Lo straordinario e misterioso zaffiro della regina Elisabetta

Zaffiro2

E’ un po’ il suo marchio di fabbrica, non un piccolo vezzo da anziana signora un po’ demodé, ma un’abitudine presa quando era ancora una giovane donna. Ormai la spilla appuntata appena sotto la spalla sinistra è una delle consolidate cifre stilistiche di Elisabetta II e, potendo scegliere all’interno di una collezione si può dire sterminata, la regina si presenta ogni giorno con un gioiello diverso, perfettamente abbinato per stile e colori alla mise del momento o al luogo e all’evento.

In occasione della visita lampo a Roma del 3 aprile scorso, la sovrana ha sorpreso tutti con una spilla magnifica mai indossata prima. E siccome alla corte inglese nulla avviene per caso molti si sono chiesti il motivo di questa scelta che ha tutta l’aria di un omaggio all’Italia e ai suoi ospiti, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e papa Francesco. Sul suo cappotto di un delicato color lilla il blu profondo dell’enorme zaffiro circondato da brillanti è diventato un faro e un catalizzatore di attenzione e ovviamente gli appassionati si sono immediatamente attivati per scoprire origini e storia di questo splendido gioiello.

La spilla con l’immenso zaffiro ovale – qualcuno vuole azzardare una caratura? – viene quasi certamente dalla Russia e per essere più precisi dallo scrigno della zarina madre Maria Feodorovna che quando abbandona il paese riesce a portarsi dietro una parte della sua imponente collezione di gioielli. La zarina si ritira in Danimarca ospite poco gradita del nipote Cristiano X il quale avrebbe apprezzato che l’ingombrante zia mantenesse se stessa e il suo seguito con il ricavato dalla vendita dei gioielli; Maria – nata Dagmar – però rifiuta e tanto per non avere sorprese tiene la cassetta con tutti i suoi preziosi sotto al letto. Alla sua morte, nel 1928, le figlie Olga e Xenia le cui risorse economiche sono ormai ridottissime, decidono di vendere il tesoro della zarina e si rivolgono – o si fa avanti, la questione non è chiara – la regina Mary notoriamente molto appassionata di gemme che anni prima aveva acquistato, facendo ottimi affari, anche diversi gioielli della granduchessa Wladimir, vedova di uno zio di Nicola II. 

Realizzata secondo un disegno molto classico  – con uno zaffiro circondato da una complicata decorazione in oro giallo e da 18 diamanti – la spilla probabilmente aveva una gemella perché nel 2011 da Christie’s è passato in vendita un oggetto quasi identico come fattura anche se la pietra sembra leggermente più rettangolare. Nella scheda del catalogo di Christie’s il lotto viene descritto come “una impressionante spilla con zaffiro e diamanti”. Lo zaffiro tagliato a “cuscino” ha un peso di 130,50 carati e, secondo gli esperti della casa d’aste, dato il colore – definito “blue royal” – omogeneo, trasparente, ricco e particolarmente saturo, potrebbe venire dalla Birmania.  

ZaffiroChristie

La gemella della spilla inglese (copyright foto: Christie’s)

Forse erano dei devant de corsage oppure ornamenti per gli abiti, ma Michel Bergagnini amministratore della pagina Facebook Royal Jewel Fans Club ha pubblicato anche un ritratto in piedi della moglie di Alessandro III che al polso ha un bracciale di perle la cui chiusura sembra simile alla spilla in questione. Ad ogni modo i gioiello finito nella mani della regina Mary è rimasto nelle casseforti della casa reale inglese. La moglie di Giorgio V ha indossato la spilla in diverse occasioni, solo che avendo lei la tendenza a coprirsi di pietre preziose è difficile – anche nelle foto – identificare tutti i pezzi.

Lo straordinario zaffiro viene notato subito quando appare indosso alla nuora di Mary, Elizabeth, regina consorte di Giorgio VI. Fra l’altro la tonalità dello zaffiro è piuttosto particolare e ha al suo interno un tale spettro di colori e riflessi da renderla adatta sia per gli abiti blu che per quelli viola/lilla/glicine (e proprio per questo il 3 marzo quando la regina è scesa dall’aereo a molti è sembrata un’ametista); the Queen Mother, che adora le tonalità pastello e in particolare gli azzurri e i blu polverosi, porta lo zaffiro per il resto della sua vita anche in occasioni molto importanti, come il battesimo del nipote David, figlio della principessa Margaret.

Alex-spilla

QueenMother

Alla morte dell’amata Queen Mum, nel 2002, la spilla sparisce per riapparire il 3 aprile del 2014 appuntata sul paletot di Elisabetta II. Perché mai la regina non ha mai indossato questo bel ricordo della nonna e della madre? Noi che siamo appassionati di gioielli e anche molto curiosi ci siamo subito posti la domanda: forse ha talmente tante di spille da non sapere cosa farne, magari aspettava un’occasione speciale o forse non era ancora nelle sue mani e l’ha ricomperata solo di recente? La spilla passata attraverso la casa d’aste non è sicuramente quella della regina e di questo gioiello non c’è traccia nel catalogo di oggetti venduti dai figli di Margaret.

L’altra risposta è che essendo questa spilla molto simile al famoso zaffiro regalato dal principe Alberto a Vittoria per le nozze nel 1840 Elisabetta II l’ha voluta “inaugurare” fuori dall’Inghilterra onde evitare che fosse confusa con l’altra.

  AlbertSapphireBrooch

La spilla nuziale del principe Alberto è comunque leggermente più piccola e circondata solo da 12 diamanti; Vittoria l’ha inserita fra i gioielli della corona ed è stata indossata da tutte le regine. Alessandra, Mary, Elizabeth e ovviamente l’attuale sovrana. Questo zaffiro, oltre ad avere un colore bellissimo, ha un grande valore simbolico per la dinastia ed Elisabetta II ha scelto di portarlo in occasione di eventi davvero speciali come il battesimo del principe William nel 1982.

 QueenBluette

SpillaAlberto

Anche un’altra splendida spilla della collezione reale proviene dalla collezione di Maria Feodorovna e in questo caso si tratta di un ritorno alle origini. Nel 1866 Dagmar di Danimarca sposa lo zarevič, futuro Alessandro III (dopo essere stata fidanzata al fratello maggiore precocemente defunto, ma questa è un’altra storia) e riceve come dono di nozze dalla sorella, la principessa di Galles, un bellissimo zaffiro cabochon montato su una spilla. La pietra di un blu perfetto, è messa particolarmente in risalto dalle due cerchi di diamanti; una perla a goccia completa la spilla che probabilmente è stata realizzata da un gioielliere inglese. Alla morte di Maria Feodorovna i gioiello viene messo in vendita dalle figlie e Mary, visto che si tratta di un dono proveniente proprio dalla famiglia reale, decide di acquistarla pagandola 2.375 sterline. La regina Mary porta spesso lo zaffiro della zarina e alla sua morte, nel 1953, lo lascia alla nipote Elisabetta II.

CabochonZarina

 Zaffiri2

Nel 1893 Maria Feodorovna, ancora zarina in carica, offre a Mary di Teck per le nozze con il futuro Giorgio V una piccola spilla con uno zaffiro cabochon quadrato e un diamante anch’esso quadrato. Le due pietre sono disposte a contrarié e circondate da una fila di piccoli diamanti che formano, nella parte terminale di ogni lato due onde. E’ un gioiello modesto rispetto ad altri della collezione di Mary e anch’esso oggi è di proprietà della regina Elisabetta.

 Epsom2012

La sovrana inglese possiede anche altre spille con zaffiri che le sono state regalate o ha ricevuto in eredità dalla madre. Una pietra blu dal taglio quadrato decora una piuma di brillanti che è stata regalata alla principessa Elisabetta in occasione delle nozze nel 1947 dalla Carrington and Company Limited.

Elizabeth

The Sapphire Chrysanthemum Brooch è stata offerta alla principessa nel 1946 in occasione del varo di una nave la “British Princess” da sir James Laing della Laing & Sons Limited e dalla Anglo-Iranian Oil Company Limited. E’ tradizione che alle madrine delle navi venga regalato un gioiello importante a ricordo dell’evento. La spilla – il cui centro, se visto da lontano può sembrare un grande zaffiro mentre si tratta di piccole pietre incastonate l’una accanto all’altra – diventa famosa perché Elisabetta la indossa sul revers del tailleur di tweed che porta nelle foto ufficiali scattate durante la luna di miele a Broadlands. Nel 2007 la regina e il principe Filippo appaiono in una foto analoga ed la sovrana porta la stessa spilla.

phillip-new-2007

Dalla Regina Madre Elisabetta ha ereditato delle spille un po’ nel gusto degli anni ’30-’40 con pietre più piccole un disegno decisamente moderno, per esempio un fiore i cui petali sono costituiti da piccoli zaffiri. Secondo la storica Leslie Field – autrice di The Queen’s Jewels – si tratta di un regalo di Giorgio VI alla moglie per l’anniversario delle loro nozze. Un’altra spilla di Queen Mum oggi passata alla figlia è un grappolo d’uva nel quale ogni chicco è costituito da un diamante e il tutto decorato da un nastro di zaffiri tagliati a baguette.

 Scozia2012-1

ps: in un primo momento la spilla era sembrata essere la chiusura del famoso chocker che la regina madre aveva regalato a Diana, ma come potete notare la pietra e la montatura sono molto diverse.

DianaChocker

Grazie a tutti i lettori che hanno linkato le loro scoperte e in particolare ad Alex, Alessandro(Aigrette), Chloe e Laura e soprattutto alla regina Elisabetta la quale scegliendo questa spilla proprio per il viaggio a Roma ci ha dato modo di discutere tanto a proposito dei suoi meravigliosi gioielli.    

 

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

116 Commenti

  1. Alessandro (Aigrette) ha detto:

    http://www.kreml.ru/en-Us/exhibitions/moscow-kremlin-exhibitions/vystavka-indiya-dragotsennosti-pokorivshie-mir/

    Non ci credo,

    NON CI CREDO,

    NON
    CI
    CREDO!!!

    Hanno smontato il Timur Ruby e mandato in mostra al Cremlino????
    :-O

    • Chloe ha detto:

      … mmmh … very interesting! 😉 Stavo cercando altre foto, ma non ne ho trovate, mi piacerebbe proprio vedere quella spilla più da vicino! 🙂

  2. Alex ha detto:

    Dovrebbe essere un gioiello storico appartenuto alla regina Frederika. In Grecia tanti smeraldi e rubini ma purtroppo il grande zaffiro della regina di Romania non c’è più. Meno male che qualcosa fra gli zaffiri si sia conservato.

  3. Ale ha detto:

    sembra una spilla di classica fattura russa come montatura.

  4. elettra/cristina palliola ha detto:

    Molto bello questo zaffiro indossato dalla regina Annamaria! sembra che abbia un contorno di diamanti , proprio vicino alla grande pietra e uno di perle, più esterno. Se la sua origine è russa, due potrebbero essere le strade che questo gioiello , ha percorso: la prima, quella più facile e diretta è che provenga dalla regina Olga, nata granduchessa russa….la seconda, invece, un po’ più contorta è venga dalla zarina Marija Fedorovna, che tornò in Danimarca dopo essere fuggita dalla Russia, durante la rivoluzione . Uno dei nomi di Annamaria è anche Dagmar che era anche il nome della zarina e può darsi che le sia arrivata tra le altre cose, dall’eredità della mamma Ingrid, anche per questo motivo. Strano è che questo bell’oggetto si sia visto solo nel 2005, per il matrimonio di Carlo e Camilla e , da allora non è più riapparso…almeno io non mi ricordo di averlo visto prima e neppure dopo, però allora non ero molto in confidenza con il PC e forse non c’era neppure internet…o sì? non mi ricordo

  5. laura ha detto:

    Un’altra strada “russa” dei gioielli danesi e’ quella della regina Alessandrina, la nonna di Annamaria, che era la figlia della granduchessa Anastasia Michailovna : attraverso questo collegamento la corte danese (in realta’ la principessa Elisabetta cugina della regina) conserva anche l’unica spilla da incoronazione ancora esistente che risale alla incoronazione di Nicola II.

  6. elettra/cristina palliola ha detto:

    Verissimo @Laura! ci si dimentica spesso di questa discendenza della regina Alessandrina!
    Ieri sono cominciati a Copenhagen i festeggiamenti per i 75 anni di Margarethe e su FB è comparsa una foto della regina con una pelliccia di visone grigio….mi sembra, ma lo dico con molta prudenza , che al collo abbia qualcosa di molto simile a questa spilla, se non è addirittura lo stesso oggetto…….. https://www.facebook.com/459499097465327/photos/ms.c.eJw9zMkNADEMAsCOVgaRYPffWFbO8RxxJEchbKsiyS~;bOX8I8nGx83je~;Th9hIRhzefOXddg~;xHX~_x~_~_zt4rFzAhHQQ
    non è molto visibile, ma che vi sembra?

  7. elettra/cristina palliola ha detto:

    Ahia….non è possibile estrapolarla…spero di trovarla altrove

  8. elettra/cristina palliola ha detto:

    Pardon…mi sono sbagliata…trattasi di altro gioiello e forse neppure di zaffiro, ma di lapislazzuli…un collier con 3 grandi cabochon, dei quali, il centrale più grande con catena grumetta in oro bianco ….sembra in parure con orecchini e anello….fate scorrere un pochino

    http://orderofsplendor.blogspot.it/

  9. laura ha detto:

    @ Elettra , sono entrata su Altezza Reale pronta ad indicare la demiparure di zaffiri che Margrethe ha indossato al gala come un elemento di collegamento alla spilla di Annamaria. Infatti nel sito di Royal Order of Sartorial Splendor si dice chiaramente che la demiparire e’ di origine russa attraverso la regina Alessandrina. Ma ora leggo che tu dici che sono lapislazzuli … e non capisco , il sito parla chiaramente di zaffiri. Devo dire che questi zaffiri di Margrethe e di Annamaria sono identici e chiaramente si tratta di un insieme che e’ stato diviso tra le sorelle (mi chiedo se anche Benedikte ha qualche elemento) l’origine russa e’ piu’ che probabile, non ricordo di averli visti nel famoso documentario Der konelinge juveler che oramai so a memoria per averlo visto tante volte. Magari domani pomeriggio quando rientro a casa faccio altre indagini. A me sembrano proprio zaffiri e anche la montature della collana di Margrethe e della spilla di Annamaria sono identiche

  10. elettra/cristina palliola ha detto:

    No, @Laura, scusa…forse mi sono espressa male! volevo dire che in un primo momento mi sembravano uguali,spilla e collier, ma guardando le pietre, mi sembravano piuttosto opache per essere zaffiri, ma può darsi che mi sbagli perchè , viste così, da lontano, influisce molto anche il gioco della luce…inoltre devo dire che da questa foto non mi sembra di scorgere le due file , una di diamanti e l’altra di perle, come quello della spilla di Annamaria….ma se lo dice questo sito, Order ecc..,che si tratta di zaffiri, alzo le mani…. comunque se riesci a trovare qualche altro elemento illuminante e il rapporto che ci può essere tra i vari pezzi, finalmente avremo le idee più chiare….devo dire che comunque anche questi pezzi -orecchini e collier- non li avevo mai notati prima..potrebbe essere la prima volta che vengono indossati?..mi sembra strano, anche perchè sappiamo che la regina danese è sempre piuttosto “apparecchiata” con gioielli…perchè mai lasciarli, in cassaforte per 40 e più anni?
    Ho trovato Margarethe molto elegante, con questo abito blu notte e particolarmente raggiante e -purtroppo!- anche la pelliccia è molto bella!

  11. laura ha detto:

    @ Elettra, domani a casa e con un collegamento migliore di questo voglio fare un po’ di ricerca su questa demiparure e spilla perche’ mi incuriosiscono molto
    @ Marina ….. lo sai che io AMO Margrethe di Danimarca e i danesi in genere qui ci vuole come minimo una foto del giorno se non un vero e proprio post per la cara Daisy in occasione del suo scintillante compleanno !!!

  12. Alex ha detto:

    Quella indossata da Margrethe è una famosa demi parure composta da collier, orecchini e ciondolo in zaffiri e diamanti, provenienti tutti dalla regina Alessandrina e montati diversamente in seguito, perchè in origine le pietre formavano un dévant de corsage indossato anche a ciondolo. Grazie ad Alessandrina, come sappiamo, molti gioielli sono entrati e rimasti in Danimarca. La regina Margrethe l’ha indossata in numerose occasioni, ad esempio per le nozze dell’ultima nipote Barleburg, per la cena di gala del giubileo di diamante di Elisabetta e per visite di stato, oltre che da giovane, quando indossò il collier in forma più allungata.

    • laura ha detto:

      Finalmente con un collegamento internet funzionante (c’è stato un blackout totale tutto il pomeriggio) ho potuto cercare sulla pagina FB Royal Jewels Fan Club la parure di zaffiri …. e come dice Alex si tratta di una parure di origine russa (lo sospettavo). Non si dice nulla però dello zaffiro solitario di Annamaria che pare davvero fare parte di questo gruppo notevole. E’ strano che non l’avessi mai notata prima anche perché mi pare proprio che non ne parlino nel famoso documentario sui gioielli.

  13. elettra/cristina palliola ha detto:

    Come @Marina ha già avuto modo di dire più di una volta, anch’io sono molto orgogliosa dei nostri “ragazzi” e di condividere questo spazio con loro; dei veri professionisti del settore, ognuno con specializzazione personale ….tutti sappiamo chi sono senza bisogno di fare nomi, maschi e femmine, e che se non ci fossero, bisognerebbe inventarli…
    Grazie @Alex….devo dire che questa parure non l’avevo mai individuata e che quasi quasi ,mi sembrava nuova….forse non è tra i gioielli più usati, visto che l’ultima apparizione è stata per le nozze di Nathalie ecc. ecc.. che risalgono oramai al 2010 e il giubileo del 2012…peccato perchè è molto bella e il blu dona molto a Margrethe!

  14. Chloe ha detto:

    E che zaffiri! 🙂 Sì, avevo in mente delle immagini di questa demi parure indossata da Margrethe, ma non ricordavo affatto vi fossero delle differenze di composizione e lunghezza del collier!
    Qui soltanto alcune delle immagini in rete:

    http://media-cache-ak0.pinimg.com/736x/aa/98/95/aa9895ebbcc27b362c739a6ab7f3b3b0.jpg
    http://i2.photobucket.com/albums/y13/Tamriko/Denmark/margneck1.jpg
    https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/236x/8b/e8/09/8be8090d58c3ce0cf4ccf041cc7101a3.jpg

    Si è saputo qualcosa in più sul (nuovo) collier indossato da Mary per l’occasione? Un pezzo davvero elegante e raffinato.
    http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2015/04/08/22/276153BA00000578-3031104-image-m-23_1428529600258.jpg

  15. Chloe ha detto:

    E ora aspettiamo la cena di gala del 15 aprile! 😉

    Qui il programma delle celebrazioni, in cui vengono inseriti via via aggiornamenti:
    http://kongehuset.dk/english/Menu/news/events-in-connection-with-her-majesty-the-queens-75th-birthday

    • Ale ha detto:

      sembra quelle una di quelle spille clip che andavano tanto negli anni ’30. sicuramente è separabile in due pezzi. maria josè ne aveva due (divisibili in due coppie) di spille molto belle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *