Yellow submarine in versione regale

Yellow_Submarine

Aggiornamento necessario del post sulle regine in giallo, cioè Yellow submarine in versione regale. Oggi – 12 luglio 2017 – la regina di Spagna ha portato il colore del sole a Londra dove è arrivata insieme a Felipe VI per l’attesa visita ufficiale di tre giorni. Eccola qui in carrozza insieme al duca di Edimburgo diretta a Buckingham Palace.

Il giallo è, per antonomasia, uno dei colori dell’estate. Forse per la sua luce accecante che ricorda quella dei giorni di sole pieno. Forse perché è il colore dei magnifici girasoli che fra giugno e luglio invadono i campi. Ecco quindi alcune bellissime immagini di signore reali di ieri e di oggi che per i loro abiti (quasi tutti da sera) hanno scelto proprio il giallo. Ammirate la galleria, godetevi la luce di questo colore bello ma difficilissimo da portare (secondo me alle more dona di più a parte Paola del Belgio, biondissima ma talmente bella con qualsiasi cosa), commentate e scegliete la vostra foto preferita.

elegance7.jpg

Cominciamo con “the Queen” in diversi momenti della sua vita, ma sempre splendidamente vestita fra il classico ed il demodée in quello stile che ormai è il suo marchio di fabbrica.

Elisabetta 2

La regina con la figlia Anna durante ad una giornata di corse (Ascot?)

elegance5

Elisabetta 3

Elisabetta 5

Elisabetta 6

La regina al matrimonio di Alexia, figlia dell’ex re di Grecia. Giallo si, ma a pois.

0000356423-015

42-22668735

WL006804

Ovviamente non poteva mancare lady Diana

Diana 1

La signora qui sotto è Catherine, moglie del duca di Kent uno dei cugini di Elisabetta

Caterina Kent

Brigitte è la moglie danese del duca di Gloucester un altro cugino della sovrana inglese. Pettinatura e abito dicono che siamo in pieni anni ’80

Birgitte Gloucester 1

Infine la sorella della regina, la principessa Margaret

Margaret 1

Margaret 2

A domani con altre regine in giallo…. e grazie infinite a Filippo per la certosina pazienza con cui ha messo insieme tutte queste immagini.

Ed ecco a voi una regina Beatrice d’Olanda ancora giovane con un luminosissimo completo giallo canarino.

Beatrice 3

Ancora Beatrice (direi negli anni ’60) con un fourreau giallo e pelliccetta d’ordinanza. E’ vero quello che ha scritto Sisige in un commento, il giallo è difficilissimo da portare, a me personalmente piace solo quando lo vedo straordinario e violento in certi fiori, come i girasoli o alcune rose, addosso è un po’ più complicato, ma tenete conto che ‘ste povere signore reali che hanno una miriade di eventi/impegni mica possono fare come me che scelgo sempre e solo blu/celeste/azzurro.

Beatrice 1

Fabiola de Mora y Aragon, all’epoca regina del Belgio.

Fabiola 3

Fabiola con il marito, Baldovino. Il giallo qui vira al color oro. Che ne dite?

Fabiola 2

Le tre cognate del Belgio, la regina in carica Fabiola, accanto a lei Paola moglie dell’allora principe di Liegi, a destra con il capo chino la sorella di Baldovino e Alberto, Joséphine Charlotte granduchessa del Lussemburgo.

Paola 1

Paola, giovane e bellissima con l’abito della foto sopra indossato con una stola. Anche qua più oro che giallo puro.

Paola 2

Il di lei figlio, con la di lui moglie Mathilde che osa un giallo-verdino (oserei dire color uovo sodo) azzardatissimo.

42-21996444

Sempre in zona BeNeLux i granduchi del Lussemburgo. Lei, Maria Teresa, è quella della mega tiara alle nozze di Victoria di Svezia.

Maria Teresa 1

Ops mi ero dimenticata, un altro cugino della regina Elisabetta II, il principe Michel di Kent e signora … e

NPK001073

la mitica Queen Mum, che come noto adorava i colori pastello.

Regina madre 1

E adesso le scandinave. Qui sotto Annemarie di Danimarca, giovanissina regina di Grecia.

Anna Maria 1

La sorella della ex regina di Grecia è la regina di Danimarca

Margrethe 1

Ancora la regina di Danimarca in total look yellow con orecchini e spilla che riproducono il fiore del suo nome.

0000309839-008

Margretha giovane principessa ereditaria al braccio del re di Norvegia Olaf

Margrethe 2

Una regina moooolto regale

Margrethe 6

La bella e sempre elegantissima Silvia di Svezia in giallo girasole e la figlia in azzurro carico, guarda caso i colori della bandiera nazionale

Silvia 1

Ancora Silvia, giovane, molto bella, molto anni ’80

Silvia 5

Sonja, regina di Novergia

NORWAY/

Sempre Sonia con lo stesso abito

Sonja 8

Sonia giovane principessa ereditaria alla fine degli anni ’60

Sonja 12

Infine la principessa Sofia di Grecia, allora solo moglie di Juan Carlos di Borbone erede presunto al trono di Spagna

Sofia 1

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

50 Commenti

  1. Antonio ha detto:

    Splendida carrellata!

    Aggiungerei l’imperatrice Farah, anche se non si tratta di giallo ma di oro puro:

    http://2.bp.blogspot.com/_nd6wr_hBSxM/Sik4xCi2jCI/AAAAAAAAAiE/F1mHDjBdpZM/s400/farah_small.gif

    qui nel 1971 a Persepolis, al braccio dell’imperatore d’Etiopia Haile Selassie, seguiti dalla regina Anna Maria di Grecia:

    http://www.iranian.com/CyrusKadivar/2002/January/2500/Images/7.jpg

    E poi, la regina Sirikit di Thailandia, qui nel 2007:

    http://newsimg.bbc.co.uk/media/images/44281000/jpg/_44281182_kingwaving_afp416.jpg

    e qui nel 1960 con il presidente tedesco Lübke:

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/26/Bundesarchiv_B_145_Bild-F009754-0005%2C_Petersberg%2C_Staatsempfang_f%C3%BCr_K%C3%B6nig_von_Thailand.jpg

    Grazie.

  2. Antonio ha detto:

    Dimenticavo una straordinaria e affascinante signora:
    Yvette Labrousse, la Begum Om Habibeh, moglie dell’Aga Khan III:

    http://farm3.static.flickr.com/2342/2780109561_ea97abb58e.jpg?v=0

  3. marina ha detto:

    Antonio grazie per i link

  4. Filippo ha detto:

    Ecco, Paola (baldanzi) il post di cui accennavo nell’altro.
    Saluti
    Filippo

  5. elettra ha detto:

    @Filippo..bentornato….questi scavi archeologici agostiani, sono meravigliosi!
    il giallo è un colore che ho cominciato ad apprezzare con la maturità, così come il rosso….essendo bionda, ho sempre creduto che fossero dei colori, a me , non adatti…..ma siccome l’età porta anche un briciolo di follia e ci si libera di tanti stereotipi inutili, devo dire che qualcosa di giallo mi dovrò comprare…per il rosso ho già provveduto…il modello americano colpisce sempre…da giovane , marrone nero, grigio, da vecchia rosso, giallo , rosa fucsia, proprio come le vecchie zitelle o divorziate americane…..ommiodio, come sto invecchiando!!!!

    Paola..di Liegi ………….I N E G U A G L I A B I L E !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    affascinante anche Sonia con il giallo limone……molto carina Silvia di Svezia senza ritocchino da ornitorinco. deliziosa Annamaria di Grecia………senza il glamour che invece sarà la sua bandiera, la, mai dimenticata, Diana…..molto naif la Queen Mum…….Margarethe di Danimarca deve amare molto la margherita, perchè se ne adorna sempre senza risparmio….Margherita di nome e di fatto…ma non vuol dire perla in latino? possibile che non lo sappia? o forse le piacciono le margherite a prescindere?
    sempre grande classe per tutte le altre….
    Elisabetta resta ELISABETTA e….stop!

  6. paola (baldanzi) ha detto:

    @Filippo, grazie dell’indicazione, questo post mi era sfuggito. A quanto ho letto, sei che tu hai ricercato queste foto delle signore in giallo, bravo! non saprei chi scegliere, certo Paola di Liegi era bella con tutto, ma mi sembra che anche alle altre regine e principesse il giallo doni. Non ho potuto fare a meno di notare come alcune persone siano cambiate con l’età, specialmente Michael di Kent e il marito della regina di Danimarca sono irriconoscibili.

    (rileggendo i commenti al post: ma Antonio dove è finito? mi stava molto simpatico e poi non si è più sentito!)

  7. Antonio ha detto:

    @ Paola (Baldanzi)
    Ehm… mi ero solo un po’ distratto…
    Un caro saluto.

  8. paola (baldanzi) ha detto:

    @Antonio!! che piacere risentirti! (o ci davamo del lei?)
    Spero che tu riprenda a partecipare alle discussioni.
    anche da parte mia cari saluti.

  9. paola (baldanzi) ha detto:

    come credo di aver già detto in commenti precedenti, io adoro il giallo, guardate qui che meraviglia questi abiti gialli:

    http://rottasudovest.blogspot.it/2013/02/la-donna-flamenca-di-juana-martin-si.html

  10. luka ha detto:

    Ed ecco che e’ arrivata anche questa estate 2015….alcune royal in giallo ci hanno lasciato, altre si sono ritirate dalla scena pubblica, altre continuano a riciclare e noi ammiriamo le nuove generazioni di royal…..che continuano ad amare il giallo come Matilde in Cina o Stephanie del Lussemburgo durante la festa nazionale!

    http://m.zimbio.com/photos/Princess+Stephanie+and+Prince+Guillome+of+Luxembourg/Luxembourg+Celebrates+National+Day+Day+2/3wavy5yoWqw

    Oramai e’ certo che qualcuno sta educando il suo stile in fatto di abbigliamento…. 🙂

  11. Lavinia ha detto:

    Visto che in questo post si parla di moda e di royals posto qui il mio link

    http://www.vanityfair.com/style/2015/08/international-best-dressed-list-2015?mbid=social_twitter
    Vanity Fair America come tutti gli anni ha stilato la classifica internazionale dei meglio vestiti del 2015… Tra di loro figurano molti royals: la regina di Spagna Letizia, Sophie Contessa di Wessex, i principi Harry e Carp Philip e la Sheikha Mozah of Qatar. Anche se non sono propriamente reali ci sono anche Charlotte Casiraghi e come coppia Pierre e Beatrice… Compare anche Lauren Santo Domingo che se non sbaglio dovrebbe essere la sorella di Tatiana.
    Questo è forse il primo anno da quando Kate è diventata Duchessa di Cambridge che non compare in questa lista…

  12. Angie ha detto:

    Per me la più bella è Sonia di Norvegia negli anni sessanta. Era i top dell’eleganza!

  13. Roberta ha detto:

    Rivendendo queste immagini sono davvero rimasta affascinata dalla principessa di Liegi bellissima ed elegante….chi l’avrebbe detto in quegli anni che l’irrequieta principessa italiana sarebbe invecchiata con tale aggraziata nonchalance? Detto questo mi sono chiesta a quale regina o principessa moderna assegnerei l’oscar per l’eleganza? Beh per me non c’è nessuna a cui consegnare il premio di prima della classe in fatto di eleganza….sarò banale ma mi viene in mente Grace Kelly e rivedendo queste foto Paola di Liegi! Però non mi sono persa d’animo e ho conferito miei personalissimi oscar: ad esempio oscar per i migliori abiti in lungo: regina Maxima, se in tenuta da giorno delle volte risulta un po’ eccessiva, (ultimamente ha indossato….un sacco nero con davanti un ‘enorme bavaglino rosa e dietro un risvolto azzurro!!!!), nessuna come lei sa indossare “i gioielli di famiglia” e soprattutto tutti insieme! Ed è splendida quando ogni anno si presenta per l’inaugurazione dei lavori parlamentari. Miglior guardaroba nei viaggi ufficiali a Letizia di Spagna che deve essere convinta che gli spagnoli l’apprezzano vestita da regina solo ne viaggi ufficiali! Oscar per gli abiti negli eventi ufficiali a corte: alla duchessa di Cambridge, se nei viaggi ufficiali il suo essere inglese la penalizza, quando gioca in casa riesce sempre a brillare; e siccome mi dispiace tagliare fuori la regina Mathilde e la principessa Mary a loro assegno l’oscar perché rappresentano la figura di regina e principessa in maniera classica, senza tanti guizzi né scivoloni; e naturalmente c’è anche un “oscar alla carriera” che mi sento di assegnare senza dubbio ad Elizabeth II. Gli oscar per le peggio vestite sono per Mette-Merit che qualsiasi cosa metta sembrano sempre dei straccetti comprati in saldo nei mercati….forse sarà per via del suo portamento o degli accessori con cui li abbina ma a lei tutto sembra stare male….secondo posto le sorelle York e non basta come scusante che sono inglesi e per giunta appartenenti alla famiglia reale….danno l’impressione che vogliono apparire alla moda ed eleganti ma poi c’è sempre quel qualcosa che rovina il tutto; primo posto a Stephanie del Lussemburgo, perché tutto in fatto di moda si può perdonare ma non la sciatteria che sembra contraddistinguere la granduchessa ereditaria, in una delle ultime uscite ufficiali si è presentata con un abito la cui scollatura dietro lasciava intravedere chiaramente il reggiseno e aveva uno dei suoi immancabili mollettoni visto l’evento ufficiale era “impreziosito” da pietre….di plastica? Naturalmente questa è una mia visione personalissima e divertita….

  14. sisige ha detto:

    Veloci commenti per quanto riguarda un argomento che mi interessa molto: il ”look” delle royals! Premetto che Elisabetta, con i suoi outfits senza tempo, la ritengo pienamente sopravvalutata causa prestigio della sua persona/carica come royal. La ‘queen mum” è stata costantemente inguardabile negli anni ed io la paragono ad una abat-jour per i fronzoli che si è sempre messa addosso!!!
    Concordo che ci siano delle foto che esaltano la moda degli anni ’60 che aveva il suo perchè (vedi Sonia di N.che però – sempre a mio avviso – non ha saputo sempre mantenere un livello di eleganza coerente); Mette Marit purtroppo non ha una figura particolarmente adatta all’alta moda o anche al ‘pret a porter’ . Se perdesse qualche chiletto potrebbe valorizzare ciò che indossa; a me piace indipendentemente dagli abiti.
    Non sono d’accordo che Paola di Liegi sia invecchiata bene (aggraziata nochalance???)…anzi. Mi si stringe il cuore solo a vederla.
    Letizia – è vero – dà il suo meglio all’estero, infatti è promossa fuori Spagna mentre a casa sua spesso ”toppa” per le mises troppo aggressive (che non vuol dire troppo moderne) che si mette addosso.
    Mi piace molto Mary. Non si può dire nulla: è spesso perfetta (ho detto spesso e non sempre) ma non vince di simpatia (vedi ”Letizia” ahahah!!!), mentre Kate (l’ho scritto spesso) porta una moda ”noiosa”, molto inglese e secondo me, deve trovare la sua strada. Certamente non può/non vuole osare e la vedrei bene usare talvolta dei bei completi pantaloni.
    Stephanie del L. è un ‘non classificabile’: dobbiamo pagarle un ‘fashion adviser’, mentre le varie ”principesse pop” (vedi Chantal di Grecia, Tatiana Santo Domingo) sono paragonabili alle Kardashian, dunque con una eleganza un po’cafona più da milionarie che da ‘royals’. Tra le Greche fa eccezione Tatiana che adoro. Maxima ha una rara sicurezza che rende accettabili anche gli abiti più eccessivi e riesce ad osare molto. Ottima ma non sempre ….Un bacione a tutti e buone vacanze!

  15. Pellegrina ha detto:

    Concordo Sisige praticamente su tutto! EII decisamente eccede; d’accordo l’età, d’accordo lo “stile”, ma insomma a volte proprio elegante non è, bisogna riconoscerlo, malgrado tutto quello che possiede e potrebbe permettersi e si permette, dato che cambia gioielli e vestiti in continuazione, spesso realizzati in stoffe stupende come non se ne trovano più. E poi non mi piace quel suo mettersi sempre tutto in tinta dello stesso colore e sfumatura, persino i gioielli, annoia e eccede allo stesso tempo. La vestiva meglio Hartnell settanta anni fa. Recentemente pure Kate s’è travestita da caramella fragola monocolore… pure la figlia… Non è questione di démodé, Camilla veste classico e fin troppo inglese, ha un fisico ancora meno facile, ma non arriva a tanto, anzi, è dignitosa e armoniosa. Quel vestitino a fiorellini rosa e bianchi che la regina ama tanto per il pic nic del trooping, francamente è squallido e basta. E la tiara che si è messa durante la visita degli Spagnoli, magari c’erano ragioni storiche, ma non è un monumento di buon gusto.

    Anche a me piace Mette Merit. Certo non per quello che indossa, ma secondo me la moda di oggi non è adatta alle vichinghe massicce e senza fronzoli come lei. Alta si’, ma sottile e longilinea, e lei non lo è. Cio’ non toglie che uno stile assolutamente diverso e tagliato solo su di lei le potrebbe donare molto di più. Il suo vestito da sposa è forse il mio preferito con quelli di Letizia e Fabiola; in ogni caso le donava moltissimo ed era fantasioso senza essere forzato. Un altro caso in cui stava benissimo è quello per il compleanno di Sonia: un magnifico abito crema lungo e dritto con gioielli e i fiori che le piacciono tanto, ricamati o applicati non si capisce, ma di certo molto molto belli.
    Ecco secondo me per com’è fatta – e evidentemente di dimagrire come Kate non le va – dovrebbe mandare al diavolo gli stilisti che più o meno hanno in testa un solo tipo di donna standard, e trovarsi qualcuno che la vestisse su misura, non moderno, ma non démodé, piuttosto altro, con un tocco di fata dei boschi, un po’ strega, un po’ selvaggia, un po’ esotica, niente di eccessivo, pulito ma fuori dagli schemi, ma non il moderno prêt à porter perché non fa per lei. Forte e particolare come lo è la sua terra, potrebbe ispirarsi un po’ alla tradizione, magari.
    A me piace come piace Margarethe, perché sono fuori dagli schemi e se ne infischiano gagliardamente: questo è il primo segno della regalità. Il sorriso di Maragarethe è semplicemente perfetto nell’ultima foto. Infatti in questa pagina darei forse la palma al broccato bordato di pelliccia della regina di Danimarca, seguito dal raso di Sonia.
    Sonia è discontinua, il vestito di raso color oro è splendido; quello giallo limone svolazzante decisamente no, fa bambolina souvenir.
    E poi mi piace Fabiola, perché anche lei era diversa dalla media, lo sapeva e se ne infischiava, viveva una fede profonda che la portava a essere diversa e insieme alla sua educazione cio’ le dava un’enorme stile, cosa che si percepisce molto bene dalle foto, anche se qui l’abito non si vede bene.

    Paola che dire, non mi piace, poveretta. Mi fa venire in mente l’Angelica del Gattopardo, non come carattere, ma come tipo di persona: bella, era bella, ma, in mancanza di una forte personalità spiccata come Margarethe, Mett, Letizia o la stessa Sonia, (nessuna delle quali è mai stata altrettanto bella), o di un senso della scena come Diana Spencer, non riesce a non darmi l’impressione di essere sempre un po’ pacchiana in fondo, quella che si chiama “la bellezza dell’asino’, insomma.

    Letizia… qui è un terreno minato. In questa visita era vestita spesso in modo perfetto, come ho scritto; il cappello rivisitato alla spagnola le stava semplicemente d’incanto, l’addolciva e la trasformava. Quando è in Spagna mi piace la sua semplicità perché rispecchia appunto la loro, il loro essere oggi sbarazzini e senza formalismi ed è bene cosi’. Pero’ le sue mise da giorno sono spesso un po’ troppo businesslike e non mi piacciono. Paradossalmente la apprezzo di più quando le forza, anche ai limiti del buon gusto, come i pantaloni da smoking azzurri portati con la maglietta lo scorso anno, almeno le levavano quel tocco troppo manager.
    Insomma, tutto ma non il piattume, di buon o cattivo gusto che sia!

    Infine per un vestito meno impegnativo, ma bello e inglese nel senso migliore, senz’altro la Kent – tra l’altro era lei che è stata a lungo l’amore di Filippo?

  16. Pellegrina ha detto:

    Una Kate in giallo, apprezzabile, come sempre quando veste Packham, ma con scarpe tooootalmente sbagliate.

  17. sisige ha detto:

    Bravissima Pellegrina! OK!

  18. sisige ha detto:

    …vorrei aggiungere, sempre parlando di eleganza, che adoro Sophie contessa di Wessex perchè è sempre chicchissima, non sbaglia un colpo, mentre alle sorelle York puoi far indossare qualsiasi cosa, ma non riescono ad essere diverse dalle sorellastre di Cenerentola (ahahah!!). Dimostrazione che l’estrazione sociale è ininfluente dallo chic (Sophie ERA una comune mortale).

  19. Luthien ha detto:

    Bellissimo il giallo, colore dell’estate, anche se personalmente non riesco ad indossarlo., però da brava leonessa adoro l’oro.
    Delizioso il cappellino di Letizia che l’addolcisce e ,e veramente bella nel primo piano.
    Mi piace Margaretha perché nella scelta dei vestiti dimostra sempre la sua personalità estrosa e Kate : ad una bruna come lei il giallo si addice e l’illumina.
    Luthien

  20. Pellegrina ha detto:

    Il total yellow di Letizia è straordinario soprattutto per la quantità di materiali, texture e sfumature che usa riuscendo a mantenere un’eleganza semplice e da mattina.
    Mette insieme: raso oro nel vestito indossato a contatto con la pelle, completato da pizzo; lo copre con un soprabitino di tweed leggero chiarissimo e discreto con altro pizzo, cioè quanto di più lontano e antitetico ci sia; lo completa con accessori di tre materiali diversi, la paglia del cappellino e il voile dei fiori, anche questi in più sfumature, più lo scamosciato di borsa e scarpe, di due gialli diversi tra loro, ma sempre caldi senza essere vistosi. Facilissimo trasformare tutto in una cacofonia, e invece l’insieme è calibratissimo e armonioso, restando molto molto personale, rispetto ad altri insiemi di firme prestigiose ma terribilmente tutte uguali. Le sta a pennello, come lunghezza e come forme, si integra al suo atteggiamento spigliato e mobile e lusinga le gambe e il sedere, i suoi punti forti (Filippo sembra non perdere l’occasione di gurdarsela a fondo dato che le fa da cavaliere…). Francamente, volevate una regina che facesse il manichino agghindato? Be’ questa lo è all’ennesima potenza. E allora?
    Stesso discorso per il vestito inglese che indossa al commiato: invece di fare tutto sullo stesso eterno tono, parte da un tono e un colore chiari per arrivare a uno più scuro: il corpetto è bianco lucido, la gonna rosa antico e le scarpe scendono di un tono verso il bordeaux. La borsa di paglia introduce un elemento più rustico e meno lezioso nell’equilibrio dell’insieme. Molto più difficile che mettere lo stesso cappello dello stesso colore del soprabito dello stesso del gioiello dello stesso del vestito ecc. Inoltre, contrariamente ai vestiti scelti da KM, questo la ringiovanisce e la rende sbarazzina e francamente molto più simpatica.
    Pure la gonna con camicetta sui toni dell’azzurro è ben studiato e decisamente personale ma non aggressivo come altri insiemi che usa.
    Invece di KM ho apprezzato oltre al giallo il vestito di design bianco e nero portato con le perle. Il corpetto non le stava benissimo perché ha poche forme ed è in stoffa rigida, ma rispetto al suo genere compassato almeno era qualcosa di moderno, portato con gli accessori giusti che le dava personalità. Pefino quella terribile crocchia bassa da vecchia che si fa spesso con i capelli un tempo stupendi riusciva a essere in equilibrio con la durezza dell’abito scelto e si armonizzava grazie al contrasto che lei dovrebbe osare un po’ di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi