ha detto:

    @Nicole..mi sa tanto che c’hai colto sul ritocchino di Sofia…mi sembra meno rugosa…. si vede che insieme alla nuora hanno fatto lo sconto come al supermercato prendi due e paghi uno!!!!!!!!!
    Da giovane ho portato sempre i capelli lunghi, poi ho fatto un taglio molto sportivo e li ho portati sale e pepe per un bel po’….ora sono nuovamente, un po’ più lunghi e li ho ritinti di biondo…non bisogna aver paura di invecchiare , perchè porta molti vantaggi…ogni età ha la sua bellezza, che non è solo bellezza fisica…la maturità, perchè non sono vecchissima, infonde sicurezza in chi ti è vicino

    @Paola…hai ragione padre e figlia si somigliano moltissimo!!!!!!!!!!!!

  2. nicole ha detto:

    @Paola, ma sono uguali!! Non lo avevo mai visto…bellissimo e brava che lo hai fatto notare.

    @)Elettra, magari Sofia era solo con photoshop, perchè in stessa foto in posti differenti appare diversa.
    Io mi sto tenendo capelli corti corti, sarei di idea di non tingerli,ma in casa non son d’accordo.Persino miei collaboratori anno scorso quando ero a buon punto…han mandato loro delegato che mi ha detto
    ” scusi, ma ci siamo chiesti se lei per caso non abbia deciso di tenersi i capelli grigi e avremmo deciso che che non deve farlo….assolutamente no, aspetti. Ma nemmeno per idea”Non sapevo se ridere o cosa, erano anche simpatici nella loro sincerità: risposi ” pettegoli, anche a voi devo rispondere?”.Ho chiesto se si fossero messi d’accordo con figli e marito.
    Ora sto facendo colpo di mano visto assenza per ferie,prima alcuni, dopo io,insomma …una cosa soft( per loro!!) 🙂 🙂

    @ Simonetta: se lo tiene perchè resta la Reina! Ha sacrificato la vita personale per lui e per la carica. Lo dico nel senso di complimento, sia chiaro.Ha stretto i denti e il titolo le spetta più che a chiunque altro.
    Educazione prussiana,rispetto del rango..con i figli non le è andata poi così bene. Magari Leti sta apprendendo più di quanto possiamo credere e vedremo in futuro.
    Su Corinna non mi esprimo, noblesse oblige.
    Si JC…fa la figura del povero vecchio patetico impigliato nella rete di avventuriera.
    Mein Gott!

  3. Simonetta ha detto:

    @paola. Certo sulla somiglianza hai ragione e anche quella caratteriale….sull’illegittimità mi son espressa,perché avevo letto qualcosa tra le righe su wikipedia spulciando qua e la…..
    @ Nicole. Hai ragione il titolo e ‘suo ……quell’altra…. Noblesse oblige
    +@elettra sui capelli io non transigo ,tinta forever,e’ un modo per essere a posto con se stesse in primis e con altri…anche se sta ricrescita fa dannare.io ce li ho lunghi,mi danno sicurezza.

  4. Giusi ha detto:

    E’ migliorata con gli anni, ma e’ insicura, senza personalità’ . Corretta ma noiosa, le scarpe spesso brutte, sembra come quelle case arredate da arredatori senza le scelte dei proprietari. Un po’ come i residence di lusso. Finta e con molte cose da nascondere. Una che si sforza di apparire e che in fondo signora non e’. Per niente. Arrogante e autoritaria, non molto amata, ha fatto di tutto per agguantare Felipe….non valeva granché’ come giornalista, come futura regina sarà’ un disastro. Tra i monarchi non se la fila nessuno. Basta vedere l’abissi che la separa daMary di Danimarca, anche lei borghese, ma che eleganza, carattere, garbi, piacevolezza, sicurezza. Dimostra che la vera eleganza nasce dentro, e non ci si sforza. E che la nobiltà’ vera e’ quella dell’animo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi