Una passione segreta…

JuanCarlos

Partiamo da un dato di fatto: le famiglie reali sono da sempre la mia passione, una passione segreta. Non c’è un inizio, è così e basta da quando a 8 anni ho comperato “Grandi regine” (di Giuliana Pistoso che con l’occasione sentitamente, seppur in ritardo, ringrazio) primo volume di quella che è oggi una fornita biblioteca tematica. Un amore folle coltivato, però, quasi in segreto vista l’epoca in cui sono stata ragazzina-adolescente-studentessa (i “caldi” anni ’70) ed i commenti ironici di familiari-parenti-amici. I quali non riuscivano (e non riescono neanche oggi, diciamolo) a capire come, nonostante le mie simpatie per un certo ambiente alternativo, sinistroso ed ambientalista, potessi contemporaneamente dedicarmi alla amena lettura di “Point de Vue – Images du Monde” (http://www.pointdevue.fr/) la Bibbia settimanale (allora anche epurata da scandali o critiche) di noi amanti dei reali. Poi ho studiato storia, ma erano gli anni in cui andavano i contadini, l’agricoltura e il Mediterraneo. Poi ho fatto altro. Poi è arrivato internet che a me ha creato, di primo acchito, qualche tonnellata di problemi. E adesso, quando tutti hanno deciso di fare altro, parto io. Perché voglio raccontare questi personaggi dal MIO punto di vista che, siete avvisati, non è detto sarà sempre serio e compunto. Documentato e preciso questo si, ma anche ironico, altrimenti non mi diverto. Detto questo un’informazione di servizio agli eventuali utenti: anche se faccio la giornalista questa volta ho deciso di non stare sulla notizia, quindi non parlerò di Emanuele Filiberto di Savoia che balla “con le stelle”. Il motivo? A me sono simpatici gli Aosta e il signore in divisa qui sopra. Chiaro?

Condividi su:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on StumbleUpon0Email this to someone

7 Commenti

  1. Edoardo ha detto:

    molto molto brava

  2. Marina Minelli ha detto:

    molte molte grazie, anche per il tuo giudizio ha un valore triplo-quadruplo vista l’esperienza nel settore

  3. evelyne ha detto:

    coraggioso questo “OUTING”!!
    le famiglie reali non sono la mia passione (forse perché vengo da uno dei pochi stati in cui esistono ancora??).. ma mi piace il tuo coraggio! a presto, e.

  4. nicole ha detto:

    Ma pensa te!Avevo collega che arrivava con Point de Vue, non sapevo cosa fosse, lo nascondeva quasi,deduco che sapesse francese, ma anche credo che fosse unica cosa che leggeva. Meno male, così non diveniva analfabeta di ritorno!Tu sei molto autoironica verso tua " debolezza". Diciamo che filtri tutto con tua solida base culturale ed intelligenza.Brava, tutti abbiamo bisogno di nostro angolino segreto.Sei comunque in buona compagnia, persino mio padre repubblicano e sinistrorso, come diresti tu, aveva stima di Juan Carlos.NOn dico cosa diceva di Savoia sscappati..ti chiudono il blog!Era grande cultore di storia moderna e contemporanea: diceva che anche il migliore dei re CENSURA CENSURA…
    Ma per Juan Carlos aveva avuto parole misurate poi di stima negli anni,parole che lasciavano stupiti tutti.

  5. paola (baldanzi) ha detto:

    @Marina questo è il tuo primo post di Altezza reale? lo leggo soltanto ora. Quando Juan Carlos era ancora simpatico… e dalla foto, che penso risalga a diversi anni fa, anche un bell’uomo!

  6. claudio ha detto:

    “a capire come, nonostante le mie simpatie per un certo ambiente alternativo, sinistroso ed ambientalista, potessi contemporaneamente dedicarmi alla amena lettura di “Point de Vue”. Praticamente la mia storia! Avanti così….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *