I Cambridge in Canada e stavolta con i bambini

cambridge_in_canada_4

Aggiornamento… in ritardo ma fra una serie di problemi e il fuso orario non sempre riesco ad essere sulla notizia. Chiedo perdono. Comunque ieri la famiglia al completo ha preso parte a una festa per i bambini dei militari nei giardini della residenza del Governatore a Victoria. Ovviamente George e Charlotte sono stati al centro dell’attenzione. Questa è sopra la mia foto preferita.

cambridge_in_canada_5

Questa è la preferita n.2. Adorabile piccola principessa con l’abitino a punto smock, le scarpine e il cane Moosee della Therapy Dog. Pare che Charlotte ne sia rimasta affascinata e ci abbia giocato a lungo.  Quando si dice educare i bambini ad amare gli animali…

cambridge_canada

Ci siamo quasi, i duchi di Cambridge stanno per partire per il Canada e stavolta i piccoli George e Charlotte andranno faranno il viaggio insieme ai genitori. E’ il secondo grande tour per George, che a poco più di un anno aveva percorso in lungo e in largo Australia e Nuova Zelanda, e il primo per la piccola Charlotte. Secondo voi l’attenzione sarà tutta per loro? Io credo proprio di si.

I Cambridge in Canada

William e Kate arriveranno in Canada (dove sono stati nel 2011 poco dopo le nozze) sabato 24 settembre e il loro tour si concluderà il 1° ottobre. I duchi di Cambridge visiteranno Vancouver, Victoria, Bella, Haida Gwaii et Kelowna nella Colombia britannica e le città di Whitehorse e Carcross nello Yukon. Questo viaggio sarà come sempre molto intenso e pochi giorni dopo essere tornata a casa Kate partirà da sola – per la prima volta – in direzione dei Paesi Bassi dove è attesa per inaugurare una mostra dedicata a Vermeer.

Nei prossimi giorni aggiornamenti e foto sul viaggio dei Cambridge in Canada. I del tour e tutte le tappe della coppia reale le trovate qui

Le foto del Giorno 2 a Vancouver

http://www.hellomagazine.com/royalty/2016092533699/prince-william-kate-middleton-arrive-vancouver/

 

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

33 Commenti

  1. Michele ha detto:

    Non vediamo l’ora 🙂

  2. Ale ha detto:

    Anche secondo me i due bimbi ruberanno la scena 😀 ma sicuramente la firm avrà pensato a come massimizzare il ritorno d’immagine 😉
    Bello intenso come viaggio, speriamo in tante belle foto e che i due pargoli si divertano … Sicuramente riceveranno un sacco di regali 🙂

  3. elettra/cristina palliola ha detto:

    Laddove i bambini potranno essere presenti , gli occhi saranno tutti per loro e non nascondo la mia curiosità per rivedere Charlotte che è da tanto che non compare sulle scene…probabilmente camminerà da sola e io credo che ci saranno eventi pronti proprio per loro, come già successo in Australia…passeggiata nel bio-parco e visita ad asili e asili-nido, incontri con altri coetanei. Per il resto, non mi aspetto grandi novità sui soliti programmi, che di solito si spolverano per queste visite. la mia curiosità è rivolta a quelli che saranno i gioielli concessi a Kate…sappiamo che la regina, manda messaggi ed è assai prudente nel ‘imprestare”. Oltre alla spilla con la foglia d’acero già vista e portata sia da Kate e da Camilla, cosa altro ci sarà, nel portagioie?
    Il fatto che Elisabetta abbia affidato prossimamente anche un viaggio in solitaria alla bis-nuora mi fa ben sperare…è sicuramente una grande dimostrazione di stima e fiducia, che potrebbe essere gratificata con qualche altro prezioso di famiglia, sin da ora
    Anche il guardaroba di Kate in questo caso non è da sottovalutare…ha imparato molto bene dalla nonna in law a gratificare i paesi dove va in visita e questo Elisabetta deve averlo notato

  4. Dinora ha detto:

    Seriamo che Sua Maestà presti qualche gioiello di sostanza a Kate! The Queen si dimostra molto parsimonioso sia nel prestare gioielli che la Sua onorificenza. Se l’ha concessa a Camilla che non mi sembra abbia fatto molto per meritarsela……potrebbe già concederla alla duchessa di Cambridge che sta assolvendo al suo compito più che mai bene già da molto tempo.
    Vedremo!!

    • Caterina ha detto:

      Io credo che l’onorificenza di Elisabetta sia legata oltre che al rappresentare la Regina e la Corona anche al titolo rivestito dalla Dama. Camilla al di là della rappresentanza è la consorte dell’erede al Trono e quindi la Principessa del Galles, nonostante lei usi il titolo di Duchessa di Cornovaglia, visto che al titolo principale, è legato il ricordo di Diana. Ricordo che pure Diana quando ancora non si prestava, da sola, a rappresentare la Regina ebbe questa onorificenza subito. Buona giornata a tutti.

  5. laura ha detto:

    Io davvero sono colpita per l’abilità con cui Catherine è riuscita a scendere dalla scaletta dell’aereo avendo i tacchi a spillo, una gonna stretta, una bambina in braccio e nell’altra mano il figlio. Io credo che sarei ruzzolata giù con grande divertimento dei presenti e soprattutto dei fotografi.
    Capisco che la gonna stretta evita quando si scende dalla scaletta dell’aereo il problema vento e sollevamento della gonna come avvenne qualche anno fa non ricordo in quale occasione, io avrei messo dei pantaloni e dei mocassini ma si vede che non sarò mai parte di una famiglia reale …

  6. Sisige ha detto:

    Charlotte è identica alla nonna Middleton…e Kate, secondo me, dovrebbe allungare le gonne. Gambe troppo magre che non aiutano esteticamente l’aspetto generale.

  7. Silvia ha detto:

    Secondo me la piccola pare tutta The Queen da piccina… Mentre George é tutto Middleton.

  8. Dora ha detto:

    a che serve essere andati in canada coi figli se poi li tirano fuori solo all’andata?
    io boh!

  9. annarita ha detto:

    Penso come sarebbe stata orgogliosa la principessa Diana di questi due splendidi nipotini e di come il suo primogenito abbia formato una bellissima famiglia.

  10. Michele ha detto:

    Quanto sono carini 🙂 menomale che li hanno fatti un po rivedere!! ecco un video di questa bella famiglia !!!https://www.facebook.com/GlobalNews/videos/1138105079570589/

  11. Donna Bianca ha detto:

    La foto con il cagnone è bellissima, come quella in cui Charlotte si getta a pesce ad abbracciare il coniglietto. A me ha fatto tanto ridere anche il filmato di George che da bravo bambino di tre anni cerca di pizzicare i palloncini delle decorazioni: ne avesse fatto scoppiare uno, sai lo scandalo? Altro che non aver dato la mano a Trudeau 😉 !

  12. Michele ha detto:

    E I Cambridge sono di Ritorando! salutano il Canada:) https://www.facebook.com/GlobalBC/videos/10154494258647808/

  13. Antonella.A ha detto:

    Però,posso dire la mia ?una famiglia bellissima,bambini stupendi e teneri,ma George l’ho trovato un pò maleducatino.Intendiamoci,lo dico bonariamente,tanti così fanno per timidezza o altro.Ma lui è un principe,un giorno sarà il futuro re d’Inghilterra e dare la mano è anche segno di espansività nei confronti degli altri.La piccola Charlotte invece è una bambolina vera e propria,da mangiare di baci.

  14. Caterina ha detto:

    Ieri su rai uno alla vita in diretta hanno fatto un servizio sul viaggio dei Cambridge in Canada, dicendo che era stato un successone mediatico, soprattutto per via dei Piccoli. Alla presentazione del Servizio, la Conduttrice, introduceva due ospiti in studio, tra cui una giornalista, presentata come la massima autorità in campo Royal ( non me né voglia la giornalista: a me totalmente sconosciuta), ed io che casualmente avevo il televisore acceso su quel programma, dico a Mio Marito: che bello, c’è Marina, non ti dico come sono rimasta delusa, quando ha presentato questa signora, che onestamente non avevo mai sentito nominare. Onestamente, il servizio era un po’ banale si parlava molto del look di Kate e si poneva l’accento sulla tinta per capelli da mille sterline e su come, fosse fresca e rilassata nonostante le dieci ore di viaggio e due bambini al seguito. Dico, ma questi ci hanno presi per ” morti de sonno” come direbbero qui a Roma, ma stiamo parlando della Duchessa di Cambrige non della ragazza della porta accanto, come la descrivevano loro. Senza fare alcuno accenno o se lo hanno fatto in modo del tutto inosservato su i motivi per cui è stato fatto il viaggio e su come mai proprio per questo viaggio hanno scelto di farsi accompagnare dai piccoli. Maaahhh

    • Caterina ha detto:

      Dimenticavo, marcavano anche il fatto , che The Queen, che a loro dire, non concede nessun gioiello in prestito a nessuno, a Kate per questa occasione, avesse prestato la spilla, a foglia d’acero simbolo del Canada. E che questo fosse un evento eccezionale. Dico, ma dove erano quando ha prestato a Kate i vari diademi a cominciare dalle nozze, senza dimenticare la collana dono di nozze del sovrano di Nizam di Hideradab alla regina Elisabetta, prestata a Kate per una serata di gala al National Portrait Gallery. Oppure del bracciale dono del Duca d’Edimburgo a sua Maestà per il fidanzamento, prestato sempre a Kate. Non Continuo con i prestiti fatti a Kate, ma ci sono pure quelli fatti alla contessa di Wessex. Insomma non mi sembra fossero molto informati, piuttosto sembrava un servizio messo li quasi per coprire un vuoto, senza averlo organizzato con la dovuta documentazione. Non voglio essere offensiva però dal mio punto di vista è emerso questo.

    • http://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

      che carina, grazie del pensiero. purtroppo no non ero io, i meandri di quella trasmissione sono complicati e non sono più riuscita ad entrarci 😉
      mi piacerebbe sapere chi era la giornalista. ti ricordi il nome?

      • Caterina ha detto:

        Elena Mora

        • http://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

          ah si, ho capito chi è ha scritto dei libri e lavora per Cairo. è caporedattore di Diva e Donna.
          le solite strategie 😉
          a dire il vero ho anche preso l’ultimo libro e ce l’ho nell’ipad ma non l’ho ancora letto. forse la copertina di deprime… The Queen con la smorfia della strega cattiva…

          • Caterina ha detto:

            Si, mi sono documentata su chi sia, la Giornalista. Ma da quanto ho potuto vedere io, mi costa che abbia scritto due libri su personaggi legati alla famiglia reale Inglese. Uno sulle analogie tra Grace di Monaco e Lady D e un altro su Diana e la regina: bugie a corte, non so se ti riferisci a quest’ultimo. Inoltre quest’ultimo è scritto insieme ad un’altra persona. Non voglio mancare di rispetto a nessuno, ne tantomeno essere irriverente ma per definire esperto una persona, occorre che lo sia a tutto campo e non solo su una famiglia reale Inglese. Naturalmente questo è la mia modesta opinione.

            • Caterina ha detto:

              Scusate ho sbagliato l’articolo: “la” famiglia reale Inglese

            • http://www.altezzareale.com/wp-content/uploads/2017/09/avatar_utenti.png marina ha detto:

              In Italia oggi è esperto chi dice di esserlo. La Mora è una giornalista che lavora per un grande gruppo editoriale quindi automaticamente ha degli accessi diretti che io non ho o trovo a fatica. Mettici poi che vivo nel profondo centro e che per arrivare a Roma o a Milano ci metto 4 ore e il gioco è fatto.
              Però adesso il libro che ho nell’ipad lo voglio leggere… sono curiosa

  15. laura ha detto:

    Stendiamo un velo pietoso sulle trasmissioni Rai in generale. Per caso due giorni fa sono finita su un canale che ignoravo e che si chiama 2000 qualcosa (è certamente collegato con il Vaticano). Hanno trasmesso per due giorni di seguito il viaggio del papa in Caucaso. Sono rimasta attaccata alla tv assolutamente sbalordita dal fatto che 1. il conduttore non ha MAI interrotto gli esperti in studio 2. gli esperti erano davvero degli esperti e hanno parlato dei popoli, della cultura e delle religioni del Caucaso in modo assolutamente fantastico !
    Alla RAI i conduttori interrompono SEMPRE anche quando la loro interruzione non solo non permette all’esperto di turno di completare il concetto che stava iniziando ad esprimere ma anzi provoca spesso un allungamento dei tempi (anche se l’interruzione è poi giustificata da un presunto contenimento dei tempi) 2 Gli esperti non sono mai tali a parte rari casi (vedi a volte la presenza di Marina).
    Quando poi si parla di royals sulla stampa italiana è quasi sempre la rassegna delle banalità infarcita da grossolani errori e lo scopo dell’articolo è in genere quello di riempire un certo spazio senza dire nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *