Le nozze reali di Stoccolma: Victoria e Daniel oggi sposi

Victoria e Daniel oggi sposi, fra emozione, feste e tanti ospiti reali. Alle 15 e 30 Victoria Bernadotte, principessa ereditaria di Svezia sposerà il suo storico fidanzata, Daniel Westling. Ieri sera i due innamorati sono stati spettatori e protagonisti di uno spettacolo al teatro reale di Stoccolma, presenti i rappresentanti di tutte le case reali europee e non e delle istituzioni del paese scandinavo. Una festa commovente e molto emozionante  (qua  trovate una serie di video, in svedese purtroppo) ma in tono leggermente meno sfarzoso di quanto si sarebbe potuti aspettare. Abiti lunghi e smoking erano di rigore, ma sono mancati i diademi che alle feste del gotha danno quel tono “reale” in più. Un paio di mesi fa Copenhagen, per i 70 anni della regina Margaretha, sono stati sfilati i più bei gioielli del mondo, ieri a Stoccolma no.

In compenso le giovani principesse hanno sfoggiato abiti davvero belli e quasi tutti di un gusto assolutamente impeccabile e raffinato. Qualche scivolone lo hanno fatto le signore più anziane, ma insomma, “nessuno è perfetto”. Qui sotto c’è una piccola galleria di immagini in attesa di quelle odierne.

 I siti svedesi parlano già di 25 mila persone per le strade di Stoccolma, ma Le Monde, in un articolo apparso anche nella edizione on line, racconta di una situazione per niente idilliaca. Secondo l’autorevole giornale francese gli svedesi non sarebbero particolarmente coinvolti in tutto il can can di una festa che per loro è da considerare molto più del genere “people” che “royal”. Il matrimonio non ha generato turismo, né dalla Svezia, né dall’estero, gli alberghi sono mezzi vuoti e i treni speciali dalle zone più lontane della Svezia sono stati cancellati per mancanza di prenotazioni. In più c’è anche in corso una piccola, ma aspra, polemica con la chiesa luterana, più femminista e moderna della stessa Victoria. La principessa vorebbe entrare in chiesa al braccio del padre, ma il rito luterano svedese prevede l’ingresso degli sposi insieme e su questo dettaglio si stanno scontrando da giorni famiglia reale, dignitari di corte e rappresenanti del mondo ecclesiastico. In più come sempre in queste occasioni fioccano i sondaggi e la monarchia nonostante l’emozione per le nozze, la simpatia per i due fidanzati (Victoria è molto amata per la semplcità e il carattere spontaneo e diretto) è in caduta libera: 15 anni fa il 70% degli svadesi apprezzava re e famiglia, oggi Carlo XVI Gustavo ha dalla sua uno scarno 46% di connazionali.

 61

60

alberto-charlene--a

Alberto di Monaco e Charlene Wittstock

constantino-grecia--a

L’ex re Costantino di Grecia con la moglie Anne Marie di Danimarca, sorella della regina Margrethe

duques-palma--z

I duchi di Palma di Maiorca, la Infanta Cristina e suo marito Inaki

haakon-mette--a

Haakon e Mette-Marit principi ereditari di Norvegia

marta-luisa--a

La principessa Martha Louise di Norvegia con il marito, lo scrittore Ari Behn

mary-donaldson--a

I principi ereditari di Danimarca e del Belgio con le mogli

maxima-holanda--z

I principi ereditari dei Paesi Bassi

principes-1-z

Il principe delle Asturie con la moglie Letizia

rosario--a

La Infanta Elena e Rosario Nadal, moglie (separata) del principe Kyril uno dei figli dell’ex re Simeone di Bulgaria

reina-margarita+--a

La regina di Danimarca con il principe consorte Henrik

padres-daniel--a

I genitori dello sposo, i signori Westling

24

La famiglia reale greca

25

Il principe Alessandro di Yugoslavia e la moglie Katherine, il granduca di Lussemburgo

28

Il principe Ali di Giordania e la moglie Rym

34

I sovrani di Norvegia

35

La regina Beatrice dei Paesi Bassi

36

Benedikte di Danimarca

43

Il principe Nicolas di Grecia e la fidanzata Tatiana

321

I conti di Wessex, Edward e Sophie

431

Astrid del Belgio e il marito Lorenz d’Austria-Este

princesa-mary--z

Due immagini della cena di giovedì, a sinistra Mary di Danimarca, a destra il principe Nicola di Grecia e la fidanzata

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

16 Commenti

  1. Anonimo ha detto:

    che bello…era molto commovente

  2. nicole ha detto:

    Ho visto filmato: la regina che piange, il re che era come impietrito ma dall’emozione, per una volta..i genitori di lui che erano straniti, li capisco! Tutti che cantavano. A me gli sposini stanno diventando simpatici.Vittoria deve aver avuto la marcia innestata da ” panzer division” per riuscire ad imporlo ! A me pare talmente innamorata, lui è riservato, il che non guasta.Non so se avete visto, era link di giornale svedese
    ( aftonbladet), lui che in diretta le sistema lo strascico all’entrata, lei che si gira come dire lascia perdere e siccome intralciava per salire gradini, lui con praticità le prende lo strasciso da sotto il sedere quando lei si gira per salire e lo alza perchè lei proceda regalmente.Molto simpatico, familiare! Ma sì, mi sembra proprio che dopo anni di rodaggio non possa che andare bene. Mi fanno tenerezza. Speriamo ricordino sempre di essere dei privilegiati. A grandi privilegi si risponde con molto senso di responsabilità.
    Dal giorno di mia nascita mi son sentita dire così..e mica dovevo diventar regina!

  3. marina ha detto:

    Nicole, mannaggia pure a me stanno diventando simpatici. Ho visto che io il video in cui le aggiusta lo strascico (prima si era impicciata e il fratello l’aveva liberata), davvero simpatico. Sul discorso di privilegi e senso di responsabilità speriamo bene, leggo qua e là che lui è considerato da tutti serissimo. Oh e in effetti sicuramente meno lauree dell’ex cognato, ma anche meno grilli per la testa e casini non ne ha mai fatti, mai una parola in più, mai una intervista, sempre zitto. Insomma errori non ne ha commessi. Spero bene per loro, lei è felicissima, davvero mai vista una ragazza che va all’altare così felice. Ah be’ no, una ne ho vista, me medesima, ma non ero già più una ragazza in senso stretto…

  4. marina ha detto:

    Dimenticavo, in questi giorni ho un po’ di problemi organizzativi, cercherò di mettere foto on line quasi in tempo reale, ma se non riuscissi e se qualcuna/o di voi mi aiutasse mettendo dei link nei commenti gliene sarò grata. Anche link con video, come questo su you tube
    http://www.youtube.com/watch?v=MrbE9YGo9NI

    ps nessun commento sugli abiti delle signore? ma come le colleghe del sito francese di sono sbizzarrite. Allora comincio io, mi pare ci siano molto ricicli, specie fra le signore più “grandi”…

  5. nicole ha detto:

    1) Astrid per una volta ha fatto ottima scelta, abito molto elegante, taglio e colore veramente indovinato, abbinamento con collier imperiale…del resto non è una granduchessa d’Austria?( Marina, help me!!??) Solo che qualsiasi cosa indossi, non lo sa portare, non so, ha sempre aria dimessa, persona che si è ” messa su” qualcosa tanto per.
    Credo sia qualcosa di psicologico.
    Sua madre, da sempre, nella sua semplicità è sempre stata regale.

    2) bello lo stile minimal di Charlene!

    3) Tatiana: uno schianto, come sempre. Qualsiasi cosa indossi, lo porta divinamente.

    4) Regina Margarethe: mein Gott, peggio di così! Il fiocco ….ed il resto.

    5) Del ” fagottino serbo” che dire? meglio niente.Un consiglio, così, per apparire non infagottata bensì vestita?

    6) dell”involtino lussemburghese”? Idem..

    7) Letizia? Bello il colore, sarà che ballerà flamenco toda la noche? Linea perfetta, lui un po’ ingrassatino

    Domanda: chi è la dama che regge gonna alla Beatrice? Dama di compagnia o invitata gentile?

  6. Filippo ha detto:

    Avete notato le dame di corte svedese?
    Erano le signore che indossavano l’abito lungo in velluto blu scuro con le maniche “a palloncino” con ricami in oro a forma romboidale.

  7. Rosella ha detto:

    che ne dite del bianco e nero della principessa rosario di bulgaria? Mise lineare, raffinata e bellissima.
    Ma forse è lei che valiriza ogni cosa

  8. marina ha detto:

    @ Nicole, Astrid – archiduchessa per matrimonio – è veramente vestita male;
    @ Rosella, Rosario è splendida è una delle donne immagine di Valentino, no dico, mica poco;
    @ Filippo, si si, notate, non avevo mai visto le dame di corte in altre corti o matrimoni e con abiti identici.

  9. Titti the first ha detto:

    I miei complimenti vanno tutti alla sorridente Victoria, sposa fresca, felice e innamorata. Bello l’abito, il bouquet de mariage e naturalmente la meravigliosa tiara di cammei con bracciale e orecchini annessi, una sciccheria!
    Gli abiti delle reali invitate non mi sono sembrati nulla di così trascendentale, un po’ troppe balze, pepli, incroci magici, un tripudio di architteture neoclassiche e pericolosi accenni rococò. Non cado nella tentazione di fare i nomi delle peggio vestite, ma cito solo colei che dopo la sposa ha attirato la mia attenzione e cioè la fidanzata del principe di Grecia, mademoiselle Tatiana, di una bellezza così rara, direi quasi letteraria.
    Non mi resta che augurare agli sposi tanta felicità e serenità!!

    Al prossimo royal wedding!!

    Marina, grazie per aver messo a disposizione le foto, le notizie e gli aneddoti sulla principessa Victoria e l’occhialuto, ma simpatico Daniel, principe consorte!

    Cordialmente, Titti the first.

  10. antares ha detto:

    Gli svedesi possono solo applaudire e gioire per un evento familiare che,sinceramente non interesserebbe a nessuno se la Svezia fosse una Repubblica. Nei vari regnucoli rimasti sparsi nel vecchio continente,come fortezze cadenti e decadenti (La monarchia svedese oggi non arriva al 50% dei consensi e i sovrani scandinavi sarebbero spodestati con un buon referendum). Non vedo tutto questo interesse per abiti e gioielli di dame e damigelle dai nomi altisonanti,piuttosto sarebbe meglio notare che metà delle spese per il “grandioso evento” sia stato scaricato sui poveri sudditi,magari ignari di tutto.
    Del resto,il lupo perde il pelo ma non il vizio,a pagare lo sfarzo,il lusso e la pompa magna,almeno per metà ci pensa il popolo che,sinceramente,ha altro a cui pensare che a un comunissimo matrimonio.

  11. lukas ha detto:

    @Antares: qual è la fonte del sondaggio che citi? a me risultava un favore alla monarchia del 56% riportato in un articolo del WSJ…L’interesse per abiti e gioielli è puro passatempo; d’altronde viene osservato l’abbigliamento di qualsiasi personaggio in vista, reale o meno. ogni tanto ci si può permettere qualche commento leggero senza dedicarsi costantemente alla critica sociale. La monarchia svedese, stante l’evidente impotenza politica, adempie ormai a una mera funzione rappresentativa, simile a quella del nostro Presidente della Repubblica. comunque, in una monarchia ik matrimonio dell’erede non è cerimonia privata, ma evento pubblico insito nella natura dell’istituzione; mutatis mutandis anche nelle repubbliche le spese istituzionali sono coperte dalle finanze pubbliche.

  12. Filippo ha detto:

    Ha ragione Antares, il lupo perde il pelo ma non il vizio, e infatti nelle Repubbliche di tutto il mondo compresa la nostra, i politici non fanno altro che scialacquare i soldi che non sono dei loro sudditi, ma di chi al potere c’è li ha mandati democraticamente.
    Se non altro le case reali vivono con il sostegno delle loro liste civiche, e rappresentano egregiamente la loro Nazione, i nostri uomini al potere, escludendo forse il Presidente della Repubblica, nemmeno quello sanno fare.
    Sa quanti soldi porta alla Svezia un evento del genere in termini di turismo? No non lo sa sicuramente.
    Un sovrano checcè se ne dica rappresenta tutta una nazione, di qualsiasi cenzo e idea politica, purtroppo il presidente di una Nazione viene scelto tra i politici dalla maggioranza parlamentare di turno, e ho detto tutto.
    E poi tutti questi sondaggi fatti sugli questi “Regnucoli” ma chi li fa e a chi li fa, io so solo che una volta in Danimarca per quanto facemmo una battuta ironica sulla loro Regina, per poco non ci facevano scendere dal pulman.
    Non c’è interesse per queste persone dai nomi altisonanti? e come mai queste persone destano tanto interesse negli Stati Repubblicani, come mai alzano l’audience nelle trasmissioni televisive, come mai andiamo da turisti a vedere i loro tesori entro i loro palazzi, un fascino lo devono avere, e non mi dica che è questione di ignoranza, perchè siamo stanchi di tutte queste persone “colte”, snob e con la puzza sotto il naso. In Italia ci sono voluti 60 anni per sdoganare il nome dei Savoia, ma smettiamola con questi discorsi generici e privi di conoscenza.
    Ha ragione il popolo ha altro a cui pensare e se per qualche momento, queste persono con il loro fasto, la loro pompa e quant’altro, fanno dimenticare i loro guai, ben vengano.
    Scusi Marina per lo sfogo, vero è che in una democrazia bisogna rispetterare tutte le opinioni, e io li rispetto, ma essere presi per degli idioti, ignoranti che credono nelle favole no!
    Saluti
    Filippo

  13. marina ha detto:

    Buongiorno a tutti, mi scuso per la tardiva risposta, ma ieri ho approvato il commento di Antares e sono scappata perché ero in ritardo.
    Dunque premesso che sono rispettabilissimi tutti i punti di vista mi pare che Lukas abbia già dato una spiegazione sui motivi di tanto interesse per i matrimoni reali. Io aggiungo che nell’immaginario collettivo le nozze sono sempre un evento sociale “particolare” (nascita di una nuova famiglia, quindi di una entità sociale ufficialmente riconosciuta) e destano curiosità. Abito di fronte alla chiesa principale della mia città e sabato uscendo mi sono imbattuta in un matrimonio, la sposa non era ancora arrivata ed era attesa oltre che dagli invitati anche da un nugolo di curiosi di passaggio. Non erano nozze reali, però c’è sempre il gusto del “vediamo com’è vestita lei, guarda la mamma dello sposo come si è combinata…”.
    Quanto alle nozze svedesi, confermo quello che ha scritto Filippo (niente scuse per il lungo intervento, anzi grazie) ed aggiungo che i costi sono stati parzialmente coperti dalle finanze private del re, ciò non toglie che ci siano state delle polemiche. Però di sicuro l’aspetto turistico (come conferma anche la mia amica nordica Nani) non è da sottovalutare. Inoltre la “rappresentanza” e le spese di comunicazione sono consistenti anche in repubblica. Per dire, le Marche (parlo con cognizione di causa) hanno speso un patrimonio per un spot pubblicitario con Dustin Hoffman. Voi direte perché proprio lui? Be’ l’idea geniale e costosissima viene dal fatto che Dustin nei lontani anni ’70 ha girato ad Ascoli Piceno un film che oggi pochi conoscono, Alfredo Alfredo. Vi assicuro che in proporzione la faccenda è costata molto di più delle nozze svedesi.
    In ultimo ricordo che i francesi, mooooolto più furbi e pragmatici di noi, dopo avere tagliato la testa ad un re e ad una regina, adesso dei loro souvenir reali hanno fatto un businnes di tutto rispetto.

  14. lukas ha detto:

    Hai ragione Filippo. dopotutto i sondaggi vanno sempre presi con le pinze, anche quelli più “autorevoli” possono essere facilmente strumentalizzati. Gli esempi sono moltissimi, anche nella nostra Italia. per quanto riguarda la Svezia, penso che le immagini della folla festante parlino da sole; in più devo aggiungere che quando sono stato a Stoccolma ho percepito un grande affetto e rispetto per i sovrani. La famiglia che mi ospitava teneva in casa la foto del re e della regina. E non erano gli unici. perciò non me la sento di definirlo un regime decadente.
    Saluti
    lukas

  15. marina ha detto:

    Lukas e Filippo è verissimo i sondaggi vanno presi con le molle e con molto beneficio di inventario. Quanto agli svedesi, credo che sia qui o forse sotto un altro post il commento di Nani finlandese di nazionalità ma svedese di lingua (la Finlandia è un paese bilingue e bi cultura) che diceva di essersi presa un pomeriggio proprio per guardare il wedding in tv e festeggiare con torta e champagne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici di funzionalità (per la corretta navigazione) e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Accetti i cookie sia cliccando sul pulsante a lato che continuando la navigazione del sito. Clicca per la Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi