A Venaria Reale diademi e gioielli reali. In mostra i capolavori degli orafi italiani per la Corte Sabauda

A Venaria Reale diademi e gioielli reali. In mostra i capolavori degli orafi italiani per la Corte Sabauda

diademi_440

La Reggia di Venaria Reale mette in mostra i gioielli storici della Corte Sabauda, ma il principe Vittorio Emanuele di Savoia prima concorda il prestito di un diadema appartenuto alla regina Margherita e poi fa dietrofront. “Privando l’esposizione – spiegano i curatori Stefano Papi, esperto di gioielli, e da Tomaso Ricardi di Netro storico – di un’opera simbolica in quanto immagine emblema dell’evento”. Il prestito gratuito, del diadema e di un paio di orecchini, “era stato concordato da tempo” fanno sapere dalla Venaria Reale, e la decisione improvvisa ha lasciato tutti abbastanza interdetti.

Nonostante ciò la rassegna ospitata nella reggia di Venaria Reale (fino al prossimo 10 gennaio info qui) resta un grande appuntamento per gli appassionati perché presenta in un unicum straordinario i gioielli della Corte Sabauda realizzati a partire dall’Ottocento dai migliori orafi italiani, insieme ad analoghe splendide opere del Sei e Settecento conservate intatte nel Santuario di Oropa.

La Venaria Reale presenta così una nuova tappa nel suo percorso di riscoperta degli usi, degli oggetti e delle tradizioni sabaude. Accanto a questi ci sono i gioielli “civili” che la devozione del popolo, dell’aristocrazia e della famiglia reale donarono nei secoli alla Madonna d’Oropa, il grande santuario sulle montagne di Biella che dominava, fisicamente e spiritualmente, tutto l’alto Piemonte. I più antichi risalgono al Seicento, i più moderni al Novecento. Gli orafi piemontesi, partendo da modelli a loro contemporanei, crearono questi monili per ornare la statua della Madonna, incastonando fede e devozione in giochi delicati di metalli e pietre preziose.Lo sfarzo e la magnificenza, attraverso i quali si esplicita il prestigio dello Stato e della dinastia, verranno rievocati attraverso i grandi ritratti di parata e busti in marmo delle regine e delle principesse d’Italia, ornate dei loro gioielli, realizzati dai migliori ritrattisti italiani quali Giacomo Grosso e Pietro Canonica.

pettorina_284

I gioielli sono esposti nel cosiddetto “snodo garoviano”, le quattro grandi sale di rappresentanza che precedono la Galleria Grande realizzate all’inizio del Settecento, dove si svolgevano le grandi cerimonie della corte sabauda.

screen_mj_440
Dall’estro creativo-tecnologico di Riccardo Mazza nascono tre “tableaux vivants” con i ritratti delle regine Margherita e di Maria José di Savoia che si illuminano, attraverso particolari proiezioni sulle speciali lastre in alluminio di grandi dimensioni (150×150 cm), per offrire ai visitatori tutta la brillante e seducente bellezza di diademi, pendenti e collier della Real Casa.

Diademi e Gioielli Reali.
Capolavori dell’arte orafa italiana per la Corte Sabauda
Reggia di Venaria Reale (To) fino al 10 gennaio 2010

informazioni e prenotazioni: tel. +39 011 4992333

catalogo Daniela Piazza Editore

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

14 Commenti

  1. Sissi ha detto:

    Bellissime le mostre di gioielli che si stanno proponendo in questo periodo, ricordo anche la splendida mostra di Bulgari a Roma di cui per ora ho solo il catalogo ma che andrò a visitare senz'altro! Un tour storico raccontato attraverso preziosi accessori!

  2. Marina ha detto:

    Ciao Sissi, direi che per questa mostra a Venaria Reale si potrebbe anche organizzare una gita autunnale. Che ne dici?

  3. Mammazan ha detto:

    Carissima
    Credo di riuscire ad andare a Venaria ma come per la precedente mostra non permettono di fare neanche una foto come di solito accade in tutte le mostre..
    Mi dispiace molto e pensare che mi sarei "scialata" a fare foto a non finire!!!
    Baci

  4. Sissi ha detto:

    eccerto che si!!!

  5. Marina ha detto:

    Sissi, una mia amica di Ancona è andata a vedere la mostra di Bulgari su mia indicazione ed è rimasta incantata. Dobbiamo andare! Poi a Roma ci sarà anche la mostra su Grace Kelly che gira dal 2007, anno del 25mo della morta della principessa-star. A proposito, l'altra sera ho rivisto Caccia al ladro e continuo a pensare che era meglio se continuava a fare l'attrice!

  6. Marina ha detto:

    Mammazan, non importa se non puoi fare foto, vai e raccontaci, tenendo presente che il diadema della prima immagine (e della copertina del catalogo) non è più stato prestato dall'ineffabile Vittorio Emanuele… No comment!

  7. Barbara...Babs ha detto:

    ciao marina
    che chiccheria!
    sei un fenomeno! davvero, ma dove trovi tutto questo materiale????? 🙂

  8. Marina ha detto:

    Ciao Babs,
    gironzolo un po' sul web e vengono fuori belle cose. Visto che non sei lontana vai e raccontaci, io spero di andare, ma non subito. Purtroppo il diadema della foto non c'è perché Vittorio Emanuele temendo un sequestro da parte dello stato italiano non l'ha prestato. Non me la contano proprio giusta, perché allora quando si è sposato il figlio con Clotilde Coureau allora dovevano bloccare anche quel diadema.

  9. Full ha detto:

    Gent.ma Marina Buon giorno.
    Anche io sono un grande appassionato di tutto ciò che è royal (persone, storie, aneddoti, gioielli, cerimonie, parentele, glamour e quant’altro).
    Al contrario di lei questa mia passione “ai più” era nota (perché avrei dovuto nasconderla, mica è un crimine), sono stato anche tacciato di essere monarchico (non credo di esserlo) ma anche questo non è un crimine, siamo a no in una Democrazia? Tra l’altro mi piace quando mi chiedono informazioni su “teste coronate”, come la maggior parte delle persone “non appassionate” fanno una grande confusione!
    Ho avuto modo di leggere i suoi post e li ho trovati molto belli, sono precisi e cosa importante mai volgari, molti dei suoi argomenti sono già di mia conoscenza, per averli letti, (biografie, ho poi una collezione enciclopedica sui Savoia) ma mi piace rileggerli e ricordarli.
    Ho riscontrato poi che le persone che lasciano dei commenti (in prevalenza donne, chissà perché), sono semplici e divertenti, inoltre molte hanno dimostrato un grande interesse per i gioielli e a tal proposito, se lei me lo consente e la tecnologia (non ho grande dimestichezza con internet nonostante lavori molto al computer) vorrei provare a postare qualche foto di alcuni dei gioielli di appartenenza della Casa Reale di Svezia.
    Cordiali saluti Filippo

  10. Marina ha detto:

    Carissimo Full/Filippo,
    è un grande piacere incontrare via blog persone che hanno la mia stessa passione (è vero l'avevo notato anche io le mie commentatrici sono per la maggior parte donne), la mia passione è stata nascosta a livello professionale, amici e parenti lo sanno da tempo e sospirano. Però vengo consultata spesso e mio fratello quando viaggia non manca mai di portarmi alberi genealogici. Anche io ho una vasta biblioteca sull'argomento sui francesi soprattutto. Mi farebbe davvero molto piacere vedere le sue foto con i gioielli svedesi, però lei non può postare direttamente, credo. Me le mandi via mail e poi le pubblico anche perché, guarda caso, sto lavorando proprio ad alcuni post sui gioielli che ci piacciono molto. Grazie per i suoi complimenti. A presto spero.

  11. Anna Righeblu ha detto:

    Mi piacerebbe molto visitare la mostra… e l'idea di poterlo fare fino al 10 Gennaio mi fa ben sperare!
    Cara Marina, sembra che la tua passione per i Reali stia divenendo piacevolmente "contagiosa"…

    Un abbraccio

  12. Marina ha detto:

    Eh si Anna, pare proprio. Comunque anche se molti fanno finta di nulla, la passione dei reali è diffusa basta vedere quanto vendono i giornali che ne parlano. In fondo queste storie sono un po' delle favole contemporanee e chi non ha amato Cenerentola o Biancaneve?
    Vedo che siamo numerose a pensare di andare a Venaria, dovremo organizzare un tour…

  13. Elizangela von Starhemberg ha detto:

    La l’utima REGINA DI ITALIA,
    MARIA JOSE DI SAVOIA UNA DONNA CORAGGIO…
    CI MANCHERA SEMPRE, PER SEMPRE…
    ELIZANGELA von STARHEMBERG

  14. marina ha detto:

    Elizangela, vedo che lei persevera. Allora o io parlo arabo o lei è sorda. La prego ancora una volta… non scriva tutto in maiuscolo, tanto non è che per questo la si nota di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *