William & Kate: ancora nozze reali inglesi in attesa del 29 aprile

Ecco una serie di nozze reali inglesi degli ultimi decenni del Novecento in attesa del 29 aprile quando finalmente anche William e Kate arriveranno all’altare.

La principessa Margaret, sorella minore di Elisabetta, sposa il fotografo Anthony Armstrong-Jones il 6 maggio del 1960, ma la coppia, nonostante i due figli (David e Sarah) regge solo pochi anni. Margaret è reduce da una grande storia d’amore e solo la ragione di Stato la convince ad abbandonare il sogno di sposare l’uomo dei suoi sogni il maggiore Peter Towsend. Che è un eroe di guerra, un intimo della famiglia reale, ma purtroppo è anche divorziato. Le pressioni del Governo, della sorella regina e pare anche del cognato, la convincono a lasciar perdere, anche perché nel caso oltre a replicare la vicenda dello zio ex re, si troverebbe a dover rinunciare al rango, al titolo e soprattutto all’appannaggio.

Per le nozze con Tony, presto titolato conte di Snowdon Margaret veste un abito semplice ma favoloso, con una gonna amplissima, come di moda in quegli anni, strascico, velo e uno splendido ed enorme diadema conosciuto come la “Poltimore tiara”, creato dal celebre gioielliere Garrard nel 1870 per lady Poltimore e poi offerto alla principessa  ed acquistato alla principessa negli anni ’50. Margaret porterà la tiara in molte altre occasioni, ma alla sua morte i figli decideranno di disfarsene. Il gentilissimo Luca mi ha mandato un link dal catalogo realizzato da Christie’s in occasione della vendita della collezione della principessa Margaret.

Poltimore

Un anno dopo è la volta del cugino scapestrato della regina Edward duca di Kent, il figlio della bellissima Marina di Grecia e di Edward George figlio di Giorgio V. Il giovanotto, che è un ufficiale dell’esercito, ne combina di cotte e di crude prima di innamorarsi di Katherine Worsley, figlia di un signorotto di campagna, pianista, elegante, raffinata e bella. Ai due viene imposto un periodo di riflessione, ma alla fine la spuntano e si sposano l’8 giugno 1961 a York Minster. Alle loro nozze il giovane Juan Carlos di Borbone viene casualmente piazzato sempre accanto ad una cugina dello sposo, una cugina dal lato materno… Sofia di Grecia.

duchiKent

La sposa indossa un abito realizzato con metri e metri di voile di sete da John Cavanagh, sarto consigliatole dalla futura suocera che è nota per essere una delle donne più chic della famiglia reale inglese. Fra i capelli la giovane neo duchessa di Kent porta un diadema che viene dalla regina Mary. I duchi di Kent, che in passato hanno spesso rappresentato la regina in Inghilterra e all’estero, oggi sono virtualmente separati, lei si è convertita al cattolicesimo, come il figlio minore Nicholas.

dukeduchesskent

Kent-nozze

Alexandra

Alexandra3

Nelle due immagini qui sopra la principessa Alexandra, figlia del duca di Kent e di Marina di Grecia nel giorno del suo matrimonio con sir Angus Ogilvy.

AADS004127

Il primo grande matrimonio della nuova generazione è quello della principessa Anna nel 1973, qualche anno dopo tocca ad un cugino ed amico carissimo del principe di Galles, lord Romsey, nipote di lord Mountbatten e figlio di lord Brabourne celebre produttore cinematografico (Passage to India, tanto per citare uno dei suoi film). Il matrimonio viene celebrato nell’ottobre del 1979, in una atmosfera di grande tristezza, un mese dopo il tragico assassinio dell’ultimo vicerè dell’India. La sposa Penelope indossa una tiara appartenuta a Edwina Mountbatten.

Penelope3

Edwina

Carlo e Diana a parte, le nozze più glamour degli anni ’80 sono state senza dubbio quelle del principe Andrea, secondogenito della regina Elisabetta. Glamour e un tantino di pessimo gusto, se vi ricordate lei che entra a Westminster in abito e strascico ma con una camminata non proprio elegante e se avete presente i due neo sposi che portandosi una mano all’orecchio e fingendo di non sentire bene  incitano la folla a urlare più forte “kiss, kiss”. Sappiamo tutti come è andata a finire. Unico particolare di rilievo, Sarah è entrata in chiesa con una ghirlanda di fiori e ne è uscita con un diadema.

Sarah

wed--a

wills--a

In quella occasione il futuro sposo di oggi si è esibito nel ruolo di paggetto e fece parecchia confusione.

HelenKent

Il 18 luglio 1992 lady Helen Windsor figlia del duca di Kent sposa, nella cappella di Saint George del castello di Windsor, l’antiquario Tim Taylor. Helen indossa un abito di Catherine Walker e una delle due “fringe tiara” dei Kent, esattamente quella che indossa qui sotto sua madre Kaherine. Si tratta di una fringe di diamanti e perle di cui non si conosce l’esatta provenienza, forse era della regina Mary, ma c’è chi sostiene sia stato un regalo dei Worsley alla figlia.

KentFringeTiara

Serena

Il figlio di Margaret, David visconte di Linley, porta all’altare nella chiesa di St. Margaret l’8 ottobre 1993, la giovane e bella Serena Stanhope, figlia del visconte Petersham. La sposa indossa un abito vagamente simile a quello della suocera ed una tiara che le ha prestato Margaret e viene dalla regina madre. E’ la “Papyrus Motive Tiara”.

Papyryus

Papyrus2

La figlia di Margaret, Sarah Armstrong-Jones si sposa un anno dopo il fratello (14 luglio 1994) con l’artista Sanuel Chatto. un abito dalle vaghe linee elisabettiane e fra i capelli a fermare il velo un diadema a motivi floreali che sua madre ha spesso portato utilizzando some spille i diversi fiori che sono spontabili.

Sarah

ladysarah

La CHAT DI ALTEZZA REALE: ci stiamo lavorando presto troverete nella home un banner che vi rimanderà alla pagina dedicata con tutte le spiegazioni (semplicissime) e i link. E poi tutti on line per commentare in diretta il royal wedding venerdì 29 aprile dalle 11 alle 15.

E non dimenticate di votare la vostra tiara preferita (cioè quella che Kate potrebbe indossare il giorno delle nozze) per vincere il libro “Cuori blu” di Enrica Roddolo.

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

30 Commenti

  1. Angie ha detto:

    Oh Nicole! ma che meraviglia, che immagini poetiche!
    Questi vestiti sono delle opere d’arte.

  2. Matteo ha detto:

    Quoto totalmente quanto detto da jam sugli inviti…non si fa cosi!!!

    Marina: Si quella del contratto è una notizia un po’ cosi…

    Ma è domani!!!

  3. Matteo ha detto:

    Ma domani tutti i nostri dubbi troveranno una risposta!!!
    Vediamo come saranno occupati tutti gli altri posti…

  4. davide giulio contri di frassineti ha detto:

    l’idea di Westminster trasformata in un bosco d’amore…è teatralmente, stupendamente barocca…speriamo solo che tutto ciò non sia un limite per la visibilità…

    NIcole…veramente bellissimo il video…interessanti gli abiti storici…soprattutto quello di Vittoria…

    spero davvero tanto ci siano gli Aosta…in fondo sono imparentati con la famiglia di grecia, quindi…

  5. jacopoamedeo moretti ha detto:

    xD&G
    guarda bene gli addobbi x il ns matrimonio voglio una cosetta simile:-))

    haha
    j

  6. davide giulio contri di frassineti ha detto:

    magari (:-))…così potrei fare indossare a qaulcuno (te ihihihi!!!) l’abito che ho disegnato per Kate, ehehehe….in taffetas di due colori, avorio-chiaro (petto, gonna e rouche “importante” intorno alla scollatura) e blu-reale (corpetto, maniche e sopragonna-strascico); un modello vagamente “all’inglese”, di fine settecento. il velo, ovviamente lunghissimo in pizzo avorio chiarissimo…bouquet di rose bianche (in onore di lady D.)
    Ovviamente indosserai la parure tiara, orecchini, collana di diamanti e zaffiri che appartiene Ad Elisabetta (come si chiama? :-)) …è fatta in modo che che tra uno zaffiro e l’altro possono essere alternate delle roselline bianche…. :-))

  7. marina ha detto:

    @ davide giulio, ce lo vedo con il diadema visto che è anche completamente pelato, ce lo vedo proprio 😉
    comunque anche io opto per bouquet di rose bianche.

  8. nicole ha detto:

    Ma no, ma no…solo rose bianche sarebbe banalissimo.Innanzi tutto qualcosa di verdesino pallido pallido,lillà bianchi, mughetti magari che ricadono un pochino, rose bianche per far contenta Marina, ma rose a cinque petali, semplici semplici. Non so , ma io opeteri per bouquet verde-bianco, qualche fiore di ortensia verde come quelle che si vedono nei preparativi, mirto, che so qualche fiore d’arancio.C’è tutta una simbologia dei fiori e credo che nei vari Paesi le consuetudini cambino.Spero solo non abbia voluto il fiore di cardo, per quanto tipico della Scozia, mi pare.

  9. davide giulio contri di frassineti ha detto:

    ahahaha…si è il fimbolo della scozia…ed è un pò spinoso…e non proprio aggraziato… 🙂

    (comunque Marina…pensavo proprio alle rose-peonia :-))

  10. madameguccini ha detto:

    quanto mi piaceva e mi piace il vestito di lady sarah!!! che bella questa carrellata di matrimoni…quanto mi piacciono
    marina complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *